Tech 21 settembre 2019

Recensione Motorola Moto G7 Plus

Moto G7 Plus

Il Motorola Moto G7 Plus è lo smartphone più performante della gamma G della casa alata, con un processore più potente, sensori fotografici migliori e tecnologia di ricarica rapida ancora più efficiente non solo rispetto alla precedente generazione, ma anche in confronto ai suoi fratelli più piccoli.

Lo ripetiamo ormai da un po’, ma il mercato smartphone si sta pian piano appiattendo, soprattutto per quanto riguarda i top di gamma come OnePlus 7 Pro e Galaxy S10, che sebbene offrano prestazioni esorbitanti, si assomigliano un po’ tutti. Tale tendenza è stata percepita dal pubblico che ha dirottato la propria scelta verso dispositivi di fascia media e bassa: è qui che si svolge dunque la vera battaglia e il Moto G7 Plus non può che esserne un protagonista.

Design

Voto: 8/10

Il Motorola G7 Plus trae spunto dal linguaggio stilistico che ha caratterizzato buona parte dei dispositivi presentati tra il 2018 e il 2019 con una scocca che vede l’uso di vetro sia nella parte anteriore che posteriore e una cornice in metallo che dona robustezza e solidità. Impressionante la qualità costruttiva, soprattutto se relativizzata al costo di vendita.

Motorola G7 Plus

Il design di G7 Plus è equilibrato e piacevole.

Misura 157 x 75,3 x 8,3 millimetri, con un peso di 176 grammi. Ciò si traduce con una buona impugnatura e volendo con la possibilità di usarlo con una sola mano. Il vetro però non offre particolare grip e lo smartphone ha una certa tendenza a scivolare, soprattutto quando poggiato su una superficie leggermente inclinata.

I tasti di accensione e volume sono locati sulla parte destra del dispositivo in una posizione che li rende estremamente semplici da raggiungere. Il tasto di accensione ha inoltre una finitura ruvida che ne permette il riconoscimento anche mentre non si guarda.

Presente il jack per le cuffie e una porta USB C, mentre il sensore per le impronte digitali è nascosto sotto al logo Motorola nella parte posteriore, una scelta elegante e anche pratica, in quanto molto semplice da raggiungere con il dito.

Display

Voto: 8/10

Nella parte anteriore fa bella mostra di sé il display con un pannello con diagonale da 6,2 pollici quasi senza cornici e con risoluzione FullHD+, ovvero di 2270 x 1080 pixel. Nella parte alta è presente il notch a goccia che include la fotocamera frontale.

Display Motorola Moto G7 Plus

Il display è ben ottimizzato con Notch a goccia nella parte alta.

Buona la qualità generale dei colori: la tecnologia IPS restituisce una fedeltà cromatica davvero buona, anche se gli angoli di visione sono inferiori rispetto a un display con tecnologia AMOLED. Buona invece la visibilità anche sotto la luce diretta del sole.

Autonomia

Voto: 7,5/10

Il Motorola Moto G7 Plus ha una batteria da 3000 mAh: se fino a qualche anno fa si poteva reputare molto grande, oggi lo standard vede sempre più dispositivi adottare batterie con capienze che superano i 4000 mAh. In ogni caso l’autonomia non dipende solo dalla grandezza della batteria, ma anche dal software, dalle componenti interne e da come viene usato lo smartphone.

Autonomia Motorola Moto G7 Plus

L’autonomia è buona, ma con 3000 mAh non si fanno miracoli.

Il nostro uso è piuttosto intenso, con un centinaio di applicazioni, tante chiamate e centinaia di notifiche durante il giorno, ascolto di musica in streaming e visualizzazione di qualche video. Siamo riusciti però senza problemi ad arrivare alle 11 di sera partendo dalle 7 del mattino. Un’autonomia dunque ottimale per l’uso medio, ma che non consente di affrontare due giornate consecutive.

Attenzione però per gli appassionati di video o per chi con lo smartphone vuole anche giocare: in quel caso la percentuale scenderà molto in fretta: torna però utile la carica rapida con caricatore TurboPower da 27 Watt incluso nella confezione che permette di arrivare al 40% di autonomia in circa un quarto d’ora partendo dalla batteria completamente scarica.

Fotocamera

Voto: 8,5/10

La fotocamera del Moto G7 Plus è sicuramente la migliore di tutta la gamma G7: nella parte posteriore è presente un doppio sensore fotografico: il principale è da 16 Megapixel ed è abbinato a un obiettivo con apertura f1.7 e stabilizzazione ottica dell’immagine. Il secondo sensore è invece da 5 Megapixel e serve per la profondità di campo e per l’effetto bokeh.

Fotocamera posteriore Motorola Moto G7 Plus

Il doppio sensore fotografico nella parte posteriore permette di fare ottime foto.

La qualità delle immagini è sorprendente per la fascia di prezzo, con una resa eccezionale, colori vivi e maggiore nitidezza rispetto per esempio alla fotocamera da 12 Megapixel presente sul moto G7. La stabilizzazione ottica invece aiuta non solo a eliminare il naturale tremolio della mano, ma anche a registrare video stabili fino a risoluzione 4K.

La fotocamera frontale da 12 Megapixel invece ha un comportamento più che sufficiente e soddisfacente per fare degli autoscatti di buona qualità da condividere con gli amici.

Prestazioni

Voto: 8/10

Sotto la scocca pulsa un processore Snapdragon 636, abbinato a 4GB di RAM e a 64Gb di archiviazione interna, comunque espandibili fino a 512 GB tramite scheda micro-SD. Il software è invece Android 9 Pie con un’interfaccia molto semplice e che richiama in parte quella presente sui dispositivi Google come Pixel 3 e 3XL. Pulita e immediata, si tratta di un software alla portata di tutti e che permette di non avere nessun tipo di rallentamento quando si passa da una schermata all’altra in maniera repentina.

Conclusioni

Voto: 8/10

Motorola Moto G7 Plus è uno smartphone valido che offre una delle migliori esperienze utente per la sua fascia di prezzo.

Parte posteriore Motorola Moto G7 Plus

Molto buona la costruzione, con scocca in vetro e cornice in metallo.

Non solo potenza, ma piena usabilità, ottimo comparto fotografico e con un’autonomia che possiamo promuovere grazie all’hardware comunque poco energivoro e alla presenza della ricarica rapida con caricatore compatibile incluso nella confezione.

Vittorio Pipia
Vittorio Pipia

Nato nel 1992 ho sempre avuto una grande passione per i motori e per la tecnologia, passioni che ho poi sempre coltivato fino a farle diventare parte del mio lavoro. Da circa 4 anni provo, analizzo diversi prodotti delle più svariate categorie, dall’intrattenimento audio-visivo fino agli elettrodomestici passando per la domotica. Analisi che condivido poi online in diversi modi, con...Leggi tutto

Scrivi un commento

Altri articoli che potrebbero interessarti

razr
Tech 15 febbraio 2020

Motorola RAZR: un miracolo di ingegneria difficile da riparare

Abbiamo parlato più volte dei report che il team di iFixit fornisce con estrema precisione. La nota testata si occupa infatti di smontare i più recenti e innovativi dispositivi tecnologici, non solo

Trend 12 febbraio 2020

I migliori smartphone di fascia media a febbraio 2020

(Questo articolo, pubblicato nel Magazine di Trovaprezzi.it il 8 novembre 2019, è stato aggiornato in data 12 febbraio 2020) Se guardiamo alla lista degli smartphone più cercati, si potrebbe pensare che i consumatori

Motorola smartphone con penna
Tech 29 gennaio 2020

Motorola ha in serbo uno smartphone con penna

Motorola dopo la presentazione del nuovo RAZR, ovvero il suo dispositivo pieghevole che riprende le forme del primo RAZR in chiave moderna proponendo un design rimasto nell’immaginario collettivo come tra i più