Come pulire la macchina del caffè e la moka?

Nessun italiano rinuncerebbe mai al caffè, ma non tutti sanno come andrebbe pulita nel modo corretto la macchina del caffè o la moka. Scopriamolo!
Di Irene Bicchielli 10 ottobre 2021
caffè o moka

Non c’è nessun italiano che non abbia una macchina del caffè o una moka a casa sempre pronta per un buon espresso. Che sia mattina, pomeriggio o sera, il rito del caffè è speciale per molti di noi ma, come tutti gli elettrodomestici grandi e piccoli, anche la macchina del caffè periodicamente va pulita. Lo stesso vale per la moka, anche se in molti pensano che sia sufficiente sciacquarla dopo ogni utilizzo per averla pulita. In particolare, è importante liberarsi del calcare che potrebbe accumularsi all’interno della macchina; l’ideale sarebbe di ripetere l’operazione di pulizia straordinaria una volta ogni due o tre mesi, in base a quanti caffè preparate ogni giorno.

E se non volete usare agenti chimici, esistono anche dei metodi naturali per pulire la macchina del caffè. In questo articolo scopriamo alcuni metodi utili e pratici, da adottare fin da subito.

Come si pulisce la macchina del caffè espresso?

macchina da caffè

La macchina del caffè che abbiamo a casa, proprio come quella del bar, ha dei meccanismi di funzionamento interni che necessitano di essere costantemente ripuliti per evitare che funzionino sempre peggio fino a rompersi del tutto. L’uso quotidiano, infatti, può creare concentrazioni di calcare e depositi che potrebbero compromettere non soltanto il buon funzionamento della macchina, ma anche il livello di igiene, trasformando l’elettrodomestico in un ricettacolo di germi! Il calcare invece impedisce al caffè di fuoriuscire correttamente e può anche alterarne il sapore, rendendolo poco gradevole da bere.

Prima di procedere alla pulizia, leggete il manuale delle istruzioni e verificate che non esistano dei prodotti specifici per il vostro modello di macchina da caffè: molti produttori, come Lavazza o De Longhi, hanno creato dei kit decalcificanti o degli speciali filtri che evitano la formazione del calcare all’interno della macchina. Eseguite sempre questa operazione di pulizia quando la macchina non è surriscaldata, quindi appena accesa: vi sarà sufficiente aggiungere il prodotto nel serbatoio e procedere alla preparazione di un caffè. Ricordatevi di posizionare un recipiente più ampio al posto della tazzina e terminate con un passaggio con sola acqua per eliminare ogni residuo del prodotto decalcificante.

Inoltre, alcune macchine da caffè sono dotate di uno specifico programma di decalcificazione o di pulizia automatica, quindi controllate bene le istruzioni prima di procedere.

Come decalcificare la macchina del caffè in modo naturale?

Se preferite non utilizzare prodotti chimici, esiste un’ottima alternativa naturale per eliminare il calcare dalla vostra macchina del caffè: l’aceto. Il procedimento è esattamente lo stesso ma, invece di usare il prodotto del kit decalcificante, preparate una soluzione con 250 ml di aceto bianco e 750 ml di acqua e versatela nel serbatoio: fate partire la macchina del caffè finché la soluzione non sarà esaurita. L’aceto ha il potere di eliminare i depositi di calcare quando viene a contatto con l’acqua molto calda ed è una sostanza del tutto naturale, senza controindicazioni e non inquinante, quindi perfetta per chi ha scelto di fare le pulizie in modo green!

Se era presente del calcare all’interno della macchina, l’acqua che fuoriesce sarà leggermente opaca. Una volta terminata l’operazione, riempite di nuovo il serbatoio con sola acqua e fate di nuovo partire la macchina: un passaggio con sola acqua eliminerà residui e odori di aceto. Se non pulite la macchina da molto tempo, potete anche utilizzare la miscela di acqua e aceto per due o tre volte, per assicurarvi di eliminare completamente anche il calcare più incrostato.

Al posto dell’aceto bianco potete utilizzare mezzo succo di limone sciolto in mezzo litro d’acqua: otterrete lo stesso risultato. Evitate invece di usare il bicarbonato perché, essendo una polvere che con l’acqua crea una sorta di patina, potrebbe intasare il meccanismo ottenendo quindi l’effetto opposto!

Come pulire una moka?

moka

La moka, tutti lo sanno, non andrebbe mai pulita con il sapone, perché i residui potrebbero alterare il sapore e l’aroma del caffè. La moka va sciacquata semplicemente con acqua corrente dopo ogni utilizzo, ma in pochi considerano che proprio l’acqua corrente contiene calcare che, giorno dopo giorno, si accumula nella macchinetta e potrebbe danneggiarne il funzionamento.

Per la pulizia straordinaria della moka, vi servirà anche in questo caso dell’aceto bianco e del sale. Ecco come procedere.

A questo punto la vostra moka dovrebbe essere come nuova e ogni eventuale residuo di calcare sarà stato eliminato!

Irene Bicchielli
Irene Bicchielli

Nata nel 1988 a Firenze, dove vive ancora oggi, ha da sempre uno smisurato amore per le parole. Ha imparato a leggere e a scrivere prima delle scuole elementari e da allora non ha più smesso: lettrice seriale con un'originale passione per i romanzi storici, ha frequentato il liceo classico e poi si è laureata in Scienze Politiche per diventare...Leggi tutto

Scrivi un commento

Altri articoli che potrebbero interessarti