Tech 28 ottobre 2020

Recensione OnePlus 8T: display eccezionale e grande autonomia

OnePlus 8T copertina

OnePlus 8T rappresenta la versione più aggiornata del flagship uscito nella primavera scorsa proponendo alcuni piccoli miglioramenti e introducendo delle novità in alcuni comparti fondamentali. Come sempre nel caso della serie T, si tratta di un dispositivo che propone non tanto degli aggiornamenti rivoluzionari ma che preferisce perfezionare una formula che nel complesso si era già dimostrata vincente.

Il nuovo smartphone di OnePlus ha caratteristiche tecniche molto simili a quelle viste su OnePlus 8 e OnePlus 8 Pro ma interviene su alcuni aspetti fondamentali dell’hardware proponendo una batteria più capiente, uno schermo di gran lunga migliorato e qualche modifica alle fotocamere mantenendo tutte le caratteristiche che avevano decretato il successo della serie.

OnePlus 8T è disponibile in Italia dal 14 ottobre in due configurazioni: quella base con una RAM di 8 GB e spazio di archiviazione da 128 GB al prezzo di 599 euro, mentre quella con 12 GB di RAM e 256 GB di memoria al prezzo di 699 euro. Le colorazioni disponibili sono due: Lunar Silver (argentato) e Aquamarine Green (verde acqua).

OnePlus 8T

Design

Voto: 8/10

OnePlus 8T propone il design distintivo degli smartphone di questo marchio, aggiungendo qualche ritocco premium. Sia il lato frontale che quello posteriore sono protetti da vetro dalla tecnologia Gorilla Glass, mentre la scocca è in metallo. Sul retro dello smartphone, il blocco fotocamere quadrato è posizionato un po’ più a sinistra rispetto ai precedenti modelli quali il OnePlus 7T. Lo spessore è piuttosto sottile e dunque non sporge più di tanto rispetto alla scocca dello smartphone.

Le dimensioni sono di 160,7×74,1×8,4 millimetri e il peso è di 188 grammi, quindi si attesta al pari degli smartphone di fascia media più recenti. OnePlus 8T è complessivamente pratico, anche se non è un modello da usare con una sola mano, se non per lo sblocco. Le dimensioni del display lo rendono difficilmente raggiungibile in alcuni punti se non impugnandolo con entrambe le mani ma questo è in realtà un vantaggio dato che significa che lo schermo risulta davvero molto ampio.

Per quanto riguarda lo schema dei pulsanti, troviamo l’Alert Slider, ormai diventato un elemento distintivo dei modelli OnePlus, che permette di passare velocemente alla modalità silenziosa, vibrazione e standard. Gli altri pulsanti hanno la classica disposizione con quello per l’accensione situato sulla destra (la cui pressione prolungata può essere personalizzata nelle funzioni) e quello per il controllo del volume sulla sinistra. Sul lato inferiore dello smartphone troviamo un altoparlante e una presa di tipo USB-C per la ricarica o altri cavi compatibili con questo formato.

Infine, troviamo anche il lettore di impronte digitali integrato nella parte bassa del display che si è dimostrato piuttosto affidabile nell’utilizzo e sicuramente preferibile, in termini di rapidità di risposta, al riconoscimento facciale permesso dalla fotocamera frontale.

OnePlus 8T

Display

Voto: 9/10

In linea con le dimensioni del telefono, il display di OnePlus 8T è grande 6,5 pollici, ovvero più che buono per poter visualizzare qualsiasi contenuto multimediale, ma senza risultare troppo ingombrante dato il ridotto rapporto corpo-schermo. La risoluzione è di 2400x1080px che, oltre a garantire un livello di nitidezza superiore, permette un’ottima resa dei colori in tutti i contenuti: dalla visualizzazione delle app sino a filmati.

Soprattutto, a colpire del display di OnePlus 8T è l’estrema fluidità. L’ultimo modello della serie, infatti, propone una frequenza di aggiornamento pari a 120 Hz che sta diventando ormai lo standard negli smartphone, almeno in quelli di fascia medio-alta come il Samsung Galaxy S20. Questa caratteristica permette dunque non solo di visualizzare le app con estrema velocità ma anche di muoversi tra i menu in maniera molto rapida. Soprattutto i 120 Hz consentono di visualizzare al meglio film e videogiochi rendendo questo modello perfetto per chi è abituato a usare piattaforme come Netflix sul proprio smartphone oppure per chi è appassionato di gaming.

Caratteristiche come le dimensioni, la risoluzione e la frequenza di aggiornamento del display di OnePlus 8T vengono poi valorizzate dalla tecnologia AMOLED che il produttore ha deciso di implementare su questo nuovo modello. Il risultato è quello di uno schermo dalla resa video brillante e dai colori vivaci che può essere visualizzato senza problemi di visibilità anche all’aperto, con un’esposizione alla luce del sole. Inoltre è presente l’always-on-display che permette di accedere velocemente ad alcune informazioni e alle notifiche senza dover sbloccare il telefono. Come sempre questa caratteristica si dimostra molto funzionale, anche se la luminosità automatica della schermata di blocco non sembra adattarsi sempre benissimo alle variazioni di luce dell’ambiente.

Nel complesso il display del OnePlus 8T riesce a stare al passo con alcuni dei migliori smartphone a 120 Hz come lo Xiaomi Mi 10 e viene ancora più valorizzato da cornici talmente sottili che si ha la sensazione di trovarsi davanti a uno dei cosiddetti modelli “a tutto schermo” come il P30 Pro di Huawei. Anche la fotocamera frontale non incide più di tanto sull’ampia visualizzazione del display, dato che l’alloggiamento circolare in alto a sinistra in cui è collocata risulta essere estremamente discreto e non troppo invadente.

OnePlus 8T

Fotocamera

Voto: 7/10

Il comparto fotocamere di OnePlus 8T non è solo all’altezza degli altri modelli della serie ma ha anche qualche miglioramento che ne eleva ancora di più le prestazioni. Partendo dalla fotocamera posteriore, è possibile trovare in tutto quattro sensori. Quello principale è identico a quello visto su OnePlus 8, ovvero con una risoluzione da 48 MP e apertura  f/1,7 con stabilizzazione dell’immagine sia elettronica che ottica. A questo si affiancano un sensore ultra-grandangolare da 16 MP, uno macro da 5 MP e uno monocromatico da 2 MP a supporto di quello principale.

Il sensore principale da 48 MP senza dubbio è in grado di dare il meglio di sé in ambienti molto illuminati, restituendo foto nitide e dai colori molto naturali. In condizioni di scarsa luminosità, invece, la fotocamera posteriore mostra qualche incertezza ma nel complesso permette di scattare foto abbastanza nitide e con una veloce messa a fuoco a patto di utilizzare con una certa attenzione la modalità Notte. Dall’elenco dei sensori è possibile vedere come manchi il teleobiettivo che era invece presente sul OnePlus 7T ma non si tratta di una grave mancanza dal momento che lo zoom digitale rappresenta un più che funzionale compromesso raggiungendo i 10x.

Il sensore macro si presta molto bene ai primi piani ed è in linea con la qualità vista su altri modelli della fascia di prezzo. Infine, il sensore monocromatico opera in coppia con la lente principale per realizzare foto in bianco e nero più naturali rispetto a quelle realizzate applicando il classico filtro dedicato. La fotocamera frontale, con il suo sensore da 16 MP già presente su OnePlus 8 Pro, si è rivelata abbastanza buona per scattare selfie o effettuare videochiamate.

OnePlus 8T

Prestazioni

Voto: 8/10

Dal punto di vista dell’hardware, il OnePlus 8T ripropone molte delle caratteristiche vincenti viste sui primi due modelli. Il processore resta uno dei più potenti in circolazione, ovvero lo Snapdragon 865 apparso su altri modelli di fascia media come Oppo Find X2 Pro e secondo soltanto alla versione 865 Plus più orientato al gaming. Anche se le configurazioni prevedono 8 e 12 GB di RAM, quella della versione base è più che sufficiente a muoversi tra le app con velocità, riducendo al minimo i caricamenti anche dei giochi e in generale mostrandosi estremamente versatile nelle operazioni più comuni eseguite con uno smartphone. Per quanto riguarda lo spazio di memoria, la configurazione da 128 GB è più che sufficiente per conservare foto e video e la mancanza di una porta di espansione per schede MicroSD, nel complesso, non pesa.

Come molti modelli di fascia medio-alta, anche il OnePlus 8T arriva con il supporto allo standard di connessione dati 5G. Considerata la diffusione ancora limitata di questa rete, solo in pochi riusciranno a sfruttare questa funzionalità che, lo ricordiamo, richiede anche delle risorse aggiuntive in termini di batteria rispetto al classico 4G. Data però la diffusione del 5G anche in Italia, questo potrebbe essere un fattore da tenere in considerazione soltanto per pochi utenti.

La potenza del processore e la RAM a disposizione sull’8T, infine, permettono di far funzionare al meglio anche Android 11. Trattandosi della versione più recente, infatti, le funzionalità del sistema operativo Google sono bilanciate sull’hardware più al passo coi tempi. L’interfaccia, però, resta sempre quella personalizzata del OnePlus Nord e di tutti gli altri modelli di questo marchio ma questo non intacca minimamente l’esperienza di uso complessiva offerta da questo modello.

Autonomia

Voto: 9/10

La batteria è uno degli aspetti che OnePlus ha voluto migliorare sull’8T rispetto ai modelli della stessa serie. La capienza è di 4.500 mAh, ovvero superiore a quella di OnePlus 8 e leggermente inferiore a quella della versione Pro. In generale con un medio utilizzo per qualche telefonata, per visitare siti internet o per ascoltare musica lo smartphone è in grado di arrivare a fine giornata con il 15% di ricarica, un risultato che giudichiamo più che ottimo.

Ad ogni modo, sotto questo comparto, OnePlus 8T si è rivelato ancora una volta competitivo rispetto ad altri modelli della stessa fascia. A una buona capienza della batteria, inoltre, si affianca anche una funzione di ricarica veloce da 65 W che permette di portare la batteria al 50% in una decina di minuti e al 100% in poco meno di quaranta minuti. Lo smartphone non supporta la carica wireless ma non è una grande mancanza considerata la scarsa diffusione di questo formato.

OnePlus 8T

Conclusioni

Voto: 8/10

Sicuramente il display e la batteria rappresentano la carta vincente di questo OnePlus 8T. Il nuovo modello ha infatti uno dei migliori schermi disponibili su un medio di gamma grazie alla resa video garantita dalla tecnologia AMOLED, dalla risoluzione di 2400x1080px e dalla frequenza di aggiornamento da 120 Hz che garantisce fluidità con tutti i contenuti, dalla semplice visualizzazione delle app sino alla riproduzione di film e videogiochi. La batteria, con capienza superiore a quella della versione base della serie 8, garantisce una buona autonomia che permette di arrivare a fine giornata con il 15% in uno scenario di uso abbastanza comune. A questi punti di forza del modello si aggiungono poi una fotocamera che in situazioni di buona illuminazione è in grado di dare il meglio di sé e un design che conferma tutti i tratti distintivi dei modelli di questo marchio che non deluderanno i fan degli smartphone del produttore cinese.

Luca Salerno
Luca Salerno

Da circa 17 anni mi occupo di giornalismo ed editoria, mentre ad ancora prima risale la mia passione per la tecnologia iniziata nei lontani anni ‘80 con un Commodore 64. Questi due interessi sono stati sempre una costante nella mia vita e ritengo che riuscire a conciliarli nella mia attività professionale sia un vero privilegio.

La mia formazione universitaria in Scienze...Leggi tutto

Scrivi un commento