Torna su
Il motore di ricerca per i tuoi acquisti
Categorie

Costruzioni LEGO: guida all’acquisto dei mattoncini per eccellenza

Con più di 100 anni di storia alle spalle, i mattoncini LEGO possono essere definiti le costruzioni giocattolo per eccellenza. Pur cambiando spesso volto nel corso degli anni, hanno mantenuto inalterata una spiccata identità che è chiave del loro successo. LEGO rappresenta oggi un impero multiforme ed in costante evoluzione, i cui prodotti sono declinati anche in formato di film, cartoni animati, videogames e gadget di ogni tipo. Il mattoncino resta, comunque, il cuore pulsante dell’azienda che ogni anno lancia decine di nuovi kit colorati, suddividendo il proprio enorme catalogo in svariate serie e sottocategorie. A differenziarle non sono solo i temi ma anche l’impegno richiesto in fase di assemblaggio, fattore che incide con decisione sull’età di riferimento. Nella nostra guida abbiamo sviscerato l’intero universo delle costruzioni LEGO, descrivendo la maggior parte dei prodotti in esso presenti. E proponendone una ricca selezione suddivisa in fasce di prezzo.
Tutte le guide
Indice
Prima dell’acquisto Quanto costano le costruzioni LEGO? Un mondo a forma di mattoncino Vai alla categoria
Lego
mattoncini LEGO

Prima dell’acquisto: hai le idee chiare?

Nel nostro breve sommario iniziale, abbiamo incluso tutti gli argomenti affrontati nella guida, a partire dall’aspetto economico. Eccoli di seguito riassunti punto per punto:

Il prezzo
Il prezzo dei set LEGO mediamente è più alto rispetto a quello della concorrenza. Oltre all’hype che solo un marchio del genere riesce a creare, c’è di più. Parliamo di qualità costruttiva e idee. In questa sezione, abbiamo incluso una ricca scelta di prodotti, suddividendoli in costruzioni LEGO di fascia economica, media e alta.

Un mondo a forma di mattoncino
Nell’introduzione all’universo LEGO, abbiamo voluto dare un quadro generale del marchio, partendo da un breve excursus storico. L’azienda danese, divenuta famosa negli anni ’60, ha conquistato il settore con intelligenza e fantasia. Ed ha saputo ampliare la propria produzione ben oltre le costruzioni. Sul nostro Magazine, tre eventi da non perdere per i LEGO lovers.

Le fasce d’età principali
I giochi LEGO sono cuciti su misura dei bambini, rispettando rigorosamente le norme di sicurezza previste a seconda dell’età. E non a caso, tale indicazione campeggia a caratteri cubitali su ogni scatola. Qui vedremo quali sono le tre fasce d’età principali nelle quali il catalogo si suddivide.

I set base di costruzioni LEGO
Si parte dall’origine, ovvero dai set contenenti esclusivamente i mattoncini. Disponibili in svariate forme e colorazioni, consentono ai più piccoli di far correre libera la fantasia. A seconda dell’età, è possibile scegliere fra set LEGO Duplo e LEGO Classic.

Duplo, City e Creator: i mattoncini nella vita quotidiana
Non c’è aspetto della realtà che i mattoncini LEGO non abbiano ritratto. Prima ancora delle tante saghe fantasy, infatti, la vita quotidiana è la prima fonte di ispirazione per linee di successo come LEGO Duplo, City e Creator.

Supereroi e saghe cinematografiche LEGO
Da Batman a Spiderman, passando per Harry Potter, Star Wars e Jurassic World. Ecco solo alcune delle saghe cinematografiche, spesso basate su eroi dei fumetti, che hanno ispirato alcune delle più celebri serie LEGO. In questa sezione descriveremo le principali.

LEGO e cartoni animati
Anche il mondo dell’animazione è stato reinterpretato da LEGO attraverso i propri mattoncini. Ma è anche vero il contrario, ossia che il successo di alcuni fortunati set di costruzioni ha fatto da apripista alle relative serie animate. LEGO Disney, Friends e Ninjago sono le più celebri.

Le costruzioni LEGO più complesse ed innovative
Alcuni elaborati set di costruzioni delle serie Technic e Architecture sono consigliati a ragazzi e ragazze dai 16 anni in su. Corredati talvolta da radiocomandi ed ingegnosi elementi elettrici, richiedono un impegno notevole e tanta pazienza.

Minifigures collezionabili
Solo a fine anni ’70 vedono la luce i primi “omini” LEGO, lanciati per completare i set di costruzioni dell’epoca. Oggi ribattezzati Minifigures, i personaggi collezionabili venduti in bustine colorate rappresentano una larga fetta del fatturato aziendale.

LEGO oltre i mattoncini
Il successo delle costruzioni, ha permesso a LEGO di ampliare significativamente il proprio bacino di produzione. In questa sezione, quindi, parleremo di film, videogames e gadget di ogni tipo: tutto a marchio LEGO.

Quanto costano le costruzioni LEGO?

prezzo LEGO
La qualità dei mattoncini LEGO, unita all’approccio creativo che ha sempre contraddistinto i prodotti del marchio danese, ne hanno decretato il grande successo. Il materiale plastico impiegato per realizzare i pezzi delle costruzioni LEGO è sicuro, resistente e cromaticamente stabile. E quest’insieme di fattori va ad incidere in modo significativo sul prezzo dei set. In ogni caso, l’enorme offerta presente nel catalogo LEGO si adatta un po’ a tutte le tasche, prevedendo scatole anche abbastanza economiche. Parliamo di confezioni piuttosto semplici che si configurano come tasselli di un mondo immenso da costruire, aggiungendo dettagli ed accessori volta per volta. Per offrire un quadro completo dei giochi LEGO, abbiamo suddiviso la gamma in tre fasce di prezzo, all’interno delle quali abbiamo individuato i set più creativi e divertenti. La fascia economica ha come tetto di spesa i 30 euro mentre quella media comprende box compresi fra i 30 ed i 100 euro. Superata tale soglia, si accede alla fascia alta, habitat naturale per le costruzioni più elaborate e complesse. Non a caso, molti dei prodotti LEGO Ideas, LEGO Architecture e LEGO Technic si posizionano proprio in questa categoria.
(Dati aggiornati a novembre 2019 e soggetti a variazione nel tempo)

Fascia economica (entro 30 euro)

I set economici di mattoncini LEGO sono venduti ad un prezzo inferiore ai 30 euro. Si tratta di confezioni contenenti dai 50 ai 400 pezzi, variabile sulla quale incide non poco la fascia d’età a cui sono indirizzati. Per bimbi dai 12 mesi ai 5 anni, LEGO Duplo è la linea di riferimento, abbracciando un ampio spettro di soggetti riguardanti animali, piante, edifici, mestieri e veicoli. Perfetto per i più piccoli, il set Treno degli Animali permette loro di familiarizzare con forme e colori. Mentre la Stalla dei Pony espande l’esperienza di gioco attraverso tanti accessori aggiuntivi. Nella nostra selezione, poi, non poteva mancare una confezione base ad altissima versatilità. LEGO Classic Mattoncini ed ingranaggi, infatti, non propone uno schema costruttivo preciso ma fornisce tutti gli strumenti per creare in totale fantasia, mostrandosi ideale dai 5 anni in su. Fra le linee di maggior successo, incontriamo anche LEGO City, la famiglia di prodotti pensata per regalare uno spaccato di quotidianità in salsa LEGO. Fuga sul fiume e Team della miniera sono due fra i set più divertenti e colorati, entrambi pensati per la fascia d’età 5-12 anni. Altro universo LEGO molto amato, specie dal pubblico femminile, è quello che si ispira alla serie animata Friends. Delle tre confezioni che proponiamo, il Mercato Biologico di Mia appartiene alla categoria Juniors, a metà strada fra Duplo e LEGO Classic. Se questo set è dedicato a bimbe dai 4 ai 7 anni, gli altri due spostano il target alla fascia 6-12 anni. Parliamo della Cameretta deluxe di Olivia e del Caffè degli Artisti di Emma, il primo box contenente 163 pezzi ed il secondo 378. In entrambi i casi, i molti dettagli ed accessori inclusi assicurano tante ore di divertimento in compagnia delle mitiche Friends. Virando in ambito maschile, la linea LEGO Ninjago è una delle più appassionanti ed ironiche, tanto da diventare un vero e proprio film animato. Disegnato per la fascia d’età 7-14 anni, il motoscafo Katana V11 è straordinariamente aggressivo nella sua livrea rosso fuoco. Humour e creatività la fanno da padrone anche nelle scatole ispirate al lungometraggio LEGO Movie, fra le quali abbiamo scelto il set Triciclo di Emmet, per bambini dai 7 anni in su. Restando sempre nella stessa fascia d’età, il buonumore lascia il passo ai brividi con la linea LEGO Hidden Side, incentrata sulle storie di fantasmi. Ed il Laboratorio Spettrale di J.B. è uno dei set più spaventosi, anche perché sfrutta le potenzialità aggiuntive della realtà aumentata. Concludiamo alla grande con il Drone Esploratore, box della linea LEGO Creator 3 in 1 ad alto tasso di modularità. Una volta assemblati i vari elementi, infatti, possono essere combinati per creare sempre nuovi soggetti.
(Dati aggiornati a novembre 2019 e soggetti a variazione nel tempo)

Fascia media (da 30 a 100 euro)

Per chi abbia un budget di spesa compreso fra i 30 ed i 100 euro, le possibilità offerte dall’universo LEGO si fanno ancora più estese. I set in commercio si arricchiscono di pezzi, dettagli e ambientazioni, ampliando ulteriormente l’immedesimazione. Per bimbi da due anni in su, la scatola LEGO Duplo Animali del Mondo è un concentrato di colori e scenari suggestivi. Mentre Il Grande Luna Park trasporta i più piccoli nel mondo del divertimento, ritraendo giostre e scivoli di ogni tipo. Per bambini e ragazzi dai 5 ai 12 anni, poi, la linea di riferimento si chiama LEGO City, serie che raccoglie situazioni e scenari quotidiani, declinandoli attraverso i mattoncini LEGO. Ed il bellissimo set Arresto in Montagna ritrae le forze dell’ordine alle prese con pericolosi malviventi. Con LEGO Ninjago, invece, la fantasia prende il sopravvento, mettendo al centro di tutto la lotta contro il male a suon di arti marziali. E fra le scatole più appassionanti, non potevamo non includere il Quartier generale S.O.G., dedicato alla fascia 6-14 anni. Se Ninjago si rivolge ad un pubblico prettamente maschile, non mancano box dedicati alle bambine. In particolare, sono le confezioni LEGO Disney Princess a farla da padrone, come nel caso del Castello dei Sogni di Cenerentola e della Barca della Festa Reale di Ariel. Ma come non considerare il mondo di Frozen, includendo il grande set Magico Castello di Ghiaccio di Elsa. Le tre confezioni sono pensate per la fascia d’età 6-12 anni. Mentre alle bambine dai 7 anni in su si rivolgono le costruzioni LEGO ispirate alle Friends, le fantastiche amiche della celebre serie animata. E fra i tanti set disponibili, abbiamo scelto il Camper Van di Mia, un coloratissimo mezzo per trasformare ogni momento in avventura. Altra linea molto originale è LEGO Creator: un mix perfetto di fantasia ed ispirazione. Dedicata a ragazzi da 8 anni in su, la Skate House modulare regala ore di divertimento grazie alle tante configurazioni possibili. Sempre della stessa serie è il Treno delle Vacanze Invernali, set ricco di dettagli disegnato per la fascia d’età 12+. E sfruttando le evolute Power Functions (acquistabili separatamente), è possibile far muovere la locomotiva e molti degli altri oggetti presenti nella scatola. Restando in ambito di meccanizzazione, Lego Technic fa sognare i ragazzi dai 10 ai 16 anni con l’Auto da Rally: un fantastico mezzo da corsa ultrarealistico. E per gli appassionati di architettura, la riproduzione fedelissima dello skyline di Shanghai trasforma i mattoncini LEGO in un oggetto da esposizione. Ideale per ragazzi da 12 anni in su, il set fa parte della linea LEGO Architecture.
(Dati aggiornati a novembre 2019 e soggetti a variazione nel tempo)

Fascia alta (oltre 100 euro)

Eccoci arrivati a descrivere i set di costruzioni LEGO più grandi ed ambiti. Superata quota 100 euro, infatti, il numero di pezzi sale considerevolmente assieme alle dimensioni delle creazioni. La prima scatola di fascia alta che vogliamo presentare appartiene alla linea LEGO Duplo. Il Grande Treno Merci è un enorme box contenente una locomotiva, una gru, un’imbarcazione e gli immancabili binari. Per bimbi dai 2 ai 5 anni il divertimento è assicurato. Il Molo dei Divertimenti di Heartlake City, invece, è uno strepitoso set della linea LEGO Friends, dedicato a bambine dagli 8 anni in su. Giostre, montagne russe, nave pirata fantasma: ecco tutto il necessario per trascorrere tante ore spensierate. Il Liceo Stregato di Newbury riprende la tematica horror e la espande attraverso la realtà aumentata. Si tratta di una scatola ricca di situazioni, personaggi e sorprese, perfetta per ragazzi dai 9 anni in su. Fra i giochi LEGO più ispirati, non possiamo non includere i set che riproducono oggetti e situazioni tratte da LEGO Movie 2. E l’enorme astronave Rexcelsior (per la fascia d’età 10+) è la punta di diamante della linea che ha come protagonista il mitico Emmet. Tanti ambienti diversi, porte apribili, cabina di comando e lanciarazzi: ecco solo alcuni dei dettagli presenti a bordo. Ancora più complesso nell’assemblaggio è il camion Mack Anthem della linea LEGO Technic. Perfetto per ragazzi da 11 anni in su, il set ritrae con dovizia di particolari uno dei mezzi pesanti più iconici del Nuovo Continente. Dedicato alla stessa fascia d’età è anche il box che riproduce la mitica Land Rover Defender, jeep vocata all’avventura per eccellenza. Immancabile anche in fascia alta è, poi, un’incursione nella serie LEGO Ninjago, una delle più amate in assoluto. Il Porto di Ninjago City è un gigantesco modello costruito su vari piani, al cui interno i nostri eroi preferiti si muovono in totale libertà. 13 sono le Minifigures incluse, oltre ad una moltitudine di oggetti da scoprire giorno dopo giorno. Data la mole di pezzi e l’elaborato assemblaggio, è consigliato dai 12 anni in su. Concludiamo con due set esclusivi dedicati ad altrettante saghe cinematografiche di successo. La Morte Nera della linea LEGO Star Wars ed il Castello di Hogwarts della linea LEGO Harry Potter espandono all’ennesima potenza il concetto di mattoncino. Suggestivi, sfaccettati e complessi da costruire, diventano oggetti da esposizione immancabili per tutti i fan. Il primo si mostra ideale per la fascia 14+, il secondo 16+.
(Dati aggiornati a novembre 2019 e soggetti a variazione nel tempo)

Un mondo a forma di mattoncino

LEGO hidden
Nathan Sawaya è stato il primo artista ad impiegare i mattoncini LEGO come mezzo espressivo. “The Art of the Brick”, la mostra che ha portato in giro per il Mondo il lavoro di Sawaya ha riscosso un successo clamoroso, quale dimostrazione d’affetto su scala globale del pubblico per le costruzioni LEGO. Oggi i mattoncini dell’azienda danese sono impiegati per declinare la realtà e la fantasia in centinaia di modi diversi e creativi. E alle costruzioni, il marchio ha affiancato un universo di gadget film, serie animate e videogames. Per risalire alle origini di tale fenomeno mondiale, bisogna tornare indietro nel tempo di più di 100 anni. Corre l’anno 1916 quando il falegname Ole Kirk Kristiansen apre la prima bottega a Billund. Specializzato in abitazioni ed arredi in legno, comincia a produrre i primi giocattoli solo nel 1932. L’iconico nome dell’azienda viene scelto due anni dopo quale fusione delle parole “leg” e “godt”, traducibili in italiano con “gioca bene”. LEGO, quindi, nasce ufficialmente nel 1934 ma è a fine anni ‘40 che vengono lanciati i progenitori degli odierni set componibili. Cambia anche il materiale costruttivo: non più legno ma plastica. E si va via via affinando la forma del mattoncino che, nel 1958, raggiunge l’aspetto definitivo. Nonostante alcune fasi piuttosto difficili, la crescita del marchio danese procede gradualmente negli anni ’60, culminando nell’apertura a Billund di Legoland: il primo parco a tema. E nel 1969 viene lanciata la linea Duplo, ancora oggi una delle più amate. Negli anni ’70, i giochi LEGO si fanno sempre più ricchi di pezzi e situazioni, andando ad includere finalmente anche i personaggi. La linea Technic, invece, è immessa sul mercato nel 1982, come apripista per l’enorme successo riscosso dai giochi LEGO negli anni ’80. Pirati e cavalieri sono i protagonisti dei set più desiderati dai bambini di mezzo mondo. E a fine anni ’90, fa la propria comparsa la linea LEGO Star Wars, ispirata ai personaggi della celebre saga fantascientifica che appassiona anche i grandi. Dal 2000 in poi il lancio di nuovi prodotti è sempre più incalzante, andando ad accompagnare spesso l’uscita di film o cartoni animati con protagonisti gli eroi di bambini ed adulti. Disney, Marvel, DC Comics, Harry Potter, Jurassic World e Stranger Things: ecco solo alcuni degli universi interpretati attraverso i mattoncini LEGO.

Fonte immagini: web

Ad ogni età le giuste costruzioni: uno sguardo alle tre fasce principali

I mattoncini LEGO, oltre che divertenti, sono educativi. Assemblare e combinare i vari elementi, infatti, contribuisce allo sviluppo delle capacità cognitive e spaziali. Il tutto a patto di scegliere le costruzioni LEGO giuste a seconda dell’età. Tale indicazione, sempre presente nelle confezioni, incide sull’esperienza di gioco, attraverso una calibrazione della difficoltà che tiene conto di svariate fasce d’età. Ecco le tre principali:

-          1-5 anni

All’interno della prima fascia d’età che abbiamo individuato, trovano posto i grandi mattoncini della linea LEGO Duplo ma anche i più classici pezzi di dimensioni standard. Proprio per questo, è possibile individuare due ulteriori sottofasce: 1-2 anni e 2-5 anni. Elemento comune a questi set è la semplicità dei componenti, specialmente scegliendo i box base contenenti esclusivamente i mattoncini. Salendo con l’età, poi, fanno capolino le scatole che includono personaggi e oggetti pensati per permettere ai bambini di familiarizzare con ciò che li circonda. Animali, veicoli, piante, mestieri ed edifici: nessuna categoria è trascurata. Il tutto sempre in totale sicurezza e nel rispetto delle stringenti norme che tutelano i bambini dai potenziali pericoli causati dai giocattoli.

-          6-11 anni

Anche questa fascia d’età può essere suddivisa in due sottosezioni: 6-8 anni e 9-11 anni. In entrambi i casi, a fianco delle linee classiche, fanno la loro comparsa i kit ispirati alle serie animate e cinematografiche più amate. Harry Potter, Star Wars, Friends: eccone solo alcune, alle quali si aggiungono quelle dedicate ai supereroi. Ciò che differenzia le due fasce di giochi LEGO è la complessità delle costruzioni ed il numero di pezzi presenti nella scatola. Anche la linea LEGO Technic si caratterizza per un approccio differente a seconda dell’età, prevedendo nei set più elaborati componenti a batteria, meccanismi ad ingranaggi e radiocomandi. Non mancano, poi, tanti accessori aggiuntivi da acquistare separatamente per personalizzare l’esperienza.

-          12+

Pensate per ragazzi da 12 anni in su sono le costruzioni più impegnative delle serie Technic, Creator Expert, Star Wars e Harry Potter. A questi set si affiancano quelli della linea Architecture che riproducono con dovizia di particolari le opere architettoniche ed i monumenti più conosciuti. Alcune scatole, inoltre, sono talmente strutturate da indirizzarsi ad un pubblico ancora più maturo, nella fascia da 16 anni in su. Particolarissima è, infine, la linea LEGO Ideas che include pacchetti creativi un po’ fuori dagli schemi, fra cui ricordiamo la riproduzione perfetta di Voltron, il celebre robot anni ’80 reso famosa dall’omonima serie animata.   

La fantasia al potere: i set base LEGO

Per cominciare a costruire con i mattoncini LEGO, non c’è cosa migliore che partire da un set base. Parliamo dei box generici contenenti singoli pezzi di forme e colori differenti. Certo, alcune scatole includono anche personaggi e animali oltre a semplici oggetti di uso comune, fra cui gli immancabili veicoli. In generale, però, non vincolando i bambini ad un tema preciso, questi set permettono loro di esprimere la propria fantasia creando da zero situazioni, edifici e scene di vita quotidiana. Attraverso le costruzioni LEGO, i più piccoli iniziano a familiarizzare con il mondo circostante, proponendone una personale interpretazione in miniatura. A differenziare i vari set base LEGO non sono solo forme e colori dei pezzi. Le dimensioni, infatti, cambiano a seconda che si scelgano box LEGO Duplo oppure Classic. Nel primo caso, i componenti di grandi dimensioni si mostrano perfetti per i più piccoli. Mentre le tante possibilità offerte dai mattoncini standard stimolano i più grandi a costruire oggetti elaborati. Anche il numero di pezzi presenti nella scatola incide non poco sulla complessità e varietà dell’esperienza di gioco. Senza contare che all’aumentare dei mattoncini, sale anche il prezzo delle scatole.

La vita quotidiana attraverso i mattoncini LEGO

Uno degli elementi vincenti delle costruzioni LEGO è dato dalla vastità di situazioni quotidiane che è possibile riprodurre con i mattoncini. Stazione della polizia, ospedale, caserma dei pompieri, banca e ufficio postale. E ancora, strade, ponti, imbarcazioni e veicoli di ogni tipo. Ma si potrebbe continuare a lungo elencando i tantissimi set LEGO City, LEGO Duplo e LEGO Creator, pensati per ritrarre scene reali con le quali bambini e ragazzi possano immedesimarsi. A differenza dei set base, queste scatole indirizzano il piccoli costruttori verso la realizzazione di specifici oggetti, edifici o veicoli, attraverso l’aggiunta di accessori più dettagliati e personaggi meglio caratterizzati. Ogni box contiene un manuale d’istruzioni completo e semplice, che guida passo passo i bambini nell’assemblaggio del modello. Ma molti set di costruzioni LEGO sono pensati per realizzare oggetti e situazioni differenti impiegando gli stessi pezzi. Versatili e divertenti, le scatole che ritraggono la vita di tutti i giorni aiutano i più piccoli a rapportarsi con gli altri e a scoprire il mondo. Il bello dei giochi LEGO sta nella libertà d’approccio alle costruzioni. In tal senso, una volta completato il modello proposto nella confezione, nulla vieta ai bambini di sfruttare i mattoncini per costruzioni sempre nuove.

LEGO nell’universo dei supereroi e della saghe cinematografiche

A fine anni ’90, LEGO lancia una delle linee di maggior successo di sempre: quella dedicata a Star Wars. Complice l’enorme seguito di fan che la saga fantascientifica per eccellenza ha saputo creare negli anni, i set LEGO Star Wars spopolano fra grandi e piccini. Il pubblico di riferimento si allarga a dismisura e le costruzioni LEGO, da sempre indirizzate ai bambini, individuano un target di utenti nuovo ed in costante crescita. Non a caso, dal 2000 in poi, i set ispirati a film e cartoni animati si moltiplicano. Il mondo dei supereroi, al quale LEGO dedica la linea Super Heroes, è fonte di grande ispirazione. Batman è forse il personaggio più amato ma anche gli eroi Marvel sono apprezzatissimi, Spiderman in primis. Così come i protagonisti della linea LEGO Harry Potter, il cui seguito di pubblico è quantomai ampio e trasversale. O le avventure preistoriche della serie Jurassic World, suggestionata dal celebre lungometraggio di Steven Spielberg e, ancora prima, dai romanzi di Michael Crichton. Il Signore degli Anelli, i Pirati dei Caraibi ed Indiana Jones: ecco altre appassionanti saghe declinate con i mattoncini LEGO. Ma lo sguardo dell’azienda danese si rivolge con interesse anche ai fenomeni seriali più recenti, andando a dedicare un set speciale all’articolato universo di Stranger Things

Mattoncini LEGO e cartoni animati

LEGO e cartoni animati rappresentano un binomio dal potenziale infinito. Il divertimento per i bambini raddoppia, potendo riprodurre con i mattoncini gli eroi delle serie animate preferite. In tal senso, i personaggi Disney restano i più amati e ambiti. Topolino, Paperino, Minnie, Pippo e Pluto: a fianco dei grandi classici, trovano ampio spazio eroi più recenti ma dal seguito enorme. Emblematico è l’esempio della linea di costruzioni LEGO dedicata a Frozen e, più in generale, alle Disney Princess. Disponibili anche in variante LEGO Duplo, i box Disney regalano ore di divertimento a bambini di tutte le fasce d’età. E lo stesso vale per i giochi LEGO ispirati a Friends, serie animata indirizzata al pubblico femminile. Tantissime sono le scatole che ritraggono le protagoniste, fra eventi mondani e situazioni più quotidiane. Espressamente pensata per i bambini, invece, è la serie Ninjago. In questo caso, però, sono i mattoncini LEGO a rappresentare il punto di partenza. La serie animata, infatti, è stata prodotta successivamente al lancio dei set ed è stata realizzata nel caratteristico stile LEGO ammirato in LEGO Movie.

Costruzioni complesse ed innovative

La fascia d’età 12+ racchiude i box LEGO più complessi ed innovativi, pensati per ragazzi che già hanno avuto modo di confrontarsi con costruzioni impegnative. La linea LEGO Technic, lanciata ad inizio anni ’80 e ancora oggi in voga, è uno dei simboli dell’azienda. Nata per riprodurre veicoli sportivi e mezzi da lavoro, conta al momento su centinaia di set stimolanti e divertenti. Il numero dei pezzi contenuti influenza la complessità, così come il pezzo. E l’aggiunta di radiocomandi, motori elettrici ed altri meccanismi evoluti, rende l’esperienza di gioco ancora più ricca. Vale lo stesso per i mattoncini LEGO della serie Creator Expert e Creator 3 in 1, gli ultimi dei quali sono anche modulari, offrendo ai ragazzi la possibilità di combinare vari elementi per ottenere oggetti ibridi. Hidden Side, poi, è la famiglia di prodotti LEGO ispirati al mondo dell’orrore, il cui comune denominatore è l’impiego della realtà aumentata per offrire sempre un nuovo volto alle situazioni di gioco. Infine, fra le costruzioni LEGO più apprezzate dal pubblico adulto, non possiamo non includere LEGO Architecture, la linea che riproduce con dovizia di particolari opere architettoniche, monumenti ed edifici storici, fra cui la Statua della Libertà e l’Empire State Building.

Minifigures collezionabili: i personaggi al centro di tutto

Nell’evoluzione delle costruzioni LEGO, il 1978 è un anno di svolta. Dopo un lungo periodo di incubazione, infatti, vedono la luce i primi personaggi a corredo di uno dei set più celebri e ricercati di sempre: il Castello dei cavalieri. Gli “omini LEGO”, ufficialmente battezzati Minifigures (o Minifig), diventano subito parte integrante dei giochi LEGO, offrendo ai bambini un livello superiore di interattività ed immersività. Una decina di anni dopo, l’aggiunta di gadget specifici assicura ai personaggi una caratterizzazione ancora migliore. Ma è solo dal 2010 che le LEGO Minifigures si fanno dichiaratamente collezionabili. È con il lancio della prima serie di Minifigures in bustina che il fenomeno si espande su larga scala, conquistando un pubblico ampio non costituito esclusivamente da bambini. Ogni bustina è venduta separatamente ad un prezzo molto accessibile. Il cliente non può vederne il contenuto ma può scegliere la linea di prodotto preferita. È proprio questo mix perfetto fra prezzo conveniente e desiderio di sorpresa a decretare il successo delle Minifigures, disponibili oggi in tantissime serie numerate, ognuna ispirata ad un tassello dell’universo LEGO.

LEGO oltre i mattoncini

Oltre ai set di mattoncini LEGO, il catalogo dell’azienda danese include tante altre categorie di prodotti. Non mancano gadget di ogni tipo, dal portachiavi alla tazza, contenitori a forma di mattoncino LEGO, passando per l’orologio e gli articoli di cancelleria. In più, LEGO disegna e realizza vari capi di abbigliamento, borse e zaini. È, però, l’ambito multimediale quello in cui LEGO ha saputo spendere meglio il proprio nome. Ci riferiamo, in particolare, ai giochi LEGO per console, disponibili sulle piattaforme Playstation, Xbox e Nintendo Switch. Tantissimi sono ormai i titoli lanciati nel corso degli anni, videogames che hanno portato ad un altro livello il tasso di immersività ed immedesimazione. Realizzati con uno stile unico e ben riconoscibile, hanno saputo narrare in modo alternativo le vicende dei supereroi Marvel e DC, di Harry Potter, di Frodo Baggins nel Signore degli Anelli e di molti altri personaggi di fantasia. Altro settore chiave in casa LEGO è quello delle produzioni animate e cinematografiche. Nel primo caso, parliamo soprattutto delle brevi clip presenti sul sito ufficiale e pensate per introdurre le varie ambientazioni delle costruzioni LEGO. Nel secondo caso, con un budget notevolmente più alto a disposizione, LEGO ha saputo realizzare lungometraggi campioni d’incassi, fra cui The LEGO Batman Movie e The LEGO Movie in DVD e Blu-Ray.

Le marche più popolari