Torna su
Il motore di ricerca per i tuoi acquisti
Menu

Barbie: guida all’acquisto della bambola fashion più amata

Sin dalla sua prima apparizione, avvenuta nel 1959, la Barbie ha interpretato il concetto di bambola in una chiave nuova. È ritraendo il mondo degli adulti che Barbie ha conquistato il proprio successo fra un pubblico di bambine desiderose di sperimentare la vita dei grandi. La variegata gamma di situazioni proposte da Mattel è un altro elemento portante del successo dell’iconica bambola, disponibile in centinaia di varianti cromatiche e stilistiche. Ad allargare le possibilità di gioco è anche la presenza di tanti personaggi che vanno a comporre la famiglia di Barbie. Oltre ad una marea di accessori, veicoli, case e gadget aggiuntivi. Nella nostra guida, abbiamo osservato da vicino l’universo di Barbie, evidenziandone le tante sfaccettature. Il tutto senza trascurare lo scopo educativo e la funzione sociale del giocattolo. Nella consueta selezione, abbiamo inserito i modelli più belli e divertenti, suddivisi in tre fasce di prezzo.
Tutte le guide
Indice
Prima dell’acquisto Quanto costa una Barbie? L’evoluzione della Barbie Vai alla categoria
Barbie
Barbie fashionistas

Prima dell’acquisto: hai le idee chiare?

Ecco di seguito riassunti nel nostro sommario i passaggi principali della guida, così da offrirti rapide indicazioni per trovare subito ciò che stai cercando. 

Il prezzo
Parlando di prezzo delle Barbie, c’è una netta distinzione da fare fra confezioni contenenti la sola bambola e ricchi set con case, veicoli e accessori di vario tipo. Se per l’acquisto della Barbie, la cifra da spendere resta abbastanza contenuta, per le scatole di grandi dimensioni le cose cambiano. Per aiutarti in fase di scelta, abbiamo incluso un’ampia selezione di modelli, suddivisi in tre fasce di prezzo: economica, media e alta.  
L’evoluzione della Barbie
Un breve excursus storico con protagonista la Barbie ci permette di capire come la bambola fashion per antonomasia abbia rivoluzionato il mondo dei giocattoli. Stile, colori ed accessori: l’evoluzione della Barbie corre di pari passo con quella della società.

Dimensioni, materiali e fasce d’età
In questa sezione più tecnica, analizziamo la qualità costruttiva delle Barbie, le loro dimensioni standard e le fasce d’età a cui sono destinate, senza mai perder di vista il tema della sicurezza.

Barbie Fashionistas o Barbie Career Dolls? 
È l’approccio al gioco a differenziare due delle linee principali in casa Barbie. Se la Barbie Fashionistas è una bambola alla moda personalizzabile con set di abiti intercambiabili, la Barbie Career Dolls racconta se stessa attraverso la propria professione. E tanti accessori aggiuntivi.

Barbie Made to Move e Fantasy Dolls 
Ecco altre due serie di grande successo di cui andremo a parlare più nello specifico. Barbie Made to Move è la Barbie snodabile mentre le Barbie Fantasy Dolls popolano l’universo immaginario di Dreamtopia.

Le esclusive Barbie Signature 
Attraverso la linea Barbie Signature, Mattel intende celebrare le figure femminili più iconiche della storia. Frida Kahlo, Amelia Erhart, Rosa Parks: ecco solo alcuni dei grandi nomi declinati in chiave Barbie. Ma non mancano all’appello alcuni celebri personaggi di fantasia, fra cui le eroine della serie X-Men.

La famiglia di Barbie 
Kelly, Chelsea, Skipper: ecco le tre sorelle di Barbie più amate, per ognuna delle quali Mattel ha previsto tantissimi accessori aggiuntivi. Così facendo, la famiglia di Barbie, di cui fanno parte anche i gemelli Tutti e Todd e l’immancabile Ken, espande all’ennesima potenza l’universo di gioco, offrendo alle bambine la libertà di inventare situazioni sempre nuove.

Case, veicoli, animali ed accessori
Casa di Barbie di Malibu, Camper dei Sogni e Cavallo dei Sogni di Barbie: ecco solo alcuni dei kit più richiesti dalle fan della bambola Mattel. Ma molti altri sono gli accessori attraverso i quali arricchire e personalizzare il mondo di Barbie, fra cui tantissimi mobili ed attrezzature per la casa. 

Quanto costa una Barbie?

prezzo Barbie
Un universo esteso come quello di Barbie include giocattoli per tutte le tasche. A condizionare il costo in modo diretto sono le dimensioni della scatola, il numero di accessori all’interno e la presenza di oggetti supplementari più o meno grandi. Proprio per questo, abbiamo voluto suddividere l’immenso catalogo dei giochi di Barbie in tre macrocategorie, così da offrire la soluzione perfetta per ogni budget di spesa. La fascia economica, con tetto massimo posto a 30 euro, include moltissime varianti della bambola per eccellenza, fra cui anche la Barbie Sirena, sempre provviste di abiti e accessori di piccole o medie dimensioni. Le versioni più ricche di gadget e quelle speciali, invece, trovano posto nella fascia media, compresa fra i 30 ed i 70 euro. In aggiunta, spuntano i primi set con vetture ed animali di notevoli dimensioni. È, però, la fascia alta a segnare il trionfo del mondo di Barbie. Varcata la soglia dei 70 euro, infatti, fanno la loro comparsa le case di Barbie, dalle più piccole alle più grandi e ricche di dettagli. Ma la scelta non manca neanche in ambito di veicoli, con il Camper di Barbie a rappresentare il top della collezione. Parlando di pubblico di riferimento, la stragrande maggioranza dei modelli si mostra perfetta dai 3 anni in su. Per tale ragione, daremo conto di questa informazione solo per i prodotti pensati per fasce d’età diverse.
(Dati aggiornati a novembre 2019 e soggetti a variazione nel tempo)

Fascia economica (entro 30 euro)

La fascia economica è il regno delle Barbie vendute singolarmente in confezioni contenenti gli immancabili indumenti e qualche accessorio. Molti sono i gadget con cui è proposta Barbie in Viaggio col Cucciolo, bambola fashion con tutto l’occorrente per fare il giro del mondo. Trolley, cuffie, macchina fotografica: ai vari oggetti in confezione si aggiunge anche un tenerissimo cucciolo. Restando in ambito di animali, Barbie Dogsitter racchiude nella scatola quattro cagnolini di varie taglie e tutti gli accessori per prendersene cura. Venendo all’universo delle Barbie Career Dolls, la celebre bambola è declinata attraverso tante differenti professioni. Per le amanti della natura, l’ideale è la serie National Geographic che vede Barbie vestire i panni di una biologa marina, una fotoreporter o un’astrofisica. Mentre fra i tanti modelli della linea I Can Be, abbiamo scelto Barbie Scienziata, corredata da camice e accessori di laboratorio. E per celebrare il sessantesimo anniversario di Barbie, Mattel ha lanciato una serie speciale che ripercorre la storia della bambola più famosa, con tanto di fantastici abiti d’epoca. Barbie Sposa, invece, è il set dedicato alle sognatrici. Oltre allo stupendo abito in tinta rosa, non mancano accessori unici, fra cui un collier, il bouquet e l’immancabile velo. Nell’immenso universo di Barbie, trova spazio anche una versione ispirata al fitness e al benessere. Parliamo di Barbie Made to Move, variante interamente snodabile e vestita in abiti sportivi che, grazie alle articolazioni aggiuntive, imita alla perfezione le più complesse posizioni dello Yoga. Un’altra nutrita sezione del catalogo Mattel, pone Barbie al centro di un’ambientazione fantasy e romantica dai mille colori. Denominata Barbie Fantasy Dolls, la collezione include anche i personaggi del mondo di Dreamtopia. Tre sono i modelli più belli che abbiamo scelto: Barbie Principessa Chioma da Favola, Barbie Dreamtopia Principessa Gran Galà e la strepitosa Barbie Sirena Magico Arcobaleno. Se l’iconica bambola resta il perno attorno al quale ruota il gioco, i tanti personaggi che l’accompagnano offrono molteplici possibilità aggiuntive. Fra i più amati in assoluto, non possiamo non includere lo storico fidanzato di Barbie. E nella nostra selezione consigliamo due modelli diametralmente opposti: Ken Barista e lo stilosissimo Ken Fashionistas. Anche Chelsea, la sorellina di Barbie, conta su una linea di prodotti tutta sua, fatta di situazioni differenti ad alto tasso di divertimento. E la Casa sull'Albero di Chelsea è uno dei set più colorati e ricchi di accessori. In ambito di veicoli, infine, anche la fascia economica ha molto da offrire. Nello specifico, la Cabrio di Barbie è una stupenda due posti rosa per sfrecciare a tutta velocità sulle strade del glamour. Data la presenza di componenti più piccoli, questo modello è ideale per la fascia d’età 5+.
(Dati aggiornati a novembre 2019 e soggetti a variazione nel tempo)

Fascia media (da 30 a 70 euro)

Nella fascia di prezzo compresa fra i 30 ed i 70 euro, sono presenti soluzioni per tutti i gusti. A fianco dei classici set con Barbie e gli accessori, non mancano modelli speciali, veicoli, animali e mobili per la casa. Cominciamo con Barbie Capelli Arcobaleno, bambola con lunghissimi capelli colorati da decorare e pettinare sfruttando i molti gadget presenti nel set. Fra i modelli più particolari in assoluto, poi, abbiamo scelto Barbie Entomologa, giocattolo che fa parte della linea National Geographic. Tavolo da lavoro con rari esemplari d’insetti, microscopio, lente d’ingrandimento ed un albero ricco di fauna: ecco il variegato microcosmo da osservare e studiare insieme a Barbie. Barbie Magia delle Feste 2019, invece, riporta la bambola per eccellenza su binari più classici. Strepitoso è l’abito rosso sfoggiato da Barbie con l’inconfondibile eleganza. Ed il set si arricchisce di tanti fantastici gioielli, le cui dimensioni contenute rendono la scatola ideale dai 6 anni in su. Indirizzata alla stessa fascia d’età è anche Barbie Frida Kahlo, ispirata alla famosissima artista messicana. Siamo nell’ambito della linea Inspiring Women, lanciata da Mattel nel 2018 per celebrare le più grandi figure femminili della storia. Barbie Crayola Colora la Moda, invece, include nel succoso boxset cinque pennarelli Crayola lavabili, pensati per decorare gli abiti di Barbie con fantasie sempre differenti. Fra i giochi di Barbie di fascia media più amati da bambine e ragazze di mezzo mondo, non potevamo non includere l’Unicorno Pettina e Brilla, tassello chiave dell’universo Dreamtopia della linea Barbie Fantasy Dolls. Manto candido, decorazioni arcobaleno, criniera e coda rosa: lo splendido animale è tanto colorato quanto divertente da pettinare. Virando verso i veicoli di Barbie, abbiamo scelto un modello unico, frutto della collaborazione nata fra Mattel e Fiat per celebrare i sessant’anni della bambola più famosa. Parliamo di Barbie Fiat 500, set che include una stilosissima bambola a bordo dell’iconica vettura emblema del made in Italy. Sempre in ambito di mezzi di trasporto, l’Ambulanza di Barbie è uno dei più esclusivi. Il veicolo di grandi dimensioni si apre per mostrare il ricco contenuto di accessori, fra cui una barella ed un kit di pronto soccorso. Macchina per le radiografie, sgabello e test per misurare la vista: non manca niente nell’ambulanza di Barbie, la cui sirena funziona davvero. L’ultimo set che abbiamo scelto vede Barbie ai fornelli, alle prese con gustosissimi manicaretti. Ricca di dettagli è la Cucina dei Sogni di Barbie, provvista di fornelli, forno, griglia e tanti scomparti per piatti e pentole. La fascia d’età consigliata è 4+.
(Dati aggiornati a novembre 2019 e soggetti a variazione nel tempo)

Fascia alta (oltre 70 euro)

Oltrepassata quota 70 euro, si apre la fascia alta del mercato che racchiude i giochi di Barbie più grandi e ricchi di dettagli. Tre sono i set più desiderati e ricercati nel nostro Paese. Si parte con lo straordinario Cavallo dei Sogni di Barbie, confezione che include anche un’esclusiva bambola in versione cavallerizza. Funzionante a batteria, il cavallo risponde a stimoli vocali e tattili, camminando in autonomia, ruotando su se stesso e muovendo il collo in varie direzioni. Sella, briglie e copricapo di Barbie sono solo alcuni degli accessori compresi nella scatola. Altro must-have per le fan della celebre bambola è il Camper dei sogni di Barbie, veicolo di dimensioni notevoli che si apre per mettere in mostra svariati accessori, fra cui una piscina con scivolo. Fra i set più ambiti, il terzo che abbiamo scelto è la Casa di Malibu di Barbie. In questo caso, le misure si fanno ancora più importanti, così come la varietà di ambientazioni e scenari disponibili. E come il camper, anche la casa di Barbie si apre mostrando una variegata collezione di oggetti aggiuntivi, fra cui tavoli, sedie, sgabelli, piatti ed accessori per il bagno. Ancora più grande, strutturata e costosa è la Casa dei Sogni di Barbie, edificio su tre piani provvisto di scivolo e piscina. Il numero degli ambienti ammonta ad otto e tutti sono modulari. Ascensore, garage ed un’abbondante selezione di suoni e luci rendono questo box un regalo irripetibile per un’occasione unica. E concludiamo il nostro viaggio nell’universo di Barbie con un altro giocattolo straordinario. Parliamo dell’Aereo dei Sogni di Barbie, il velocissimo jet privato col quale solcare i cieli e raggiungere in un attimo gli amici disseminati per tutto il mondo. Come di consueto, non manca all’appello una vasta fornitura di accessori, fra cui vassoi e carrello portavivande. È inclusa nella confezione anche l’esclusiva Barbie Pilota in alta uniforme.
(Dati aggiornati a novembre 2019 e soggetti a variazione nel tempo)

L’evoluzione della Barbie

Barbie career
Il 9 marzo 2019 è stata una data storica per la bambola più venduta di tutti i tempi. Si è festeggiato, infatti, il sessantesimo compleanno di Barbie. In casa Mattel, l’evento è stato celebrato con il lancio di venti modelli speciali che raccontano altrettante grandi donne salite alla ribalta negli ultimi anni. Le Barbie Role Models nascono per raccontare a bambine e ragazze i personaggi più rappresentativi della nostra era, fra i quali spicca anche la capitana della nazionale italiana di calcio Sara Gama. Offrire modelli solidi a cui ispirarsi è da sempre filo conduttore dell’universo Barbie, di cui espressione chiara sono anche le Barbie Inspiring Women, fra le quali brilla la stella di Frida Kahlo. Raccontare sessant’anni di storia richiederebbe un capitolo a parte. Ma vogliamo, comunque, ricordare quel lontano 9 marzo del 1959: la data di nascita di Barbie. È Ruth Handler, moglie di uno dei fondatori di Mattel a creare la bambola, partendo da un’idea tanto semplice quanto innovativa: fornire alle ragazze un giocattolo che imitasse la vita degli adulti. Battezzata come la figlia di Ruth, Barbie fa la propria comparsa sul mercato con addosso un costume zebrato che è già una dichiarazione d’intenti. Disponibile in variante bionda o bruna, il primo iconico modello vende qualcosa come 350.000 esemplari. Per Barbie, all’anagrafe Barbara Millicent Roberts, sono gli anni ’60 a decretare il successo su scala globale. Vengono lanciate le Barbie Career Dolls alle prese con nuovi impieghi e professioni. E la famiglia di Barbie si allarga ad altri personaggi, fra cui il fidanzato storico Ken. Case, macchine, animali e accessori di ogni sorta ampliano l’universo di Barbie negli anni a seguire. A distanza di sessant’anni, l’hype intorno alla bambola resta invariato. E anzi, il mondo di Barbie continua ad espandersi attraverso il lancio di modelli sempre nuovi. Barbie Fashionistas, Barbie Made to Move, Barbie Signature: ecco solo alcune delle linee di maggior successo presenti nel catalogo Mattel. Ma non mancano svariati gadget ispirati alla bambola e tanti contenuti multimediali, fra cui le molte serie animate dedicate al brand. Oggi la Barbie non è più filiforme come un tempo. Inoltre, tratti somatici e colori di capelli, occhi e carnagione sono quantomai variegati. A far evolvere l’immagine di Barbie non è stata solo una questione di mode. Ed il lancio di svariate versioni curvy di Barbie consolida il ruolo sociale della bambola per eccellenza, nell’ottica di assicurare a bambine e ragazze modelli contemporanei di emancipazione femminile.

Fonte immagini: web

Dimensioni, materiali e fasce d’età

30 cm è l’altezza standard della Barbie e rappresenta un canone nuovo. Rispetto a bambole e bambolotti in commercio negli anni ’60, la Barbie riproduce in modo più fedele le misure di un corpo umano. Ma soprattutto, estende i soggetti a figure adulte. Cambia l’approccio al giocattolo: non più un bimbo da cullare ma una serie di personaggi attraverso i quali mimare le attività dei grandi. Le forme delle Barbie si evolvono nel corso degli anni e, nonostante resti inalterata la caratteristica magrezza, le sagome si fanno più verosimili. Inoltre, alle articolazioni di braccia, gambe e collo vengono aggiunte quelle necessarie per muovere gomiti, ginocchia polsi e caviglie, rendendo la postura della bambola più realistica. Che sia una Barbie Fashionistas o una Barbie Career Dolls, il materiale costruttivo di partenza rimane la plastica, impiegata sia per i corpi delle bambole che per molti degli accessori a disposizione. Mentre per l’ampio guardaroba vengono utilizzati tessuti sintetici di vario tipo. I capelli di Barbie, invece, sono realizzati in nylon, materiale estremamente resistente e lavabile. Il ricorso agli accessori, a cui abbiamo già accennato, impone a Mattel una rigida politica sulle fasce d’età di riferimento. Proprio per la presenza di oggetti aggiuntivi di piccole dimensioni, le Barbie si indirizzano ad un pubblico di età uguale o superiore ai 3 anni. Ma non mancano modelli il cui ricco corredo di gadget rende adatti a bambine dai 4, 5 o 6 anni in su. Sempre chiaramente impressa su ogni scatola, la fascia d’età di riferimento è fondamentale nell’ottica di offrire alle piccole fan di Barbie ore di divertimento sano e sicuro.

Barbie Fashionistas o Barbie Career Dolls?

Delle centinaia di modelli disponibili in commercio, un numero cospicuo appartiene alle linee Barbie Fashionistas e Barbie Career Dolls, entrambe caratterizzate da una forte identità. Fanno parte del primo gruppo i modelli votati al fashion ed alla moda, ciascuno provvisto di abito unico fortemente caratterizzato. Lanciate nel 2009, le Barbie Fashionistas hanno conquistato un grande successo, rinnovandosi di anno in anno assieme alle collezioni che indossano. È questa la linea più contemporanea lanciata da Mattel con lo scopo di cogliere ed interpretare idee ed istanze sociali nuove. Non a caso, gli abiti ad alto tasso di stilosità delle bambole calzano a pennello anche a Barbie curvy o Barbie in sedia a rotelle. Barbie Career Dolls è, invece, una linea più classica, forte di una storia lunghissima. Risalgono agli anni ’60 le prime Barbie in abiti da lavoro, bambole che ritraggono la figura femminile al centro di una rivoluzione che la spinge con forza verso l’emancipazione. Giudice, astronauta, calciatrice, biologa marina, musicista: tantissime sono le varianti in commercio. Ed ogni confezione include anche divertenti accessori aggiuntivi coordinati.

Barbie Made to Move e Fantasy Dolls

Barbie Made to Move è una delle ultime nate in casa Mattel. Anche chiamata “Barbie snodata”, è disponibile in un numero piuttosto limitato di varianti da collezione. Il nome scelto ci fa capire piuttosto bene di che tipo di modello stiamo parlando. Si tratta di una Barbie dotata di articolazioni ai gomiti, alle ginocchia, alle mani ed ai piedi, pensate per farla muovere in totale libertà. E non a caso, indossa abiti sportivi e tenute da fitness. In più, la doppia articolazione delle gambe consente a Barbie Made to Move di esibirsi nelle più complesse posizioni Yoga. Barbie Fantasy Dolls è un’altra linea recente dalla forte identità. Un universo di fantasia dipinto con colori accesi: è questo lo scenario in cui si muovono le Fantasy Dolls, disponibili anche in variante sirena. Unicorni, fate, arcobaleni: queste Barbie sono immerse in un mondo sognante in compagnia di tanti altri personaggi, oggetti ed accessori. Costola della collezione è la linea Barbie Dreamtopia, ispirata alla celebre webserie lanciata da Mattel sui propri canali online. Prerogativa della serie è l’impiego di bambole vere al posto dei più tradizionali disegni animati.

Barbie Signature: le bambole più esclusive

Destinate dichiaratamente al collezionismo, le Barbie Signature s’ispirano a personaggi reali o di fantasia che hanno influenzato in modo forte la società e l’immaginario pubblico. Appartengono alla prima categoria le Barbie Inspiring Women, lanciate l’8 marzo 2018 per celebrare le figure femminili più importanti dell’ultimo secolo. Frida Kahlo, Sally Ride, Catherine Johnson: ecco alcune delle donne più influenti ritratte in chiave Barbie. Ma non mancano riferimenti contemporanei in grado di offrire a bambine e ragazze solidi esempi da seguire. Per il nostro Paese, ad esempio, è la capitana della nazionale di calcio Sara Gama ad essere stata di recente immortalata nei panni di una Barbie speciale. Virando verso i personaggi immaginari più celebri, le Barbie Signature Dolls attingono a piene mani dal mondo del cinema. Tante sono le Barbie a vestire gli abiti delle Marvel X-Men, fra le quali ricordiamo Tempesta, Mystika e Dark Phoenix. Ma grande fonte di ispirazione è offerta anche dall’universo di Star Wars, declinato da Mattel attraverso modelli esclusivi. Barbie Principessa Leila, Barbie R2D2 e Barbie Darth Vader: eccone solo un piccolo assaggio.

La famiglia di Barbie

Al successo della prima Barbie, lanciata nel 1959, fa eco un fenomeno di massa dalla portata enorme. Su incessante richiesta delle migliaia di fan della celebre bambola, Mattel ne arricchisce il mondo con accessori sempre nuovi. Ma è anche la famiglia di Barbie ad espandersi non poco dagli anni ’60 in poi. Oggi, a fianco delle molte linee che hanno Barbie come protagonista, ve ne sono alcune dedicate a nuovi personaggi. Il fidanzato Ken e le sorelle Chelsea e Skipper: ecco i volti più noti ed amati dell’universo di Barbie. Il primo, in particolare, può contare su tantissimi modelli della serie Ken Fashionistas, che lo vedono ritratto in tenute sempre alla moda che variano di anno in anno. È la linea più trendy lanciata da Mattel, che vede Barbie e Ken, sempre bellissimi, sfoggiare con eleganza gli abiti del momento. Ma molti altri sono i coprotagonisti delle avventure della bambola più famosa in assoluto. Col tempo, infatti, la famiglia si allarga alle sorelle Kelly, Stacy e Shelly. Senza considerare i gemelli Tutti e Todd. Ma non mancano all’appello gli amici, anch’essi fortemente caratterizzati. Midge è la migliore amica di Barbie che, però, ha nella propria cerchia di conoscenze anche i membri della Famiglia Cuore, famosissimi negli anni ’80. 

Case, veicoli, animali ed accessori: tutto il mondo attorno a Barbie

Ad accrescere il senso di immedesimazione offerto dai giochi di Barbie, contribuisce l’enorme bagaglio di accessori che la bambola porta con sé. Presenti in confezione o acquistabili a parte, i gadget aggiuntivi sono fondamentali per personalizzare l’esperienza di gioco a misura di bambina. Cinture, scarpe, borse, abiti da lavoro, phon, spazzole e via dicendo: tantissimi sono gli accessori di Barbie in grado di espandere ed arricchire le varie situazioni volta per volta. Ad avere un ruolo chiave nell’universo di Barbie sono anche i grandi accessori, quegli oggetti che hanno fatto la storia della bambola e che, dopo 60 anni, restano ancora desideratissimi. Parliamo della casa di Barbie e del camper di Barbie, in primis. Declinati in molteplici forme differenti, edifici e veicoli ricreano alla perfezione il mondo di Barbie, andandone a contestualizzare le azioni quotidiane. Ma ricoprono un ruolo di notevole peso in questo microcosmo fashion anche gli animali. Cani e gatti sono i protagonisti indiscussi, spesso inclusi nelle confezioni dedicate alle sorelle di Barbie Chelsea e Skipper. Mentre il Cavallo dei Sogni di Barbie resta uno dei set più ambiti, al cui interno è inclusa una stupenda Barbie in versione fantino. 

Le marche più popolari