Tech 12 settembre 2020

Recensione Samsung Galaxy Watch 3: lo smartwatch funzionale ed elegante perfetto per il fitness

Samsung Galaxy Watch 3

Il Samsung Galaxy Watch 3 è l’ultimo smartwatch nato in casa Samsung, nonché l’erede di uno tra i migliori smartwatch che abbiamo mai provato, cioè il Samsung Galaxy Watch 2. Ci aspettavamo molto da questo prodotto, e non ci ha deluso.

Samsung ha rinnovato il suo smartwatch in molti aspetti e si nota subito. Il Galaxy Watch 3 è più sottile e leggero rispetto al modello precedente, ma mantiene il design circolare e l’aspetto di un orologio da polso “normale”. Il nuovo design è migliore, tuttavia, e lo rende un concorrente diretto dell’Apple Watch 5, almeno dal punto di vista estetico. Anzi, potrebbe essere la scelta ideale per chi non ama il design quadrato del prodotto Apple.

Design

Voto: 9/10

Samsung Galaxy Watch 3

In quanto smartwatch, ovviamente, non è solo un oggetto bello da vedere ma anche un eccellente compagno per lo sport, che lo facciate solo di tanto oppure che cerchiate uno strumento affidabile per gli allenamenti più impegnativi. Come molti prodotti di questa categoria, dovrete caricarlo ogni paio di giorni; se volete qualcosa che duri di più, meglio orientarsi sui fitness tracker come la Xiaomi Mi Band 5; sono meno belli e hanno meno funzioni, ma sicuramente la batteria dura più a lungo.

Come in passato, il Galaxy Watch 3 è disponibile in due versioni, la versione da 41 mm e la versione da 45 mm; noi abbiamo provato quella più grande, ma dimensioni a parte tutto il resto vale per entrambe. L’esperienza d’uso potrebbe essere diversa con un quadrante più piccolo, quindi lettere e simboli più difficili da leggere.

Lo schermo è costituito da un pannello Super AMOLED da 1,2 o 1,3 pollici, e supporta la funzione Always On, quindi volendo può restare sempre acceso – senza che questo pesi molto sulla durata della batteria. In entrambi casi la risoluzione di 360×360 pixel permette un’ottima leggibilità dei caratteri ed è facile navigare tra i menu. Anche con una forte luminosità lo schermo risulta sempre perfettamente leggibile. La cassa è in acciaio, e dovrebbe arrivare anche una versione in titanio, un po’ più leggera e probabilmente più costosa.

In Italia è disponibile in due colori, bronzo e argento, con un cinturino in pelle abbinato. Chi vuole un cinturino diverso potrà acquistarlo separatamente

La certificazione IP68 permette di usarlo anche per il nuoto, ma non abbiamo provarlo visto che le piscine erano inaccessibili per via delle restrizioni dovute al covid-19.

Prestazioni e software

Voto: 8/10

Samsung Galaxy Watch 3

All’interno troviamo lo stesso processore del modello precedente, quindi su questo aspetto Samsung non ha fatto modifiche. È una parziale delusione, perché da un aggiornamento ci si aspetta sempre anche nuovo hardware interno; ma d’altra parte tutto funzionava benissimo e non c’erano vere ragioni per inserire un processore diverso – ma siamo certi che con la prossima generazione Samsung riuscirà a ridurre almeno un po’ i consumi energetici.

Le varie applicazioni si caricano velocemente, grazie anche a 1GB di RAM, e la navigazione tra i menu è fluida e reattiva. Lo spazio di archiviazione, 8 GB, è occupato per metà dal sistema operativo e dalle app predefinite, ma i 4GB restanti dovrebbero essere sufficienti alla maggior parte delle persone.

A proposito di sistema operativo, Samsung conferma la scelta di Tizen (lo stesso dei televisori Samsung), che si conferma uno tra i migliori che si possano avere oggi su uno smartphone. Rispetto ad Android Wear o a Watch OS (Apple), tuttavia la quantità di applicazioni compatibili è ancora relativamente ridotta.

Il Samsung Galaxy Watch 3 è compatibile tanto con iPhone quanto con gli smartphone Android. Si ottiene qualche vantaggio in più se avete un Samsung, ma la differenza non è grande come si potrebbe pensare.

Mancano alcune funzioni che si trovano invece su Apple Watch, come la possibilità di rispondere ai messaggi oppure “Trova il mio telefono”.

Fitness

Voto: 8/10

Le funzioni dedicate allo sport sono complete e dovrebbero soddisfare tutti gli utenti, qualsiasi sia la vostra attività preferita. Il Galaxy Watch 3 offre tutto quello che si trova sul Galaxy Watch Active 2.

È quindi in grado di monitorare automaticamente un gran numero di attività, e molte altre si possono controllare avviando a mano la relativa applicazione. Nella nostra esperienza, tutto ha funzionato come ci aspettavamo. Questo smartwatch si è rivelato molto preciso, anche passando da un’attività a un’altra, e riconosce anche pause impreviste. Eventualmente è possibile avviare il monitoraggio anche tramite l’assistente vocale, invece di operare con le dita sullo smartwatch stesso.

La misurazione della frequenza cardiaca manda notifiche e allarmi se rileva condizioni anomale, e c’è anche il rilevamento di cadute e il saturimetro, per verificare l’ossigenazione.

Presente all’appello anche la funzione ECG (elettrocardiogramma) e il controllo della pressione sanguigna. Al momento le autorità italiane non hanno ancora autorizzato l’attivazione di queste funzioni ma il Galaxy Watch 3 è già stato approvato in altre aree del mondo, quindi non dovrebbe mancare molto.

Non manca il monitoraggio del sonno, che aiuta a capire se si sta dormendo bene e se c’è qualche aspetto che si può migliorare. Presenti all’appello anche il controllo del ciclo mestruale.

Ogni dieci minuti, inoltre, il Galaxy Watch 3 controlla il livello di stress e avvisa se è il caso di fare una pausa con qualche esercizio di respirazione.

Autonomia

Voto: 6/10

Samsung Galaxy Watch 3

Il Galaxy Watch 3 si è rivelato uno smartwatch eccellente ma non brilla per autonomia. La batteria da 340 mAh non è molto grande, il che forse ha permesso a Samsung di rendere più sottile il design, e dura al massimo due o tre giorni. Meno in caso di attività sportiva intensa o se si usa molto il GPS.

Altri smartwatch fanno meglio da questo punto di vista e se vi interessa l’autonomia forse dovreste prendere in considerazione un Garmin o un Fitbit. Apple Watch 5, tuttavia, ha un’autonomia comparabile.

Si ricarica in circa 2,5 ore, e nella confezione c’è il pad per la ricarica wireless.

Conclusioni

Voto: 7/10

Il Samsung Galaxy Watch 3 si è rivelato un prodotto eccellente. Costa un po’ di più rispetto a molti concorrenti, ma ha un design raffinato che lo rende molto bello da vedere, adatto anche a chi cerca un orologio che offra del valore estetico, oltre alle funzioni per lo sport e la salute. A tal proposito, è un compagno ideale per gli allenamenti, sia occasionali sia per chi fa sport abitualmente.

La ghiera girevole, come già sui Galaxy Watch precedenti (alcuni) è poi una caratteristica unica, che giustifica senz’altro un esborso leggermente superiore. Non è solo bella da vedere, ma migliora anche l’ergonomia generale del Galaxy Watch 3.

Se cercate uno smartwatch che sia tanto funzionale quanto elegante, allora il Galaxy Watch 3 è il modello che dovreste prendere in considerazione. Se, diversamente, vi interessa avere il maggior numero di applicazioni compatibili, allora dovreste prendere in considerazione uno smartwatch con Android Wear. Similmente, se la vostra priorità è la durata della batteria, allora il Galaxy Watch 3 non è il prodotto che fa per voi.

Valerio Porcu
Valerio Porcu

Classe 1976, ha studiato elettronica e letteratura, con una specializzazione in didattica delle lingue. Grazie all’unione della formazione tecnica con quella umanistica, ha sviluppato uno sguardo critico e attento, e la capacità di osservare con attenzione e distacco lo sviluppo tecnologico, sia per i grandi salti evolutivi sia per i piccoli oggetti di uso quotidiano. Uno sguardo maturo che sa...Leggi tutto

Scrivi un commento

Altri articoli che potrebbero interessarti

ipad air 2020 recensione
Tech 17 gennaio 2021

Recensione iPad Air 2020, il giusto compromesso in casa Apple

L'iPad Air 2020 è il tablet più equilibrato della famiglia Apple. Si posiziona tecnicamente e qualitativamente tra l'iPad di ottava generazione e l'iPad Pro di quarta generazione. Non è una considerazione scontata, perché

fire tv stick recensione
Tech 15 gennaio 2021

Recensione Amazon Fire TV Stick e Fire TV Stick Lite

Amazon Fire TV Stick e Fire TV Stick Lite sono due piccoli gadget capaci di trasformare qualsiasi televisione, con almeno una porta HDMI, in Smart TV. Più o meno quello che fa

Bose Sleepbuds II
Tech 2 gennaio 2021

Recensione Bose Sleepbuds II, cuffie wireless per il miglior riposo

Gli auricolari wireless per accompagnare il sonno sono una trovata piuttosto recente, frutto anche dei progressi tecnologici che il settore delle periferiche audio ha permesso negli ultimi anni. Bose, nello specifico, è