Tech 1 luglio 2020

Snapdragon Wear: una nuova generazione di indossabili

Wear 4100

Qualcomm ha presentato due nuovi processori dedicati al mondo degli indossabili: parliamo dello Snapdragon Wear 4100 e dello Snapdragon Wear 4100+. I nuovi SoC andranno a sostituire l’attuale Snapdragon Wear 3100, usato in tanti dispositivi come per esempio il Fossil Gen 5 o il Huawei Watch GT 2.

La piattaforma di nuova generazione è stata realizzata con processo produttivo a 12 nanometri e garantirà tanta potenza ma soprattutto un consumo energetico ridotto. La struttura comprende il processore principale, un co-processore per la modalità Always-On che garantisce un consumo ridotto.

Uno dei punti dolenti del Wear 3100 è stato infatti il consumo energetico ridotto, che permetteva si di arrivare a fine giornata ma non garantiva una durata superiore, rendendo di fatto inutilizzabili le funzioni di monitoraggio del sonno integrate in tutti gli smartwatch.

Snapdragon

I nuovi processori Qualcomm per dispositivi indossabili forniranno maggiori prestazioni e minori consumi.

La maggiore potenza permetterà agli sviluppatori di studiare nuove funzioni sempre più avanzate mentre i costruttori potranno senza dubbio adottare componenti più spinte, come schermi con maggiore definizione e sensori più precisi, che consentiranno di monitorare attività fisica, sport e tanto altro e fornire così dati più accurati agli utenti.

Pankaj Kedia, Global Business Head di Qualcomm, ha affermato che la strada intrapresa è quella giusta: l’azienda è partita infatti dai lati positivi del processore di vecchia generazione, per migliorare invece i fattori su cui è stata riscontrata qualche criticità. Uno sviluppo necessario per una nuova generazione di wearable e indossabili, sempre più importanti nella vita quotidiana grazie alla possibilità di monitorare spostamenti e stato di salute in ogni momento.

Vittorio Pipia
Vittorio Pipia

Nato nel 1992 ho sempre avuto una grande passione per i motori e per la tecnologia, passioni che ho poi sempre coltivato fino a farle diventare parte del mio lavoro. Da circa 4 anni provo, analizzo diversi prodotti delle più svariate categorie, dall’intrattenimento audio-visivo fino agli elettrodomestici passando per la domotica. Analisi che condivido poi online in diversi modi, con...Leggi tutto

Scrivi un commento

Altri articoli che potrebbero interessarti

fold
Tech 13 luglio 2020

Galaxy Fold 2: rimandata la presentazione?

Samsung ha rimandato la presentazione del Galaxy Fold 2, erede del primo Galaxy Fold che secondo le prime indiscrezioni avrebbe dovuto vedere la luce durante la presentazione di Galaxy Note 20, il

Mi AIR
Tech 13 luglio 2020

Xiaomi Mi AI Super Camera: si ritorna a una fotocamera?

C’era un tempo in cui tutti gli smartphone, dall’entry level ai top di gamma, erano dotati di un solo sensore fotografico posteriore. Una singola fotocamera che bastava per fare tutto. Con Huawei

Mate
Tech 13 luglio 2020

Huawei Mate V appare nella prima foto

Che Huawei Mate V fosse uno smartphone pieghevole era ormai nell’aria e di questo ve ne avevamo già parlato in un precedente articolo. Le voci affermavano che il nuovo top di gamma