Tech 19 marzo 2019

Nuovi iPad Air e iPad Mini, più potenza nei tablet Apple

Apple ha aggiornato la linea iPad con due nuovi modelli, un nuovo iPad Air da 10,5 pollici e un nuovo iPad Mini da 7,9 pollici. Si aggiungono ai modelli attuali, quali iPad 6, iPad Pro e iPad Pro 12.9. Sono dunque cinque, ora, i tablet di ultima generazione proposti dall’azienda californiana.

Il nuovo iPad Air 10.5 vanta il 70% in più di prestazioni grazie al processore Apple A12 Bionic e il relativo Neural Engine. Un incremento che si rivelerà utile anche in virtù dello schermo più grande (i modelli precedenti erano da 9,7 pollici) e il maggior numero di pixel da gestire.

Il nuovo iPad Mini ha lo stesso hardware ma uno schermo più piccolo, quindi potrebbe risultare persino più potente (ma sarà da verificare con eventuali test). Rispetto agli iPad Mini precedenti, Apple ha anche aumentato la luminosità massima del 25%.

iPad-Air-2019

Entrambi i nuovi modelli sono pienamente compatibili con Apple Pencil di prima generazione, il pennino capacitivo della mela morsicata, da usare per prendere appunti scritti a mano o per disegnare. A differenza dei “fratelli maggiori” è presente il tasto home e, sembra, non c’è il riconoscimento facciale FaceID. I nuovi tablet Apple sono già in commercio, in varianti da 64 e 256 GB, con o senza connessione 4G/LTE. I prezzi di iPad Air vanno da 569 a 879 euro, mentre quelli di iPad Mini da 459 a 769 euro. Il modello base resta invece l’iPad “normale”, con chip Apple A10 e un prezzo base di 359 euro – anche in questo caso abbiamo tasto home, porta Lightning e jack da 3,5 mm.

È interessante notare che Apple ha aggiunto questi nuovi prodotti al proprio negozio online senza tenere presentazioni ufficiali, ma c’è un evento in agenda per il prossimo 25 marzo. Ci si aspetta che il colosso fondato da Steve Jobs annunci un servizio di streaming video che possa fare concorrenza a Netflix, Amazon Prime Video e simili.

Sarebbe una scelta insolita, quella di non portare nuovi dispositivi sul parco, ma coerente con le scelte commerciali di Apple che, come alcuni suoi concorrenti, sta puntando sempre di più sui servizi in abbonamento e sempre meno sul nuovo hardware.

Valerio Porcu
Valerio Porcu

Classe 1976, ha studiato elettronica e letteratura, con una specializzazione in didattica delle lingue. Grazie all’unione della formazione tecnica con quella umanistica, ha sviluppato uno sguardo critico e attento, e la capacità di osservare con attenzione e distacco lo sviluppo tecnologico, sia per i grandi salti evolutivi sia per i piccoli oggetti di uso quotidiano. Uno sguardo maturo che sa...Leggi tutto

Scrivi un commento

Altri articoli che potrebbero interessarti

smartphone_max500euro
Trend 24 febbraio 2021

I migliori smartphone sotto 500 euro

Dopo aver dedicato una guida ai migliori smartphone sotto 100 euro e ai migliori smartphone tra 150 e 300 euro, in questo articolo vi guideremo nella scelta dei migliori smartphone sotto 500

Smartphone Apple
Tech 24 febbraio 2021

Mercato smartphone: vola Apple ma Samsung resta in testa

Il 2020 è stato un anno difficile anche per il mercato smartphone, al contrario di quello notebook e tablet. La pandemia ha causato ritardi nella produzione, come dimostrato dalla nuova generazione di

MacBook Pro copertina
Tech 23 febbraio 2021

MacBook Pro 2021: ritornano lettore di schede SD e porta HDMI?

Dopo aver dato il via a una grande rivoluzione con i primi modelli di MacBook Pro 13, MacBook Air e Mac Mini basati sui processori proprietari M1, Apple ha subito iniziato lo