Tech 5 settembre 2019

Smartwatch: anche Google vuole produrli?

google_smartwatch

Google e i dispositivi mobile sono sempre stati un connubio molto particolare. I dispositivi Nexus, poi chiamati Pixel, come i Pixel 3 e 3XL  sono sempre stati smartphone dedicati più agli sviluppatori che non alla maggior parte dell’utenza. Questo nonostante presentino caratteristiche di prim’ordine, tra cui processori potenti e un comparto fotografico d’eccellenza, anche se apparentemente con specifiche inferiori rispetto alla concorrenza, come succede con iPhone Xs e Galaxy S10 che possono contare su più moduli fotografici.

Tuttavia, l’azienda ha sempre dimostrato di essere in particolare fermento, presentando non solo tanti nuovi servizi, ma anche diversi prodotti. Anche questa volta è un brevetto a scatenare i pensieri di utenti e appassionati. In particolare, si tratta di uno smartwatch, in realtà depositato nel lontano 2017 ma approvato solo da pochi mesi. Ciò che più fa riflettere è un particolare che sottolinea la presenza di una “Camera Watch”.

Google Smartwatch

Ecco il brevetto che mostra il modulo fotografico centrale.

Le immagini parlano più chiaramente: al centro del wearable, le cui forme sono piuttosto generiche ed embrionali al momento, ci sarebbe un vero e proprio modulo fotografico. Difficile comprendere il motivo di una tale configurazione e le funzionalità che una fotocamera potrebbe dare a un dispositivo indossato sul polso come uno smartwatch, anche considerando il fatto che il brevetto non ne descrive il funzionamento. Probabilmente il colosso di Mountain View sta pensando a un dispositivo stand alone, che dunque non necessiti del collegamento a uno smartphone per il suo completo funzionamento e che invece possa sostituire un cellulare.

La domanda sorge dunque spontanea: che possa trattarsi del sempre chiacchierato Pixel Watch, mai giunto sul mercato? Analizzando le informazioni a nostra disposizione, non c’è alcun dubbio che uno smartwatch marchiato Google potrebbe rappresentare un’importante spinta per l’intero settore: d’altronde si tratterebbe dello stesso impulso che già i Pixel hanno dato in passato, presentando software snelli e veloci e prestazioni di tutto rispetto ma puntando sempre alla semplicità. Inoltre, Google realizza anche WearOS, ovvero il software installato e usato da tanti produttori per i loro smartwatch: un esempio è Fossil.

Non resta però che attendere un eventuale evento di presentazione: in tal senso potremmo anche ipotizzare qualche sorpresa durante l’annuncio dei futuri Pixel 4, previsto per l’autunno del 2019.

Vittorio Pipia
Vittorio Pipia

Nato nel 1992 ho sempre avuto una grande passione per i motori e per la tecnologia, passioni che ho poi sempre coltivato fino a farle diventare parte del mio lavoro. Da circa 6 anni provo, analizzo diversi prodotti delle più svariate categorie, dall’intrattenimento audio-visivo fino agli elettrodomestici passando per la domotica. Analisi che condivido poi online in diversi modi, con...Leggi tutto

Scrivi un commento

Altri articoli che potrebbero interessarti

fitbit_sense_versa_3
Tech 10 febbraio 2021

L’app Fitbit aiuta a monitorare il livello di glucosio nel sangue

Gli smartwatch Fitbit sono tra i più completi presenti sul mercato. Fitbit Sense può essere definito un vero e proprio orologio per la salute grazie alle tante funzioni che ci aiutano a

Mi Band 5
Tech 12 agosto 2020

Xiaomi Mi Band 5: sempre più versatile e precisa, ma l’autonomia?

Xiaomi Mi Band 5 si rinnova. Poco all’apparenza ma le novità sono davvero tante rispetto alla Mi Band 4. Schermo più grande, sensori più precisi, design più raffinato, questa smartband di Xiaomi presenta

Mi Band 4c
Tech 8 luglio 2020

Mi Band 4C è ufficiale

Xiaomi Mi Band 4C è ufficiale, ma solamente in Malesia per il periodo iniziale di commercializzazione. La Mi Band 4C è una smartband di Xiaomi che si è già vista, infatti si