Scegli le migliori TV LG: guida all'acquisto | Trovaprezzi.it
Il motore di ricerca per i tuoi acquisti
Categorie
Affina la tua ricerca!

Per un risultato più preciso scrivi tra virgolette la frase relativa all’oggetto che cerchi. Es. “PlayStation 4”.

Puoi anche escludere offerte che non ti interessano, anteponendo il simbolo alla parola da omettere nella ricerca. Es. Sneakers –bianche mostrerà tutte le sneakers tranne quelle bianche.

TV LG: prodotti di qualità per tutte le esigenze

LG è l'acronimo di Lucky Goldstar, azienda fondata a Seul dopo la Seconda Guerra Mondiale e specializzata in molteplici categorie merceologiche. Il ramo tecnologico della multinazionale sudcoreana è uno dei più solidi in assoluto, specialmente per quel che riguarda la realizzazione di pannelli per display. Proprio per questo, le TV LG sono forse i prodotti Hi-tech più apprezzati del brand. Forti di una lunga tradizione di ricerca e sviluppo, possono vantare una qualità mediamente molto alta. Certo, fra un modello LED standard e una TV LG OLED ce ne corre di differenza. La nostra guida si pone l'obiettivo di mettere in luce gli elementi che distinguono i prodotti al top da quelli più economici. Il tutto per darti qualche utile strumento in più per effettuare un acquisto ragionato. 
Tutte le guide
Indice
Prima dell’acquisto Quanto costa una TV LG? TV standard o Smart TV? Vai alla categoria
Televisori LCD, LED e Plasma
TV LG

Prima dell’acquisto: hai le idee chiare?

La fetta più grande del mercato delle TV è contesa, in buona sostanza, fra due delle più grandi multinazionali del Pianeta: Samsung e LG, con la seconda più forte sui prodotti di fascia alta. Nella nostra guida andremo a sviscerare tutti i punti chiave da tenere in considerazione per scegliere la TV LG giusta per noi. Vediamoli in breve:

Standard o Smart?
Eccoci al primo bivio, forse il più importante. Se ciò che cerchiamo è un buon prodotto per guardare i programmi TV, potremo buttarci su un modello standard. Ma se intendiamo sfruttarlo per lo streaming, la navigazione ed avere un comparto connettività molto ampio, allora la scelta non può che ricadere su una Smart TV LG.

La qualità dell’immagine
Tante sono le sottosezioni che abbiamo dedicato a questo tema che, del resto, è il più importante. Analizzeremo le diverse tecnologie dei display (TV LG OLED contro LED), le caratteristiche tecniche del pannello e la preziosa funzione HDR per ottimizzare i colori.

Focus sulla distanza di visione
Naturalmente, non si può prescindere dal discorso sulle dimensioni, aspetto che va ben ponderato in base allo spazio che abbiamo a disposizione a casa. Il tutto perché la distanza di visione esercita un peso fondamentale sull'esperienza visiva.

Menù e funzioni Smart
Navigare il menù deve mostrarsi semplice ed intuitivo, anche quando lo stesso è arricchito da tante funzioni Smart. In tal senso le TV LG  sono fra le migliori in assoluto, per via di un sistema operativo altamente efficiente chiamato WebOS.

La variabile suono
Le OLED TV, come il modello LG 65B8, del marchio di Seul racchiudono in un profilo incredibilmente sottile speaker potenti che offrono un suono definito. Ma anche senza scomodare i top di gamma, la qualità acustica media si mantiene decisamente elevata, contribuendo ad amplificare l'immedesimazione.

Connettività senza frontiere
Wi-Fi, Bluetooth, HDMI, USB: queste le principali forme di connettività che una Smart TV LG come LG 75UK6200 può offrire. Ed in questa sezione vedremo come utilizzarle al massimo per ottenere il pieno controllo sulle tante potenzialità del nostro televisore.

Intelligenza artificiale ed evoluzione del telecomando
Oltre al telecomando di tipo standard, l'Universo LG prevede controller più evoluti, compatti ed intuitivi. Quelli con puntatore si comportano in modo analogo ad un mouse. Altri, invece, montano a bordo un microfono che supporta i comandi vocali.

Materiali costruttivi e design
Ad affiancare i polimeri plastici usati per la scocca dei modelli di fascia economica e media, entrano in gioco, sui prodotti top, il metallo ed il vetro. Questi due materiali conferiscono alla TV un aspetto premium, trasformandolo in un elegante elemento d'arredo. Qui vedremo come.

Il prezzo
Economica, media e alta: ecco le tre fasce di mercato che abbiamo individuato per categorizzare le TV in base al prezzo. Per ogni fascia, andremo a descrivere i modelli più interessanti in commercio, specialmente dal punto di vista del rapporto qualità-prezzo.

Quanto costa una TV LG?

prezzo TV LG
Abbiamo affrontato molti argomenti nella nostra guida, analizzando le TV LG da varie angolazioni. La qualità dell'immagine è, senza dubbio, l'aspetto che più ci ha colpiti ma anche l'intuitività dei menù si è mostrata un valore aggiunto. E questo a tutti i livelli e, con le dovute distinzioni, sia nei modelli più economici che nelle TV OLED LG. Certo, sulla base di quanto siamo disposti a spendere, ci porteremo a casa prodotti di fascia diversa. E se il budget a disposizione è limitato, dovremo fare di necessità virtù e puntare sul rapporto qualità-prezzo. Per questo, abbiamo pensato di suddividere i modelli migliori in tre fasce di prezzo, in modo da operare una prima fondamentale scelta ed escludere i prodotti fuori budget. La fascia economica comprende TV LG con tetto posto a 300 euro. La risoluzione del pannello sarà il compromesso principale da accettare ma, a livello di immagine, la qualità non manca. Con la fascia media, fino a 600 euro, le cose sono destinate a cambiare e le Smart TV LG che incontreremo, saranno tutte con risoluzione 4K. Infine, sarà la volta dei top di gamma, il cui prezzo può anche superare abbondantemente i 1000 euro. Ma la qualità va di pari passo.
(Dati aggiornati a febbraio 2019 e soggetti a variazione nel tempo)

Fascia economica (entro 300 euro)

Nella categoria entry-level delle TV LG, incontriamo modelli dal prezzo davvero contenuto che, in alcuni casi, non supera i 150 euro. Abbiamo deciso, comunque, di porre l'asticella un po' più in alto per poter includere anche qualche proposta di maggiore interesse. Si comincia con la LG LED TV 24MT49DF, un compatto modello da 24 pollici, adatto a lavorare anche come monitor. Discreta è la qualità dell'immagine, anche se un po' penalizzata dalla risoluzione HD (1366x768 pixel). Spendendo poco di più, ci portiamo a casa una TV LG dalle specifiche analoghe ma con display da 32 pollici, adatta quindi ad una stanza di dimensioni superiori. Il modello in questione è il 32LK500. Notevole balzo in avanti è rappresentato dalla Smart TV LG 32LK6100, sempre con pannello da 32 pollici. Ma qui la risoluzione diventa Full HD e, soprattutto, saranno disponibili le funzioni Smart sfruttabili attraverso una connessione alla rete. Chiudiamo con LG 43LK5000, modello che perde la componente Smart ma può contare su un pannello più grande. La diagonale dello schermo, infatti, misura 43 pollici.
(Dati aggiornati a febbraio 2019 e soggetti a variazione nel tempo)

Fascia media (da 300 a 600 euro)

All'interno di questa fascia di prezzo trovano posto le Smart TV LG di categoria media. Pur lontane dall'eccellenza costruttiva delle LG OLED TV premium, offrono solide prestazioni ed un ottimo rapporto qualità-prezzo. E non a caso, alcuni dei modelli più apprezzati dagli utenti, si collocano proprio qui. La TV LG 43UK6200 è una delle best-seller della casa sudcoreana, grazie all'equilibrio fra qualità costruttiva e resa dell'immagine. Parliamo di una Smart TV completa, con risoluzione 4K e HDR. L'evoluzione di questa TV è rappresentata dalla LG 43UK6400, sempre provvista di pannello da 43 pollici e di un ottimo comparto audio che sfrutta la tecnologia Virtual Surround Plus. Identica nelle specifiche tecniche ma decisamente più grande è la LG LED TV 55UK6400, forte di un bellissimo display da 55 pollici in cui i contenuti 4K HDR risaltano in modo speciale. A metà strada fra gli ultimi due modelli descritti, si posiziona il 49UK6300, televisore provvisto di ampia connettività, che può contare su uno schermo da 49 pollici ad elevata luminosità. 
(Dati aggiornati a febbraio 2019 e soggetti a variazione nel tempo)

Fascia alta (oltre 600 euro)

Grandi ed incredibilmente definiti: ecco due aggettivi per descrivere gli schermi delle TV LG di fascia alta. Parliamo di display da 55 pollici in su, in grado di dare vita ad immagini realistiche attraverso l'elevata gamma dinamica ed i contrasti marcati. Pur trovandoci nel terreno delle TV OLED LG, cominciamo con un più classico modello LED, dal prezzo di poco superiore al limite di 600 euro, quindi molto interessante. Si tratta della TV LG 65UK6300, forte di un avvolgente pannello da 65 pollici e raffinate funzioni Smart. Spendendo decisamente di più, ci portiamo a casa la prima TV OLED della famiglia: il 55B8. L'evoluzione rispetto al modello appena presentato è evidente, sia a livello di qualità costruttiva che di resa dell'immagine. I colori risultano vividi, i neri sono assoluti e la gamma dinamica eccellente. Ancora meglio si comporta la TV LG OLED 55E8, entusiasmante anche sul versante del design, grazie alla cornice inferiore in vetro che la fa "levitare" in aria. Il top del top della casa sudcoreana è, comunque, la TV 65C8P. Qui non è solo l'immagine a raggiungere vette di qualità altissime. Anche il comparto audio svolge un ruolo fondamentale per favorire l'immersività dell'esperienza. Il tutto grazie alla soundbar integrata provvista di subwoofer. Ed il sistema Dolby Atmos fa il resto, assicurando un suono avvolgente a 360 gradi.
(Dati aggiornati a febbraio 2019 e soggetti a variazione nel tempo)

TV standard o Smart TV?

caratteristiche TV LG
Il concetto alla base delle Smart TV è decisamente semplice: associare una connessione internet al televisore di casa per ottenere nuove funzionalità sfruttando la rete. Un concetto che è ormai entrato di prepotenza nelle nostre vite, benché i primi modelli lanciati risalgano a non molti anni fa. Era il 2011 quando le prime costosissime Smart TV LG venivano lanciate in commercio. In meno di 10 anni, siamo stati spettatori di un'evoluzione tecnologica incredibile, sia a livello software che hardware. Per non parlare del design che si mostra ora ultrasottile anche nelle TV LG più economiche. Navigare sul web, godere di contenuti video in streaming, connettere la TV con uno smartphone e scaricare APP: ecco alcune di queste funzioni rivoluzionarie. Il mercato procede speditamente in tale direzione, tanto che nella gamma LG TV i modelli non Smart sono quasi tutti fuori produzione. Ma queste TV, definibili standard, sono ancora acquistabili online e nei negozi fisici senza problemi. Parliamo, prevalentemente, di TV LED dalle dimensioni non esagerate e dalle funzionalità decisamente classiche. Nate per guardare i programmi televisivi o per lavorare come monitor, rappresentano ancora la risposta ideale per chi non cerchi niente di più di questo da una TV. Senza contare il fatto che il prezzo di vendita è sensibilmente inferiore rispetto ai modelli Smart.

(Fonte immagini: sito ufficiale LG)

Qualità del display: tecnologie a confronto

Il catalogo delle TV LG si suddivide in due macrocategorie: televisori LED e OLED. Benché si somiglino molto nella nomenclatura, queste due tecnologie lavorano in modo completamente differente. Di seguito vedremo come:

TV LED. Modelli base e TV Super UHD 4K con Nano Cell
Il termine LED non rappresenta l'essenza di questa tecnologia ma solo la modalità con cui il pannello viene retroilluminato. Parliamo, in realtà, di schermi LCD (a cristalli liquidi) che per funzionare necessitano, per l'appunto, di una fonte luminosa esterna. I cristalli liquidi, ciascuno delle dimensioni di un pixel, non fanno altro che filtrare la luce, trasformandola in colore. Ed è proprio una lampada LED posta sul retro del pannello a fornire la necessaria illuminazione. Rispetto a più vetusti modelli con lampada ad incandescenza, la tecnologia LED assicura consumi nettamente inferiori ed una durata maggiore. I colori risultano particolarmente fedeli ed il costo di produzione del pannello resta, tutto sommato, contenuto. Tale ragionamento vale per le LG TV LED standard, cioè i modelli di fascia economica e media. Ma salendo di prezzo, incontriamo modelli LED di ben altro livello, denominati Super UHD 4KNano Cell. Si tratta sempre di schermi LCD ma provvisti di nano particelle in grado di catturare la luce in eccesso proveniente dalla lampada. Così facendo, i colori saranno più realistici e precisi, la saturazione aumenterà e la fedeltà dell'immagine sarà preservata anche se l'angolo di visione non è ottimale.

OLED TV. Il top del top
La linea delle TV LG OLED è la più ricca dell'intero mercato, a dimostrazione di quanto il marchio di Seul punti su questa tecnologia. Agli antipodi dei pannelli LCD, i display OLED sono privi di retroilluminazione, potendo contare su diodi organici in grado di autoilluminarsi. La luce, quindi, non viene filtrata ma ha origine direttamente sullo schermo. Il risultato è suggestivo, i colori appaiono molto accesi anche se il vero punto di forza delle LG OLED TV è il contrasto, ovvero la zona di demarcazione fra luce e ombra. I neri si fanno assoluti grazie allo spegnimento dei pixel e la visione acquista grande realismo. Inoltre, non avendo bisogno di lampade, si mostrano sottilissimi, oltre a ridurre in modo deciso i consumi energetici. Di contro, però, i costi di produzione sono ancora molto alti, fattore che spesso contribuisce a rendere l'acquisto proibitivo.

I fattori che influenzano l'immagine

La tecnologia utilizzata per realizzare il display delle TV LG esercita un forte influsso sulla qualità dell'immagine. Non si tratta, però, dell'unico elemento da tenere in considerazione. Di seguito, approfondiremo il ruolo di risoluzione, luminosità, contrasto e angoli di visione:

Risoluzione
La risoluzione di un televisore si lega a doppia mandata alla propria nitidezza. Più piccoli sono i pixel che compongono il pannello, meno sono visibili, assicurando un'immagine più definita e fluida. Attualmente, fra i prodotti più diffusi in commercio, sono gli schermi 4K (3840x2160 pixel) a poter vantare la risoluzione più elevata. A parità di dimensioni, infatti, una TV LG 4K avrà quattro volte più pixel di un modello con pannello ),Full HD (1920x1080) risoluzione che rappresentava lo standard di riferimento fino a qualche anno fa. Su un aspetto, però, dobbiamo stare attenti. Un televisore 4K, infatti, riuscirà a dare il massimo solo con contenuti appositamente pensati per questa risoluzione. Se i programmi televisivi in Italia, ad esempio, si fermano al massimo a risoluzione HD, la cosa cambia con le piattaforme di streaming più diffuse che già da qualche anno offrono film e serie TV in 4K.

Contrasto e luminosità
Il rapporto di contrasto è una fra le specifiche tecniche più importanti in una TV perché traduce numericamente la differenza fra la luminosità di un oggetto bianco e di uno nero sul display. In pratica, più marcato sarà il contrasto fra luci e ombre, migliore sarà la resa dell'immagine e la sua definizione. E ciò, si renderà evidente in modo particolare nelle scene più scure. Le TV LG OLED sono fra le migliori in assoluto in quanto a contrasto, potendo contare su un pannello i cui pixel si illuminano indipendentemente. E l'assenza di retroilluminazione contribuisce ad offrire colori più saturi e neri più fedeli.

Angoli di visione
Altro vantaggio legato alle LG OLED TV riguarda gli angoli di visione. Ci riferiamo, cioè, alla posizione che l'utente dovrebbe avere per godere di un'immagine di qualità. Di solito, nella maggior parte dei prodotti di fascia economica e media, se ci sediamo un po' defilati rispetto al centro del TV, noteremo che i colori si fanno slavati. Ma ciò non accade nei top di gamma OLED della casa di Seul. Ottime anche le prestazioni delle TV Super UHD 4K che, pur montando pannelli LCD LED, assicurano angoli di visione perfetti.

HDR: la rivoluzione dei TV attraverso colore e luminosità

Nelle Smart TV LG più recenti, alla risoluzione 4K viene sempre associata la tecnologia HDR. Ma di cosa si tratta? Cominciamo dal significato di questo acronimo che sta per High Dynamic Range e che va a contrapporsi allo Standard Dynamic Range (SDR) dei modelli meno evoluti. Parlando di elevata gamma dinamica, chiamiamo in causa il colore e la luminosità del pannello. Un display con HDR, in pratica, riesce a spingere la luminosità molto più in alto rispetto ad uno schermo tradizionale, riproducendo un numero maggiore di colori. Sia a bordo delle TV LG OLED che LED, l'HDR avvicina i colori del display a quelli percepibili dall'occhio umano. Certo, la tecnologia attuale non assicura una resa cromatica fedele al 100% ma l'evoluzione dei pannelli sta procedendo speditamente in questa direzione. L'HDR10+, ovvero a 10 bit, è lo standard migliore al momento, specie in associazione alla tecnologia Dolby Vision. Ma i giganti del mercato stanno lavorando per garantire prestazioni ancora migliori. Naturalmente, una TV LG provvista di HDR darà il massimo solo con contenuti pensati nativamente per questa tecnologia. Ma va detto che le piattaforme di streaming più apprezzate, Netflix in primis, stanno sfornando a getto continuo film e serie TV ottimizzate per l'HDR.

Dimensioni dello schermo e distanza di visione

Per acquistare una TV LG delle giuste dimensioni, è inevitabile fare i conti con la distanza di visione, ovvero lo spazio che intercorre fra il display e l'occhio di chi guarda. Purtroppo, però, non esiste una regola fissa per individuare questo valore ma la distanza oscilla a seconda della risoluzione del contenuto che stiamo guardando. Facciamo un esempio concreto. Prendiamo una Smart TV LG da 40 pollici ed usiamola per vedere prima un programma televisivo e poi un film in 4K. A colpo d'occhio la differenza risulta abissale. La bassa risoluzione del programma TV ci impone di allontanarci dallo schermo per evitare di osservare i grandi (e pochi) pixel a occhio nudo. Col film in 4K, invece, potremo avvicinarci molto di più al display e, nonostante questo, non notare i pixel perché estremamente piccoli. Detto questo, il nostro consiglio è di tarare la distanza su una risoluzione intermedia fra la HD (dei programmi TV) e la UHD (del film 4K). Il formato Full HD, che si pone a metà strada, farà al caso nostro. A questo punto, sarà sufficiente moltiplicare la diagonale del display della nostra LG TV per il coefficiente 2,5. 100 è il risultato che si ottiene per un pannello da 40 pollici e, riportando il valore in cm, avremo 254: ovvero una distanza pari a circa 2,5 metri. Se, poi, ci interessa conoscere la distanza di visione ottimale per contenuti 4K, sarà sufficiente usare il coefficiente 1,5 anziché 2,5. 

Menù e funzioni Smart

A bordo delle migliori TV OLED LG incontriamo i potentissimi processori α7 e α9, in grado di far girare al meglio il sistema e offrire un'immagine di altissima qualità. Senza per forza scomodare i modelli premium, l'intera gamma LG conta su un hardware più che soddisfacente che, assieme al sistema operativo WebOS, assicura all'utente una fruizione appagante dei vari contenuti. Vediamo come si struttura il tutto:

Preset o impostazioni personalizzate?
Il sistema operativo WebOS di LG, giunto ormai alla quarta generazione, è uno dei più completi ed intuitivi dell'intera categoria. Il punto di partenza è una barra colorata, posta nel lato basso del display, dalla quale è possibile accedere comodamente alle molte sezioni del menù e personalizzare l'immagine ed il suono attraverso molteplici regolazioni possibili. Per chi ama "smanettare" fra le impostazioni alla ricerca del risultato perfetto, ci sarà davvero da divertirsi. I meno esperti, invece, potranno affidarsi ai semplici preset audio e video che, sulle TV LG, appaiono mediamente di buona qualità.

Navigazione e streaming
Una volta connessa la nostra Smart TV LG alla rete, il numero di funzioni cresce sensibilmente. Potremo, infatti, navigare su internet sfruttando il browser web di LG. Sarà, quindi, possibile, utilizzare tutta una serie di app preinstallate per godere di contenuti in streaming. YouTube, Netflix, Amazon Video: queste le più conosciute e diffuse in un mercato in continua espansione che, oltretutto, prevede anche contenuti pensati per TV 4K con HDR

App per smartphone
LG TV Plus è il nome dell'app per smartphone che ci permette di controllare il televisore tramite lo smartphone, sempre sfruttando la connettività Wi-Fi. Una volta scaricata sul telefono e associata alla TV, avremo tra le mani un secondo telecomando con cui gestire l'immagine ed il suono. Ma non solo, potremo anche riprodurre sullo schermo i file audio e video presenti sullo smartphone, senza far ricorso ad alcun cavo. Inoltre, tramite l'app store di LG, chiamato Smart World, sarà possibile scaricare sul TV giochi, sfondi e utili applicazioni per personalizzarlo ulteriormente.

Coinvolgimento di livello superiore: il fattore suono

Un televisore dall'enorme qualità video non può prescindere da un suono all'altezza della situazione che renda l'esperienza completa. Ed è esattamente ciò che accade per le TV LG OLED, in particolare nel caso dei modelli Signature, linea top di gamma per la quale al recente CES 2019 di Las Vegas, LG ha presentato un televisore che si arrotola. In generale, comunque, anche a bordo delle Smart TV LG più economiche incontriamo impianti audio efficienti. Si parte con sistemi stereo a 2 canali, dalla potenza di 20 W, adatti ad ambienti di medie dimensioni. La qualità audio non manca, a patto che non si esageri col volume. Nelle TV più evolute, invece, trovano posto speaker più potenti, da 40 W. In questo caso, non è solo il comparto hardware a rendere il suono cristallino ma anche una serie di ottimizzazioni software. Senza contare il supporto alla tecnologia Dolby Atmos che rende il suono incredibilmente avvolgente e realistico. Le TV LG top di gamma, invece, possono contare su ben 6 speaker in grado di rendere al meglio tutto lo spettro di frequenze. 60 sono i Watt di questi impianti che trovano posto prevalentemente a bordo delle LG OLED TV. In più, la serie Signature, categoria speciale alla quale abbiamo accennato in precedenza, prevede una soundbar esterna che assicura una resa sonora cristallina e, nel contempo, di grande impatto. Concludiamo con un'annotazione sul suono in cuffia, anch'esso molto buono. Ma va detto che la classica porta jack da 3,5 mm è sostituita ormai su tutti modelli dall'ingresso audio digitale ottico.

Connettività senza frontiere

Negli ultimi 10 anni, con l'avvento delle TV intelligenti, anche il comparto connettività si è molto trasformato. O meglio, si è allargato anche a quelle tecnologie che non necessitano cavo per funzionare. In questa sezione, affronteremo l'argomento a 360 gradi, analizzando la connettività delle TV LG da tutti i punti di vista.

Bluetooth e Wi-Fi 
Ciò che rende Smart una TV LG è, in buona sostanza, la connettività wireless. Il Wi-Fi, in special, modo, è riuscito ad allargare le frontiere della fruizione di contenuti, portandole ben oltre i confini di casa nostra. In passato, accanto ai programmi TV, l'intrattenimento casalingo ruotava tutto attorno ad un videoregistratore o ad un lettore DVD collegati via cavo. Oggi, pur senza rinnegare le fonti audio e video esterne, i contenuti sono già nella Smart TV LG, grazie alle molte piattaforme di streaming disponibili. Ed alla possibilità che molte emittenti televisive offrono agli utenti di rivedere i programmi già andati in onda. Il Wi-Fi, inoltre, ci permette di navigare sulla rete, scaricare aggiornamenti software per la TV ed utilizzarlo per riprodurre video dallo smartphone. Grazie al Bluetooth, invece, potremo rendere il salotto di casa una postazione multimediale, aggiungendo, pezzo dopo pezzo, un sistema audio surround composto da 2, 5 o 7 speaker. Oppure, in alternativa, connettere la TV ad una più pratica soundbar. Infine, per avere maggiore controllo sul nostro sistema, potremo sfruttare mouse e tastiera Bluetooth come periferiche esterne di input.

HDMI e USB
Gli ingressi HDMI e USB trovavano posto sulle TV anche 10 anni fa. Ma cosa è cambiato nel frattempo? In realtà non molto, pur avendo assistito ad un progressivo evolversi dei formati utilizzati per i file video e audio. Oggi, questi collegamenti risultano più veloci, anche se dovremmo dire che il merito va, più che altro, ai sistemi operativi dei televisori. E LG WebOS TV è uno dei migliori in tal senso. Grazie al cavo HDMI, potremo connettere alla TV il nostro portatile, una console e, con l'apposita riduzione, anche uno smartphone. Le varie porte USB, invece, saranno fondamentali se vogliamo riprodurre sulla TV i file di una chiavetta o di un hard disk esterno. Ma con l'avvento delle Smart TV è anche diventato possibile registrare sull'unità esterna i programmi TV.

Intelligenza artificiale ed evoluzione del telecomando

I televisori di nuova generazione stanno spingendo con decisione in direzione di una superiore comodità d'uso per l'utente. In tal senso, l'impiego dell'intelligenza artificiale rappresenta un'utile risorsa che, in certi casi, non manca di sorprendere. Le Smart TV LG sono fra le più interessanti in tale ottica, specialmente i modelli più recenti, con a bordo il sistema operativo LG WebOS TV 4.0. La tecnologia alla base dell'intelligenza artificiale prende il nome di AI ThinQ e si realizza a bordo delle TV LG attraverso il telecomando. Non parliamo, però del classico controller che da sempre siamo abituati ad usare. In questo caso, infatti, si fa necessario il modello MR18, provvisto di puntatore e microfono. Fornito a bordo dei prodotti di fascia alta, fra cui tutti le TV OLED LG, può essere acquistato separatamente e associato anche alle TV più economiche. Grazie al microfono integrato, potremo dare alla TV una serie di comandi vocali. Basterà premere un apposito tasto, avvicinare il telecomando alla bocca e parlare. Potremo chiedere al televisore di cambiare canale, alzare o abbassare il volume, avere informazioni sui programmi, accedere alle impostazioni, effettuare ricerche online e molto altro. Il tutto con grandissima naturalezza, proprio grazie all'implementazione dell'intelligenza artificiale operata da LG.

Materiali costruttivi e design: l’estetica come valore aggiunto

Nel mercato dei televisori, la componente estetica gioca un ruolo chiave. Pur se lo spessore si fa sempre più ridotto, parliamo comunque di dispositivi dalle grandi dimensioni, oggetti che difficilmente passeranno inosservati. La cura delle forme, l'attenzione per linee, colori e materiali ha, quindi, un peso notevole. E va detto che le TV LG sono mediamente molto ben costruite. Non ci riferiamo solo alle TV OLED LG di fascia alta che, ovviamente, si mostrano premium sia fuori che dentro. Ma anche ai modelli più economici che possono contare su un'ottima robustezza generale ed un assemblaggio fatto a dovere. Certo è che la scocca in plastica è praticamente inevitabile se si vuole tenere il prezzo basso. Ben diverso è l'approccio scelto dalla casa madre per i prodotti di punta. Metallo, vetro e cornici sottilissime impreziosiscono lo stile delle Smart TV LG più costosi. In particolare, fra le LG TV top di gamma, brilla per estetica la serie E. Parliamo di TV OLED 4K in cui la cornice in vetro posta fra la base d'appoggio ed il televisore stesso, regala l'illusione di vederlo fluttuare davanti ai nostri occhi.