Recensione AOC Agon AG273QCG, monitor da gaming al top

Di Vittorio Pipia @TotoRacing92 19 maggio 2019
AOC Agon AG273QCG

L’AOC Agon Ag273QCG è un monitor da gaming di fascia alta con caratteristiche di tutto rispetto. Frequenza di aggiornamento di 165 Hz, risoluzione QHD e display curvo, oltre all’immancabile illuminazione RGB nella parte posteriore, lo rendono una delle più valide alternative del settore.

Il prezzo di circa 700 euro è sicuramente alto, ma in linea con altre alternative che offrono pari caratteristiche. Lo abbiamo provato sia con i videogiochi, suo habitat naturale, sia nell’uso di tutti i giorni e siamo dunque pronti a raccontarvi come va.

Costruzione e design

Voto: 8/10

L’azienda AOC ha lavorato per ridurre al minimo gli ingombri. Questo monitor AOC presenta dunque un design spigoloso e molto semplice, con l’unico tocco di originalità lasciato alla base, molto larga, dipinta in uno sgargiante colore rosso metallizzato. Le cornici sono molto sottili, salvo quella inferiore, che nasconde al suo interno un joystick circondato da due LED RGB, che permette di navigare tra le impostazioni dei menu.

AOC Agon AG273QCG

Nella parte posteriore un grande anello retroilluminato con LED RGB permette di avere un piacevole effetto di luce riflessa mentre si gioca. Peccato che casa AOC non abbia previsto alcuna sorta di integrazione software, non consentendo dunque di sincronizzare gli effetti luminosi a ritmo di musica o a seconda di quanto visualizzato sullo schermo.

La dotazione di porte prevede una DisplayPort 1.2, una HDMI 1.4, l’uscita audio, l’ingresso per il cavo di alimentazione e un HUB dotato di quattro porte USB 3.0 compatibili con ricarica rapida. L’unico appunto che si può fare è sulla posizione di tale HUB. Le porte USB sono infatti orientate verso il basso e risultano dunque difficili da raggiungere nell’uso di tutti i giorni.

AOC Agon AG273QCG

Altra mancanza importante per la fascia di prezzo è la porta USB-C Thunderbolt. Seppur il monitor sia progettato per rendere al meglio con il gaming, una Thunderbolt sarebbe sicuramente stata apprezzata e ne avrebbe migliorato l’ergonomia d’uso.

Lateralmente ci sono due ganci porta cuffie, la cui realizzazione risulta un po’ economica e cedevole. Su questa fascia di prezzo era lecito aspettarsi di più.

Audio

Voto: 7/10

Nella parte inferiore sono presenti le griglie per gli altoparlanti. Ce ne sono due da 2 Watt ciascuno compatibili con audio DTS. Sono altoparlanti nella media che non colpiscono per la loro resa. Bisogna anche considerare che chi ha il budget per un monitor di questo tipo, ricorrerà all’uso di un sistema di altoparlanti dedicati o di un paio di cuffie da gaming.

Specifiche tecniche

Voto: 9/10

Il pannello curvo montato sull’AOC Agon AG273QCG ha una diagonale da 27 pollici e tecnologia TN con retroilluminazione LED. La risoluzione è 2560 x 1440 pixel, ovvero QHD e raggiunge una luminosità massima di 400 candele al metro quadro. Il tempo di risposta è di solo un millisecondo mentre la frequenza di aggiornamento arriva a 165 Hz sotto overclock. Senza il monitor si ferma a 144 Hz.

AOC Agon AG273QCG

È infine presente il supporto al G-Sync, tecnologia proprietaria di Nvidia che consente di sincronizzare i frame prodotti dalla scheda video con quelli visualizzati sul monitor, in modo da evitare fastidiosi fenomeni di tearing e stuttering.

Si tratta dunque di un monitor che racchiude tutto ciò che un giocatore possa desiderare in questo momento. Una risoluzione che non richiede una potenza esagerata ma che consente di godere appieno di dettagli e particolari, una frequenza di aggiornamento elevatissima sotto overclock e supporto al G-Sync delle schede video Nvidia.

Impostazioni e OSD

Voto: 8,5/10

Come accennato, il joystick permette di accedere al menu delle impostazioni e avere dunque accesso a tutti i parametri del monitor. Risulta di particolare interesse il sottomenu dedicato alla modalità gaming, tramite il quale non solo si può attivare il G-Sync, ma anche attivare l’overclock in modo da sbloccare i 165 Hz massimi. A tal proposito, un avviso ci avvertirà che potrebbero essere visualizzati alcuni artefatti usando il monitor con tale modalità e nel caso semplicemente di disattivarla.

AOC Agon AG273QCG

Durante i nostri test abbiamo sempre usato i 165Hz senza alcun problema rilevato. Il joystick permette di muoversi tramite le varie voci ma il suo uso è tutt’altro che intuitivo. Per confermare una selezione infatti bisognerà spostarlo verso destra, mentre in altre soluzioni è necessario cliccarlo.

Altre voci consentono poi di abilitare il contatore di FPS che si può posizionare in uno dei quattro angoli e altre funzioni utili che migliorano l’interazione col monitor.

Tra questi la modalità anti-luce blu, che consente di sfruttare il monitor durante lunghe sessioni d’uso senza affaticare la vista.

Qualità dell’immagine

Voto: 8,5/10

La tecnologia TN di cui è dotato il monitor, presenta sicuramente dei vantaggi, come l’alta frequenza di aggiornamento e i bassi tempi di risposta, ma include dei difetti intrinseci, ovvero angoli di visione bassi e scarsa fedeltà cromatica. Fortunatamente AOC è riuscita a ridurre sensibilmente questi aspetti.

AOC Agon AG273QCG

Anche se si nota sin da subito che si tratti di un TN, principalmente a causa del basso contrasto, la fedeltà cromatica, seppur non perfetta, risulta piacevole e adatta all’uso quotidiano e al gaming se non si ha la necessità di svolgere lavori nell’ambito grafico.

Il monitor copre infatti il 99% dello spazio colore sRGB, presentando solo una lieve tendenza a enfatizzare le tonalità gialle e rosse. Gli angoli di visione sono si ridotti, ma anche in questo caso il viraggio dei colori è molto graduale e la visibilità rimane buona.

Nell’uso quotidiano abbiamo apprezzato la curvatura, che ci permette di ridurre i movimenti della testa in quanto asseconda il nostro campo visivo. Per quanto riguarda il G-Sync c’è invece da fare alcune considerazioni.

AOC Agon AG273QCG

La tecnologia funziona ed è efficace, così come l’implementazione in questo monitor. Tuttavia, bisogna anche considerare che recentemente Nvidia ha reso il G-Sync compatibile anche con i monitor dotati di Freesync. Risulta quindi superfluo scegliere un monitor con G-Sync, che in media costa 200 euro in più, ma ovviamente è una valutazione soggettiva.

Conclusioni

Voto: 8,5/10

L’AOC Agon AG273QCG rappresenta sicuramente una delle migliori scelte per quanto riguarda l’uso con i videogiochi. Se avete un PC desktop in grado di supportare pienamente la risoluzione e la frequenza di aggiornamento e cercate un monitor principalmente per giocare senza compromessi, farete la scelta giusta e con ben poche rinunce.
Monitor che risulta molto valido anche nell’uso quotidiano, per la visione di contenuti multimediali e in ambito lavorativo, a meno che non abbiate la necessità di avere una fedeltà cromatica maggiore e lavoriate in ambito grafico.

Vittorio Pipia
Vittorio Pipia

Nato nel 1992 ho sempre avuto una grande passione per i motori e per la tecnologia, passioni che ho poi sempre coltivato fino a farle diventare parte del mio lavoro. Da circa 6 anni provo, analizzo diversi prodotti delle più svariate categorie, dall’intrattenimento audio-visivo fino agli elettrodomestici passando per la domotica. Analisi che condivido poi online in diversi modi, con...Leggi tutto

Scrivi un commento

Altri articoli che potrebbero interessarti