Lifestyle 15 maggio 2020

Le mascherine in tessuto diventano un accessorio alla moda

972240632

Se c’è una cosa per cui gli italiani si sono distinti anche durante il decreto #iorestoacasa è la creatività: c’è chi ha puntato su hobby più creativi come gli origami, i mandala da colorare o il cucito e chi ha reinventato la propria azienda cercando di dare un contributo concreto al proprio Paese.

Però non solo gli amatoriali si sono dati alla creazione di accessori alla moda, sono molti gli artigiani e anche i designer luxury che si sono impegnati nella creazione di qualcosa di utile e funzionale in questo momento come le mascherine in tessuto lavabili.

Gli esperti del mondo della moda, gli influencer e gli stilisti hanno già definito la mascherina un accessorio cult a cui non rinunciare nei prossimi mesi e sono tanti i brand e gli artigiani che si sono lanciati nella creazione di collezioni di mascherine in tessuto colorate ed esteticamente accattivanti.

Durante l’ultima fashion week e gli ultimi eventi mondani legati al mondo della musica e del cinema non sono mancate le mascherine fashion, da Billie Eilish che ai Grammy Awards ha sfoggiato una mascherina firmata Gucci (indossata anche da Miley Cyrus) alle proposte andate subito sold out di Fendi e Louis Vuitton.

Miley-Cyrus mascherina

Non solo gli artisti artisti e i vip stranieri, anche Chiara Ferragni sul suo profilo social ha mostrato quelle firmate da Etai Drori mentre Myss Keta ne ha fatto un simbolo del suo personaggio, ancor prima dell’emergenza.

Mascherine lavabili in stoffa

Nonostante le mascherine in stoffa non siano da considerare un dispositivo medico, possono essere utilizzate con alcune accortezze. Il New York Times ha fatto un interessante approfondimento sui tessuti, segnalando quelli più protettivi dopo aver condotto ricerche in merito. I risultati hanno evidenziato che tra i più efficaci e resistenti si trovano i cotoni dalle trame fitte come flanella e denim mentre i cotoni più leggeri risultano meno protettivi ma vengono consigliati come copri-mascherina chirurgica.

Lo studio ha inoltre parlato dell’importanza di sovrapporre almeno due strati di materiali e soprattutto la necessità di avere una mascherina in grado di aderire perfettamente ai lati del viso per non comprometterne l’efficacia.

Mascherine lavabili

Tra le mascherine lavabili made in Italy spiccano le mascherine Boccadamo realizzate con due strati di cotone e uno strato interno di TNT in polipropilene; Boccadamo si è impegnato a mantenere la qualità tipica della produzione artigianale italiana offrendo però prezzi competitivi.

Sono numerosi i brand italiani che si sono lanciati in questa nuova avventura, avendo il coraggio di reinventarsi e contribuendo anche a sostenere il proprio Paese in un momento in cui la produzione di mascherine sembra non bastare mai. Fazzini, marchio italiano specializzato nella produzione di tessile per la casa, dopo aver ricevuto l’autorizzazione da parte dell’Istituto Superiore di Sanità ha iniziato a produrre mascherine in tessuto lavabili certificate nella versione “Conchiglia Type IIR” ad uso medico e “Conchiglia Plus” per la comunità.

Acquistare una mascherina lavabile fatta a mano è sicuramente un buon modo per contribuire anche alla ripresa del paese in un settore come quello tessile gravemente colpito dai blocchi di produzione.

Da Alba, l’azienda Miroglio leader nel settore dell’abbigliamento curvy con esperienza di oltre 70 anni nel settore, arriva l’idea di produrre mascherine in cotone idrorepellente, utilizzabili più volte dopo essere adeguatamente igienizzate.

Mascherine lavabili con filtro

Tra le mascherine utili per affrontare questo periodo ci sono le mascherine lavabili con filtro; molti modelli artigianali infatti prevedono una tasca studiata per inserire i filtri certificati. In questo modo si può unire la certificazione e la sicurezza al design.

In caso non sia possibile inserire un filtro, gli esperti consigliano di sovrapporre la mascherina in tessuto a quella sanitaria per garantire maggiore protezione.

Mascherine lavabili: come utilizzarle e igienizzarle

Tra i tanti modelli attualmente in commercio stanno prendendo piede le mascherine in tessuto lavabili, soprattutto per l’aspetto green anti-spreco in contrasto con quelle usa e getta.

Tra i pro, oltre a quello di poterla riutilizzare c’è quello di avere un accessorio alla moda da abbinare al proprio look giocando anche con colori come il denim e fantasie all over floreali, animalier, a pois e anche vichy.

L’igienizzazione della mascherina lavabile può variare a seconda del tessuto ma sul sito del Ministero della Salute è data come indicazione generale quella di effettuare un lavaggio a 60 gradi con detersivo igienizzante e di seguire le istruzioni del produttore.

 

Angelica Losi
Angelica Losi

Nasce a Pavia nel giugno del 1990 e come ogni gemelli combatte quotidianamente tra un lato estremamente razionale ed uno decisamente più distratto e sognatore. Dice di essere nata nell’epoca sbagliata e la sua anima appartiene sicuramente agli anni della dolce vita; da sempre appassionata di moda e costume colleziona libri a tema che negli anni le hanno permesso di...Leggi tutto

Scrivi un commento

Altri articoli che potrebbero interessarti

condizionatore e covid
Lifestyle 18 giugno 2020

Condizionatori e Covid: come comportarsi per la sicurezza?

Il caldo è ormai arrivato in tutta Italia, tra pochi giorni sarà estate. Se da una parte questo significa che passeremo molto più tempo all'aperto e che probabilmente il virus Covid-19 risentirà

immuni applicazione
Tech 15 giugno 2020

Immuni: via al download in tutta Italia

(Questo articolo, pubblicato nel Magazine di Trovaprezzi.it il 26 maggio 2020, è stato aggiornato in data 15 giugno 2020) Immuni è pronta per il download. La nota applicazione, che dovrebbe permettere il

come scegliere la mascherina
Beauty 6 giugno 2020

Mascherine: come sceglierle?

Concluso il lockdown che ci ha tenuti chiusi nell’ambiente domestico per 55 giorni, è arrivato il momento, per ognuno di noi, di confrontarsi con le attività quotidiane da svolgere fuori di casa.