Il motore di ricerca per i tuoi acquisti
Menu

Robot tagliaerba con o senza filo perimetrale? Come scegliere

I robot tagliaerba sono un vero alleato per la gestione del giardino, ma come scegliere tra quelli con filo perimetrale e quelli senza?
Di Irene Bicchielli 29 maggio 2022
robot tagliaerba

I robot tagliaerba sono una grande innovazione nel campo delle macchine da giardinaggio perché consentono di mantenere il giardino sempre in ordine senza fare la minima fatica. Basta dargli il via e loro taglieranno l’erba alla perfezione, come dei giardinieri provetti! Abbiamo già dedicato un articolo ai robot tagliaerba se volete approfondire su questi geniali elettrodomestici.

Oggi invece ci concentriamo su una caratteristica molto importante da valutare al momento dell’acquisto: esistono infatti robot tagliaerba definiti senza filo perimetrale e altri con filo perimetrale. Qual è la differenza e quali sono i modelli migliori? Perché scegliere una tipologia piuttosto che un’altra?

Scopriamolo rispondendo ad alcune comuni domande su questo argomento.

Come funzionano i tosaerba automatici?

Prima di tutto, è bene capire come funzionano esattamente i robot tagliaerba (o tosaerba) automatici.

In pratica, proprio come i robot aspirapolvere che utilizziamo in casa, questi apparecchi svolgono il loro lavoro in totale autonomia: voi dovrete solo preoccuparvi di azionarli e poi godervi il vostro giardino con l’erba tagliata alla perfezione! Ovviamente devono essere settate le impostazioni iniziali e poi il robot, tramite della lame affilate poste sotto, si muove per il giardino tagliando l’erba alla lunghezza desiderata.

Come funziona il filo perimetrale per robot tagliaerba?

I robot tagliaerba con filo perimetrale hanno bisogno che l’utente tracci il perimetro dell’area dove dovranno lavorare. Il filo perimetrale serve proprio a delineare l’area in cui il robot lavorerà e serve ad evitare che questo si blocchi in qualche angolo o vada a sbattere contro degli ostacoli. Quando si vuole utilizzare il robot tagliaerba, è quindi necessario creare un vero e proprio recinto con il filo perimetrale: può essere fissato al terreno con dei picchetti oppure interrato, se l’area da gestire sarà sempre la stessa. Ovviamente la posa del filo perimetrale può essere modificata ogni volta che si vuole.

I robot tagliaerba senza filo perimetrale, invece, sono macchinari in grado di agire totalmente in autonomia: dovrete programmarli una sola volta e poi potranno eseguire il lavoro ogni volta che glielo chiederete, senza bisogno di ulteriori impostazioni. Non hanno bisogno del tracciamento con filo ma si muovono grazie a dei sensori che gli indicano la strada ed eventuali ostacoli. La prima volta che si muove, il robot impara il percorso e le volte successive sarà in grado di andare ovunque gli indicherete in completa autonomia e, proprio come nel caso dei modelli aspirapolvere per casa, potrete anche decidere di escludere alcune zone.

Meglio un robot tagliaerba con o senza filo perimetrale?

La scelta è molto soggettiva ma dipende anche dal tipo di giardino in cui si desidera far lavorare il robot tagliaerba. In generale, quelli senza filo perimetrale non hanno bisogno di alcuna preparazione iniziale quindi sono sicuramente più facili da gestire: basta programmarli la prima volta e poi lavoreranno sempre in autonomia, tornando alla propria stazione quando termineranno il proprio lavoro. Il robot con filo perimetrale invece richiede un intervento iniziale da parte dell’utente, che dovrà occuparsi di sistemare materialmente il filo per delimitare la zona dove deve essere tagliata l’erba.

Gli apparecchi senza filo sono consigliati a chi ha davvero poco tempo da dedicare alla cura del giardino e a chi deve falciare un prato di grandi dimensioni. Inoltre, rappresentano la soluzione migliore se dovete tagliare più di un prato e magari in posti diversi perché altrimenti dovreste posizionare ogni volta il filo perimetrale. Se si considera l’aspetto economico, invece, quelli con filo perimetrale sono sicuramente più vantaggiosi: visto che non hanno la tecnologia satellitare, hanno anche un costo più contenuto e riescono sempre a garantire una precisione millimetrica.

Qual è il migliore robot tagliaerba senza filo perimetrale?

Worx Landroid WR167E

Worx Landroid WR167E

Se volete quindi un aiutante giardiniere autonomo ed efficiente, dovrete orientare la scelta verso un robot senza filo perimetrale, per esempio il Worx Landroid WR167E, che riesce a coprire una superficie molto ampia (fino a 700 metri quadrati). Dispone di un programma automatico che suggerisce il momento migliore per tagliare l’erba e i residui sono talmente fini che non dovrete nemmeno raccoglierlo: è perfetto per fertilizzare il prato in modo naturale. Grazie all’applicazione dedicata può essere controllato da remoto e si può programmare qualsiasi fase di lavorazione. Il motore brushless non è solo silenzioso ma anche efficiente e non richiede alcuna manutenzione. Grazie all’intelligenza artificiale, supera agilmente anche i passaggi più stretti senza incastrarsi e senza sospendere il taglio.

Qual è il migliore robot tagliaerba con filo perimetrale?

Gardena SILENO minimo

Gardena SILENO minimo

I robot con filo perimetrale hanno dunque un costo più contenuto ma, se siete disposti a dedicare un po’ di tempo all’installazione iniziale, rappresentano un’ottima soluzione. Il robot Gardena Sileno Minimo infatti ha un costo di circa 600 euro. Riesce a tagliare l’erba in prati fino a 250 metri quadrati, combinando silenziosità, precisione e rapidità nel taglio. Grazie all’app e al bluetooth, è possibile programmare tutto tramite smartphone ad una distanza fino a 10 metri. La particolare tecnologia CorridorCut permette al robot di tagliare l’erba anche in spazi ristretti senza incastrarsi, fino a 60 cm di larghezza. Il cavo perimetrale incluso è lungo 150 metri e può essere installato grazie ai 150 picchetti, 4 giunti e 5 connettori inclusi nella confezione.

Irene Bicchielli
Irene Bicchielli

Nata nel 1988 a Firenze, dove vive ancora oggi, ha da sempre uno smisurato amore per le parole. Ha imparato a leggere e a scrivere prima delle scuole elementari e da allora non ha più smesso: lettrice seriale con un'originale passione per i romanzi storici, ha frequentato il liceo classico e poi si è laureata in Scienze Politiche per diventare...Leggi tutto

Scrivi un commento

Altri articoli che potrebbero interessarti

Torna su