Sport 8 giugno 2019

Run for the Oceans: Adidas corre con Parley per salvare gli oceani

adidas run for the oceans 2019

Ogni anno, circa 8 milioni di tonnellate di plastica finiscono nei nostri mari, trasformando gli oceani in accumuli di rifiuti plastici. Entro il 2050, secondo gli scienziati, in mare ci sarà più plastica che pesci. Quello dell’inquinamento marino è un problema che ci riguarda direttamente ed è importante fare qualcosa oggi per evitare situazioni disastrose domani: il contributo di Adidas alla causa si chiama Run for the Oceans ed è un’iniziativa che va avanti da diversi anni. Il colosso sportivo tedesco si impegna a donare 1 dollaro per ogni chilometro percorso, purché sia fatto di corsa, al programma Parley Ocean School, che ha l’obiettivo di educare le nuove generazioni a combattere l’inquinamento da plastica. Non c’è un numero minimo di chilometri da correre né un percorso prestabilito, basta iscriversi gratuitamente, infilare le scarpe running (Adidas, ovviamente!) e cominciare a correre!

Adidas parley running

Run for the Oceans: l’iniziativa firmata Adidas

Il funzionamento è molto semplice. Dal 8 al 16 giugno 2019, tutti i runners che si iscriveranno all’iniziativa tramite le app Runtastic e Joyrun, dovranno inserire i chilometri percorsi correndo in quella settimana; per ogni chilometro Adidas donerà 1 dollaro al programma di sensibilizzazione contro l’inquinamento marino Parley Ocean School, fino a un massimo di 1,5 milioni di dollari. Inoltre, Adidas ha organizzato tre eventi live per riunire i runners di tutto il mondo in modo concreto: dopo l’evento di lancio dell’8 giugno a New York, in occasione della Giornata Mondiale degli Oceani, i runners si daranno appuntamento a Barcellona il 14 giugno e a Shangai il 15 giugno. Possono partecipare atleti professionisti e semplici appassionati, si può correre da soli e inserire il proprio percorso all’interno delle due app di riferimento oppure unirsi a una running community e sommare i chilometri percorsi a quelli del proprio gruppo.

Insomma, è importante fare la propria parte a prescindere dalle proprie capacità atletiche: l’inquinamento marino è un problema che riguarda tutti noi e che ci riguarda adesso, quindi la cosa fondamentale è mobilitarsi in massa!

I risultati già raggiunti e gli obiettivi

Run for the Oceans è un’iniziativa nata da pochi anni ma i risultati raggiunti sono già notevoli. L’anno scorso hanno partecipato 1 milione di persone in tutto il mondo, correndo per 12,4 milioni di chilometri! Sono stati raccolti circa 1 milione di dollari, utilizzati per sostenere lo sviluppo del programma Parley Ocean School, un’iniziativa educativa volta a sensibilizzare le nuove generazioni al problema della plastica negli oceani.

Grazie alla collaborazione con l’associazione ambientalista Parley for the Oceans, Adidas è decisa a portare avanti la sua battaglia alla plastica anche nei prossimi anni. Nel 2015, il brand tedesco ha presentato il primo prototipo di scarpa realizzata con plastica riciclata alle Nazioni Unite, e da allora le sperimentazioni sono andate talmente avanti da aver sviluppato un’intera linea di abbigliamento e scarpe sportive realizzata interamente con rifiuti plastici provenienti da isole, spiagge e comunità costiere sparse in tutto il mondo. Ad oggi, sono 5 milioni le scarpe realizzate con rifiuti marini plastici ed entro la fine del 2019 c’è l’intenzione di raddoppiare quella cifra: si tratta di oltre 1400 tonnellate di plastica che non sono finite negli oceani ma sono andate invece a trasformarsi in abbigliamento Parley e scarpe sportive Parley ad alte prestazioni.

adidas-parley-project

 

Allo stesso tempo, Adidas porta avanti la ricerca di materiali innovativi per sostituire la plastica ed entro il 2024 eliminerà completamente l’uso del poliestere vergine da tutti i suoi prodotti; inoltre, non troverete più sacchetti di plastica in nessun negozio Adidas e nemmeno un articolo in plastica monouso negli uffici del brand di tutto il mondo. Insomma, Adidas sta facendo la sua parte nella lotta all’inquinamento marino: per fare la tua, non devi fare altro che infilare le sneakers Parley e correre!

Immagini: Adidas: Runnersroost.com; Wtvox

Irene Bicchielli
Irene Bicchielli

Nata nel 1988 a Firenze, dove vive ancora oggi, si è laureata in Scienze Politiche per diventare giornalista ma le esperienze e il caso l'hanno portata in tutt'altra direzione. Oggi scrive per vivere o vive di scrittura, in ogni caso fa quello che le piace di più e che le riesce meglio: lavora con alcune agenzie di comunicazione e con...Leggi tutto

Scrivi un commento

Altri articoli che potrebbero interessarti

sotheby sneakers
Sport 19 luglio 2019

Sotheby’s: le sneakers più rare al mondo vanno all’asta

Per la prima volta nella storia, una casa d'aste mette in vendita delle scarpe da ginnastica. Lo sta facendo Sotheby's, la celebre casa d'asta londinese, che fino al 23 luglio 2019 permetterà

sneakers_vintage
Sport 12 luglio 2019

Le più belle sneakers vintage da indossare nell’estate 2019

Le sneakers vintage sono tornate recentemente alla ribalta e saranno le vere protagoniste dell’estate 2019. Le scarpe sportive del passato per tutti noi rappresentano qualcosa, un momento particolare della vita e, giocando

guida all'acquisto scarpe sportive
Sport 1 luglio 2019

Scegli le sneakers più trendy, segui la nostra guida all’acquisto

Una cena fra amici, una serata elegante, una riunione di lavoro o una giornata di relax: in qualsiasi circostanza tu ti trovi, un paio di sneakers non sarà mai fuori luogo. Parliamo