Il motore di ricerca per i tuoi acquisti
Menu

Trova il miglior PC Desktop: segui la nostra guida all'acquisto

Per chi sia orientato all'acquisto di un PC fisso, molteplici sono le soluzioni a disposizione. I PC Desktop All in One, come Apple iMac 27'', sono costituiti da un monitor al cui interno trovano posto i principali componenti hardware. I Mini PC Desktop, invece, sono computer compatti e leggeri, facilmente trasportabili. Più tradizionali nel design, infine, sono i diffusissimi PC Desktop con case a torre. Con una scelta così ampia, orientarsi non è semplice. E la nostra guida nasce proprio per aiutarti a farlo al meglio.
Gaming PC

Come scegliere un PC Desktop?

Flessibilità è la parola d’ordine per chi si accinga a scegliere un nuovo PC fisso. Rispetto ai portatili, infatti, i PC Desktop offrono un margine di personalizzazione molto più ampio, attraverso tante differenti configurazioni proposte. In altre parole, anche se all’esterno appaiono identici, due PC potrebbero integrare un comparto hardware diametralmente opposto. Con il termine hardware, si circoscrivono tutti quei componenti nascosti nel case del PC. Scheda madre, processore, scheda video, memoria RAM e unità dati sono i principali. E dalla loro combinazione dipendono le prestazioni della macchina, la cui bontà si riflette sul prezzo finale. Prima di acquistare un computer, quindi, è bene capire in che modo lo andremo a sfruttare, selezionando i vari componenti in base alle specifiche esigenze. Nella guida, parleremo abbondantemente di hardware e prestazioni. Ma porremo anche l’accento sulle tre tipologie di prodotto più diffuse: i PC Desktop, i Mini Desktop PC e i PC All in One. Le prime due famiglie constano di un case che andrà poi collegato ad un monitor esterno da acquistare separatamente. I PC Desktop All in One, invece, integrano l’hardware all’interno del display, assicurando una maggiore comodità generale e, cosa non da poco, occupando uno spazio minore. In aggiunta, questi modelli includono talvolta nella confezione anche il mouse e la tastiera. Sistemi operativi, connettività e consumi: ecco altri dei temi affrontati nella guida. Il tutto per aiutarti a trovare con facilità il computer fisso giusto per te. 

Quanto costa un PC Desktop?

prezzo PC Desktop
Nella categoria PC Desktop rientrano prodotti appartenenti a vari sottogruppi. Ricordiamo, ad esempio, i Mini PC Desktop, i PC Desktop All in One e le Workstation. Per questo, un discorso intorno al prezzo che tenga conto di tale varietà merceologica risulta piuttosto articolato. Per semplificare un po', abbiamo deciso di suddividere i vari modelli in tre grandi blocchi a seconda del budget a nostra disposizione. Si parte con la fascia economica che comprende PC dal costo non superiore ai 400 euro, come il modello Intel NUC7PJYH. Abbiamo, poi, la fascia di prezzo media, racchiusa fra i 400 ed i 650 euro, che comprende PC dalle notevoli prestazioni, come Dell Vostro 3681. Oltre i 650 euro, infine, la fascia alta del mercato include i modelli più performanti, come l’Apple iMac 27''. Non dimentichiamo che, di norma, all'acquisto di un case contenente i componenti hardware principali, vanno poi aggiunti monitor, mouse e tastiera. Ed eventualmente, speaker e webcam. Ad influire maggiormente sul prezzo di un PC fisso sono, senza dubbio, le prestazioni: la potenza del processore e della scheda grafica, la quantità di RAM presente a bordo e la tipologia di unità di archiviazione dati. E proprio per questo, prima dell'acquisto, dovremo fare i conti con le nostre reali esigenze quotidiane.
(Dati aggiornati a gennaio 2021 e soggetti a variazione nel tempo)

Fascia economica (entro 400 euro)

Ad incidere maggiormente sulle prestazioni di un PC fisso è la configurazione hardware con cui viene immesso sul mercato. In tale ottica, la fascia economica, ospita PC Desktop dalle performance adatte ad un impiego casalingo e lavorativo mai troppo spinto. MSI Cubi N 8 GL è un valido esempio di Mini Desktop PC dall’ottimo rapporto qualità-prezzo. Compatto e leggero, è proposto in molteplici varianti, accomunate dalla presenza di processori Intel Pentium e di unità dati SSD. Inoltre, è venduto sia con sistema operativo Windows 10 che in versione freedos. Sempre nella stessa categoria, Intel NUC 10 Performance bxnuc10i5fnk2 assicura prestazioni decisamente superiori, legate in particolare alle CPU Intel i3 e i5 di ultima generazione. Dotato di un comparto connettività ricco, forte di porte HDMI e Thunderbolt, è la soluzione ideale per chi cerchi un computer da portare sempre dietro. Virando verso prodotti dalle dimensioni più grandi, abbiamo scelto la serie Extremebit PC: case assemblate che racchiudono al proprio interno una dotazione hardware completa. Proposti nelle più svariate configurazioni, sono PC fissi a torre da comporre a nostro piacimento, a partire dai migliori processori Intel. In ultimo ma non per importanza, ecco l’unico PC Desktop All in One di fascia economica: MSI Pro 16 7M 087xeu. Sottile ed elegante, ha nel display touch da 15 pollici il proprio punto di forza. Notevole anche il comparto connettività, forte di ben 6 ingressi USB.

Fascia media (da 400 a 650 euro)

PC Desktop standard e All in One sono i prodotti di riferimento per la fascia media che include modelli dalle notevoli prestazioni e dalla buona qualità costruttiva. Prendiamo, ad esempio, l’Asus A41GAT: un All in One con display HD touch da 15 pollici. Sottilissimo e discreto, può lavorare sia come PC fisso che come grande tablet. Molto curati anche il design ed il comparto connettività. Per chi sia alla ricerca di una macchina con schermo più grande, consigliamo il PC Desktop All in One MSI Pro 20EXTS 8GL 051XE. Elegantissimo, specie nella variante bianca, è spinto dalle valide CPU Celeron di Intel e vanta un pannello da 19.5 pollici con risoluzione HD+. Reso ancora più reattivo dalla veloce unità SSD presente a bordo, integra un modulo Wi-Fi per dialogare col router in modalità wireless. Spostandoci in ambito di PC fissi con case a torre, due sono i modelli che abbiamo selezionato. Dell Vostro 3681_0npr5 è un modello estremamente versatile, ideale a casa ma anche in ufficio. A renderlo performante sono gli ottimi processori Intel della serie “i”, uniti alla ricca suite di funzionalità aggiuntive offerte da Windows 10 Pro. Relativamente compatto e leggero, monta unità di archiviazione SSD fino a 512 GB. Alla stessa categoria appartengono i PC Desktop Gaming Extremebit: computer assemblati, venduti in numerose configurazioni differenti, che prevedono di default la scheda video AMD Radeon RX 550.

Fascia alta (oltre 650 euro)

Superata la soglia dei 650 euro, i PC Desktop compiono un salto di qualità impressionante in termini di performance. Si entra di diritto nel terreno dei PC fissi top di gamma, modelli con un comparto hardware di ottimo livello. E non a caso, parliamo di macchine pensate per professionisti e gamer molto esigenti. Cominciamo con Lenovo ThinkStation P330 Tower 30CY003RIX, una workstation con potenza da vendere. Completa sul versante della connettività, è disponibile in tante configurazioni, con CPU Intel fino alla serie Xeon. Notevole anche la presenza a bordo di schede video Nvidia Quadro. Altrettanto prestante è il PC Desktop All in One Acer Veriton Z4860G DQ.VRZET.039. Sempre spinto da processori Intel di qualità, vanta un ampio display Full HD da 24 pollici. La memoria RAM, invece, ammonta a 8 GB. Per quel che riguarda l’unità di archiviazione, infine, si può optare per capienti HDD o velocissime SSD. L’ultima parte del paragrafo è dedicata ad un brand che, con i propri modelli, ha imposto al mercato standard altissimi. Parliamo, naturalmente, di Apple, da sempre sulla cresta dell’onda in ambito di computer. E se gli stilosi ed efficienti Apple Mac mini M1 rappresentano l’approccio più easy di Apple, i potenti iMac di ultima generazione sono il top per professionisti del suono, dell’immagine e della grafica. Disponibili nelle varianti con display Retina da 21.5 o 27 pollici, montano prestanti processori Intel che danno il meglio di sé con il sistema operativo macOS. 

Le caratteristiche principali di un PC Desktop

PC bianco
Le distinzioni da fare fra PC fissi e notebook, oltre che in termini di dimensioni e portabilità, si legano ai concetti di installazione e upgrade. All’acquisto di un PC Desktop, come HP ProDesk 400 G6 MT, l’installazione richiede un certo impegno. Infatti, a meno che non sopraggiunga un professionista a svolgere tale compito, saremo noi a posizionarlo e a collegare i vari cavi alle rispettive periferiche prima di premere avvio. Senza contare che monitor, mouse e tastiera non sempre sono inclusi nel pacchetto base. Al contrario, quando compriamo un PC portatile, come HP 255 G7, metterlo in funzione è un’operazione piuttosto semplice e veloce. Ma se tale aspetto gioca a favore dei laptop, ce n'è un altro che riporta la situazione in parità. Parliamo, cioè, dell’upgrade. Mentre i notebook escono di fabbrica con una certa configurazione che difficilmente potremo alterare, i PC possono essere facilmente aggiornati. Se la scheda grafica non è più performante, ad esempio, la si può sostituire. E ancora, se la memoria RAM non è più sufficiente, se ne può aggiungere un quantitativo ulteriore. Inoltre, scelte del genere possono essere fatte anche a monte con i PC Desktop assemblati. Saremo noi, in questo caso, a scegliere i singoli componenti e metterli insieme con le nostre mani. Ovviamente, qualora non avessimo le capacità tecniche per farlo, potremo rivolgerci ad un tecnico specializzato.

PC già assemblato o soluzione fai da te?

Assemblare un PC fisso partendo da zero può riservare più di una difficoltà a chi si appresti a farlo per la prima volta. E proprio per questo, le aziende propongono un'ampia scelta di Desktop PC pronti per l'uso, con caratteristiche anche molto differenti gli uni dagli altri. Una volta individuato il budget e definito chiaramente il tipo di utilizzo che ne faremo, potremo scegliere fra le tante opzioni che il mercato ci offre. Ma se non siamo proprio a digiuno di conoscenze informatiche e ciò che ci preme di più è risparmiare qualcosa, potremo anche provare la soluzione fai da te, assemblandolo con le nostre mani. Non si tratta di un'impresa impossibile, a patto di avere chiaro in mente quali sono i componenti da acquistare separatamente per farlo funzionare. Il punto di partenza per qualsiasi PC fisso assemblato è la scelta del case, cioè della scatola che conterrà tutte le altre parti. Poi, dovremo occuparci della scheda madre, del processore, dei banchi di memoria RAM e della scheda video, se necessaria. E ancora, sarà essenziale acquistare l'hard disk (o l'unità SSD), il blocco alimentazione e, eventualmente, l'unità ottica e la scheda audio. La restante parte dei componenti va soltanto collegata al case in modo molto intuitivo. Parliamo, nello specifico, del monitor, della tastiera, del mouse, della webcam e degli speaker.

Design e materiali costruttivi

La struttura a torre di un PC fisso è realizzata in metallo con inserti in plastica, in modo da coniugare solidità e leggerezza. Le linee non sono di norma particolarmente originali, se si fa eccezione per i Gaming Desktop PC, caratterizzati da forme e colori portati all'estremo in quanto ad aggressività. Agli antipodi a livello estetico incontriamo, poi, i Mini Desktop PC, come gli Asus VivoMini, costituiti da un box squadrato di dimensioni molto contenute. I materiali usati possono variare molto ed incidere profondamente sul prezzo finale. Se per i prodotti economici si predilige il policarbonato, per quelli più costosi, come i Mac Mini, è l'alluminio a farla da padrone. Va detto, però, che i modelli in cui il design ha il peso maggiore sono i PC Desktop All in One. Parliamo, cioè, di PC in cui la parte hardware è contenuta all'interno del monitor. Eleganti e raffinati, mostrano inserti in metallo e forme accattivanti, oltre ad uno schermo supersottile. Eclatante è il caso degli iMac di Apple, dotati di incredibile display Retina, oppure dei prodotti della linea Zen AIO di Asus. Infine, meritano una menzione a parte le PC Stick. Grandi come il palmo di una mano, sono chiavette USB con il PC all'interno, da collegare ad un monitor o ad un televisore.

Mini PC più diffusi ed apprezzati:
Intel NUC Kit
MSI Cubi N 8 GL
Apple Mac mini M1

Lavoro, gaming o uso casalingo: il giusto PC per ogni esigenza

Per chi si accinga ad acquistare un PC Desktop, è bene valutarne in anticipo il posizionamento, così da capire se lo spazio a disposizione sarà sufficiente. Nella stragrande maggioranza dei casi, le potenzialità di un PC fisso si esprimono al meglio in casa o in ufficio. In entrambe le location, la soluzione ideale rimane una scrivania abbastanza grande da contenere il case all'altezza delle gambe e, nel piano superiore, monitor e tastiera. Un monitor da 19 pollici o un monitor da 20 pollici rappresentano un ottimo compromesso fra qualità dell'immagine e compattezza. Ma per i professionisti di grafica e animazione, nonché per gli appassionati di gaming si consigliano display ben più grandi. Inoltre, può presentarsi la necessità di utilizzare due o più schermi in contemporanea, situazione che ci spinge a ripensare l'organizzazione del nostro piano di lavoro, optando magari per una potente Workstation professionale. Per chi, invece, desideri una postazione di lavoro più compatta, consigliamo i PC Desktop All in One, privi del case e con l'hardware integrato nel monitor. Infine, esistono anche soluzioni ad elevata trasportabilità: parliamo dei Mini Desktop PC, grandi come scatole di latta e comodi da portare in giro in una borsa.

PC All in One dall’ottimo rapporto qualità-prezzo:
Acer Aspire C24-963
Asus Vivo AiO V222FA
Apple iMac 21.5"

Il cuore del PC: il comparto hardware

Le prestazioni di un Pc fisso sono direttamente proporzionali alla potenza dell'hardware che integra al proprio interno. Parliamo, cioè, di tutti quei componenti elettronici che entrano in gioco per gestire i processi principali della macchina. Vediamoli nel dettaglio di seguito:

Scheda madre
Nei PC Desktop tutti i componenti hardware sono collegati alla scheda madre (motherboard) che funge da punto di snodo per il passaggio di segnali e dati. La scheda madre è connessa al processore, alla memoria RAM e alla scheda grafica. Inoltre, si collega via cavo all'hard disk, all'unità ottica e, ovviamente, all'alimentazione. Infine, si collocano sulla scheda madre anche le porte HDMI, USB, ethernet e le uscite audio.

CPU e dissipatore
Al centro della scheda madre trova postoil processore (o CPU), il cuore pulsante dell'intero sistema. Intel e AMD sono le aziende che detengono il monopolio assoluto di questa fascia di mercato, proponendo tanti modelli differenti per potenza e consumi. Inoltre, le CPU sono soggette di tanto in tanto ad aggiornamenti software che ne migliorano le prestazioni. Da notare come nei PC fissi, ad ogni processore sia strettamente legato un dissipatore, vale a dire una ventola che va a raffreddare esclusivamente la CPU.

Memoria RAM
La memoria RAM è lo spazio che si riempie e si svuota ciclicamente, in base ai programmi in uso nel PC. Per esempio, all'avvio del browser web, parte di questa memoria viene impegnata e, ad ogni scheda ulteriore che andremo ad aprire, lo spazio disponibile diminuirà progressivamente. Per questo, la capienza di tale memoria è di vitale importanza. Ed il vantaggio di un Desktop PC rispetto a molti portatili, sta anche nell'espandibilità della RAM. In linea generale, 8 GB sono il quantitativo minimo che consigliamo di scegliere ma, volendo un sistema più reattivo, è possibile optare per 16 GB o più.

Scheda Video
Se la scheda video integrata nel processore non è sufficiente a gestire con disinvoltura i processi grafici, è necessario aggiungere una scheda grafica più potente, con un quantitativo di memoria RAM dedicato esclusivamente a farla funzionare. Il prezzo di una scheda video per pc fisso può oscillare anche di molto, a seconda della propria qualità. Ma resta il fatto che a produrre questi componenti hardware sono sempre due sole aziende: Nvidia e AMD. Come per le CPU, anche le schede video prevedono sempre una ventola dedicata.

Unità di archiviazione dati
È lo spazio in cui vengono salvati i file personali, installati i programmi e contenuto il sistema operativo. Più è veloce e migliore sarà l'esperienza d'uso generale. Per questo, rispetto al tradizionale hard disk meccanico composto da un disco che ruota sul proprio asse, consigliamo di scegliere un modello SSD. Parliamo di un'unità a stato solido, in grado di assicurare tempi di avvio, installazione e caricamento significativamente più rapidi.

PC Desktop con processore ultrapotente:
Dell Precision 3240
MSI MEG Infinite X 10th
HP VR Backpack G2

Il sistema operativo

Windows è di gran lunga il sistema operativo di maggiore successo a livello globale, essendo presente a bordo di milioni di Desktop PC e notebook. Seguono a notevole distanza macOS per macchine Apple e Linux. Vediamone meglio insieme le caratteristiche:

Windows
È Windows 10 il re indiscusso dei sistemi operativi. Presente a bordo del 60% dei computer in circolazione, ha rivaleggiato fino al 2018 con un altro OS di Microsoft, salvo poi superarlo. Parliamo di Windows 7, apprezzatissimo dagli utenti e a lungo rimasto in vetta alla classifica. Windows 10 si caratterizza per molteplici pregi e qualche difetto. Ma nel complesso il bilancio è positivo. Per prima cosa, offre buona flessibilità ed elevata compatibilità con tutti i dispositivi (PC Desktop, notebook e tablet) che lo montano a bordo. Inoltre, è facilmente personalizzabile, grazie ai tanti i programmi appositamente pensati. Di contro, però, è soggetto a svariati bug che, tuttavia, vengono risolti col tempo attraverso costanti aggiornamenti. E soffre più degli altri dell'attacco di virus e malware.

macOS
Dall'altro lato della barricata troviamo macOS, presente su tutti i computer Apple, come Apple iMac 21.5". Giunto alla versione 11.0 (Big Sur), è un sistema operativo molto completo, graficamente riconoscibile e semplice da usare. In più, non richiede particolare manutenzione come, invece, avviene per Windows 10. Tutto funziona sempre bene e la notevole reattività generale delle macchine Apple è dovuta alla presenza di un software tagliato su misura dell’hardware. E anche qui, il divario con Windows si fa più profondo. Gli unici limiti di macOS sono legati alla compatibilità con gli altri sistemi. Ma non è un mistero la volontà di Apple di realizzare con i propri prodotti un ecosistema chiuso e autonomo. 

Linux
Se le prestazioni del nostro PC fisso su base Windows si sono appannate col tempo, optare per Linux potrebbe risolvere più di un problema. Si tratta di un sistema operativo open source disponibile in molteplici versioni, gratuito e semplice da reperire. Inoltre, può anche coesistere con altri sistemi operativi, dandoci la possibilità di scegliere quale usare ad ogni avvio. L'installazione di Linux, pur non essendo troppo complessa, richiede un po' di dimestichezza con la materia. E soprattutto, per chi intende realizzare un PC fisso assemblato, rappresenta un'ottima scelta nel caso si vogliano ridurre le spese al minimo.

PC con Windows 10 Pro preinstallato:
Dell Vostro 3681
Dell OptiPlex 3280
MSI Pro 24X 10M

Connettività

PC Desktop Wi-Fi
A bordo di un PC Desktop, il comparto connettività è di vitale importanza. Sì, perché ancor prima di collegare pennette USB o hard disk esterni, come i Western Digital, è necessario connettere il monitor, la tastiera, il mouse e, eventualmente, gli speaker. Pertanto, consigliamo di scegliere un modello con un numero di ingressi generoso, così da essere pronto per ogni eventualità. Alcune periferiche, poi, possono essere collegate senza fili, sfruttando il Bluetooth o i il Wi-Fi. Ne parliamo approfonditamente di seguito:

Porte ed ingressi
Quando la scelta ricade su un classico modello con case esterno, dobbiamo accertarci che vi siano almeno due porte HDMI, una diretta al monitor e l'altra per l'eventuale collegamento di un secondo display. In molti casi, è anche presente l'uscita VGA video ma ormai viene utilizzata sempre meno. Per collegare la tastiera ed il mouse occorrono due ingressi USB, a meno che non si voglia risolvere il problema usando la connessione Bluetooth. In tal caso, dovremo inserire nelle porte USB gli appositi riduttori per trasmettere il segnale ai componenti aggiuntivi. Poi, con le uscite audio da 3,5 mm potremo connettere due speaker o un sistema audio più complesso. Infine, grazie alla porta ethernet, sarà possibile sfruttare il PC in rete. A livello di posizionamento, la maggior parte degli ingressi si trova sul retro del case ma alcuni sono ben visibili frontalmente, per essere raggiunti con minore sforzo. Per quel che riguarda, poi, i PC Desktop All in One, come il Lenovo ThinkCentre M70a, viene meno la necessità di un'uscita per il monitor, essendo il display il corpo centrale della macchina. Le Workstation, invece, prevedono di norma un numero ancora maggiore di porte, per dare la possibilità agli utenti di collegare vari dispositivi aggiuntivi.

Usare il Wi-Fi sul PC fisso
Quasi tutti i Mini PC Desktop, come Apple Mac mini M1, integrano un modulo Wi-Fi per la connessione alla rete senza fili. E vale lo stesso per i modelli All in One. Ma se siamo orientati all'acquisto di un prodotto supereconomico, questo tipo di connettività potrebbe mancare. Non dobbiamo, comunque, preoccuparci perché si tratta di una situazione risolvibile con poca spesa. La soluzione più economica è, senza dubbio, l'utilizzo di una pennetta USB che faccia da ricevitore del segnale proveniente dal modem. Device del genere costano circa 10 euro e basta infilarli in una porta USB per farli funzionare. Certo, il segnale potrebbe rivelarsi poco stabile e debole. Con pochi euro in più, però, possiamo optare per una scheda Wi-Fi PCI. Parliamo, però, di un componente da montare all'interno del case e collegare alla scheda madre.

Monitor LCD: dimensioni e risoluzione fanno la differenza

Quando ci accingiamo ad acquistare un PC, non sempre il monitor LCD è compreso nel pacchetto. Anzi, molto spesso, dovremo occuparcene separatamente, così come della tastiera, del mouse e dell'impianto audio. Solo per i PC Desktop All in One, la configurazione standard prevede uno schermo all'interno del quale trova posto tutta la componentistica hardware. Nello scegliere un monitor, sono molteplici le variabili da considerare. Si parte dalle dimensioni, comprese fra 18 a 50 pollici. Di seguito, è bene individuare la giusta risoluzione, partendo da schermi HD per passare poi ai modelli Full HD, come il Samsung LF22T350FHU, o ancora più definiti. Da valutare sono anche la luminosità, il rapporto di contrasto e l'ampiezza degli angoli di visione. Infine, per gli amanti del gaming, i tempi di risposta e la frequenza di aggiornamento, ovvero la velocità con cui avviene il refresh delle immagini. Fra i monitor più economici, è molto interessante l'HP 22f, bel display da 22 pollici con risoluzione Full HD venduto intorno ai 100 euro. Tra i monitor PC migliori, invece, troviamo il Dell U3415W, grandissimo e dotato di risoluzione 4K. In aggiunta, integra due potenti speaker da 9 Watt ciascuno.

La scelta di tastiera e mouse

Tastiera PC
Mouse e tastiera di un Desktop PC vengono spesso acquistati separatamente. E tale scelta si rivela di fondamentale importanza dato che queste periferiche servono ad inviare gli input principali al computer. Le soluzioni con filo stanno andando via via scomparendo, poiché originano fastidiosi grovigli di cavi sulla scrivania o dietro il case. Con pochi euro in più, possiamo acquistare mouse wireless e tastiere wireless, come HP Tastiera K2500, da collegare al PC fisso tramite Bluetooth. Per farlo, basta infilare nelle apposite porte i piccoli trasmettitori del segnale forniti nella confezione. Al di là della tipologia di connessione usata, ciò che conta è che la tastiera sia rapida e comoda, abbia una buona corsa e non sia eccessivamente rumorosa. Meglio se dotata di tastierino numerico, per quanto alcune lo escludono per risparmiare spazio. Anche nel valutare il mouse, la reattività si fa requisito basilare, così come la precisione del click. Per entrambe le tipologie di prodotto, esistono sia modelli molto economici che particolarmente costosi. I secondi si rivolgono specificamente ai possessori di Gaming Desktop PC, utenti che cercano prestazioni estreme in quanto a velocità e precisione.

Set con mouse e tastiera Bluetooth più apprezzati:
Logitech MK295
Logitech MK470
Trust Ximo

Case e ventole per il raffreddamento

Realizzato in plastica e acciaio, il case di un PC fisso è la struttura che contiene gli elementi hardware, l'intelaiatura di tutto il sistema. Il case presenta la classica forma a torre, le cui dimensioni possono oscillare anche molto a seconda di ciò che contiene al proprio interno. Parliamo nello specifico della scheda madre, del processore, della scheda video e delle unità ottiche. Nei Mini PC Desktop, come il nome stesso preannuncia, il tutto è miniaturizzato ed il case va ad assumere la forma di una piccola scatola quadrangolare, leggera e compatta. Tornando ai classici case a torre, nella parte frontale trovano posto una serie di vani coperti da tappi di plastica. Una volta tolti questi ultimi, è possibile riempirli con componenti aggiuntivi come, ad esempio, lettori CD/DVD o masterizzatori. All'interno, invece, vengono posizionate due ventole, ad una certa distanza l'una dall'altra. Creando una corrente d'aria forzata, le ventole vanno a costituire il sistema di raffreddamento del computer. Con circa 30 euro è possibile portarsi a casa un buon prodotto, come lo Sharkoon VS4-S. Spendendo qualcosa di più, invece, si può acquistare uno dei migliori case per PC in circolazione, ovvero l’Asus TUF Gaming GT301, pensato specificamente per gli amanti dei videogames.

Case per PC dall’ottimo rapporto qualità-prezzo:
Sharkoon TG4
Kolink Stronghold
Cooler Master MasterCase H500P Mesh ARGB

Componenti aggiuntivi principali

Non sempre necessari, questi componenti possono essere associati al Desktop PC anche in un secondo tempo. Vediamoli insieme nel dettaglio:

Unità ottiche
Parliamo di unità aggiuntive dotate di lente in grado di leggere CD, DVD, Blu-Ray e altri formati. Con una seconda unità, è anche possibile masterizzare. Certo è che, da quando si possono scaricare agilmente contenuti dalla rete o fruirne in streaming, le unità ottiche hanno perso gran parte della propria utilità. 

Webcam
Ad eccezione dei PC Desktop All in One, i monitor dei modelli più tradizionali non sono dotati di webcam integrata. Dovremo, quindi, acquistarla separatamente e posizionarla sopra lo schermo. Con un prezzo che può oscillare da 5 euro fino a oltre 100, il nostro consiglio è di scegliere una webcam con risoluzione almeno HD, come la Logitech C270.

Speaker
Alcuni monitor integrano nella scocca due speaker audio. Ma, nella maggior parte dei casi, saremo noi a doverli aggiungere. Come per la tastiera ed il mouse, esistono anche modelli Bluetooth. In alternativa, basta collegarli all'uscita audio da 3,5 mm presente sul case.

Webcam PC di notevole qualità:
Aukey PC-W1
Trust 23637 Tyro
Logitech StreamCam

Consumi e alimentazione elettrica

Rispetto ad un notebook, un PC Desktop consuma decisamente di più. Ed i motivi non sono pochi. In primis, la presenza di un monitor esterno alimentato separatamente. Inoltre, man mano che aumenta la diagonale del display, cresce anche la richiesta di risorse. Senza contare che all'interno del case di un PC fisso trovano posto varie ventole di raffreddamento che, rimanendo sempre in funzione, fanno salire i consumi. In particolare, la scheda grafica ed il relativo dissipatore di calore, possono consumare anche 100 Watt all'ora. In sostanza, più i componenti sono potenti e maggiormente impattano sul sistema in termini di risorse. Quindi, la spesa finale in bolletta sarà fortemente condizionata dall'utilizzo che faremo del PC e dal tempo in cui resterà acceso. Indicativamente, però, possiamo dire che un Desktop PC medio consuma fra i 200 ed i 300 Watt all'ora. Per un prodotto del genere, un alimentatore da 500 Watt sarà più che sufficiente. Se poi, la richiesta di potenza è maggiore, come nel caso di una Workstation, è meglio optare per un alimentatore per PC fisso da 700 Watt. Tra parentesi, tale componente è solitamente già compreso nel case e solo di rado andrà acquistato separatamente.

Alimentatori PC più diffusi ed apprezzati:
Cooler Master MWE
Seasonic Focus GX-550
Corsair TX-M

PC Desktop per il gaming

I Gaming Desktop PC rientrano in una categoria speciale con un notevole seguito fra gli amanti dei videogames per i PC. Strutturalmente, sono analoghi ai PC Desktop tradizionali con case esterno. Cambia di molto, però, la configurazione hardware, così da essere in grado di far girare al meglio anche i giochi più recenti e graficamente esigenti. La scheda video è la protagonista assoluta di un PC fisso da gaming ed è necessario che sia dotata di almeno 4 GB di spazio dedicato ai processi grafici. Tali componenti sono prodotti esclusivamente da Nvidia e AMD, aziende che sfornano a getto continuo modelli sempre più potenti. Per raffreddare un hardware così performante, occorre un sistema di raffreddamento molto efficace. Per questo, un buon PC da gioco dovrebbe poter contare su ventole grandi e molte prese d'aria. Senza considerare che, per gestire al meglio i consumi energetici più elevati, serve anche un alimentatore ad alto wattaggio. PC fissi da gaming, tipo i Vibox, hanno un prezzo che può variare dai 600 ai 5000 euro. Ma non dimentichiamoci che a tale cifra va aggiunto il monitor, preferibilmente con elevata frequenza di aggiornamento. Infine, non mancano in commercio mouse e tastiere pensate appositamente per giocare e caratterizzate da una reattività straordinaria.

Desktop PC da gaming più popolari:
Lenovo Legion T5 28IMB05
HwOnline PC Gaming PRO1 RTX
MSI MEG Infinite X 10th

Le marche più popolari

Torna su