Il motore di ricerca per i tuoi acquisti
Menu

Epilazione e depilazione fai da te: che differenza c’è?

Esistono diversi metodi per eliminare i peli e ognuno ha il suo preferito. Ecco pro e contro di tutti i metodi di epilazione e depilazione.
Di Irene Bicchielli Aggiornato il 11 maggio 2022
epilazione e depilazione differenze

La depilazione è un’attività di cura della persona che le donne praticano da secoli: già Cleopatra eliminava i peli superflui utilizzando la cera d’api come se fosse un’antica ceretta. Oggi per fortuna abbiamo a disposizione metodi meno dolorosi e più pratici per depilarci in ogni parte del corpo ma ognuno di questi sembra avere delle controindicazioni: c’è chi cerca la via meno dolorosa, chi vuole un risultato a lunga durata, chi ha la pelle sensibile e chi non ha una buona manualità e desidera un metodo di depilazione il più semplice possibile.

La maggior parte delle persone si depila a casa e si ritrova quindi a poter scegliere tra tanti metodi diversi, che rispondono ad ognuna di queste esigenze: basta conoscere i pro e i contro di ognuno di questi per scegliere il metodo perfetto per noi, per una pelle liscia e vellutata.

metodi di depilazione ed epilazione

Qual è la differenza tra depilazione ed epilazione?

Prima di tutto, però, è necessaria una premessa: anche se spesso utilizzate come sinonimi, epilazione e depilazione sono in realtà due trattamenti molto diversi tra loro. Ovviamente entrambi sono finalizzati alla rimozione dei peli superflui ma si tratta di tecniche molto diverse, che provocano reazioni differenti sulla pelle.

Per depilazione si intende il taglio del pelo nel punto di congiunzione con la pelle, eliminando così il fusto del pelo, ossia la parte visibile che esce fuori dalla pelle. Tutti i metodi depilatori non sono dolorosi, proprio perché non agiscono sulla radice, ma hanno una durata molto breve: in pochi giorni i peli saranno già ricresciuti.

Per epilazione si intende invece la vera e propria estirpazione della radice. I metodi epilatori sono in grado dunque di rimuovere l’intero pelo, dalla radice del follicolo pilifero all’intero fusto. Questo garantisce ovviamente un risultato più duraturo, ma si tratta di tecniche più dolorose.

Qual è il miglior metodo per la depilazione?

La depilazione è dunque un sistema economico, pratico e indolore proprio perché va semplicemente a tagliare il pelo. Scegliete questi metodi per i momenti di emergenza, ma anche se avete una bassa sopportazione del dolore.

Ecco quali sono i metodi di depilazione più diffusi, con tutti i pro e contro.

depilazione con rasoio

Depilazione con il rasoio

Un grande classico, tutte noi ne abbiamo uno in casa, non fosse altro che per le emergenze dell’ultimo minuto. Indolore e rapido, non è però adatto a chi ha la pelle molto sensibile perché può causare irritazioni, rossori e brufoletti sotto pelle; per evitare questo, sarebbe sempre meglio utilizzare il rasoio sulla pelle bagnata e insaponata e, una volta finito, passate una crema lenitiva come ad esempio l’aloe vera. Il rasoio è particolarmente indicato per le ascelle e le gambe, dove la pelle è elastica e tutte le zone sono completamente visibili quindi non correrete il rischio di tagliarvi.

Crema depilatoria, per pelli sensibili

Il meccanismo è identico a quello del rasoio, ma il funzionamento non è meccanico bensì chimico: le creme depilatorie vanno spalmate sulla pelle, lasciate agire per il tempo necessario e poi rimosse con una spatolina. Porteranno via con sé tutti i peli superflui della zona, che ricresceranno dopo qualche giorno.
La crema, proprio perché sfrutta un meccanismo chimico, agisce un po’ più in profondità del rasoio quindi la ricrescita sarà più lenta. Si tratta di un metodo indolore ed economico, adatto anche alle pelli delicate o allergiche ad alcune componenti della crema: esistono infatti creme specifiche per pelli sensibili, come Vichy Crema Depilatoria. Evitate questo metodo in zone dove avete piccole ferite o escoriazioni.

Quali sono i metodi di epilazione?

L’epilazione ha sicuramente il grande vantaggio di essere molto più duratura: quando i peli vengono strappati alla radice, ci mettono almeno due settimane a ricrescere quindi per un po’ di tempo potrete stare tranquille. I contro? Si tratta di metodi dolorosi e, per essere efficaci, dovete aspettare che i peli siano abbastanza lunghi quindi ci sarà sempre un momento di passaggio in cui dovrete convivere con i vostri peli.

Vediamo ora i metodi di epilazione fai da te più comuni.

epilazione uomo

Epilatori laser domestici

Gli epilatori laser sono apparecchi che emettono un fascio di luce che si trasforma in calore al contatto con la pelle e distrugge i bulbi pilifieri che si trovano in fase attiva. Pur essendo un metodo relativamente poco doloroso, bisogna precisare che gli epilatori a luce pulsata domestici sono meno potenti di quelli professionali e quindi saranno necessari diversi utilizzi prima di ottenere buoni risultati.

L’aspetto positivo è che, una volta che la luce pulsata distrugge il bulbo pilifero, il pelo non ricresce più quindi si tratta dell’unico metodo definitivo o semi-definitivo!

Questi dispositivi hanno un costo medio alto ma, visti i risultati, è un investimento che può valere la pena. Il Philips Lumea Prestige è uno dei migliori per rapporto tra qualità e prezzo, probabilmente una delle più valide opzioni casalinghe. Emette fino a 450.000 impulsi di luce grazie all’innovativo sistema a scorrimento che non interrompe mai il flusso. Si può scegliere la potenza in base al tipo di pelle e il sistema di sicurezza impedisce l’attivazione involontaria del flash per un utilizzo sempre sicuro.

Epilatori elettrici fai da te

Quando il primo epilatore elettrico arrivò sul mercato ebbe un enorme successo perché consentiva, in modo molto semplice, di eliminare i peli superflui, che non ricrescevano per diverse settimane. Il problema è che si tratta comunque di un metodo doloroso e che si incorre nel tanto comune problema dei peli incarniti: per evitare questo, ricordate di fare uno scrub ogni volta che siete sotto la doccia e vedrete il problema risolversi da solo.

Gli epilatori elettrici di nuova generazione sono sempre meno dolorosi e consentono di rimuovere anche i peletti più corti. Inoltre, alcuni modelli possono essere utilizzati sotto l’acqua.

L’epilatore elettrico Braun Silk-épil 9 SensoSmart è un modello senza fili e si può usare direttamente sotto la doccia, eliminando anche i peli più corti della ricrescita. La tecnologia SensoSmart guida in modo intelligente l’epilazione sulla pelle, mantenendo sempre la giusta pressione per una rimozione dei peli impeccabile in ogni zona. La testina massaggiante aiuta ad alleviare il dolore e il pizzicore tipico e una testina più larga del 40% consente di depilare ogni zona in modo più rapido.

Ceretta a caldo e a freddo

La ceretta è uno dei metodi preferiti da donne e uomini e tutti noi ci abbiamo provato almeno una volta.

Le strisce di ceretta a freddo sono sicuramente più pratiche e facili da usare ma assicurano una durata leggermente inferiore rispetto alla ceretta a caldo, che va spalmata sulla pelle e poi strappata via con l’aiuto di speciali strisce. La ceretta è uno dei metodi più utilizzati perché i peli ricrescono dopo due-quattro settimane ma è abbastanza dolorosa (anche se, man mano che si fa si sente sempre meno dolore), soprattutto in alcune zone; dopo i primi tentativi, il metodo risulta molto semplice e consente di liberarsi di tutta la peluria in un’unica volta.

Il rischio di irritazioni, capillari rotti e infiammazioni è molto alto quindi abbondate con una crema lenitiva dopo esservi depilati.

Irene Bicchielli
Irene Bicchielli

Nata nel 1988 a Firenze, dove vive ancora oggi, ha da sempre uno smisurato amore per le parole. Ha imparato a leggere e a scrivere prima delle scuole elementari e da allora non ha più smesso: lettrice seriale con un'originale passione per i romanzi storici, ha frequentato il liceo classico e poi si è laureata in Scienze Politiche per diventare...Leggi tutto

Scrivi un commento

Altri articoli che potrebbero interessarti

Torna su