Tech 19 giugno 2019

Recensione Asus ZenFone 6

Asus ZenFone 6

L’ Asus ZenFone 6 è il top di gamma Asus per il 2019. Con un prezzo di 559 euro (128 GB) euro è piuttosto economico per uno smartphone con processore Snapdragon 855 e design tutto schermo, grazie a una fotocamera mai vista prima.

Il dettaglio più interessante di questo smartphone, infatti, è che non ha una fotocamera davanti e una dietro. Invece, lo smartphone ZenFone 6 ha una sola fotocamera che all’occorrenza ruota di 180 gradi e funge da fotocamera frontale. Una soluzione diversa e originale tanto rispetto al notch (iPhone XS), al foro nello schermo (Samsung Galaxy S10) o alla fotocamera popup (OnePlus 7 Pro).

Asus ZenFone 6

 

Lo ZenFone 6, dunque, si propone come alternativa allo Xiaomi Mi 9 (o al Mi9T), OnePlus 7 o anche il citato Galaxy S10, che ha un prezzo tutto sommato simile. Asus però non può contare sulla fama degli altri marchi, e per compensare ha creato uno smartphone davvero convincente.

Fotocamera rotante

La fotocamera rotante è, naturalmente, il dettaglio più caratterizzante di questo ZenFone 6. Semplicemente, quando si vuole scattare un selfie, o usare lo sblocco facciale, la fotocamere ruota di 180 gradi e da posteriore diventa frontale.

Asus ZenFone 6

L’effetto è di quelli che richiamano l’attenzione, poco ma sicuro. E d’altra parte fa anche venire qualche dubbio sulla durata nel tempo, ma Asus è rassicurante a riguardo, e sostiene che il meccanismo può durare per tutta la vita del telefono. Nel nostro test, abbiamo rilevato che il meccanismo funziona bene ma non è perfetto; e che offre spazi dove la polvere si accumula facilmente – ed è difficile da pulire. Per prevenire rotture accidentali, lo ZenFone 6 usa i propri sensori per rilevare una caduta e chiudere la fotocamera prima dell’impatto.

Insomma, costruttivamente l’azienda taiwanese ha compiuto un ottimo lavoro. Certo, trattandosi di un sistema composto da 13 piccoli motorini alimentati da ben 17 cavetti di alimentazioni, sarà interessante verificarne la tenuta nel tempo. In ogni caso, la rotazione non toglie immediatezza all’utilizzo, i selfie possono essere scattati sempre in poche frazioni di secondo, potendo tra l’altro contare su una qualità difficilmente riscontrabile in altri dispositivi.

Fotografia

Voto: 7/10

Unico nel suo genere, dunque, lo ZenFone 6 ha un’unica fotocamera. Il sensore principale è un Sony da 48 MP con obiettivo f/1.8. La seconda ottica è un grandangolo da 13MP ed f/2.4. La qualità delle fotografie è piuttosto buona, sicuramente coerente con la fascia di prezzo. Ma le prestazioni dell’hardware non sono ben valorizzate a causa di un software migliorabile. Scattando in HDR++, ad esempio, gli algoritmi risultano troppo aggressivi.

Fotografie scattate con Asus Zenfone 6 Fotografie scattate con Asus Zenfone 6
Fotografie scattate con Asus Zenfone 6 Fotografie scattate con Asus Zenfone 6

Per la registrazione dei video, Asus sfrutta il meccanismo della fotocamera per introdurre una funzione di panning assente sugli altri smartphone. Un piccolo pregio che alcuni potrebbero trovare di gran valore. I risultati sono molto piacevoli da vedere.

Design

Voto: 8/10

L’Asus ZenFone 6 ha la scocca in vetro, con il lettore di impronte posizionato dietro. È piuttosto grande e le dimensioni si notano quando lo si tiene in mano, complice anche un peso di ben 190 grammi. Oltre che grande, è anche un po’ troppo scivoloso (a causa proprio del vetro). Fortunatamente Asus inserisce nella scatola anche una custodia in plastica.

Asus ZenFone 6

Lo ZenFone 6 non è impermeabile e non è dotato di ricarica wireless. Sono le uniche due pecche, tutto sommato accettabili in questa fascia di prezzo. PEr il resto, ci sono Wi-Fi, Bluetooth 5.0, NFC, radio FM, presa jack, doppia SIM, slot MicroSD. Insomma una dotazione completa in tutto e per tutto.

Prestazioni e display

Voto: 7/10

All’interno dello ZenFone 6 c’è, come abbiamo anticipato, il processore Qualcomm Snapdragon 855, il più potente che si possa avere oggi su uno smartphone. È abbinato a 6GB di RAM e 128GB di storage – volendo esiste anche la versione con 8GB. Le prestazioni sono da top di gamma, senza se e senza ma. Asus ha lavorato bene anche sulla dissipazione, e anche nei momenti di stress questo smartphone non diventa troppo caldo.

Lo schermo con risoluzione Full HD+ (1080×2340), che è perfettamente adatta all’uso quotidiano ma anche inferiore a quella di “veri” top di gamma come il Galaxy S10+ o lo OnePlus 7 PRo .

Si tratta di un pannello ISP LCD (sui top di gamma troviamo degli OLED) di ottima qualità; ha però colori poco brillanti e una luminosità massima non sufficiente. Nelle giornate di sole, all’esterno, lo schermo potrebbe risultare difficile da vedere chiaramente.

Autonomia

Voto: 9/10

ZenFone 6 monta un’enorme batteria da ben 5.000 mAh, che offre un’autonomia tra le migliori che abbiamo mai provato. Con un utilizzo piuttosto intenso, infatti, nelle nostre mani è durato quasi due giorni, con ben 6 ore di schermo accesso. Si tratta di un risultato eccellente, possibile grazie alla batteria capiente ma anche, forse soprattutto, all’ottimizzazione software elaborata da Asus – che da questo punto di vista ha fatto davvero un ottimo lavoro.

Conclusioni

Voto: 7/10

Lo smartphone ZenFone 6 si presenta con una solida alternativa nella fascia medio/alta. Con un prezzo di 559 euro non è esattamente economico, ma rispetto ad altri modelli in circolazione offre una fotocamera unica al mondo e un design all-screen. A queste qualità va aggiunta un’autonomia davvero eccezionale, parametro che per molti consumatori sarà determinante.

Asus ZenFone 6

Tra le mancanze, l’unica che potrebbe fare la differenza è la finitura impermeabile; di minore importanza, non trascurabile, uno schermo non molto visibile sotto il sole.

Tra i concorrenti degni di nota, sicuramente da citare lo Xiaomi Mi 9, che oggi si trova a circa 100 euro in meno e offre uno schermo OLED. E anche il Samsung Galaxy S10, che ha uno schermo AMOLED un po’ più piccolo ma compensa con impermeabilità e migliore qualità generale – soprattutto fotografia e display.

Tutto sommato, dunque, il nuovo smartphone Asus trova una collocazione molto difficile, con concorrenti di alta qualità tanto a prezzi simili quanto più economici.

Lo ZenFone 6, dunque, non sarebbe un brutto acquisto. Ma considerando che ci sono altri smartphone con un migliore rapporto qualità/prezzo, potrebbe essere difficile consigliarlo. Se vi interessa l’autonomia in particolare, tuttavia, è probabilmente il telefono giusto per voi.

PRO

CONTRO

Valerio Porcu
Valerio Porcu

Classe 1976, ha studiato elettronica e letteratura, con una specializzazione in didattica delle lingue. Grazie all’unione della formazione tecnica con quella umanistica, ha sviluppato uno sguardo critico e attento, e la capacità di osservare con attenzione e distacco lo sviluppo tecnologico, sia per i grandi salti evolutivi sia per i piccoli oggetti di uso quotidiano. Uno sguardo maturo che sa...Leggi tutto

Scrivi un commento

Altri articoli che potrebbero interessarti

swift_3x_intel
Tech 2 novembre 2020

Intel spiega come funzionerà il suo primo processore grafico per portatili

Il produttore Intel è pronto a far debuttare sul mercato la sua prima scheda grafica destinata ai portatili. Sappiamo già che il nuovo processore grafico cosiddetto "discreto" apparirà su alcuni notebook Asus

Asus ExpertBook P2451
Tech 28 ottobre 2020

Asus annuncia il nuovo ExpertBook P2451 dedicato all’uso professionale

Asus ha annunciato un nuovo modello della sua gamma di computer portatili: si tratta dell'ExpertBook P2451, ovvero un notebook che vuole puntare sulla praticità e dedicato a un uso lavorativo. Il nuovo

top_notebook
Trend 21 ottobre 2020

Trovaprezzi.it: classifica dei 10 notebook più cercati nel 2020

(Questo articolo, pubblicato nel Magazine di Trovaprezzi.it l'11 aprile 2020, è stato aggiornato in data 21 ottobre 2020) I notebook sono prodotti che rivestono sempre di più un ruolo centrale nella nostra