Lifestyle 9 maggio 2020

La storia di Weber, il barbecue simbolo del sogno americano

Weber Grill Academy

Gli appassionati di barbecue collegano direttamente il concetto di grigliata a Weber: il marchio leader indiscusso nel settore ha una storia alle spalle che gli ha permesso di affermarsi in tutto il mondo come uno dei brand più amati nel settore dei grill.

La storia del barbecue e quella di Weber sono fortemente legate. Dietro alla storia di Weber c’è quella di un uomo che ha saputo incarnare il sogno americano, sviluppando e concretizzando un’idea vincente, diventando così un imprenditore di successo.

Dopo la nascita del primo modello “Kettle” ancora oggi in commercio e rinnovato nella versione Original Kettle E-4710 il marchio non si è mai fermato e ha continuato a produrre nuovi prodotti innovativi come Weber Q1400 per grigliare sul balcone o Weber Pulse 2000 che unisce la qualità Weber alla tecnologia, controllando la temperatura attraverso un termometro bluetooth e un’app ufficiale.

barbecue-weber-pulse-2000

Weber Pulse 2000: il barbecue smart

Che origini ha il Barbecue?

Quando Cristoforo Colombo arrivò in America, oltre al territorio meraviglioso, scoprì una cultura gastronomica molto differente da quella europea ed in modo particolare rimase colpito dal metodo di cottura utilizzato dagli Indigeni locali.

Le tribù degli indiani nativi d’America cuocevano la carne con una tecnica chiamata “barbacoa” : il cibo veniva posizionato sopra una stuoia sospesa per garantire la sicurezza degli alimenti e, grazie alle braci accese, veniva cotto e contemporaneamente conservato grazie alla presenza di fumi.

Dopo aver scoperto il nuovo mondo Colombo tornò in Spagna portando con sé anche il nuovo metodo di cottura che gli europei trasformarono in “barbecue” producendo una struttura più robusta in muratura.

Weber: il primo Kettle e l’importanza del coperchio

Il primo Kettle, come lo conosciamo e usiamo ancora oggi, ha invece origini più recenti.

Nel 1952 George Stephen, dipendente del Weber Bros Metal Works si trovava a ricercare una soluzione per poter continuare a cuocere la carne sulla griglia anche nelle giornate più ventose. La presenza di vento, infatti, provocava fiammate pericolose ed esponeva i suoi famigliari al pericolo. Stephen, osservando nel magazzino dove lavorava una boa di segnalazione metallica inutilizzata, ebbe un’intuizione su come ovviare a questo problema: decise di prendere ispirazione dalla semisfera per poter creare un coperchio con impugnatura per poter cuocere la carne in maniera ottimale e sicura.

Il successo di Weber è sicuramente legato a questa intuizione geniale che ha portato allo sviluppo del coperchio, che non solo protegge dalle fiammate indesiderate, ma che consente anche una cottura omogenea e di qualità mantenendo la carne morbida e succulenta.

1952-George-Stephen-Weber

Mostrato agli amici, il nuovo strumento riscosse subito successo e questo spinse George Stephen, anche grazie al sostegno della moglie Marge, a commercializzare Original Kettle e a fondare il marchio Weber-Stephen.

Da quel giorno l’azienda non si è mai fermata e i barbecue a sfera Weber sono tra i più venduti in tutto il mondo.

La passione e la voglia di lasciare il segno di George e della moglie Marge è stata trasmessa ai figli che ancora oggi si occupano della gestione aziendale; dopo aver affermato la posizione a Chicago con una sede principale, i figli si sono occupati della diffusione del marchio in tutto il mondo ed in modo particolare in Europa dove sono state create diverse filiali.

Oltre ad essere al passo con le nuove tecnologie però, Weber ha anche fondato la Grill Academy, la prima scuola al mondo dedicata alla cottura su barbecue e ha sviluppato una gamma di ricettari dedicata agli appassionati di grigliate.

barbecue libro weber

Weber: una gamma completa

George Stephen aveva chiaro in mente l’importanza di crescere ed evolvere, proponendo una gamma di grill sempre rinnovati seguendo le esigenze di cottura e le ultime tecnologia. Questa voglia di non fermarsi e di continuare il lavoro di ricerca ha sicuramente contribuito a rendere Weber uno dei marchi più apprezzati nel settore.

Negli anni l’azienda ha capito l’importanza di sviluppare un pacchetto completo, compreso di accessori e combustibili. Chi sceglie Weber, infatti, può accedere ad una gamma di accessori per cucinare la carne in modo perfetto, soprattutto seguendo i consigli della Grill Academy. Tra gli accessori indispensabili per un amante del barbecue non possono mancare le pinze premium Weber ideali sia per girare la carne che per riorganizzare la carbonella mantenendo le mani a distanza di sicurezza dalle fiamme, mentre per chi cerca modi alternativi per usare la griglia c’è la pietra refrattaria per poter cuocere la pizza.

Negli anni sono stati prodotti infatti barbecue a carbonella, a gas ed elettrici adattandosi alle esigenze e alle tendenze di ogni epoca. Tra i modelli più celebri ricordiamo Barbecue Ranger nel 1965, Barrel Bar-B-Q nel 1972 e Summit Plutinum del 2002, una delle novità più recenti.

I Barbecue Weber più amati

Original Kettle E-5730

Weber Original Kettle E-5730
Original Kettle è stato il primo modello proposto da Weber ed è ancora oggi uno dei best seller. In origine aveva un struttura piuttosto basica e un design minimal, negli anni però si è evoluto adattandosi ai gusti e alle tendenze del momento. Una delle varianti più apprezzate è Original Kettle E-5730 in grado di cucinare e affumicare contemporaneamente la carne posizionata sulla griglia.

Weber Master-Touch GBS E-5750

Weber Master-Touch GBS E-5750
GBS E-5750 è ideale per le grigliate all’aperto: si tratta di un barbecue alimentato a carbone con un sistema di areazione all’avanguardia che garantisce cottura e affumicatura in contemporanea. È tra i più amati per la presenza di una griglia di cottura incernierata Gourmet ma anche grazie al supporto Tuck-Away dotato di termometro e posizionato sul coperchio.

Weber Spirit II E-210

Weber Spirit II E-210
Alimentato a gas si distingue dagli altri prodotti Weber per l’innovazione e la tecnologia avanzata; si tratta sicuramente di un top di gamma e infatti Weber Spirit II E-210 rientra anche tra le proposte più costose ma il prezzo è giustificato dalle numerose funzioni e dalla capacità di soddisfare anche i clienti più esigenti.

Angelica Losi
Angelica Losi

Nasce a Pavia nel giugno del 1990 e come ogni gemelli combatte quotidianamente tra un lato estremamente razionale ed uno decisamente più distratto e sognatore. Dice di essere nata nell’epoca sbagliata e la sua anima appartiene sicuramente agli anni della dolce vita; da sempre appassionata di moda e costume colleziona libri a tema che negli anni le hanno permesso di...Leggi tutto

Scrivi un commento

Altri articoli che potrebbero interessarti

spaghetti di verdura spiralizer
Lifestyle 2 giugno 2020

Spiralizer: gli spaghetti di verdura per restare in forma

L’hashtag #zoodles sui social conta quasi 450.000 condivisioni e se all’inizio il trend degli spaghetti di verdura interessava per lo più vegani e crudisti, oggi è considerato un piatto alternativo per mantenere

giornata mondiale hamburger
Lifestyle 28 maggio 2020

Giornata mondiale dell’hamburger: festeggiamo il panino simbolo degli USA!

Il panino simbolo degli Stati Uniti ha la sua giornata ufficiale! Il 28 maggio il mondo celebra il panino più famoso di tutti i tempi. Bastano pochissimi ingredienti, una bistecchiera dove cuocerlo

come fare lo yogurt in casa
Lifestyle 11 maggio 2020

Yogurt: come prepararlo in casa con e senza yogurtiera

Lo yogurt è un alimento sano, ricco di virtù e molto versatile, tanto che possiamo consumarlo al naturale ma anche utilizzarlo per ricette dolci e salate. Durante le settimane in cui siamo