Il motore di ricerca per i tuoi acquisti
Menu

Multimedialità senza frontiere: guida all’acquisto delle migliori webcam

Utilizzata comunemente per effettuare videochiamate in streaming, la webcam si abbina spesso al PC fisso, completandone la dotazione di accessori. Se mouse e tastiera sono periferiche indispensabili per interagire con il computer, la webcam PC ci consente di ampliarne considerevolmente le potenzialità. In aggiunta alle videoconferenze, infatti, una webcam di qualità offre scatti fotografici di tutto rispetto. E ci consente di registrare video a risoluzione variabile da utilizzare sul web, sia attraverso lo streaming in tempo reale che l’upload successivo sulle principali piattaforme per la condivisione di contenuti. Questo e altro ci offre la webcam, le cui specifiche tecniche è fondamentale valutare in fase di scelta. Qualità dei componenti, risoluzione, zoom, messa a fuoco, campo visivo e connettività: eccone solo un assaggio. Ma nella nostra guida abbiamo approfondito molti altri elementi chiave, a partire dal prezzo.
migliori webcam

Prima dell’acquisto: hai le idee chiare?

Nel nostro piccolo sommario di apertura, abbiamo raccolto una sintesi di tutti i temi affrontati nella guida. Così facendo, localizzare ogni argomento risulterà semplice e veloce. Tante sono le tipologie di webcam in commercio, differenti sia a livello strutturale che prestazionale. Di seguito, tutti gli elementi per individuare il modello giusto per noi.

Prezzo
Il mercato delle webcam PC è vasto e sfaccettato. Proprio per questo, circoscrivere il terreno di ricerca può rivelarsi utile. E non c’è modo migliore di farlo se non attraverso il filtro del prezzo. Per tale ragione, abbiamo suddiviso la nostra selezione di prodotti in tre fasce differenti: economica, media e alta.

Struttura e impieghi della webcam
Forme e colori delle webcam influiscono sulla scelta finale. Va detto, però, che a livello strutturale molti sono gli elementi comuni. In questa sezione vedremo quali sono e porremo l’accento sui vari utilizzi per cui le webcam sono pensate.

Tipologie principali
A seconda del budget a nostra disposizione, anche le funzionalità della webcam possono cambiare. I modelli più economici sono quelli provvisti di sola modalità video. Ma salendo di prezzo, incontriamo modelli con microfono integrato e, in certi casi, anche provvisti di uno o più speaker audio. Inoltre, vedremo quali sono le differenze fra webcam fisse e mobili.

Le specifiche tecniche più importanti
Qui sposteremo la lente d’ingrandimento sulle caratteristiche tecniche delle webcam wireless o con filo. In particolare, a rivelarsi fattori decisivi per la qualità dell’immagine sono la risoluzione, il numero di megapixel del sensore fotografico, il framerate, l’apertura del diaframma, il tipo di sensore montato e l’ampiezza del campo visivo.

Funzioni aggiuntive
Alcuni modelli contano su funzionalità aggiuntive in grado di allargare il range di operazioni che la webcam può eseguire. È il caso, ad esempio, dell’autofocus e dello zoom, oltre ai sistemi che assicurano una visuale chiara al buio. Telecomando, slot per le schede di memoria e funzioni fotografiche avanzate completano il quadro.

Connettività
Webcam Bluetootho Wi-Fi contro webcam con cavo USB: è questa la distinzione principale quando si affronta l’elemento connettività. Ma è anche utile porre l’accento sulle differenze fra modelli alimentati con filo e device a batteria.

Installazione della webcam
L’installazione della webcam è un passaggio solitamente piuttosto semplice, grazie soprattutto ai driver autoinstallanti. Inoltre, assieme al prodotto sono spesso venduti software speciali per ritoccare le immagini e migliorarne la qualità.

Posizionamento
Parlando di posizionamento, ci riferiamo alle molte modalità disponibili per collocare la webcam nell’ambiente. Frequenti sono i sistemi a pinza che si rivelano molto versatili. Ma per una stabilità superiore, meglio optare per un modello da disporre su un piano orizzontale.

Dimensioni, peso, design
In ultimo ma non per importanza, abbiamo inserito un’analisi degli aspetti estetici che possono condizionare l’esperienza d’uso, in particolare dimensioni e peso. Il tutto senza mai perdere di vista gli elementi di puro design.

Quanto costa una webcam?

prezzi webcam
Cominciare dal prezzo ci aiuta ad inquadrare bene il terreno di ricerca per il nostro acquisto. Sì, perché le caratteristiche tecniche delle webcam crescono assieme al prezzo e la qualità va progressivamente migliorando. Le tre fasce che abbiamo immaginato nascono da differenti esigenze degli utenti. Chi è alla ricerca di un prodotto a basso costo, avrà nella fascia economica il proprio punto di riferimento. Parliamo, nello specifico, di webcam PC dal prezzo non superiore ai 25 euro, come Genius QCam 6000. Semplicissime e compatte, offrono immagini dalla resa discreta. Ma se la priorità è ottenere video e foto più definiti e luminosi, meglio individuare un modello di fascia media, con budget massimo di spesa pari a 70 euro. Infine, oltre tale soglia si apre la fascia alta della categoria webcam per PC. I modelli che vi trovano collocazione, come Logitech C922, sono ricchi di funzionalità aggiuntive ed integrano sempre un microfono. I più evoluti, poi, sono provvisti di potenti speaker stereo che li rendono indipendenti da qualsiasi impianto audio aggiuntivo. E non manca la scelta anche in ambito di webcam wireless, prodotti senza fili per la massima flessibilità d’uso.
(Dati aggiornati a settembre 2019 e soggetti a variazione nel tempo)

Fascia economica (entro 25 euro)

Se la qualità di video e foto passa in secondo piano e prevale il desiderio di funzionalità in senso stretto, la fascia economica ha molto da offrire. Le webcam con prezzo inferiore ai 25 euro, pur non eccellendo per risoluzione o framerate, non si comportano male. Fra i modelli economici, è Trustil brand più attivo. Prendiamo, ad esempio, la mini webcam PC Exis, piccolissima e dal design tondeggiante. Molto pratica da posizionare grazie al morsetto a molla, assicura una risoluzione massima di 640 pixel. E sempre Trust propone la Spotlight Pro, webcam per PC con base d’appoggio ideale per superfici piane. Risoluzione HD e LED integrati per l’illuminazione della scena la rendono molto interessante. Anche la Logitech C270 garantisce un ottimo rapporto qualità-prezzo. Semplice da installare e agganciare allo schermo del computer, è arricchita da un buon sensore fotografico da 3 MP e dal microfono con riduzione del rumore. Chiudiamo la carrellata di fascia economica con la webcam PC HP HD-2300. Siamo al cospetto di un modello completo, forte di una risoluzione HD e di un framerate stabile sui 30 fps. Compatta e curata nel design, offre anche una panoramica a 360 gradi.
(Dati aggiornati a settembre 2019 e soggetti a variazione nel tempo)

Fascia media (da 25 a 70 euro)

Al confine fra fascia economica e media, incontriamo una webcam davvero sorprendente se ne rapportiamo le specifiche tecniche al prezzo. Ci riferiamo alla Microsoft Life Cam HD-3000, una periferica che sorprende anche per la cura estetica e la qualità costruttiva. Leggerissima e compatta, è dotata di risoluzione HD e autofocus. Analoga in quanto a risoluzione video è la webcam PC Logitech C310. Ma qui i 5 megapixel del sensore assicurano foto di qualità superiore. Stabile e semplice da regolare in altezza, conta anche su un ottimo microfono. Sempre da Logitech arriva la webcam per PC C525, evoluzione del modello appena descritto. Il prezzo è un po’ più alto ma i megapixel salgono a 8. Autofocus preciso e microfono con riduzione del rumore sono due dei punti di forza di una periferica che brilla anche in quanto a design. In ultimo ma non certo per importanza, vogliamo proporre la Microsoft Life Cam Cinema, una webcam di qualità che può lavorare senza problemi anche come videocamera di sorveglianza. Leggera e veloce da installare, garantisce un’elevata compatibilità con i principali sistemi operativi in circolazione. 
(Dati aggiornati a settembre 2019 e soggetti a variazione nel tempo)

Fascia alta (oltre 70 euro)

Con l’ingresso nella fascia alta, la risoluzione Full HD diventa comune per le webcam, fattore che incide decisamente sulla resa dei video. Fra le più interessanti per rapporto qualità-prezzo, la webcam PC Microsoft Life Cam Studio garantisce riprese davvero notevoli e si mostra adatta a chi gestisca un canale YouTube o dirette sui social. Autofocus e zoom 3x la rendono molto completa. Simile nelle prestazioni ma non nel design è la webcam per PC Razer Kiyo. Parliamo di un modello ultracompatto e reso unico dalla struttura futuristica di forma circolare. Davvero ottimo il microfono incorporato. Con la Logitech Conference Cam BCC950 facciamo un significativo salto in avanti che coincide con un aumento del prezzo d’acquisto. Siamo di fronte ad una webcam dotata di speaker audio cristallino, perfetta per videoconferenze professionali. Non mancano funzionalità evolute controllabili anche tramite il telecomando incluso. Ed un supporto estraibile permette al corpo di alzarsi per variare l’inquadratura. E concludiamo con una webcam wireless in grado di eliminare i cavi dell’alimentazione attraverso la batteria ricaricabile integrata e di trasmettere il segnale audio e video tramite il Bluetooth. Si tratta della Logitech Conference Cam Connect, un vero gioiello tecnologico ad altissima definizione.
(Dati aggiornati a settembre 2019 e soggetti a variazione nel tempo)

Struttura e impieghi della webcam

webcam con morsetto
La webcam non è altro che una videocamera digitale dal funzionamento analogo a quello della fotocamera del nostro smartphone. Provvista di una lente che permette alla luce di passare, riesce a catturare le immagini su un sensore elettronico. Numero di lenti, apertura del diaframma e caratteristiche del sensore incidono sulla qualità video. Ma il funzionamento resta sempre lo stesso. Una webcam PC, poi, invia le immagini al computer in tempo reale, rendendo possibile una videoconferenza in streaming o una diretta social. Frame e foto catturate, naturalmente, possono essere salvate sul disco rigido e utilizzate in seguito. E nulla esclude l’impiego della webcam con un portatile che ne monti di base una di bassa qualità. Dotata di supporto da tavolo o morsetto regolabile, può essere posizionata su un piano o ancorata al monitor del computer. Inoltre, alcuni modelli sono orientabili, fattore che assicura una superiore versatilità nelle inquadrature. Alimentate con filo o a batteria, le webcam possono trasmettere le immagini raccolte via cavo o sfruttando connessioni wireless. È questo il caso, ad esempio delle webcam Wi-Fi, modelli usati di frequente nell’ambito della videosorveglianza, argomento al quale abbiamo dedicato una guida specifica. Infine, oltre alla possibilità di girare video e scattare foto, le webcam sono usate di frequente dai gamers che giocano in multiplayer. In tale ottica, alcune webcam sono progettate per lavorare anche in coppia con una console di gioco ed un televisore.

Tipologie principali

L’utilizzo che andremo a fare della webcam determina la scelta del modello più adatto a noi. Di seguito, abbiamo messo assieme le tipologie principali in commercio, prendendo in considerazione le funzionalità base.

Webcam video
Diffusissima ed economica, una webcam video svolge egregiamente il principale compito di tale tipologia di prodotti. Parliamo di riprese video con qualità variabile ed esecuzione di scatti fotografici. Semplici e piuttosto compatte, queste webcam PC non sono provviste di microfono né, tantomeno, di speaker audio. E ciò significa che il suono dovrà per forza uscire dalle casse del computer o essere deviato in cuffia. In aggiunta, attraverso il microfono integrato negli auricolari stessi, potremo effettuare videoconferenze via Skype o registrare video da caricare su YouTube.

Webcam con microfono
Alcune webcam prevedono un microfono integrato che le rende utilizzabili anche senza cuffie, a patto che il computer sia collegato ad un impianto audio destinato all’amplificazione del suono. La qualità del microfono si lega molto a quella dei componenti che lo costituiscono. Ma anche alla tipologia dello stesso. In genere, nelle webcam è comune trovare microfoni omnidirezionali, capaci cioè di catturare i suoni provenienti da direzioni differenti. E non mancano prodotti che sfruttano evolute tecnologie per attutire i rumori ambientali che potrebbero risultare fastidiosi durante la conversazione.

Webcam con microfono e speaker vivavoce
Ad un livello più alto si collocano le webcam per PC con microfono e speaker audio. Tali modelli non necessitano di periferiche aggiuntive e si mostrano, quindi, comodissime da usare in contesti domestici o lavorativi. A fianco dei modelli con singolo altoparlante, trovano ampio spazio anche le webcam con speaker stereo dal suono più fedele. Prodotti del genere sono spesso realizzati per funzionare sia con cavo che a batterie. Una webcam wireless con microfono e speaker, infatti, rappresenta il sistema più completo e pratico per comunicare sfruttando la rete.

Modelli fissi o mobili
La distinzione fra webcam fissa o mobile non riguarda il tipo di posizionamento del prodotto, argomento che approfondiremo in una sezione specifica della guida. Qui parliamo della possibilità di orientare il corpo della webcam per variare l’inquadratura. Spostando meccanicamente l’obiettivo, infatti, potremo decidere in che modo il nostro interlocutore vedrà la nostra figura e l’ambiente circostante. Nella maggior parte dei casi, la webcam è dotata di supporto basculante che le consente di spostarsi in verticale ed orizzontale, oppure ruotare in tutte le direzioni fino a 360 gradi. Ma molto diffuse sono anche le periferiche con base a soffietto che si estende per sollevare l’inquadratura.

Le specifiche tecniche più importanti

La qualità di video e foto che la webcam può offrire si lega indissolubilmente alle proprie specifiche tecniche. Ci riferiamo sia ad elementi hardware che a implementazioni software. Di seguito le andiamo ad analizzare.

Risoluzione video e numero dei megapixel 
Porre l’accento sulla risoluzione è davvero importante. Espressa in pixel, ci dice quanto i nostri video saranno dettagliati. Una webcam con risoluzione HD, pari a 1280x720 pixel, rappresenta un ottimo compromesso fra definizione e consumo di risorse. Ma non mancano webcam PC in grado di raggiungere risoluzioni superiori, Full HD e 4K. Mentre i modelli più economici contano ancora sulla risoluzione VGA da 640x480 pixel. Va sottolineato, però, che la risoluzione in streaming è sempre più bassa rispetto a quella garantita per la registrazione di video offline. Il numero di megapixel, invece, incide sulla qualità delle foto. Esattamente come accade per una fotocamera digitale, maggiore è tale valore, migliore sarà la resa fotografica negli ingrandimenti.

Framerate 
Il framerate traduce numericamente la fluidità dell’immagine. Tale valore esprime il numero di frame per secondo (FPS) che la webcam per PC è in grado di catturare. Con 30 fotogrammi al secondo, ad esempio, otterremo un’immagine molto fluida. Ma non mancano prodotti in grado di assicurare 60 FPS o più.

Apertura diaframma e tipo di sensore 
Anche in questo frangente, ci troviamo di fronte a due parametri tipici delle fotocamere digitali. L’apertura del diaframma, non sempre indicata fra le specifiche tecniche, traduce numericamente la quantità di luce che passa attraverso l’obiettivo e si imprime sul sensore. Alti valori dell’apertura si esprimono con bassi valori numerici. Ad esempio, con un’apertura f/2.5 entra molta più luce che con un’apertura f/5.6. Ovviamente, ad un diaframma più aperto corrispondono immagini più luminose, specialmente in ambienti bui. Il sensore di una webcam, infine, è il componente che trasforma l’immagine catturata in formato digitale. I sensori CMOS sono i più comuni ma non mancano webcam con sensori CCD di qualità superiore.

Campo visivo
Concludiamo la nostra carrellata con un approfondimento sul campo visivo, il cui valore indica l’ampiezza dell’inquadratura della webcam del PC. Ad un campo visivo più vasto, quindi, si associa la presenza sullo schermo di un maggior numero di soggetti e particolari. Espresso in gradi, il campo visivo si riferisce sempre alla diagonale della superficie inquadrata. Con un valore di 80 o 90 gradi, siamo in presenza di un campo visivo piuttosto ampio. Ma alcune webcam si spingono anche oltre.

Funzioni aggiuntive

Abbiamo analizzato le principali specifiche tecniche che influenzano la resa finale di una webcam PC. Ma vi sono anche altri elementi da considerare riguardo alla qualità dell’immagine. E alla comodità d’uso. Eccoli sintetizzati:

Autofocus e zoom
Se i modelli ultraeconomici non sono arricchiti da queste due funzionalità, nelle webcam di fascia medie a alta fanno davvero la differenza. L’autofocus è determinante per avere un’immagine sempre perfettamente a fuoco, anche se il soggetto è in movimento. Un autofocus a più punti permette di lavorare contemporaneamente su varie porzioni di inquadratura, grazie ad una messa a fuoco indipendente. Lo zoom digitale, invece, ci dà la possibilità di stringere o allargare l’inquadratura, aumentando o diminuendo le dimensioni dei soggetti. 

Visuale notturna 
Se l’apertura del diaframma è l’elemento che più incide sulla luminosità delle immagini, non dobbiamo però trascurare altri due sistemi aggiuntivi progettati per lo stesso scopo. In particolare, il modo più semplice per illuminare la scena passa attraverso l’utilizzo di lampadine a LED montate sulla webcam wireless o con cavo. In modo analogo al flash di una fotocamera, si accendono in automatico quando la luce ambientale si abbassa troppo. L’uso degli infrarossi, invece, si fa indispensabile negli scenari particolarmente bui. Sfruttato anche sulle videocamere di sorveglianza, è in grado di tracciare l’immagine in assenza di luce e restituirla sullo schermo nella peculiare tonalità verde.

Telecomando e slot per SD
Il telecomando è fornito solo con i modelli di fascia alta, webcam Wi-Fi e Bluetooth ideali per videoconferenze di qualità in ambito lavorativo. In particolare, il telecomando ci permette di avviare e interrompere le chiamate, regolare il volume ed inserire il muto alle conversazioni. Inoltre, qualora la webcam lo permetta, sarà possibile controllarne il movimento sui vari assi e lo zoom. Grazie al vano per schede di memoria di tipo SD, invece, si rende possibile l’archiviazione in loco di video e foto. Così facendo, non sarà per forza necessario collegare la webcam al PC e salvare le registrazioni sull’hard disk.

Funzionalità evolute della fotocamera
Proprio come accade per le fotocamere digitali, alcuni modelli di webcam contano su funzionalità atte a migliorare lo scatto attraverso impostazioni software. Parliamo, nello specifico, delle scene selezionabili, fra cui ricordiamo la modalità ritratto, paesaggio o immagine notturna. Ma non manca la funzione di rilevamento automatico dei volti e la possibilità di aggiungere filtri per personalizzare lo scatto.

Connettività 
In tema di connettività di una webcam, due sono le variabili da considerare: il passaggio dei dati acquisiti ed il tipo di alimentazione. Nella maggior parte dei casi, entrambe le funzioni sono svolte da un cavo USB da infilare nella porta del computer, in grado di trasmettere le immagini catturate sul display e di fornire la necessaria carica energetica. Per webcam PC di fascia superiore, però, tale sistema risulta insufficiente. Quando l’alimentazione tramite porta USB non basta più, infatti, è necessario ricorrere ad un alimentatore esterno da parete. Mentre per ciò che riguarda il passaggio delle immagini, solo un cavo HDMI ci permette di sfruttare al massimo la risoluzione del nostro modello. Le webcam wireless, inoltre, sono alimentate sia tramite cavo che attraverso batterie ricaricabili, fattore che ne rende l’impiego molto flessibile. Comode da spostare e posizionare, assicurano un’elevata personalizzazione delle inquadrature. E quando parliamo di connettività senza fili, entriamo anche nel campo delle webcam Wi-Fi, modelli di fascia alta che trasmettono le immagini catturate senza bisogno di cavi ma utilizzando come ponte la rete internet di casa o dell’ufficio.

Installazione della webcam

Una volta collegata la webcam al computer, è possibile avviare la procedura di installazione.Sul nostro Magazine, come configurare la webcam Logitech c922. In molti casi, tale processo ha luogo in automatico, attraverso il download dei driver necessari per il funzionamento. L’autoinstallazione della webcam PC è il sistema più comodo per metterla in funzione. Ma è anche possibile avere accesso ai driver tramite un supporto esterno, ovvero un CD da inserire nel lettore ottico, indispensabile quando non si abbia a disposizione un collegamento alla rete. In questi casi, una procedura guidata ci accompagnerà durante l’installazione, permettendoci di personalizzare il nostro device. Assieme al driver della webcam per pc, le aziende produttrici mettono di solito a disposizione dell’utente una serie di software aggiuntivi per l’elaborazione delle immagini tramite filtri ed effetti specifici. In alternativa, i sistemi operativi più diffusi a bordo dei computer (Windows e iOS) prevedono software pensati per l’accoppiamento e l’utilizzo della webcam senza richiedere il download di pacchetti aggiuntivi. Attraverso questi programmi, è possibile accedere a varie impostazioni relative all’immagine. Potremo regolare la qualità video attraverso la risoluzione ed il framerate. Ed impostare il numero di megapixel delle foto. Inoltre, qualora la webcam lo permetta, sarà possibile attivare l’HDR, il time lapse ed il timer per l’autoscatto

Posizionamento

Collocare correttamente la nostra webcam è il modo migliore per sfruttarla appieno attraverso inquadrature ottimali. Nella maggior parte dei casi, viene posizionata sul bordo superiore dello schermo del computer, al quale si aggancia tramite un supporto a pinza provvisto di molla. Ma non mancano modelli da scrivania, la cui base d’appoggio piatta rende le immagini molto stabili . E lo stesso ragionamento vale se intendiamo sistemare la webcam PC sopra una mensola. Usate di frequente per le videoconferenze, sono arricchite dal microfono e da uno o più speaker audio. Indipendentemente dal luogo scelto, parecchi modelli in commercio possono essere orientati sul piano orizzontale e verticale, fattore che rende l’inquadratura altamente personalizzabile. Alcune webcam, inoltre, contano su un braccio estraibile per la regolazione in altezza dell’obiettivo. Grandissima libertà è, poi, offerta dalle webcam wireless, siano esse Wi-Fi o Bluetooth. Liberandoci dei cavi necessari per il collegamento al computer, queste periferiche possono essere spostate senza problemi nell’ambiente. Ancora più evolute sono le webcam per PC con motorino integrato che ne controlla il movimento. Sempre provviste di telecomando per la gestione delle funzioni a distanza, sono il massimo in quanto a comodità.

Dimensioni, peso, design

Il design è un elemento chiave delle webcam presenti sul mercato, tanto da orientare con decisione la scelta dei consumatori. Ma le variabili di natura estetica sono, in molti casi, legate alle funzionalità della periferica. Le mini webcam PC, ad esempio, sono ultracompatte e leggere, spesso di forma tondeggiante. L’assenza di microfono e speaker porta questi modelli entry-level a pesare pochissimo, assestandosi sui 50 grammi. Essenziali e facili da trasportare, si prestano anche per l’utilizzo in mobilità. Webcam PC con microfono e speaker audio, invece, si fanno più grandi e pesanti. E ciò è inevitabile considerata la presenza di componenti aggiuntivi dall’intrinseco peso. Si tratta, in larga parte, di modelli allungati orizzontalmente, dotati di illuminazione LED e base di supporto estensibile, il cui peso è compreso fra i 100 e i 300 grammi. Le webcam wireless da scrivania, poi, sacrificano la compattezza per assicurare prestazioni audio e video migliori. Caratterizzate da una forma cilindrica, integrano nella base dei potenti altoparlanti in grado di offrire un suono molto pulito. Le lenti, invece, trovano spazio nella parte superiore, fattore che contribuisce a rialzare l’inquadratura. In certi casi, modelli di tale natura, arrivano a pesare più di mezzo chilo. A far crescere il peso, infine, contribuisce anche la presenza a bordo della batteria ricaricabile.

Le marche più popolari

Torna su