Tech 7 novembre 2019

OPPO: nuovo brevetto per un tablet che diventa smartphone

Oppo pieghevole

I dispositivi pieghevoli, ovvero quelli dotati di un display flessibile che può essere piegato in modo da diventare più grande o più compatto, a seconda delle varie implementazioni, sembrano essere la tendenza del momento. Una tendenza però ancora acerba, in cui i vari produttori hanno riscontrato diverse difficoltà a livello tecnico, che hanno portato ad alcuni ritardi per quanto riguarda la commercializzazione.

Basti pensare al Samsung Galaxy Fold e al Huawei Mate X, presentati a inizio anno durante il Mobile World Congress di Barcellona. Questa volta è OPPO a dire la sua, con un brevetto che lascia intendere una soluzione molto particolare e diversa rispetto a quanto visto finora. Il brevetto approvato dalla WIPO descrive quello che sembra essere un tablet pieghevole che ha però la versatilità di uno smartphone.

Brevetto OPPO

Il brevetto depositato da OPPO mostra un nuovo concetto di dispositivo flessibile.

In parole povere, la parte tablet, diventa una vera e propria custodia per lo smartphone. Il tablet contiene al suo interno il display flessibile e una batteria, mentre è lo smartphone a contenere l’elettronica, il processore e in generale tutti i componenti funzionali e necessari al suo funzionamento.

Sostanzialmente sembra di avere a che fare con uno dei primi Padfone X di Asus, un dispositivo che faceva affidamento su uno smartphone che, una volta inserito in una speciale dock con batteria e display da 10 pollici, permetteva di usufruire della potenza dello smartphone, con un’interfaccia più grande.

Nel caso di OPPO, il tablet può essere piegato anche per metà e l’alloggiamento per il dispositivo si trova all’interno di una delle due parti dello schermo.

In parole povere, è come se si collegasse lo smartphone a un display esterno, facendone così il mirroring dello schermo e potendo usufruire, quando lo si necessita, di una superficie più grande. Trattandosi solamente di un brevetto, non ci sono ancora informazioni ufficiali per quanto riguarda l’eventuale arrivo, o le specifiche tecniche. Certo è che gli smartphone tradizionali come l’OPPO Reno, il OnePlus 7T e tanti altri, potrebbero avere i giorni contati, per lasciare spazio a una serie di dispositivi pieghevoli di nuova generazione.

Vittorio Pipia
Vittorio Pipia

Nato nel 1992 ho sempre avuto una grande passione per i motori e per la tecnologia, passioni che ho poi sempre coltivato fino a farle diventare parte del mio lavoro. Da circa 4 anni provo, analizzo diversi prodotti delle più svariate categorie, dall’intrattenimento audio-visivo fino agli elettrodomestici passando per la domotica. Analisi che condivido poi online in diversi modi, con...Leggi tutto

Scrivi un commento

Altri articoli che potrebbero interessarti

Tech 18 febbraio 2020

Z Flip ha lo schermo in plastica? Samsung risponde

Samsung ha tenuto un evento di presentazione l’11 febbraio presentando non solo la nuova gamma composta da Galaxy S20, Galaxy S20 Plus e Galaxy S20 Ultra, ma anche dal particolare smartphone pieghevole

Qualcomm
Tech 18 febbraio 2020

Processore Snapdragon 865+ in arrivo?

Qualcomm lo scorso dicembre ha presentato il processore Snapdragon 865 che abbiamo visto per la prima volta a bordo di Xiaomi Mi 10 e ZTE Axon 10s Pro. La tecnologia, però, avanza

huawei-p40
Tech 18 febbraio 2020

Huawei P40 forse avrà un sensore da 52 Megapixel

Huawei si appresta ad annunciare gli eredi di P30 e P30 Pro tra qualche settimana. La gamma P40 sarà costituita molto probabilmente da più dispositivi e i rumor a poco più di