Tech 8 maggio 2019

Recensione Huawei P30 Lite

Huawei P30 Lite

Dopo aver visto i top di gamma Huawei P30 Pro e P30, abbiamo messo sotto la nostra lente di ingrandimento il P30 Lite, dispositivo di fascia media che va a completare la proposta dell’azienda cinese in questa prima parte del 2019. Il posizionamento di prezzo a 369,90 euro è però critico, in quanto altri smartphone come lo Xiaomi Redmi Note 7 riescono a offrire prestazioni molto simili per una frazione del prezzo.

Tuttavia, il mondo degli smartphone Android ci ha abituato a cali di prezzo molto veloci, per cui non facciamo fatica a pensare che il prezzo di acquisto medio del P30 Lite potrà abbassarsi sui 250/260 euro entro breve tempo.

Il P30 Lite rimane comunque un dispositivo valido, con un’ottima esperienza utente e che offre tutto ciò che si può desiderare da un cellulare del 2019.

Prestazioni e autonomia

Voto: 8/10

A bordo troviamo un processore Kirin 710, lo stesso già visto su altri dispositivi come il Huawei Mate 20 Lite, abbinato a 4 GB di RAM. Una configurazione hardware che come abbiamo più volte verificato, permette di muovere il software egregiamente, offrendo un’esperienza fluida e scattante in qualsiasi contesto.

Huawei P30 Lite

Manca però la versione con 6GB di RAM, disponibile in altri Paesi, peccato perché avrebbe potuto essere una valida opzione di acquisto.

Il display è un un’unità da 6,15 pollici con risoluzione FullHD+, ovvero 1080 x 2312 pixel. Tali caratteristiche permettono alla batteria di 3.340 mAh di poter garantire un’autonomia di 24 ore con circa 6 ore di schermo acceso.

Lo smartphone Huawei P30 Lite è stato configurato con un centinaio di applicazione, più account e-mail e notifiche social sempre in push, ma non è difficile credere che con un uso meno smodato si riescano a raggiungere anche i due giorni di autonomia.

A terminare le specifiche, non può mancare la ricarica rapida, oltre a una connettività più che completa che prevede Bluetooth 4.2, Wi-Fi dual band, NFC, jack aux da 3,5mm, porta USB-C e GPS Glonass. L’archiviazione può contare su 128GB espandibili tramite micro-SD e c’è anche il carrellino per la doppia nano-SIM.

Materiali ed ergonomia

Voto: 8,5/10

Il design è ereditato direttamente dal fratello maggiore Huawei P30, con cornici ridotte, notch a goccia e bordo superiore e inferiore piatti. I bordi sono arrotondati. La cornice laterale è in metallo mentre sia la parte anteriore che posteriore sono in vetro.

Huawei P30 Lite

Ben studiata la posizione dei pulsanti di accensione e del bilanciere del volume, che consentono anche un facile utilizzo con una mano. Il sensore di impronte digitali è nella parte posteriore e risulta veloce e preciso nello sblocco. Ovviamente tale costruzione implica una notevole scivolosità dello smartphone. La fotocamera posteriore è inoltre molto sporgente, caratteristica che lo rende poco stabile quando poggiato su un piano, magari leggermente inclinato. Suggeriamo per questo l’uso di una cover.

In Italia è disponibile in tre colorazioni diverse: bianca, blu e nera.

Fotocamera

Voto: 9/10

Nella parte posteriore del P30 Lite sono presenti tre fotocamere: la principale può contare su un sensore da 48 Megapixel con obiettivo f1.8. La seconda è da 2 Megapixel e serve per valutare la profondità di campo in modo da ottenere il famoso effetto sfocato, mentre l’ultima è la grandangolare da 8 Megapixel con un obiettivo ad apertura f2.4 e 120° di angolo di visione. Configurazione interessante considerando la fascia di appartenenza, considerando poi il software basato su algoritmo con intelligenza artificiale, ormai ben collaudato.

Huawei P30 Lite

La fotocamera da 48 Megapixel si comporta in maniera eccezionale di giorno, mentre la sera e in generale con poca luce si va incontro a qualche limite. Divertente da usare il sensore grandangolare, che consente di effettuare foto panoramiche, architettoniche o selfie di gruppo in modo da poter sfogare la propria creatività.

L’effetto bokeh convince poco. Avremmo gradito maggiormente la presenza di un teleobiettivo, in modo da rendere questo cellulare P30 Lite una versione più piccole e meno potente del Pro dotato di zoom periscopico.

Anche la fotocamera anteriore da 32 Megapixel si comporta bene ed è in grado di registrare video in FullHD a 60 fps.

Conclusioni

Voto: 8/10

Il P30 Lite di Huawei, come accennato a inizio recensione, è sicuramente un dispositivo in grado di soddisfare appieno le aspettative di chi lo acquisterà. Ma la concorrenza non rimane a guardare e gli smartphone tra i 300 e i 400 euro non mancano di certo. Per questa cifra è possibile acquistare anche un top di gamma della passata generazione, in grado di offrire prestazioni superiori in quasi tutti gli ambiti e per circa 200 euro il Redmi Note 7 di Xiaomi rimane un assoluto best-buy.

Huawei P30 Lite

Huawei cerca comunque di porre rimedio a tale situazione e tutti coloro che ordineranno il P30 Lite entro il 26 maggio, riceveranno gratuitamente le Freebuds Lite, auricolari true wireless con un valore di listino di 129,90 euro.

Vittorio Pipia
Vittorio Pipia

Nato nel 1992 ho sempre avuto una grande passione per i motori e per la tecnologia, passioni che ho poi sempre coltivato fino a farle diventare parte del mio lavoro. Da circa 4 anni provo, analizzo diversi prodotti delle più svariate categorie, dall’intrattenimento audio-visivo fino agli elettrodomestici passando per la domotica. Analisi che condivido poi online in diversi modi, con...Leggi tutto

Scrivi un commento

Altri articoli che potrebbero interessarti

smartphone piu cercati Trovaprezzi
Trend 1 aprile 2020

Trovaprezzi: gli smartphone più cercati in Italia a marzo 2020

(Questo articolo, pubblicato nel Magazine di Trovaprezzi.it il 6 novembre 2019, è stato aggiornato in data 1 aprile 2020) Quali sono gli smartphone più cercati dagli italiani? Ogni mese Trovaprezzi.it ripropone questa

P40 Pro
Tech 1 aprile 2020

Huawei P40 Pro ha la migliore fotocamera per DXOMark

DXOMark è una testata specializzata nella valutazione dei sensori fotografici di tantissimi dispositivi, dalle fotocamere professionali alle fotocamere mirrorless come Sony A7 III, fino ad arrivare agli smartphone top di gamma come

Honor 30s
Tech 31 marzo 2020

Honor 30s è arrivato

Honor ha ufficialmente svelato il nuovo Honor 30s, uno smartphone di fascia media che sembra riprendere quanto già visto su Huawei P40 Lite e che si scontrerà con Galaxy A71 e probabilmente