Tech 13 gennaio 2020

I migliori prodotti del CES 2020

CES copertina

Il CES 2020 è volto al termine e possiamo dunque stilare l’elenco dei prodotti più curiosi che sono stati presentati e che potrebbero determinare le tendenze di mercato dei prossimi mesi. Sono tante le aziende che hanno partecipato e sono centinaia i prodotti mostrati al pubblico in ambito hardware, domotica, sicurezza. Vediamone alcuni.

Razer: il PC modulare

In prima linea c’è sicuramente Razer che ha portato un interessante PC modulare che ricorda gli Intel NUC riproposti però in una versione dedicata ai videogiocatori, che possono espandere l’hardware con una scheda video, RAM e tutte le altre componenti.

Razer PC

Ecco la nuova idea di PC compatto proposta da Razer.

Non ci sono ancora informazioni riguardo la disponibilità nel nostro Paese, ma si tratta del tentativo di rendere il PC Gaming portatile senza però rinunciare alle prestazioni. Sempre Razer ha esibito i nuovi portatili Blade, per la prima volta dotati di un impressionante pannello con frequenza di aggiornamento di 300 Hz e risoluzione FullHD.

Asus: monitor da 360 Hz

Ma non è stata l’unica a portare tale tecnologia. Asus si è infatti spinta ben oltre, con un monitor in grado di raggiungere l’impressionante valore di 360 Hz. Si tratta di prodotti molto particolari dedicati principalmente ai giocatori e-sport che esigono il meglio per le loro competizioni.

Amazon Alexa e Google Assistant in cucina

Spazio anche alla domotica e agli assistenti vocali. I dispositivi dotati di Amazon Alexa o di Google Assistant diventano sempre più numerosi. Non solo altoparlanti smart e soundbar, ma anche frigoriferi, robot da cucina, frullatori e slow-cooker.

Dispositivo Alexa

Tanti i dispositivi compatibili con Alexa e Google Assistant.

L’assistente vocale consente agli utenti non solo di impostare un timer di cottura, ma di aggiungere ingredienti alla lista della spesa, verificare il contenuto del frigorifero, le date di scadenza, programmare l’accensione del robot da cucina.

Insta360: action cam modulare

In ambito action cam, vale la pena citare la nuovissima Insta360. Dopo la GoPro Hero 8, che per prima ha portato il concetto di action modulare sul mercato, Insta360 fa un ulteriore passo in avanti: il nuovo modello è infatti composto da diversi moduli, tra cui quello con obiettivo e processore, batteria, display, che l’utente può assemblare a suo piacimento per avere ciò di cui ha bisogno.

Insta360

Insta360 è un’action cam completamente modulare.

Per esempio, si può installare il display nella parte frontale in modo da poter fare delle riprese selfie potendo controllare l’inquadratura, si può installare una batteria aggiuntiva oppure un modulo audio per registrare meglio la propria voce. Non manca il modulo 360 che consente di registrare video a 360 gradi con estrema facilità.

LG e MSI: monitor per grafici e videogiocatori

Ampia la selezione di monitor disponibili, con diverse aziende tra cui LG e MSI che hanno portato tanti modelli dedicati a professionisti della grafica e videogiocatori. In particolare, MSI ha mostrato il primo monitor con curvatura 1000R, ovvero l’Optix MAG342CQR.

Alenware: PC ultracompatto

Alienware sembra invece voler premere sull’acceleratore per quanto riguarda il PC Gaming Mobile.

Alienware UFO

Alienware UFO è l’innovativo PC ultracompatto che si propone come console portatile.

Presso il suo stand è infatti stato mostrato un concept che, sebbene possa ricordare da lontano una Nintendo Switch, ha al suo interno le specifiche di un PC e Windows 10, consentendo dunque di poter giocare a tutti i titoli attualmente disponibili. Certo si tratta ancora di un prototipo, ma non è escluso che potremo vedere qualcosa di definitivo entro la fine dell’anno.

OnePlus: nuovo concept One

Infine, lato smartphone, non possiamo non parlare del concept di OnePlus. L’azienda che al momento propone OnePlus 7T Pro e 7T tra i suoi top di gamma, ha infatti mostrato un interessante dispositivo con fotocamere a scomparsa. Non solo per quanto riguarda la parte anteriore, ma anche per le fotocamere installate nella parte posteriore.

OnePlus Concept One

OnePlus Concept One integra ben quattro fotocamere invisibili nella parte posteriore.

Una particolare tecnologia consente infatti di nascondere le ottiche quando non in uso, rendendo il design particolarmente piacevole e accattivante. Il Concept One potrebbe dunque anticipare una nuova tendenza di mercato, ma è ancora presto per dire quando tale tecnologia sarà disponibile per il grande pubblico.

Vittorio Pipia
Vittorio Pipia

Nato nel 1992 ho sempre avuto una grande passione per i motori e per la tecnologia, passioni che ho poi sempre coltivato fino a farle diventare parte del mio lavoro. Da circa 4 anni provo, analizzo diversi prodotti delle più svariate categorie, dall’intrattenimento audio-visivo fino agli elettrodomestici passando per la domotica. Analisi che condivido poi online in diversi modi, con...Leggi tutto

Scrivi un commento