Tech 21 settembre 2020

Cuffie Bluetooth: come sceglierle e quali comprare

Cuffie Bluetooth, come scegliere

(Questo articolo, pubblicato nel Magazine di Trovaprezzi.it il 10 marzo 2019, è stato aggiornato in data 21 settembre 2020)

Quando si tratta di cuffie e auricolari ci sono tantissimi diversi modelli tra cui scegliere, e la prima grande discriminante è scegliere delle cuffie con il cavo oppure cuffie Bluetooth. Nel primo caso non bisogna preoccuparsi di caricare la batteria degli auricolari (o delle cuffie) e si può contare su una trasmissione di qualità sempre impeccabile. Con le cuffie wireless, invece, si ottiene una grande comodità. E con i modelli più recenti, con i più moderni codec audio e il Bluetooth 5.0 (o superiore), la qualità audio può essere senz’altro di livello eccellente.

Cuffie e auricolari Bluetooth sono più comodi, dunque, e ormai la batteria ha una durata più che accettabile. Aggiungiamo il fatto che si può anche ascoltare musica di ottima qualità, ed ecco spiegato perché cuffie e auricolari wireless sono sempre più diffusi.

Inoltre, è opportuno ricordare che sempre più smartphone (l’oggetto che quasi tutti usiamo per ascoltare musica) non hanno la presa jack da 3,5 mm, ed ecco che le cuffie wireless più che un’opzione diventano un obbligo – anche se esistono delle soluzioni per usare la porta USB-C invece del classico jack.

Tra gli smartphone che non hanno la porta da 3,5 mm ci sono molti dei modelli più famosi: iPhone 11, Samsung Galaxy S20, Galaxy Note 20, OnePlus 8 e Xiaomi Mi 10 hanno tutti questa caratteristica.

Appurato che cuffie e auricolari wireless sono la scelta più diffusa, resta da capire quali scegliere tra i tantissimi modelli disponibili. Tutto dipende da due fattori fondamentali: il primo è la scelta tra le tradizionali cuffie e gli auricolari, mentre la seconda da quanto potete spendere.

Cuffie o auricolari wireless?

Si tratta di una scelta che rinnoviamo ormai da diversi decenni. Gli auricolari sono piccoli, leggeri e comodi. Le cuffie sono più ingombranti e in genere offrono una qualità audio migliore. Anche i migliori auricolari wireless, come i Sony WF-1000XM3 o i Sennheiser Momentum True Wireless 2 non possono competere, per qualità audio, con cuffie come le Sony WH-1000XM4. E anche scegliendo modelli economici, come le Plantronics BackBeat Go 810, avrete un suono difficile da ottenere con gli auricolari.

Plantronics BackBeat Go 810

Plantronics BackBeat Go 810

Se si tratta di qualità del suono, sia per la musica sia per le chiamate, in generale è consigliabile scegliere delle cuffie tradizionali, di quelle che coprono le orecchie.

Come scegliere le cuffie in base all’uso

Altro fattore cruciale è capire come si utilizzerà la cuffia e in quali momenti. Se volete usarle in palestra o per correre al parco, allora sarà meglio scegliere degli auricolari, e preferibilmente che abbiano una buona autonomia, come per esempio le Bose Soundsport Free. Se invece siete pendolari e volete isolarvi il più possibile dai rumori del traffico allora sarà meglio considerare un modello con funzione ANC, cioè con riduzione del rumore attiva; tra l’altro, di recente abbiamo sottolineato che per gli auricolari true wireless i modelli con ANC siano in assoluto quelli più raccomandabili. Per i viaggi, che siano aerei, treni o metropolitane, molti comunque preferiscono prendere delle cuffie tradizionali, che garantiscono un isolamento ancora maggiore e in genere una migliore qualità sonora, come abbiamo visto.

Troverete che spesso gli auricolari sono descritti spesso come in-ear, perché si inseriscono dentro all’orecchio. Questo è vero in particolare per i modelli con ANC, come i famosi AirPods Pro – la parte in gomma crea una specie di tappo per l’orecchio, che garantisce l’isolamento passivo.

Le cuffie tradizionali possono essere invece di tipo on-ear oppure over-ear. Le prime si poggiano sopra all’orecchio e le seconde lo avvolgono completamente. Si può intuire quindi che nel secondo caso si ottiene un migliore isolamento, e in genere anche un suono migliore. Sono però anche più pesanti, e molte persone le trovano scomode. Per fortuna ci sono alcuni modelli on-ear dalla qualità eccellente, come le Bowers & Wilkins PX5 (che purtroppo non sono particolarmente economiche).

bowers & wilkins px5

Bowers & Wilkins px5

Riduzione attiva del rumore

Abbiamo già accennato alla riduzione attiva del rumore. Fino a qualche anno fa era un’esclusiva di alcune cuffie di fascia alta come le Bose QuietComfort 35, oggi la tecnologia è stata completamente sdoganata e adottata in tantissimi prodotti. Oggi è possibile trovare anche auricolari come le Freebuds 3, le Airpods Pro o le Sony WF-1000XM3 che la adottano, oltre a innumerevoli cuffie over-ear come le recenti Bose NC 700 e le Jabra Elite 85h.

L’ANC permette di ridurre il rumore di fondo generato per esempio dal brusio della folla, da un aereo o un treno in movimento e consente così di poter godere appieno della propria musica senza essere disturbati dal brusio. Funziona molto bene con i rumori costanti mentre risulta meno efficace con suoni più forti e acuti. Inoltre tra i vari modelli ci sono delle differenze: alcune cuffie vi offriranno un silenzio quasi perfetto, mentre altre riusciranno solo ad attenuare leggermente il rumore intorno a voi. Anche i modelli meno efficaci, comunque, rappresentano un grande passo avanti tanto per le chiamate quanto per l’ascolto di contenuti multimediali.

La differenza si nota camminando per strada, in aereo o in treno. Ma degli auricolari ANC saranno fantastici anche in palestra o per correre al parco. Meglio però fare attenzione per strada, perché a volte sentire i rumori intorno a noi è necessario per la sicurezza; in questo caso useremo la funzione trasparenza, che fa esattamente il contrario: amplifica i rumori esterni e ci permette di sentire bene anche senza togliere le cuffie.

Quanto spendere?

Rispondiamo subito alla prima domanda che rappresenta l’ostacolo maggiore. Che differenza c’è tra una cuffia da circa 50 euro come per esempio le Sony WH-CH510 e una da circa 400 euro come le Sennheiser Momentum Wireless con Noise Cancelling?

Sennheiser Momentum 2 Around-Ear Wireless

Sennheiser Momentum 2 Around-Ear Wireless

Prima di tutto la qualità del suono. Tra un modello economico e uno costoso c’è una differenza abissale da questo punto di vista. E riguarda tanto la musica quanto le conversazioni telefoniche. Con il primo potrete fare qualche chiamata ogni tanto, e probabilmente non riuscirete sempre a sentire o a farvi sentire bene. Con i migliori modelli invece potrete parlare a lungo contando sempre su una comunicazione ideale, e potrete anche godervi la musica nel migliore dei modi.

Inoltre le cuffie economiche sono anche realizzate con materiali di minor pregio, e questo spesso vuol dire che sono più fragili. Sarà più facile romperle, anche trattandole con cura.

Ancora più importante, il design meno raffinato significa anche che sono meno comode. Se pensate di usare le cuffie o gli auricolari per molto tempo, sarà meglio tenerlo in considerazione.

Alcuni modelli di fascia alta, poi, offrono un’applicazione dedicata che permette di sfruttarne meglio le varie funzioni.

Alcuni modelli da prendere in considerazione

Klipsch T5 True Wireless

Klipsch T5 True Wireless

I Klipsch T5 True Wireless sono tra i migliori auricolari True Wireless in circolazione. Non hanno la riduzione del rumore, il che potrebbe rappresentare un difetto determinante. Compensano però con un design eccellente e una qualità del suono altissima. Se siete alla ricerca di auricolari per sentire la musica con la migliore qualità possibile, allora potrebbero essere questi. E hanno anche un’autonomia sopra la media.

AirPods Pro

 

Apple Airpods Pro

Gli AirPods Pro potrebbero non essere i migliori auricolari true wireless in circolazione, ma sono sicuramente tra i primi della lista. Offrono una riduzione del rumore molto efficace, che li rende ideali per chi si sposta spesso e vuole isolarsi dai rumori ambientali. Apple ha inoltre fatto un lavoro eccellente con le funzioni aggiuntive, in particolare per chi ha altri prodotti della stessa marca. Se avete un iPhone o un Mac, ci sono poche ragioni per non sceglierli.

Sony WH-1000XM4

Sony WH-1000XM4

Le WH-1000XM4 sono, senza mezzi termini, le migliori cuffie che possiate comprare. L’eccellenza si paga sempre, e infatti queste Sony costano oltre 360 euro. Ma avrete qualità impeccabili sotto ogni punto di vista; l’unica cosa che si potrebbe contestare a queste cuffie è che non sono impermeabili e quindi non potrete tenerle addosso sotto la pioggia. Ma ci si può convivere.

Sotto ogni altro aspetto sono fantastiche e le adorerete per qualsiasi utilizzo, ma offrono (ovviamente) il massimo con la riproduzione della musica.

Bose Noise Cancelling 700

Bose Noise Cancelling 700

Le Bose Noise Cancelling 700 sono l’ultimo modello di Bose, e si distinguono per l’eccellente riduzione del rumore. Costano un po’ meno (non molto) delle Sony, ma se cercate delle cuffie per lunghi viaggi in aereo o spostamenti in città, con queste cuffie potrete dimenticarvi del mondo esterno.

In generale sono concorrenti eccellenti delle Sony WH-1000XM4, e a seconda del momento il nostro consiglio è di prendere il modello che costa meno tra i due.

Valerio Porcu
Valerio Porcu

Classe 1976, ha studiato elettronica e letteratura, con una specializzazione in didattica delle lingue. Grazie all’unione della formazione tecnica con quella umanistica, ha sviluppato uno sguardo critico e attento, e la capacità di osservare con attenzione e distacco lo sviluppo tecnologico, sia per i grandi salti evolutivi sia per i piccoli oggetti di uso quotidiano. Uno sguardo maturo che sa...Leggi tutto

Scrivi un commento

Altri articoli che potrebbero interessarti

Bose QuietComfort Earbuds
Tech 11 settembre 2020

Bose QuietComfort Earbuds: riduzione del rumore sui nuovi auricolari true wireless

Bose ha annunciato alcune novità: si tratta di due nuovi auricolari e tre nuovi varianti dei Bose Frames, i curiosi occhiali con connessione Bluetooth che ci fanno parlare al telefono tramite la

Auricolari True Wireless
Tech 7 settembre 2020

Perché dovreste comprare auricolari True Wireless con ANC invece di quelli normali

Molti smartphone hanno un paio di auricolari inclusi nella confezione, ma nella maggior parte dei casi (tutti i casi in effetti) non sono auricolari di buona qualità, e vanno bene per qualche chiamata

Galaxy Buds Live
Tech 28 agosto 2020

Samsung Galaxy Buds Live: true wireless dalla buona autonomia

I Samsung Galaxy Buds Live sono i più recenti auricolari true wireless del colosso sudcoreano e l’evoluzione dei Samsung Galaxy Buds Plus, usciti meno di un anno fa. Hanno la riduzione del rumore attiva, il