Oli essenziali: cosa sono, come utilizzarli e quali sono i migliori

Gli oli essenziali, che siano di lavanda o di rosmarino, sostengono il benessere del fisico e della mente. Scopriamo come usarli e tutti i benefici.
Di Karen Angelucci 22 Novembre 2023
oli essenziali tipologie e come usarli

Gli oli essenziali sono delle sostanze estratte dalle piante caratterizzate da un aroma intenso che vengono utilizzate fin dall’antichità per supportare il benessere del fisico e della mente. Ogni soluzione ha una composizione unica e viene utilizzata in uno specifico ambito. In commercio si possono trovare sia gli oli essenziali in confezione singola che i set, questi ultimi contengono differenti profumazioni tra cui scegliere. Tali formulati possono essere impiegati in vari modi: strofinati sulla pelle, per via orale e anche rilasciati nell’ambiente tramite dei diffusori.

Scopriamo qualcosa in più sugli oli essenziali per utilizzarli al meglio.

A cosa servono gli oli essenziali?

Gli oli essenziali vengono estratti prevalentemente da fiori, radici, corteccia, frutti e semi. Rappresentano dei metaboliti secondari delle piante e sono utilizzati da questi organismi per attrarre insetti impollinatori, per evitare contaminazioni fungine ma anche per tenere lontani alcuni animali. I loro impieghi sono vari, permettono di trattare alterazioni cutanee come pruriti, arrossamenti, irritazioni e infezioni batteriche ma anche di coadiuvare la guarigione di patologie che si sviluppano a livello delle vie respiratorie. Oltre a ciò, consentono di rilassare la mente e allontanare stress e tensioni. Gli oli essenziali vengono impiegati, inoltre, per profumare i cosmetici, per aromatizzare i cibi e a livello agricolo come antifungini e insettifughi.

Quali sono i migliori oli essenziali?

Un buon olio essenziale è un prodotto puro, privo di contaminanti, quindi, è importante che venga sottoposto a controlli di sicurezza microbiologica e chimica prima di essere messo sul mercato. Inoltre, come tutti i prodotti ottenuti da derivati naturali, deve essere titolato, tale procedura garantisce che in tutti i formulati in commercio ci sia la medesima concentrazione di attivi.

Dopo aver considerato questi aspetti bisognerebbe selezionare l’olio essenziale maggiormente adatto alle proprie esigenze

Gli oli essenziali più usati sono quelli di:

olio essenziale di lavanda

Olio essenziale di lavanda

olio essenziale di eucalipto

Olio essenziale di eucalipto

olio essenziale di rosmarino

Olio essenziale di rosmarino


Come usare gli oli essenziali?

Gli oli essenziali possono essere utilizzati in vari modi, si dividono in tre categorie: quelli da inalare, che spesso vengono rilasciati nell’ambiente, quelli da applicare sul corpo e quelli da ingerire.

Oli essenziali da inalare

Gli oli essenziali da inalare possono essere rilasciati nell’ambiente tramite dei diffusori: non sono da dissolvere le gocce sulla fiamma di una candela in quanto il calore crea dei composti nocivi. In alternativa, tali estratti possono essere rilasciati in un contenitore riempito di acqua calda oppure su degli oggetti di uso comune, come dei fazzoletti. Quando utilizzati in questo modo gli oli essenziali possono:

Oli essenziali da ingerire

Gli oli essenziali da ingerire  come quello di melissa contenuto in Erba Vita Melissa Olio Essenziale, con proprietà digestive e carminative sono attivi a livello dell’apparato gastro intestinale. Si ricorda che tali prodotti non devono essere mai assunti puri ma rilasciati su un veicolo solido, si può usare una zolletta di zucchero, un cucchiaio di miele, ma anche dei liquidi. Si ricorda che gli oli essenziali essendo estremamente puri devono essere utilizzati sempre in gocce seguendo la posologia indicata sul foglietto illustrativo.

Oli essenziali per applicazione topica

Gli oli essenziali, quando applicati sulla pelle, possono risolvere alterazioni circoscritte, come acne o altre impurezze, in questo caso usare quello di tea tree o quello di cajeput rilasciati in gocce sull’alterazione; per trattare problematiche più ampie, ad esempio tensioni muscolari, oppure semplicemente per la detersione del corpo si consiglia di diluire le essenze in oli vegetali o latti.

Quando non usare gli oli essenziali?

Prima di utilizzare gli oli essenziali è importante sapere che questi, a volte, possono dare delle reazioni avverse, si parla per lo più di rash cutanei o irritazioni alle vie respiratorie, in questi casi interrompere immediatamente l’uso e consultare un medico.

In linea generale i soggetti che dovrebbero astenersi dall’uso degli oli essenziali sono i bambini al di sotto dei 7 anni, a meno che il preparato stesso non sia per uso pediatrico, come succede per Purae Respira Bimbi Oli adatto da 3 anni in su, donne incinte o che stanno allattando, coloro che hanno patologie croniche che colpiscono reni e fegato, chi soffre di malattie che creano convulsioni, ad esempio l’epilessia, e chi è affetto di asma o da malattie cardiovascolari.

Fonti:

Pubblicato il 22 Novembre 2023
Karen Angelucci
Karen Angelucci

Sono una farmacista e una creatrice di contenuti nell’ambito salute e benessere. Fin da bambina ho sempre amato la scrittura, riempiendo fogli su fogli con le mie storie, in seguito ho ottenuto un diploma Classico, che è stata una scelta naturale, vista la mia passione di raccontare e descrivere ciò che avevo intorno.

Quando si è trattato di scegliere un percorso...Leggi tutto

Gli articoli, le guide, le recensioni e tutti i contenuti editoriali presenti su Trovaprezzi.it sono scritti esclusivamente da esperti di settore (umani). Non utilizziamo strumenti di intelligenza artificiale per produrre testi o altri contenuti.

Scrivi un commento

Altri articoli che potrebbero interessarti

Segui le migliori offerte su Telegram
Torna su