Lifestyle 11 aprile 2020

Caccia alle uova di Pasqua: come organizzarla a casa

come organizzare la caccia alle uova di pasqua

Non ci sono dubbi che quest’anno avremo una Pasqua decisamente particolare. L’emergenza Coronavirus e il decreto #iorestoacasa ci impongono di evitare pranzi con famiglia e amici, tradizionali appuntamenti e, ovviamente, picnic all’aperto il giorno di Pasquetta. Questo non significa però che dobbiamo rinunciare a tutte le cose belle di questa ricorrenza, basta sapersi organizzare e avere un po’ di inventiva: al posto della gita fuori porta possiamo organizzare un inusuale barbecue in terrazza, invece del tradizionale pranzo con i parenti potremmo darci appuntamento in videochiamata per scartare insieme le uova e per intrattenere i bambini, cosa c’è di più divertente di una caccia alle uova?

Ovviamente dovrà essere rigorosamente casalinga (per i più fortunati che hanno il giardino, ancora meglio) ma questo non significa che non sarà divertente. La caccia agli ovetti di cioccolato è una delle tradizioni più diffuse nel mondo, in alcuni paesi è addirittura organizzata a livello pubblico, e possiamo declinarla come più ci piace. Ecco qualche consiglio per organizzarne una dal successo assicurato!

Preparazione del gioco

Anche la preparazione della caccia alle uova può rivelarsi molto divertente. Nei giorni precedenti alla Pasqua, infatti, potete coinvolgere i vostri bambini nella realizzazione di quello che gli servirà durante la caccia: per prima cosa, potete realizzare delle orecchie di coniglio con cartoncino bianco, spago e pastelli colorati. I bambini le indosseranno durante la caccia alle uova, come vuole la tradizione! Inoltre, invece di dargli voi un cestino, potreste realizzarne uno insieme: potete prenderne uno di vimini classico e decorarlo con nastri, fiocchi e disegni con soggetti pasquali oppure crearne uno utilizzando cartoncino, stoffa e tutto quello che avete in casa a disposizione. Sarà un passatempo molto divertente e inoltre servirà a creare un’atmosfera di festa in casa e a far entrare i bambini in un percorso di aspettativa che renderà la caccia più divertente.

Ovviamente, i giorni che precedono Pasqua sono anche quelli in cui si dipingono le uova che saranno poi utilizzate come centrotavola durante il pranzo o come decorazione in casa. Potete sceglierle di qualsiasi materiale: in vendita ci sono sia di plastica che di polistirolo ma, se non le trovate, andranno benissimo le classiche uova sode; dovrete solo fare un po’ di attenzione per evitare di romperle.

come decorare le uova di pasqua

Potete utilizzare dei semplici acquerelli, anche i classici Giotto andranno benissimo perché sono coprenti e facili da utilizzare anche per i più piccolini; per chi si vuole sbizzarrire con decorazioni più complesse, c’è anche il Laboratorio degli Acquerelli Profumati di Clementoni, pieno di colori e di accessori per decorare. In alternativa, potete acquistare dei colori specifici per le uova oppure dei coloranti alimentari, anche se in questo caso dovrete avere una migliore manualità perché sono più difficili da utilizzare. Lasciate che i bambini si divertano a pasticciare e sperimentare: la cosa più bella delle uova di Pasqua è proprio che sono tutte diverse e tutte coloratissime!

Caccia alle uova per ogni età

Generalmente, la caccia avviene la mattina del giorno di Pasqua e, a seconda dell’età dei bambini che giocheranno, potete organizzare cose diverse. Tradizione vuole che si nascondano gli ovetti di cioccolato ma nulla vieta di nascondere in giro per casa anche giocattoli e pensierini. Fate indossare ai piccoli le orecchie da coniglio e via, che la caccia abbia inizio!

Caccia alle uova per bambini piccoli

Se i bimbi sono piccolini e ancora non sanno leggere, la cosa più semplice è una caccia tradizionale: nascondete in tutta la casa le uova colorate, dategli un cestino e lasciate che vadano in giro dappertutto alla ricerca degli ovetti! Ovviamente dovrete avere delle precauzioni. Innanzitutto scegliete delle aree precise dove fare la caccia alle uova: andranno benissimo stanze come soggiorno e camera da letto mentre invece sono da evitare quegli ambienti dove i bambini potrebbero farsi male con qualcosa; per esempio, niente cantina, ripostiglio o cucina dove di solito si tengono attrezzi o detersivi che potrebbero essere pericolosi. Nelle stanze dove farete la caccia, mettete al sicuro documenti e oggetti che non devono essere messi in disordine o che potrebbero rompersi.

Per vivacizzare la ricerca, potete nascondere anche dei piccoli giocattoli scelti in base alle passioni dei vostri figli: macchinine per i più piccolini e personaggi di Peppa Pig.

Gormiti per i maschietti più grandicelli e LOL Surprise per le bambine o qualsiasi altro personaggio saranno sorprese molto gradite.

caccia alle uova

 

Caccia alle uova per bambini più grandi

Se avete in casa bambini più grandicelli, che magari sanno già leggere o comunque possono interpretare e comprendere un indizio, sarà più divertente organizzare una vera e propria caccia al tesoro! In questo caso vi dovrete ingegnare un po’ di più nello scrivere i vari indizi da distribuire in tutta la casa: potete dare indicazioni attraverso piccole operazioni di matematica, disegni, labirinti, filastrocche oppure veri e propri indovinelli. In questo modo stimolerete non solo la sfera emozionale e cognitiva ma anche la capacità di ragionamento, la lettura, il calcolo e l’ingegno: per arrivare alla sorpresa, i bambini devono utilizzare tutte le loro abilità e, indizio dopo indizio, accresceranno fiducia in sé stessi e consapevolezza.

Alla fine della caccia al tesoro, troveranno il loro uovo di cioccolato oppure un giocattolo che desideravano da tempo: la sorpresa sarà ancora più gradita perché per arrivarci si saranno impegnati molto.

Insomma, in casa o in giardino, la caccia alle uova può diventare una divertente tradizione pasquale per la famiglia, da mettere in scena ogni anno la mattina del giorno di Pasqua.

Irene Bicchielli
Irene Bicchielli

Nata nel 1988 a Firenze, dove vive ancora oggi, ha da sempre uno smisurato amore per le parole. Ha imparato a leggere e a scrivere prima delle scuole elementari e da allora non ha più smesso: lettrice seriale con un'originale passione per i romanzi storici, ha frequentato il liceo classico e poi si è laureata in Scienze Politiche per diventare...Leggi tutto

Scrivi un commento

Altri articoli che potrebbero interessarti

come uscire dalla quarantena
Lifestyle 16 maggio 2020

Ripartire dopo la quarantena senza traumi? Ecco come!

L'emergenza sanitaria legata al Coronavirus ha stravolto le abitudini di tutti noi. Ogni paese, in misure e modalità molto simili, ha infatti dato il via ad un periodo di lockdown in cui

cuffie cancellazione del rumore
Tech 26 aprile 2020

Le migliori cuffie con cancellazione del rumore per un isolamento perfetto

Ascoltare musica o podcast in tranquillità, sentire al meglio i dialoghi durante una video conferenza di lavoro o una lezione online, ascoltare in maniera più nitida i dialoghi dei film: questo e

brunch sul terrazzo
Lifestyle 26 aprile 2020

Come organizzare un brunch sul balcone: ricette e mise en place

La primavera ha portato con sé la voglia di stare all’aperto e nonostante le limitazioni del decreto #iorestoacasa è possibile svolgere attività outdoor come trasformare il proprio balcone in una postazione di