Il motore di ricerca per i tuoi acquisti
Menu

TV Samsung: guida all’acquisto per scovare il modello giusto

Leader indiscussa del mercato TV, Samsung ha costruito questo primato nel corso degli anni, pezzo dopo pezzo. Immagini di qualità straordinaria, funzioni intelligenti che ci alleggeriscono la vita e un'interfaccia software agile: ecco i punti di forza delle TV Samsung. Nella nostra guida abbiamo messo insieme tutti gli elementi più importanti da valutare in fase di acquisto. E fra questi non poteva mancare il fattore prezzo, a cui abbiamo dedicato abbondante spazio, selezionando per te i modelli migliori.
migliori TV Samsung

Come scegliere un televisore Samsung?

La gamma delle TV Samsung è una delle più ampie e sfaccettate dell’intero settore. Suddivisa in svariate famiglie di prodotti, soddisfa le esigenze di un’utenza variegata, componendosi di Smart TV evolute a fianco di modelli più economici. Design e caratteristiche tecniche variano con il prezzo. E considerando tale elemento uno dei più importanti, abbiamo suddiviso i modelli migliori in tre macrosezioni destinate a chi abbia budget diversi. Ma a far oscillare il prezzo è anche un altro fattore chiave: la misura dello schermo. Compresa fra i 24 e gli 85 pollici, la diagonale del pannello delle Samsung TV va sempre rapportata all’ambiente di destinazione, considerando che la distanza di visione dovrebbe ridursi man mano che cresce la risoluzione dello schermo. A tal proposito, valutare il numero di pixel del display è un altro passaggio cruciale in sede di acquisto. HD, Full HD, 4K e 8K: ecco i formati supportati, con il prezzo che sale man mano che la risoluzione aumenta. Ma le specifiche tecniche che entrano in gioco nel determinare la qualità dell’immagine sono molte di più, in primis il contrasto, la luminosità e gli angoli di visione. Passando dall’hardware al software, l’interfaccia Tizen dei televisori Samsung è la porta d’accesso a numerose impostazioni e modalità di fruizione. Fra le più interessanti, le funzionalità smart sfruttano la connettività Internet per offrire contenuti in streaming attraverso le più note piattaforme online. Ma ad ampliare la versatilità dei prodotti Samsung è anche il Bluetooth, pensato per collegare velocemente pc, console, smartphone e ogni altro tipo di dispositivo esterno.   

Quanto costa una TV Samsung?

prezzi TV Samsung
Abbiamo dedicato al fattore prezzo molto spazio nella nostra guida poiché, per molti utenti, è da qui che comincia la ricerca della TV Samsung ideale. Avendo un preciso budget a disposizione, infatti, possiamo iniziare ad escludere una buona porzione di modelli e cercare quelli che offrano il miglior rapporto qualità-prezzo in un bacino più ristretto. La fascia economica delle TV LED Samsung, ad esempio, racchiude prodotti con prezzo non superiore a 400 euro. Ma ciò non significa che ci porteremo a casa solo televisori a bassa risoluzione e privi di funzioni intelligenti. La fascia economica, infatti, è in grado di offrire Smart TV entry-level molto interessanti. Salendo di livello, le cose sono destinate a cambiare. La fascia media, con tetto di spesa massimo posto a 700 euro, risulta essere un terreno di ricerca molto ampio, costellato di modelli qualitativamente superiori. Le funzioni si fanno più evolute ed anche la cura per la componente estetica cresce, assieme all'attenzione in fase di costruzione. Nella fascia alta, infine, trovano posto le migliori Smart TV Samsung. Parliamo, in particolare, dei televisori top di gamma della famiglia QLED, come il modello Q950T. In linea generale, le dimensioni dello schermo influenzano il prezzo in modo proporzionale. Per questo, per ogni modello, specificheremo il taglio proposto.
(Dati aggiornati a dicembre 2020 e soggetti a variazione nel tempo)

Fascia economica (entro 400 euro)

Con un budget massimo di spesa pari a 400 euro, qualche compromesso in fase d’acquisto si fa d’obbligo. In certi casi, però, stupisce la qualità delle TV Samsung che è possibile portare a casa con tale cifra. Cominciamo da uno dei modelli più economici in assoluto, facilmente acquistabile con meno di 200 euro. Parliamo della smart TV Samsung N4300, disponibile con pannello da 24 o 28 pollici. Sebbene non brilli per risoluzione, fermandosi al formato HD, garantisce all’utente le innumerevoli possibilità offerte dalla rete attraverso i servizi in streaming. Salendo con il prezzo e con le dimensioni, T5370 è una smart TV 32 pollici che spinge la risoluzione fino al Full HD. La resa dell’immagine migliora sotto tutti i punti di vista ed il contrasto cromatico è ottimizzato grazie all’HDR10. Sempre fluido ed intuitivo mostra il menù, basato sul sistema operativo Samsung Tizen. Gli ultimi due modelli che abbiamo selezionato garantiscono un notevole salto di qualità, potendo contare sulla risoluzione 4K. Samsung TU7170, appartenente alla serie 7 della linea Crystal UHD, è un televisore completo ed efficiente, curato nel design ed estremamente sottile. Disponibile nei formati da 43 e 50 pollici, rappresenta un vero best-buy di fascia economica. Ancora più elegante si mostra la TV Samsung 4K TU8070, un tripudio di colori e contrasti grazie all’HDR10+. Molto versatile per via di funzioni smart di facile accessibilità, è corredata da due speaker da 10 Watt di buona qualità. 43 pollici è il formato più grande venduto entro i 400 euro. 

Fascia media (da 400 a 700 euro)

La fascia media, compresa fra i 400 ed i 700 euro, è un grande bacino di raccolta per offerte davvero convenienti. Molti degli acquisti degli italiani si concentrano proprio in questa categoria, che riesce a coniugare innovazione tecnologica e prezzi interessanti. TU7070, ad esempio, è una smart TV Samsung completa sotto tutti i punti di vista. Appartenente alla serie 7 della linea Crystal UHD, racchiude il meglio dell’esperienza Samsung in termini di connettività e multimedialità. Disponibile in fascia media fino al formato da 65 pollici, supporta i servizi Amazon Alexa e Google Assistant attraverso i comandi vocali. Un gradino sopra si pone la TV Samsung TU8500, esponente di spicco della serie 8 e venduta nei formati da 43, 50 e 55 pollici. Bella e stilosa, è portavoce del Boundless Design di Samsung che vede le cornici del display ridursi all’osso. Ricca di impostazioni e funzionalità evolute, è una TV Samsung 4K che brilla sul versante video, potendo sfruttare al meglio l’HDR10+ per offrire sempre immagini luminose e vivide. Salendo decisamente di livello, incontriamo il primo televisore della famiglia QLED della nostra selezione. Samsung Q60T (nel Magazine di Trovaprezzi.it, Recensione TV Samsung Q60T: tecnologia QLED a portata di budget) , in rapporto al prezzo, offre un’esperienza visiva difficile da eguagliare. Disponibile in fascia media fino al formato 50 pollici, conta sulla tecnologia Quantum Dot per ottimizzare ogni tipo di contenuto. Ottima anche la funzione Multi View per sdoppiare lo schermo e riprodurre in contemporanea fonti differenti. In ultimo ma non per importanza, Samsung LS03T è l’emblema dell’approccio più creativo di Samsung. Parte della famiglia The Frame, è la smart TV da 32 o 43 pollici che diventa opera d’arte grazie alle cornici a mo’ di quadro. Ed ai tanti contenuti esclusivi pensati da Samsung per trasformarla in elemento d’arredo. 

Fascia alta (oltre 700 euro)

Superata la soglia dei 700 euro, si apre un mondo di proposte dedicate ai puristi dell’immagine. Parliamo di TV Samsung che rappresentano il top in quanto ad innovazione tecnologica e stile, unendo funzionalità straordinarie ad un’estetica accattivante. Sebbene siamo nell’habitat naturale delle Samsung TV QLED, abbiamo scelto di partire con un modello meno evolute che, però, è proposto a poco più di 700 euro nell’imponente formato da 75 pollici. TU7090 è una smart TV Samsung con risoluzione 4K della serie Crystal UHD. Immagini di qualità e approccio semplice ai comandi ne sono i tratti distintivi. Salendo decisamente di livello, Samsung Q70T porta la resa visiva su un altro pianeta, potendo sfruttare la tecnologia Quantum Dot per regalare all’utente colori incredibilmente realistici su pannelli da 50 pollici in su. Provvista di telecomando One Remote Control, integra al meglio le funzionalità offerte da Samsung SmartThings. E include il sistema AVA che enfatizza e rende più chiari i dialoghi. Ancora meglio si comporta Samsung Q80T, disponibile nei formati da 49 a 85 pollici. Design curato, prestazioni al top, connettività spinta al massimo: ecco alcuni elementi che ne compongono l’identikit. In aggiunta, un sistema audio forte di quattro speaker assicura un suono potente e coinvolgente. E chiudiamo alla grande la nostra selezione con l’unico modello 8K incluso. Samsung Q800T rappresenta l’ultima frontiera dell’immagine, supportando una risoluzione strepitosa. Tripudio dell’immagine e della multimedialità più estrema, spinge il suono ancora più in alto grazie ad un impianto da 70 W con configurazione 4.2.

Il vento dell’innovazione soffia in casa Samsung

smart TV Samsung
Fondata nel 1938, la multinazionale di Seul vanta un profilo merceologico a dir poco sfaccettato. Ai più noti prodotti tecnologici, infatti, Samsung affianca industrie chimiche e meccaniche, servizi di natura finanziaria ed edilizia. Ma per capire meglio l’approccio del colosso sudcoreano, basti pensare che il successo iniziale arriva grazie alla distribuzione di generi alimentari. In ambito Hi-tech, smartphone e TV Samsung sono i prodotti più forti. Il merito di un successo così vasto si lega alla costante evoluzione tecnologica che li contraddistingue, generazione dopo generazione. Oggi, le Smart TV Samsung di fascia alta sono pronte per la risoluzione 8K e offrono una qualità dell'immagine incredibile. Ci riferiamo nello specifico alla famiglia QLED che racchiude le Smart TV più evolute e, come è facile immaginare, più costose. Per il momento, in casa Samsung, non sono presenti modelli OLED, tecnologia su cui altre aziende di peso stanno puntando parecchio negli ultimi anni, specialmente il concorrente diretto LG. Nei progetti futuri della multinazionale di Seul, invece, rientrano pannelli QLED con retroilluminazione Mini LED, una tecnologia all’avanguardia che garantirebbe all’immagine precisione ed uniformità ancora superiori. Oltre ad una resa cromatica più fedele.

(Fonte immagini: sito ufficiale Samsung)

DVB T2: il nuovo digitale terrestre

Il 20 giugno 2022 si completerà su scala nazionale il passaggio al nuovo digitale terrestre. Denominato DVB T2/Hevc, è un protocollo di trasmissione di ultima generazione che assicura agli utenti un segnale più fluido e stabile per i canali televisivi, riuscendo a supportare anche la risoluzione 8K. Fortemente voluto dal Ministero dello Sviluppo Economico, lo switch-off al nuovo digitale prenderà il via il 31 dicembre 2021 per concludersi circa 6 mesi dopo. Ma già da settembre 2021, gli apparecchi fermi alla risoluzione HD saranno desueti, imponendo l’acquisto di TV almeno Full HD. In linea generale, sostituire il vecchio televisore con un modello più recente garantisce una transizione più semplice e pratica. Ma resta valida la possibilità di comprare un decoder DVB T2 che permetta alla vecchia TV di fare il salto generazionale. In tale ottica, scegliere una TV Samsung compatibile con lo standard più recente si rivela fondamentale in questa fase di passaggio. E va detto che tutti i modelli immessi in commercio dal 2017 in poi, per legge, supportano il protocollo DVB T2. Nella nostra guida, quindi, che si parli di Smart TV Samsung o di Samsung TV più tradizionali, prenderemo in considerazione solo i prodotti aggiornati. Da segnalare, infine, che il MISE ha già stanziato una somma considerevole per il Bonus TV, un contributo di 50 euro da impiegare per l’acquisto di un nuovo televisore.

Televisori a misura d’uomo: tutta la gamma TV Samsung

Il catalogo delle TV Samsung è uno dei più ricchi e versatili, includendo famiglie di prodotti pensati per ogni tipo di target. I QLED sono i top di gamma della casa sudcoreana, device che coniugano un’eccezionale resa cromatica a funzioni innovative in ambito audio. Per l'utente alla ricerca di Smart TV dal buon rapporto qualità-prezzo, le serie UHD 4K TV e Crystal UHD sono il terreno di ricerca perfetto. Mentre i modelli Full HD e HD, sono dedicati a chi vuole risparmiare il più possibile. La linea Lifestyle TV, infine, racchiude i televisori più originali a livello estetico e strutturale. Vediamoli meglio nel dettaglio:

QLED TV
Con la lettera "Q" Samsung identifica i propri televisori più avanzati. Parliamo della famiglia QLED, il cui funzionamento si basa sui Quantum Dot, nanocristalli in grado di emettere luce se esposti ad una fonte luminosa. Al contrario dei televisori OLED, in questo caso viene mantenuta la retroilluminazione LED. Ma la luce emessa nella parte posteriore del pannello, è filtrata ed ottimizzata dai Quantum Dot in modo estremamente capillare. Il risultato è un'immagine che, sfruttando l'HDR 10+, raggiunge un altissimo contrasto dinamico. I colori riprodotti sono fedelissimi e l'angolo di visione perfetto. Inoltre, con il lancio della recente serie QLED 8K, le Smart TV Samsung conquistano l'ultima frontiera dell'immagine anche a livello di risoluzione. E per supportare al meglio un dettaglio così elevato, l’azienda di Seul ha introdotto uno specifico processore d’immagine ultrapotente: l’AI Quantum Processor 8K, fondamentale per far girare al meglio anche il Quantum HDR 4000. In aggiunta, la qualità audio di questi modelli fa un notevole passo avanti grazie alle tecnologie OTS+ (Object Tracking Sound+) e Adaptive Sound+. La prima permette agli speaker di riprodurre un suono dinamico, ovvero pensato per seguire le immagini. La seconda, invece, ci permette di regolare volumi ed equalizzazione sulle reali esigenze del nostro orecchio, così da offrire un comparto sonoro sempre ottimizzato. Infine, grazie al sistema Q-Symphony, il collegamento della TV ad una Soundbar Samsung regala uno straordinario effetto surround, dato dal suono combinato delle due fonti.

Crystal UHD e UHD 4K TV
A metà strada fra i modelli di punta ed i televisori più economici, incontriamo la grande famiglia delle UHD 4K TV che rappresenta al meglio la fascia media Samsung. Suddivise in tante sottocategorie (serie 6, 7 e 8) che differiscono per prezzo e prestazioni, assicurano sempre un'ottima resa dell'immagine e funzioni smart evolute. Hardware efficace, HDR flessibile ed un’interfaccia intuitiva al servizio dell’utente: ecco i punti di forza di quelli che sono i televisori più diffusi di Samsung. Segnaliamo, inoltre, che dal 2020 la serie prende il nome di Crystal UHD. Non ci sono differenze sostanziali con i modelli delle precedenti generazioni, se non che tale linea include i televisori più recenti e aggiornati.

Full HD e HD TV
La fascia più economica del catalogo Samsung è quella che comprende i modelli Full HD e HD. Benché la risoluzione 4K vada per la maggiore al momento, per alcuni utenti potrebbe risultare inutile. Pensiamo, ad esempio, a chi sfrutti il televisore esclusivamente per la propria funzione originaria: guardare programmi TV. Per chi non sia interessato alla mole di contenuti offerti in streaming dalle più note piattaforme online, un modello Full HD standard è la scelta consigliata. Mentre un televisore con pari risoluzione ma arricchito da funzioni smart è la soluzione ideale per chi abbia sottoscritto un abbonamento che non preveda contenuti in 4K. Per chi cerchi il massimo risparmio possibile, infine, la mossa giusta è optare per una TV con risoluzione HD. Il tutto, però, accettando qualche compromesso in termini di resa dell’immagine.  

Lifestyle TV
Originalità è la parola d’ordine per questa linea di prodotti che include televisori molto variegati e particolari. Ad accomunarli c’è la tensione all’innovamento e la voglia di stupire. Fanno parte della famiglia le TV Samsung 4K The frame, modelli che puntano con decisione sulla componente estetica, rivolgendosi all'utente che cerchi il massimo in quanto a design. Le cornici personalizzabili di questi televisori assomigliano in tutto e per tutto a quelle di un quadro. E abbonandosi all'Art Store di Samsung, è possibile scaricare dipinti e scatti fotografici da utilizzare come sfondo del televisore, trasformandolo in un'opera d'arte. Con approccio simile, anche i modelli Samsung The Serif sono un omaggio all’arte. In questo caso, però, a caratterizzarli è il peculiare profilo ad “I” e la possibilità di poggiarli a terra o elevarli grazie allo stand robusto ed elegante. Il televisore Samsung The Sero, infine, è dedicato al pubblico più giovane e smart. Pensato per ruotare sul proprio asse di 180 gradi, è un modello che può essere ammirato sia in formato landscape che portrait.

TV Samsung più popolari:
TU7090
EJ470
TU8500

Dimensioni del pannello e distanza di visione

Le dimensioni delle TV Samsung variano in proporzione a quelle del pannello che montano. 32 pollici è la diagonale minima prevista mentre la massima raggiunge gli 85. La differenza in quanto a larghezza è notevole, con i primi che si assestano sui 70/80 cm mentre i secondi sfiorano i 2 metri. In tal senso, diventa fondamentale valutare lo spazio a disposizione nell'ambiente in cui collocheremo la Smart TV. E ciò non solo per una questione puramente estetica. A influenzare l’esperienza col televisore è anche la distanza di visione, ovvero lo spazio che separa i nostri occhi dal display. Vi è una corrispondenza fra distanza di visione e numero di pollici dello schermo, volta ad individuare il televisore giusto per ogni ambiente. Ma nel calcolo interviene un'altra variabile: la risoluzione. Man mano che questa aumenta, infatti, la distanza di visione dovrà diminuire. Facciamo un esempio concreto. Se stiamo godendo di contenuti 4K su un TV Samsung 50 pollici, dovremo posizionarci a circa 150 cm dal pannello. Ma se lo sfruttiamo per i programmi TV, la cui massima risoluzione è Full HD, la distanza di visione consigliata si assesta attorno ai 250 cm. A metà strada fra i due valori, troviamo la giusta distanza di visione per una TV LED Samsung di queste dimensioni impiegata per uso misto: 200 cm circa.

TV Samsung 50 pollici più apprezzate:
TU7170
Q60T
Q80T

Display: le specifiche tecniche più importanti

Il cuore di una Smart TV, al pari di un telefono o di un tablet, è il proprio hardware. Come svela la parola stessa, comprende le componenti "dure", fisiche, tangibili del televisore. Parliamo, ad esempio, del processore, degli speaker e dello schermo. È proprio quest'ultimo l'elemento che maggiormente influenza la qualità delle immagini, valutabile attraverso le seguenti specifiche tecniche: 

Risoluzione
Il pixel è l'unità minima dell'immagine. Al numero di pixel di cui l'immagine è composta, corrisponde una precisa risoluzione. Ad esempio, un display in formato 16:9 che possa contare su 1920x1080 pixel avrà risoluzione Full HD. Ma se il numero di pixel sale a 3840x2160, saremo di fronte ad una TV Samsung 4K. A livello pratico, qual è la differenza? Semplice, all'aumentare del numero di pixel, ne diminuisce la dimensione. E ciò sta alla base di un'immagine molto più dettagliata e cromaticamente fedele. Nello specifico, la risoluzione 4K è quattro volte superiore alla Full HD.

Contrasto e luminosità 
Queste due variabili vanno sempre di pari passo e si influenzano a vicenda. Il rapporto di contrasto, infatti, riesce a quantificare la differenza di luminosità fra il bianco ed il nero di un pannello. Ci dice, in pratica, quale luminosità massima e minima avrà il display della nostra TV Samsung. A condizionare in modo rivoluzionario i due parametri è l'HDR, una tecnologia che consente allo schermo di amplificare la gamma dinamica dell'immagine, cioè il numero di colori riproducibili. L'HDR10+ è l'ultimo e più moderno protocollo adottato dai televisori Samsung. E, specialmente sulla gamma dei QLED, regala risultati sbalorditivi.

Angolo di visione
Frequenza di aggiornamento, input lag, tempo di risposta: ecco alcune delle caratteristiche chiave in un televisore. Non sempre, però, queste specifiche tecniche vengono indicate nelle schede dei TV LED Samsung. Per questo, preferiamo considerare un altro elemento altrettanto importante riguardo all'immagine: l'angolo di visione. Parliamo, in pratica, della posizione che l'utente dovrà tenere rispetto al televisore per godere sempre di una visione perfetta. Nelle TV entry level, ad esempio, se non ci sediamo esattamente di fronte al pannello, l'immagine rischia di subire qualche alterazione cromatica. Ma con i modelli più evoluti di Samsung, specialmente quelli della serie QLED, la visione risulta ottimale con qualsiasi angolo, ovvero da qualsiasi punto di vista, anche fortemente defilato rispetto al centro dello schermo.

TV Samsung 8K più diffuse:
Q700T
Q800T
Q950T

Tizen OS: un’interfaccia al servizio dell’utente

Tizen è un sistema operativo basato su Linux al cui sviluppo l'azienda di Seul ha dato un forte contributo. Presente a bordo di molti device, fra cui fotocamere e wearables, dal 2015 trova posto anche sulle Smart TV. Semplice, intuitivo, veloce: ecco tre aggettivi per definire Tizen OS, il cui fulcro è la Smart Hub. Parliamo di una barra che raccoglie tutte le funzionalità più importanti delle TV Samsung, accessibile premendo un apposito tasto del telecomando. Scorrendo il menù della Smart Hub, potremo visualizzare la guida TV, controllare i programmi in onda e accedere alle app delle piattaforme di streaming. Potremo anche navigare attraverso il browser Internet ed effettuare la ricerca di contenuti tramite una barra dedicata. La Smart Hub assicura un controllo rapido sulle impostazioni dell'immagine, del suono e della connettività wireless. A funzioni più specifiche, poi, è dedicato il menù tradizionale che ci dà la possibilità di regolare l'immagine in modo avanzato, equalizzare il suono ed intervenire su impostazioni di risparmio energetico, nonché sulla sintonizzazione dei canali. Inoltre, nei TV LED Samsung sempre connessi alla rete, Tizen OS si aggiorna in automatico, migliorandosi nel tempo.

Le funzioni Smart

A pari merito con la qualità dell'immagine, la nuova generazione di TV Samsung mette in risalto la componente smart. Il segreto è tutto nell'aver immaginato un network che connetta device differenti sfruttando il Wi-Fi, il Bluetooth e alcune app per smartphone. E che sfrutti le potenzialità dello streaming per offrire contenuti audio e video ad ampio raggio. Vediamo ora alcune delle funzioni più interessanti:

Navigazione e streaming
Connesse al Wi-Fi di casa, le Smart TV Samsung rappresentano un ponte verso il Mondo. Grazie al browser preinstallato, la navigazione Internet si mostra molto semplice. Ma le funzioni più apprezzate dagli utenti sono quelle a cui si accede tramite app dedicate allo streaming. Netflix, Amazon Video, Infinity, DAZN, YouTube: ecco solo alcune delle piattaforme (gratuite o a pagamento) fruibili tramite una Smart TV connessa alla rete. E se la qualità del segnale Internet è sufficientemente buona, potremo godere in vari frangenti di contenuti in 4K, anche ottimizzati per l’HDR.

Screen Mirroring
Con questo termine si identifica la funzionalità che ci permette di riprodurre sul televisore lo schermo dello smartphone, così come appare all’origine. Sfruttando la funzione Smart View di Samsung ed il Wi-Fi, infatti, potremo visionare sul display foto e video presenti nel telefono, oltre ad impiegare il televisore per i videogames. In alternativa, per chi non sia in possesso di un cellulare Samsung, ampia è la scelta di app compatibili con i telefoni di altri marchi. La configurazione è semplice e veloce. Una volta avviata l'app sullo smartphone, basterà effettuare una ricerca dei device presenti sulla rete. Se la nostra TV LED Samsung è connessa, verrà rilevata e sarà possibile avviare subito lo streaming, sia in modalità portrait che landscape.

Dispositivi connessi via Bluetooth 
Abbiamo descritto fino ad ora funzionalità basate sul Wi-Fi. Ma c'è un altro tipo di connettività wireless in grado di offrirci tante interessanti possibilità. Parliamo del Bluetooth, fondamentale per associare al televisore alcuni specifici device esterni. Se desideriamo potenziare il suono della TV, ad esempio, potremo connetterla ad uno speaker esterno portatile, ad una soundbar o ad un sistema Home Theater. In pochi passi, così, avremo a disposizione un comparto audio capace di assicurare volume e coinvolgimento nettamente superiori. Altri dispositivi associabili alla Smart TV sono la tastiera ed il mouse che potremo connettere attraverso ricevitori Bluetooth da infilare nelle porte USB del televisore. In questo modo, il controllo sulla navigazione, sulla ricerca di contenuti e sulle impostazioni di streaming si mostrerà incredibilmente più pratico e soddisfacente.

Smart TV Samsung più popolari:
T5370
N4300
TU8070

La connettività via cavo

Sul lato posteriore o, in alternativa sul fianco, le TV Samsung prevedono una serie di porte ed ingressi con specifiche funzionalità. Parliamo della tradizionale connettività via cavo che gioca ancora oggi un ruolo chiave. In aggiunta all'ingresso per l'antenna, possiamo notare diverse porte USB e HDMI, in numero variabile a seconda del modello. Oltre ad essere utilizzate per collegare dispositivi esterni tramite il Bluetooth, le porte USB ci consentono di sfruttare hard disk esterni come fonte per la visione di film e serie TV. Il tutto grazie al lettore multimediale integrato che, nelle TV LED Samsung più recenti, permette anche la visualizzazione dei file contenenti i sottotitoli. Gli ingressi HDMI, invece, sono pensati per collegare al televisore una console, un portatile o qualsiasi altro device provvisto di tale tipo di porta. La forza dell'HDMI, oltre che nell’ottima qualità offerta, è data dalla possibilità di trasmettere immagini e suono in contemporanea. E restando in tema audio, va detto che a bordo delle Smart TV della casa di Seul non è più presente la porta da 3,5 mm per le cuffie. In sostanza, da qualche anno a questa parte, i classici auricolari con filo vanno necessariamente sostituiti con cuffie wireless collegate via Bluetooth. Al contrario, benché rimpiazzata quasi sempre dal Wi-Fi, la porta ethernet per il collegamento cablato alla rete continua ad essere prevista sulle Smart TV Samsung e sui modelli standard.

One remote control: il telecomando evoluto

Alcune fra le Smart TV dell'azienda sudcoreana messe in commercio dal 2018 in poi, prevedono nella confezione un nuovo tipo di telecomando. Si chiama One Remote Control ed è stato progettato per semplificare la vita all'utente. Piccolo, sottile e sobrio, prevede pochissimi tasti che rendono le funzioni più facili da padroneggiare. Sparisce il tastierino numerico presente sui telecomandi di tutti i TV LED Samsung precedenti, in favore dei comandi vocali. Premendo un apposito tasto e avvicinando il telecomando alla bocca, saremo noi a comunicare vocalmente il canale che desideriamo vedere. E questo tipo di meccanismo funziona anche per regolare il volume, le impostazioni audio e video, effettuare ricerche su internet tramite il browser o avviare le piattaforme di streaming. Pratico e preciso, One Remote Control moltiplica le nostre possibilità pur facendo calare drasticamente il numero dei tasti. Fra i controlli che restano al proprio posto, troviamo il joystick centrale progettato per navigare i menù, il tasto Home che apre la Smart Hub ed un pulsante dedicato alle funzioni Smart proprie dei canali televisivi. Ulteriore vantaggio del nuovo telecomando è nella compatibilità con altri device connessi alla Smart TV Samsung, come ad esempio una console di gioco o una soundbar.

Le specifiche audio che fanno la differenza

La buona resa del suono a bordo delle TV Samsung è data dal mix di due elementi: speaker di qualità ed impostazioni di fabbrica azzecchate. Il menù si mostra abbastanza essenziale e può contare su tre modalità audio selezionabili: standard, ottimizzata ed amplificazione. Quest'ultima si mostra perfetta per i dialoghi mentre la seconda va a migliorare il suono a seconda del contenuto fruito. Con la modalità standard, infine, potremo accedere all'equalizzatore manuale e regolare l'audio a nostro piacimento. A livello di potenza, le Smart TV di fascia media montano due speaker da 20 Watt che assicurano una resa discreta. Ma è salendo di livello che le prestazioni sonore migliorano significativamente. I televisori della famiglia QLED, ad esempio, vantano una potenza di 40 o 60 Watt. Ma a fare la differenza è, soprattutto il numero di altoparlanti a bordo. Si passa, infatti, da due a quattro, con l'aggiunta di una coppia di woofer potenti in grado di arricchire il suono e renderlo più coinvolgente. Ma il sound proposto dai modelli di fascia alta poggia anche su solide implementazioni software. Pensiamo, ad esempio, al sistema OTS+ che sposta il suono in modo che sembri seguire le immagini, producendo un notevole effetto di immedesimazione spaziale. O all’Amplificatore intelligente della voce (AVA) che riesce a far risaltare i dialoghi anche se ci troviamo in un contesto piuttosto rumoroso. Per non parlare, poi, della tecnologia Q-Symphony che estende il suono della TV ad una soundbar compatibile, dando vita ad un effetto surround di grande Impatto. Alle Smart TV Samsung infine, non manca il supporto al Dolby Digital Plus e la possibilità di connettere più di uno speaker senza fili grazie alla tecnologia audio multiroom. 

TV Samsung dal suono più potente:
Q950R
Q90T
Q95T

Aspetto estetico e funzionalità

Abbiamo dedicato una corposa sezione della guida alla componente estetica delle Smart TV Samsung. L'attenzione al design ed alla qualità costruttiva, infatti, è una delle caratteristiche portanti dell'azienda di Seul. Ma lo stesso vale per la funzionalità. Andremo ad analizzare, quindi, le soluzioni pensate da Samsung per coprire i cavi.

Design e qualità costruttiva
Sobrie, eleganti ed estremamente sottili: ecco some si mostrano le TV LED Samsung di fascia media. I modelli top di gamma, però, offrono qualcosa di ancora più ricercato ed accattivante. Parliamo, per cominciare, di uno stile definito dalla casa madre "360 gradi design", un'identità di aspetto che le rende gradevoli alla vista anche sul lato posteriore, notoriamente poco curato. Le Smart TV Samsung della serie QLED si mettono in luce anche per le cornici sottilissime chelasciano il posto all’Infinity screen e per il profilo ridotto all'osso. Appese alla parete o sostenute da un'apposita base d'appoggio, sono in grado di nobilitare l'ambiente in cui trovano collocazione. Senza contare che, grazie ad una serie di sfondi progettati da Samsung, potremo far assumere al televisore la colorazione che preferiamo. O che più si intona al design dell'ambiente circostante. Un passo ancora più avanti è compiuto dalla serie di TV Samsung 4K The Frame. Parliamo di veri e propri quadri con cornici personalizzabili che rappresentano l'anello di congiunzione fra intrattenimento ed arte.

Soluzioni per nascondere i cavi
Clean Cable Solution: così Samsung ha denominato le proprie soluzioni intelligenti per coprire i cavi in vista ed evitare grovigli. Nei televisori di fascia media, tale sistema riguarda solo il cavo di alimentazione, il quale è ordinatamente incanalato in un'apposita corsia posta sul retro dello schermo. Successivamente, il cavo viene coperto da una mascherina protettiva applicabile sul lato posteriore. Più evoluto è, invece, il sistema denominato One Invisible Connection che trova posto a bordo dei modelli QLED di fascia alta. La base di tutto è un cavo che racchiude in sé l'alimentazione e le funzionalità di tutti gli altri collegamenti della TV (USB, HDMI, ethernet…). Tale cavo, sottile e trasparente si collega al Connect Box, una scatola da nascondere dentro un mobile o, ad esempio, dietro il divano. Questo box è dotato di porte ed ingressi che, di solito, trovano posto sul retro del televisore. Basterà collegare qui i vari device per far sparire i cavi, mantenendo attivi i collegamenti.

Le marche più popolari

Torna su