Apple AirPods Pro: i nuovi auricolari true wireless con riduzione del rumore

Di Valerio Porcu 31 ottobre 2019
Apple AirPods Pro

Qualche giorno fa Apple ha presentato ufficialmente i nuovi auricolari AirPods Pro. Si tratta della terza generazione di AirPods, o per meglio dire la seconda considerando che l’aggiornamento AirPods 2019 seconda generazione non è stato esattamente una rivoluzione. Con gli AirPods Pro, invece, Apple ha rivisto il design e ottenuto una migliore vestibilità. E, forse ancora più importante, ha aggiunto la cancellazione del rumore attiva (ANC, Active Noise Cancelation).

Novità che si aspettavano da tempo e che ci si aspettava almeno da qualche settimana. Il nuovo modello è più costoso rispetto agli AirPods precedenti. Gli AirPods di seconda generazione si possono avere per meno di 150 euro, sempre con la custodia wireless inclusa. Ma che cosa si ottiene in cambio di tale differenza?

Apple AirPods Pro

Tanto per cominciare c’è la riduzione del rumore, cioè un sistema che permette di isolarsi quasi del tutto dall’ambiente circostante. Chi vorrà usarli in palestra, in aereo o per correre al parco potrà sfruttare la funzione ANC per sentirsi in un proprio mondo, senza disturbi provenienti dall’esterno. Un dettaglio davvero importante, che finora ci ha portati a preferire auricolari di altre marche, come i Sony WF-1000XM3, un modello true wireless che resta preferibile in virtù del prezzo più basso, almeno per ora.

Gli Apple AirPods Pro hanno anche una modalità trasparenza, che si attiva toccando gli auricolari stessi. Sostanzialmente inverte il funzionamento dei microfoni e amplifica i suoni esterni. Si usa per quei momenti in cui volete effettivamente sentire il mondo intorno a voi, magari per parlare con qualcuno, senza però togliervi gli auricolari o fermare la riproduzione musicale.

Infine ma non ultimo, i nuovi Apple AirPods hanno un nuovo e più ergonomico design. Gli steli degli auricolari sono leggermente più corti, il che li rende più belli da vedere, o meno imbarazzanti, se siete tra coloro a cui proprio non piace avere una testa di spazzolino che esce dall’orecchio. Inoltre Apple ha finalmente deciso di usare teste di gomma per l’inserimento nell’orecchio. Una scelta che non è solo più comoda rispetto alla plastica liscia del modello attuale, ma che garantisce anche una maggiore stabilità. In altre parole, i nuovi Apple AirPods Pro si possono usare anche in palestra o per andare a correre, senza timore che cadano quando ci si muove un po’ più del solito.

Si tratta di una differenza notevole, visto che gli AirPods di prima e seconda generazione semplicemente non sono adatti a chi vuole degli auricolari true wireless per fare sport. Nell’insieme, dunque, ci sono molte ottime novità che giustificano l’esborso maggiore rispetto al modello precedente. Il prezzo resta tuttavia piuttosto alto, ma senza dubbio è destinato a scendere almeno un po’ nel corso dei prossimi mesi. Continuate a seguire Trovaprezzi per essere certi di trovare gli Apple AirPods pro al miglior prezzo possibile.

Valerio Porcu
Valerio Porcu

Classe 1976, ha studiato elettronica e letteratura, con una specializzazione in didattica delle lingue. Grazie all’unione della formazione tecnica con quella umanistica, ha sviluppato uno sguardo critico e attento, e la capacità di osservare con attenzione e distacco lo sviluppo tecnologico, sia per i grandi salti evolutivi sia per i piccoli oggetti di uso quotidiano. Uno sguardo maturo che sa...Leggi tutto

Scrivi un commento

Altri articoli che potrebbero interessarti