Tech 30 novembre 2019

Recensione Mario Kart Tour

Mario Kart Tour

Mario Kart Tour è l’ultimo capitolo della fortunata serie di giochi di corsa con i protagonisti di Super Mario Bros. Questa volta però c’è una differenza fondamentale, perché non si gioca su Nintendo Switch, Nintendo DS o Nintendo Wii U. Mario Kart Tour, infatti, è un gioco per iPhone, iPad e dispositivi Android. Un gioco ideale per godersi al meglio il nuovo iPhone 11 oppure il vostro Xiaomi Mi Note 10, o qualsiasi smartphone vogliate regalarvi per Natale.

Molti giocatori di vecchia data potrebbero storcere il naso pensando in modo dispregiativo a “un gioco per cellulare”, ma si sbaglierebbero. Tanto per cominciare perché Nintendo ha un’esperienza più che consolidata con gli schermi di piccole dimensioni dai tempi del Game Boy, e ne ha accumulata anche sui moderni smartphone, partendo con la pubblicazione di Super Mario Run.

mario-kart-tour

Mario Kart Tour è infatti un gioco eccellente. Sin dal primo avvio si nota la grande cura che Nintendo ha messo nello sviluppo di questo titolo, che gode di una grafica di alto livello. E giocandoci se ne scoprono gli altri pregi.

Grafica

Voto: 8/10

Mario Kart Tour è un gioco esclusivamente multiplayer, e ciò significa che senza connessione a Internet non si può giocare. Visto che oggigiorno tutti hanno tanti gigabyte disponibili sul telefono, nonché molte reti Wi-Fi a cui collegarsi, non dovrebbe essere un problema. Detto questo, di sicuro avremmo preferito anche una modalità a giocatore singolo.

La struttura del gioco è simile a Mario Kart per console. Bisogna ottenere un trofeo dopo l’altro, e a ogni vittoria si guadagnano punti, in forma di stelline, da spendere per sbloccare i livelli successivi. Ci sono molti tracciati su cui correre, e ognuno dei vari piloti disponibili se la cava meglio su certe piste che su altre. Un dettaglio da tenere in debita considerazione, se vorrete vincere. E quando comincia a sembrare tutto troppo facile, basta passare alla categoria (cilindrata) superiore per innalzare il livello di sfida.

Si ottengono bonus anche per azioni acrobatiche ben riuscite, sia che stiate guidando il vostro kart oppure uno dei divertentissimi mezzi volanti.

Gameplay

Voto: 8/10

Tutto questo significa che per restare competitivi e vincere anche ai livelli più alti, quindi in competizione con i giocatori più bravi, dovrete sbloccare quanti più personaggi e kart possibile. Potrebbe farvi pensare al classico e famigerato “pay to win”, modo di dire con cui si descrivono quei giochi in cui per vincere l’unica strada possibile è mettere mano alla carta di credito.

Fortunatamente non è così: Mario Kart Tour è accessibile senza spendere un centesimo, e si può anche arrivare ai massimi livelli senza ricorrere agli acquisti in-app.

Mario Kart Tour

Come tutti i giochi di questo genere, anche con Mario Kart Tour il rischio è di incappare nella monotonia. Si fa una corsa, si accumulano punti, si spendono i bonus e si ricomincia. Nintendo risponde a questo potenziale difetto con aggiornamenti che per ora sono arrivati costantemente, e che introducono nuove piste e nuove decorazioni – le più recenti sono, prevedibilmente, a tema natalizio. Non mancano gli eventi speciali, a cui potrete giocare solo in certi periodi dell’anno.

Insomma, questo gioco potrebbe sembrare basilare ma offre in realtà moltissimi contenuti, e promette di intrattenervi per moltissime ore senza necessariamente spenderci dei soldi. Anche se ovviamente sarete tentati di spendere qualche euro per ottenere qualche bonus più in fretta, e di certo non c’è nulla di male nel farlo.

Giudizio finale

Voto: 7/10

Pro

Contro

Il problema quando si gioca con uno smartphone è che bisogna letteralmente mettere le mani sullo schermo per controllare il gioco stesso, rischiando di coprire l’area di gioco. Nintendo ha cercato di risolvere creando un gioco che richiede solo un dito, il che è interessante per più di una ragione.

Non solo si riduce al minimo il problema dello schermo coperto, e si guadagna la possibilità di tenere il telefono e giocare usando una sola mano, che in qualche occasione potrebbe rivelarsi davvero importante (giocare con due mani su un treno affolato, per esempio, potrebbe essere difficile).

Il vostro Kart quindi accelera da solo, e con il dito dovrete occuparvi di derapate e azioni speciali. Basta trascinare il pollice nella direzione della sterzata, in alto o in basso per lanciare un oggetto, oppure toccare lo schermo al momento giusto per un’acrobazia. È semplice, ma non pensiate che sia facile! Anzi, per facilitare la vita ai più pigri, Nintendo ha inserito tra le opzioni anche la possibilità di gestire le derapate in modo automatico.

Acquisti in-app

Mario Kart, come abbiamo accennato, è un gioco gratuito. E in linea di principio potreste giocarci anni senza tirare fuori un centesimo. Il gioco, prevedibilmente, vi mette di fronte tentazioni di vario genere per invogliarvi a spendere qualche euro. Potrete scegliere se acquistare prodotti singoli, come l’accesso a un certo evento speciale o una scorta della valuta di gioco. Oppure scegliere l’abbonamento mensile: 6 euro al mese in cambio dei quali avrete bonus aggiuntivi, oggetti speciali e accesso alla difficoltà massima.

Mettendo tutto insieme si arriverebbe a spendere una discreta sommetta, ma la nota positiva, lo ripetiamo, è che con Mario Kart Tour ci si può divertire molto anche senza spendere niente.

Detto questo, l’approccio di Nintendo da questo punto di vista ci sembra un po’ troppo aggressivo.

Nell’insieme Martio Kart Tour resta un gioco fantastico dal installare sul vostro smartphone, che abbiate un iPhone o un modello Android. Non è particolarmente esoso in termini di risorse, quindi vi basterà anche uno tra i migliori smartphone di fascia media.

Offre una bella grafica, è semplice e immediato da capire, e permette di divertirsi alla grande senza spese aggiuntive.

Valerio Porcu
Valerio Porcu

Classe 1976, ha studiato elettronica e letteratura, con una specializzazione in didattica delle lingue. Grazie all’unione della formazione tecnica con quella umanistica, ha sviluppato uno sguardo critico e attento, e la capacità di osservare con attenzione e distacco lo sviluppo tecnologico, sia per i grandi salti evolutivi sia per i piccoli oggetti di uso quotidiano. Uno sguardo maturo che sa...Leggi tutto

Scrivi un commento

Altri articoli che potrebbero interessarti

Xbox-Series-X-vs-Playstation-5
Tech 18 febbraio 2020

PS5 e Xbox Series X: tutto sulle console next-gen in uscita nel 2020

Il 2020, l’anno in cui usciranno le console di nuova generazione, cioè PS5 di Sony e Xbox Series X di Microsoft, è finalmente arrivato. Ormai il ciclo vitale di PS4 e Xbox

xbox series x
Tech 17 febbraio 2020

Xbox Series X: l’invito per la stampa ad aprile?

Xbox Series X, ovvero la console che andrà a sostituire l' attuale Xbox One andando a sfidare la futura erede di PS4 ponendo nuove basi per quanto riguarda l’intrattenimento videoludico, potrebbe essere

E32020
Tech 14 febbraio 2020

E3 2020: gli sviluppatori appaiono in un leak

Mancano ancora circa 5 mesi all’E3 2020, l’importante manifestazione a tema videoludico che si tiene ogni anno durante il mese di giugno a Los Angeles. Una vera e propria pietra miliare dove