Tech 1 dicembre 2019

Come scegliere la stampante

HP PageWide Pro 477dw

Siamo ormai ben inoltrati nel XXI secolo e in molti contesti la carta è solo un lontano ricordo. In altri contesti, invece, avere una stampante in casa o in ufficio è ancora una necessità, o almeno una comodità a cui non siamo disposti a rinunciare.

Tant’è che le stampanti sono ancora un prodotto molto venduto, e molti decidono di comprarne una perché ancora non ce l’hanno, o per cambiare quella che possiedono. Quando ci si appresta a cercare una nuova stampante, che sia in un negozio fisico oppure online su Trovaprezzi.it, ci sono alcuni aspetti che potrebbero rendere la ricerca difficile.

Con questa guida cercheremo di aiutarvi a scegliere la stampante più adeguata alle vostre esigenze.

Stampante per casa o stampante per home office?

In questo articolo tralasceremo le stampanti da ufficio, quei modelli di grandi dimensioni che spesso si trovano nelle aziende di grandi dimensioni. Ci sono però anche gli uffici di piccole dimensioni e soprattutto i cosiddetti “home office”, che indicano quelle situazioni in cui si svolge parte o addirittura tutto il lavoro in casa: in questi casi serve una stampante specifica.

Per l’uso prettamente domestico, invece, si suppone un uso della stampante meno assiduo e che si possa stampare su carta fotografica.

Le riflessioni da fare prima dell’acquisto sono diverse: come useremo la stampante? Stamperemo fatture e altri documenti oppure solo qualche ricerca scolastica di tanto in tanto? Sono sufficienti che le stampe siano in bianco e nero oppure necessitiamo di stampare anche a colori? E in quest’ultimo caso, stamperemo fotografie?

Rispondere a tutte queste domande è un passo necessario prima di comprare la stampante, altrimenti si rischia di prendere un prodotto che non è quello giusto per le nostre necessità.

Stampanti ad uso domestico non fotografiche

La stampante domestica può essere chiamata a svolgere un lavoro parecchio impegnativo. Le ricerche scolastiche, le prenotazioni degli hotel, ricevute, documenti bancari e tanto altro ancora. Questa stampante viene accesa di frequente e stampa alcune decine di fogli al mese.

Per questo tipo di utilizzo c’è una scelta molto ampia, con prezzi che vanno dai 40 ai 500 euro circa. Probabilmente è meglio evitare i prodotti più economici, perché in genere si rivelano i più costosi quando arriva il momento di cambiare le cartucce o di fare manutenzione.

Se stampate in bianco e nero consigliamo una stampante laser, perché sono più veloci e hanno costi di gestione minori. Per stampare a colori, invece, è preferibile una stampante a getto d’inchiostro.

Epson WorkForce WF 2750dwf  è una stampante a getto d’inchiostro ideale per l’uso domestico e adatta anche a un piccolo ufficio. Può fare anche da fax, scanner e fotocopiatrice. Con 13 pagine al minuto (B/N), non è la stampante più veloce del mondo, ma è senz’altro adatto all’uso domestico.

Epson WorkForce WF-2750DWF

Epson WorkForce WF-2750DWF

HP LaserJet Pro M28a è una stampante laser dal design compatto, che si può collocare praticamente ovunque in casa o in ufficio. La tecnologia laser garantisce fino a 8000 pagine al mese, davvero tante. Include scanner e fotocopiatrice, e stampa a 18 pagine per minuto.

LaserJet Pro M28a

LaserJet Pro M28a

Stampanti per professionisti ed università

Dalle medie fino all’università, a uno studente capita spesso di dover stampare documenti di ogni genere. Molti studenti si rivolgono a una copisteria, ma procurarsi una stampante potrebbe rivelarsi una scelta più vantaggiosa. Si tratta di stampare moltissime pagine, spesso fronte/retro, in pochissimo tempo. Il punto cruciale quindi è la velocità, e in genere va bene stampare in bianco e nero. In questo caso la presenza di uno scanner integrato può essere altrettanto utile, per digitalizzare documenti e pagine dei libri.

Brother MFC-L2710DN è una stampante che costa circa la metà rispetto alla HP PageWide Pro 477dw che vedremo successivamente, il che la rende un’opzione molto più interessante per chi vuole tenere il budget sotto controllo. Inoltre, è anche leggermente più piccola, il che potrebbe fare la differenza per chi ha poco spazio a disposizione. È più lenta (30 PPM), ma arriva anch’essa a 1200 DPI e ha lo scanner integrato. In generale una stampante eccellente, più che adeguata a studenti universitari e professionisti.

Brother MFC-L2710DN

Brother MFC-L2710DN

 

HP PageWide Pro 477dw è larga oltre mezzo metro, questa stampante non è certo quella che mettereste sulla scrivania in camera da letto, ma se avete esigenze di livello più alto è la risposta giusta. Può stampare in bianco e nero fino a 40 PPM, quindi la bozza della tesi di laurea sarà pronta prima che finiate di prendere il caffè. E se dovete stampare immagini o grafici, con la massima risoluzione (1200×1200 DPI) avranno una nitidezza esemplare.

HP PageWide Pro 477dw

HP PageWide Pro 477dw

 

Stampanti fotografiche non professionali

Ormai è davvero molto semplice stampare le proprie fotografie, con decine di servizi tra cui scegliere – senza contare la possibilità di recarsi in negozio con un pendrive. La comodità di stampare al momento le foto che desideriamo, però, l’avrete solo con una stampante fotografica.

La scelta non è semplice: se ci si limita a cercare online  il termine “stampante fotografica” si trovano moltissimi modelli, alcuni dei quali davvero economici (si parte da meno di €40). Questo però è uno di quei casi in cui la qualità si paga: anzi, con le stampanti in genere se si spende poco all’inizio, si finisce poi per spendere di più con i costi di gestione e mantenimento.

Se volete stampare della fotografie di qualità almeno discreta, e avere una stampante che possa durare qualche anno senza darvi problemi, è meglio orientarsi su modelli almeno di fascia media. Sono prevalentemente modelli a getto d’inchiostro che possono svolgere anche gli altri normali compiti di una stampante, ma che sono progettati appositamente per generare una buona qualità fotografica.

Se invece volete risultati di qualità professionale dovrete spendere cifre molto sostenute, ma si può ottenere un valido compromesso senza spendere un capitale.

Nota: per stampare fotografie e avere un buon risultato dovrete usare carta fotografica.

Se volete il massimo della qualità fotografica e il prezzo non di spaventa, Epson SureColor SC-P600 potrebbe essere la risposta alle vostre esigenze. Non solo ha una qualità di stampa altissima, tra le migliori che si possano trovare senza passare ai modelli professionali. È anche in grado di gestire molti formati di carta, integra uno scanner e ha un piccolo schermo incorporato che rende l’utilizzo più comodo. Per riprodurre i colori nel miglior modo possibile usa un gran numero di cartucce diverse, e i costi di gestione non saranno esattamente economici. Sempre del brand Epson sono disponibili anche la Epson SureColor SC-P400 e la Epson SureColor SC-P800, che costano rispettivamente circa 500 e 1.000 euro circa.

Epson SureColor SC-P600

Epson SureColor SC-P600

La stampante Epson Expression Photo XP-960  è alta meno di 15 centimetri: potrebbe trovare posto su una mensola o un scaffale vicino alla scrivania. Non è particolarmente veloce, né con il testo in bianco e nero né con le fotografie, ma in cambio avrete una qualità fotografica davvero eccellente. Inoltre è una stampante in grado di stampare borderless, cioè senza lasciare bordi bianchi intorno all’immagine. Un dettaglio che rende le fotografie più adatte ad essere incorniciate ed esposte in casa. Considerato il prezzo (meno di €200) è davvero un ottimo affare.

Epson Expression Photo XP-960

Epson Expression Photo XP-960

 

Valerio Porcu
Valerio Porcu

Classe 1976, ha studiato elettronica e letteratura, con una specializzazione in didattica delle lingue. Grazie all’unione della formazione tecnica con quella umanistica, ha sviluppato uno sguardo critico e attento, e la capacità di osservare con attenzione e distacco lo sviluppo tecnologico, sia per i grandi salti evolutivi sia per i piccoli oggetti di uso quotidiano. Uno sguardo maturo che sa...Leggi tutto

Scrivi un commento