Lifestyle 5 febbraio 2019

Come organizzare la cameretta per il neonato in arrivo

cameretta neonato

Quando in famiglia arriva un bebè, una delle preoccupazioni dei genitori riguarda l’allestimento e la decorazione della cameretta che lo accoglierà. Come organizzare la camera del neonato? Quali sono i mobili che non possono mancare e quelli che invece, molto probabilmente, non vi serviranno? Che cosa può essere utile avere sempre a portata di mano e cosa invece potete tranquillamente evitare di acquistare?

Per i primi mesi, molti genitori scelgono di sistemare la culla o il lettino nella loro camera in modo da avere il bambino sempre vicino in vista dei frequenti risvegli notturni; può essere comunque molto utile organizzare fin da subito lo spazio dove dormirà il bambino, con tutti i mobili e gli oggetti necessari alla cura del piccolo. In questa breve guida abbiamo racchiuso tutti i consigli per allestire al meglio la cameretta del neonato in arrivo.

Lettino o culla?

culla

Una delle prime scelte che dovrete fare riguarda il posto dove dormirà il bambino. La maggior parte opta, per i primi mesi di vita del bambino, per una culla: il piccolo si sentirà più raccolto e potrete tenere la culla accanto al letto; l’ideale è una culla di vimini, meglio ancora se con le ruote per poterla spostare in casa e averla vicino anche mentre fate altre cose durante il giorno.

Ci sono poi i genitori che scelgono di sistemare il bambino fin da subito in un lettino con le sbarre, in modo da non dover acquistare un nuovo oggetto dopo pochi mesi: la scelta è vostra e dipende anche dallo spazio a disposizione visto che un lettino occupa certamente più spazio e, se volete tenere il bimbo in camera con voi, dovrete calcolare bene se avete posto oppure no.

Una delle soluzioni più gettonate degli ultimi anni è la culla cosleeping: si tratta di un lettino con sole tre sponde, da attaccare direttamente al letto dei genitori, per avere il bimbo sempre accanto; perfetto per i primissimi mesi, consente di allattare o dare il biberon il piccolo senza nemmeno alzarsi dal letto! Come la culla, è un oggetto che dura al massimo per i primi 5/6 mesi. Non dimenticate infine di sistemare nella stanza una sdraietta, dove lasciare il bambino in sicurezza mentre voi vi dedicate ad altro: la sdraietta Hooplà Chicco è perfetta perché leggera, facile da spostare e dotata di una speciale barra gioco con la quale vostro figlio potrà intrattenersi a lungo.

Fasciatoio e zona del cambio

fasciatoio

Una parte della stanza dovrà invece essere dedicata interamente al momento del cambio pannolino. In ogni cameretta è indispensabile un fasciatoio ma ricordate che vi servirà per il primo anno di vita, massimo due anni; dopo, è molto probabile che i bambini rifiuteranno di essere cambiati come neonati, tanto più che intorno ai due anni si comincia a cercare di eliminare il pannolino. Può dunque rivelarsi una scelta intelligente quella di acquistare un mobile fasciatoio con cassetti che, una volta che sarà finito il tempo dei pannolini, potrà essere tranquillamente utilizzato come cassettiera per riporre vestiti, biancheria e oggetti del bambino. Acquistate quindi un mobile fasciatoio in uno stile che vi piace e che si accorda bene con l’arredamento della stanza; questo vi permetterà inoltre di risparmiare, almeno in una fase iniziale, sull’armadio: i cassetti saranno sufficienti a contenere tutto l’abbigliamento del piccolo.


Nella zona del cambio può essere utile tenere un mangiapannolini: si tratta di un contenitore che serve a raccogliere i pannolini usa e getta sporchi; questi vengono chiusi ermeticamente in una pellicola e poi gettati nel bidone, evitando così il diffondersi di odori poco gradevoli nella stanza!

Accessori e decorazioni

Ora che avete sistemato i mobili essenziali all’interno della cameretta, potete dedicarvi agli accessori, ai complementi e alla decorazione della stanza. Sicuramente è una buona idea sistemare un bel tappeto morbido sul pavimento, dove il piccolo potrà fare le sue prove di gattonamento, giocare e rotolarsi senza pericolo di farsi male: ce ne sono di ogni genere e materiale ma i più pratici per i primissimi mesi sono i tappeti morbidi in schiuma EVA, che potete pulire in pochi secondi. Molti di questi sono decorati con numeri, lettere, animali e immagini che possono stimolare la creatività e la fantasia del bambino. Qualche cuscino sul tappeto renderà la stanza ancora più carina e vi farà molto comodo quando giocherete insieme a vostro figlio!

Per decorare le pareti, ci sono infinite possibilità: gli stickers da muro, i quadretti per bambini, mensole di ogni forma e colore, appliques con soggetti allegri e divertenti, lasciate che sia la vostra fantasia a guidarvi.

Irene Bicchielli
Irene Bicchielli

Nata nel 1988 a Firenze, dove vive ancora oggi, ha da sempre uno smisurato amore per le parole. Ha imparato a leggere e a scrivere prima delle scuole elementari e da allora non ha più smesso: lettrice seriale con un'originale passione per i romanzi storici, ha frequentato il liceo classico e poi si è laureata in Scienze Politiche per diventare...Leggi tutto

Scrivi un commento

Altri articoli che potrebbero interessarti

cambio armadio
Lifestyle 24 aprile 2020

Nuova stagione: come organizzare al meglio il cambio armadi

La primavera è ufficialmente arrivata e, anche se siamo ancora tutti costretti tra le mura domestiche a causa del decreto #iorestoacasa, dobbiamo cominciare a prendere atto che fa più caldo! Il momento

giardinaggio
Lifestyle 15 marzo 2020

Il giardinaggio fa bene alla salute: ecco come cominciare

Combatte la depressione, aiuta a prevenire l'osteoporosi e aumenta l'autostima. Non è una nuova pillola miracolosa ma uno dei passatempi più antichi del mondo: il giardinaggio! Diversi studi hanno confermato che chi

Amuchina come usarla
Beauty 28 febbraio 2020

Amuchina: cos’è e come usarla

Con l’aumento dei casi di coronvirus in Italia, la vendita di Amuchina è salita alle stelle. Sono sempre più gli italiani che si affidano ai consigli dell’OMS e del Ministero della Salute in