Il motore di ricerca per i tuoi acquisti
Categorie
Affina la tua ricerca!

Per un risultato più preciso scrivi tra virgolette la frase relativa all’oggetto che cerchi. Es. “PlayStation 4”.

Puoi anche escludere offerte che non ti interessano, anteponendo il simbolo alla parola da omettere nella ricerca. Es. Sneakers –bianche mostrerà tutte le sneakers tranne quelle bianche.

Trova i migliori frigoriferi e i migliori congelatori, segui la nostra guida all'acquisto

Al giorno d’oggi non si può immaginare una casa senza frigorifero e, per chi dispone di adeguato spazio, di un congelatore a sé stante. La scelta è ampia: si va dal frigorifero a libera installazione (free-standing) a quello ad incasso, da quello mono porta o combinato al frigorifero americano o side-by side. Se lo spazio lo consente e l’esigenza lo richiede, il congelatore può essere verticale – organizzato in cassetti – o orizzontale anche detto anche congelatore a pozzetto. Inoltre, aiuterà nel risparmiare energia elettrica la scelta di un elettrodomestico con tecnologia no-frost. Questa guida vi aiuterà ad orientarvi a fare la scelta più adatta alle vostre esigenze.
Tutte le guide
Indice
Prima dell'acquisto Frigoriferi Congelatori Quanto costano un frigorifero e un congelatore? Vai alla categoria
Frigoriferi e Congelatori
miglior frigorifero

Prima dell'acquisto: hai le idee chiare?

Le abitudini quotidiane legate all'alimentazione esercitano un certo peso sulla scelta del nuovo frigo. Ma anche il numero di persone che compongono il nucleo familiare è d'importanza notevole. Per non parlare del budget a disposizione. Vediamo meglio, di seguito, tutti gli aspetti da valutare in fase di acquisto:

Frigorifero con congelatore o congelatore separato?
Siamo abituati ad immaginare frigoriferi e congelatori come un tutt'uno. Ma non deve essere per forza così. Infatti, se abbiamo bisogno di tanto spazio per congelare gli alimenti, optare per l'acquisto di un elettrodomestico che svolga esclusivamente tale compito può risultare una mossa vincente. 

Dimensioni e tipo di installazione
L'acquisto di un frigorifero da incasso o a libera installazione è vincolato fortemente allo spazio a disposizione in cucina. Ma non solo, a influenzarlo possono essere anche scelte di design. Infatti, più di altri elettrodomestici, il frigo free standing può distinguersi per una spiccata personalità a livello estetico.

Valutare la capacità necessaria
Mini frigo e mini congelatore si caratterizzano per ingombro contenuto e ridotta capacità, che si aggira intorno ai 30 litri. Si tratta di uno spazio insufficiente anche per un single. Figuriamoci per una coppia o una famiglia numerosa. Dovremo, quindi, valutare la capacità in base all'effettiva necessità se vorremo individuare il modello giusto.

Statico, ventilato o no frost?
Qui parliamo di tecnologia di raffreddamento più o meno efficace. I modelli statici sono i più economici ma non sono in grado di produrre un raffreddamento omogeneo, situazione che migliora con i ventilati. Ma è con un frigo o un congelatore no frost che si ottiene il massimo.

Il numero di porte ha il suo peso
Monoporta, doppia porta, combinato o americano: il numero degli sportelli esercita un peso importante nella scelta e si lega a doppia mandata alle nostre abitudini. Così come la disposizione dei ripiani all'interno.

Congelatore verticale o a pozzetto?
Anche in questo caso, le differenze sono tante. Più comodo da usare, il congelatore verticale ha un consumo maggiore, ma offre meno spazio. Un modello a pozzetto, invece, contiene una grande quantità di alimenti. Ma senza scomparti per separarli.

Quanto mi costa in bolletta?
Classe energetica, classe climatica, potere refrigerante e abitudini del consumatore. Per capire l'impatto in bolletta, è necessario analizzare queste voci una per una.

La scelta in base al budget
Se il nostro budget non supera i 200 euro, dovremo orientarci su un prodotto economico. Ma potendolo raddoppiare, la scelta si amplia incredibilmente. Senza considerare le molte offerte online a tempo, occasioni interessanti che ci permettono di acquistare prodotti di grande valore a prezzo scontato.

Qual'è il frigorifero migliore per la tua cucina?

frigorifero americano
Elettrodomestico assolutamente indispensabile, sia che si debba sostituire o che si debba comprare ex novo, le valutazioni da fare prima di acquistare un frigorifero sono diverse. Quanti siete in famiglia? Perché la capacità è il primo fattore da considerare insieme al dove vorrete collocarlo e quindi a che dimensioni dovrà avere. Se a libera installazione o a incasso, se mono porta, a doppia porta, combinato o addirittura side-by-side: la scelta è ampia. Chiaramente sarà fondamentale dare uno sguardo ai consumi perché un frigorifero bello ma troppo grande, soddisferà il vostro senso estetico, ma non si potrà dire lo stesso delle vostre finanze. 

Scegliamo un frigorifero dalla capacità giusta per la nostra famiglia

Nella scelta del frigorifero giusto per voi è fondamentale porsi due domande: quanti siete in casa e di conseguenza che quantità di cibo pensate di voler conservare. In altre parole, che capacità deve avere il vostro frigorifero perché rispecchi le vostre esigenze? Posto che esistono mini-frigo di capacità anche inferiore a 30 lt, per un frigorifero ci si orienta tra una capacità di 100 litri ad una che supera i 600. Nel caso in cui optiate per un modello di frigo combinato o per uno a doppia porta, la capacità totale andrà suddivisa tra quella del frigorifero e quella del congelatore. Naturalmente è bene tener presente che un frigo mezzo vuoto comporterà un inutile dispendio di energia e un inevitabile incremento dei costi, ecco perché è bene avere alcuni punti di riferimento per poter effettuare la scelta migliore. I parametri di riferimento più comuni sono i seguenti: 

  • Fino a 150- 190 lt: 1 persona
  • Fino a 210-260 lt: 2 persone
  • Fino a 300-360 lt: 3 persone
  • Oltre 300 lt: da 4 persone in su

Frigorifero americano o frigorifero combinato, quale modello scegliere?

Frigorifero mono porta
Il frigorifero mono porta ha una porta soltanto e spesso non è dotato di vano congelatore fatta eccezione per alcuni modelli più piccoli, come i frigo da tavolo, in cui è presente una cella freezer interna.
Il frigorifero mono porta con cassetti salva freschezza e ripiani è un modello di frigorifero ideale per chi ha l’abitudine di comprare e consumare con più frequenza cibi freschi, oppure per chi dispone di un congelatore verticale o a pozzetto indipendente dal frigorifero.

Frigorifero doppia porta
Il frigorifero a doppia porta è il modello tra i più tradizionali. Si presenta con il vano frigorifero, di dimensioni maggiori, nella parte sottostante e il vano congelazione nella parte superiore. Il freezer è generalmente diviso da un solo ripiano. Il vano frigorifero, invece, ha diversi ripiani: i cassetti nella parte sottostante per la conservazione di frutta e verdura e una serie di scaffali laterali. Con una capacità di 240 litri circa, per chi preventiva di utilizzare maggiormente la parte del frigorifero, può essere la soluzione ideale.

Frigorifero combinato
Come per il modello a doppia porta, anche il frigorifero combinato, sia esso a libera installazione o un frigorifero combinato da incasso, si presenta con due sportelli, quello del vano frigorifero e quello del vano congelatore. La differenza è che in questo caso la parte del frigorifero è collocata in alto mentre quella del congelatore nella parte bassa. Nel frigorifero combinato inoltre la capacità del freezer è superiore rispetto a quello del modello a doppia porta, ed è caratterizzato da almeno tre cassetti dove poter organizzare facilmente i prodotti surgelati, fatta eccezione per gli alimenti extra-large. Il combinato può disporre di uno o due motori. Di capacità già abbastanza importanti, un frigorifero del genere è consigliato per famiglie di 4-6 persone.

Frigorifero side-by-side
Con questa tipologia si entra nel mondo dei frigoriferi americani. Se si vuole andare in questa direzione è bene sapere che avremo a che fare con dimensioni molto grandi e capienza anche superiore ai 400 lt. Anche in termini di ingombro occorre fare le debite valutazioni mettendo in conto che possono arrivare ad occupare anche un 1 m in larghezza.
I frigoriferi side-by-side possono presentarsi con due porte affiancate, una dedicata al vano frigorifero e una al vano congelatore; oppure, nel cosiddetto modello “French-door”, con due porte verticali dedicate al vano frigo e 1 o 2 porte orizzontali, collocate nella parte sottostante, che aprono il vano congelatore.
Infine abbiamo il side-by-side a quattro porte che ha l’aspetto di un armadio a 4 ante, due superiori per il frigo e due sottostanti per il freezer. I comparti sono organizzati orizzontalmente o verticalmente per una migliore organizzazione degli alimenti. I modelli americani sono spesso dotati anche di dispenser per acqua fresca o ghiaccio, oppure, della tecnologia “door-in-door”, che consente di prelevare solo la bevanda o l’alimento di interesse posto sulla portiera, senza aprire tutto il frigo. Sono pensati per famiglie piuttosto numerose o dedite a conservare la stessa grossa quantità di cibi freschi e surgelati.

Meglio il frigorifero statico, ventilato o no-frost?

Nella scelta del frigorifero giusto gioca un ruolo importante anche il suo sistema di raffreddamento che deve essere valutato in base alle vostre abitudini. Ne esistono tre: lo statico (o tradizionale), il ventilato e il no-frost. Vediamoli nel dettaglio:

  • Sistema statico: in un frigorifero con sistema statico il freddo sulle pareti interne viene prodotto da un gas apposito spinto dal compressore nel circuito refrigerante. E’ un sistema ideale per la conservazione dei cibi freschi, ma a lungo andare si viene a creare un sottile strato di brina che andrà rimosso almeno un paio di volte all’anno.

  • Sistema ventilato: molto simile al sistema statico, con la differenza che nel frigorifero ventilato una ventola diffonde il freddo in maniera uniforme in tutti i vani del frigorifero, consentendo di mantenere un temperatura più uniforme e il giusto grado di umidità per la conservazione di cibi freschi. In caso di apertura della porta del frigo la temperatura interna riuscirà a ripristinarsi più rapidamente. Per contro, anche in questo caso, sarà necessaria la sbrinatura periodicaa meno di non orientarsi verso un frigo ventilato dotato di funzione di sbrinamento automatico.

  • Sistema no-frost: a differenza dei sistemi precedenti, nel frigorifero no frost il freddo viene prodotto e immesso nel frigo attraverso differenti canalizzazioni. Questo sistema impedisce la formazione di brina, non sarà quindi necessario rimuoverla e i consumi di energia elettrica saranno ridotti. Il freddo prodotto è più secco evitando così la formazione di muffe e cattivi odori. Per contro, per evitare che gli alimenti si secchino, è consigliabile riporli in appositi contenitori.

Scegli il congelatore su misura per la tua cucina

congelatore
L’acquisto di un congelatore è la scelta che fa per voi se in casa vostra disponete già di un frigorifero mono porta, se avete uno spazio dedicato o più semplicemente se avete l’abitudine di surgelare più cibo di quanto non decidiate di conservarne già in frigo. Potrete scegliere tra un congelatore verticale, anche detto ad armadio, da affiancare ad esempio al frigorifero che già avete, oppure un congelatore orizzontale detto anche a pozzetto, che si apre dall’alto e che potrebbe essere pensato per un locale dedicato come la cantina o il garage.
Sicuramente la valutazione della capacità del congelatore sarà fondamentale: quelli orizzontali sono più grandi dei verticali. Da non dimenticare, poi, di collocarlo lontano da fonti di calore e comunque di prestare attenzione a che le pareti abbiano uno spessore adeguato a garantire la minor dispersione possibile della temperatura. Utilissimi saranno poi i congelatori con allarme acustico, che potranno allertare su un eventuale innalzamento della temperatura oltre livelli che comprometterebbero il congelamento e quindi la conservazione dei cibi.

Qual'è la capacità giusta per le nostre esigenze?

I congelatori si possono dividere in verticali e orizzontali (o a pozzetto). La loro capacità può andare da un minimo di 30 lt per i mini-congelatori, per arrivare ai 260 litri dei modelli verticali e ai congelatori orizzontali che superano i 500 lt. Da tener presente, per un’idea ancora più precisa, che i 100 lt di un congelatore verticale hanno una capienza inferiore ai 100 lt del surgelatore orizzontale. Rispettivamente ci si orienta tra i 50-60 kg di alimenti per il congelatore verticale e di 60-70 kg per il congelatore orizzontale. In ogni caso, per poter effettuare una scelta mirata, può essere utile sapere che generalmente un buon congelatore prevede una capacità tra i 40 e i 50 litri a persona.

Congelatore verticale o congelatore orizzontale?

Esistono fondamentalmente due tipologie di congelatori, quello verticale, anche detto “ad armadio” e quello orizzontale, altrimenti detto “a pozzetto”. Vediamone di seguito le caratteristiche fondamentali.

Congelatore verticale
Anche definito ad armadio e organizzato in cassetti, il congelatore verticale assomiglia in tutto e per tutto ad un frigorifero mono porta a cui può essere facilmente accostato. Per quanto riguarda le dimensioni può essere largo e profondo fino a 60 cm; la sua altezza varia da 160 a 185 cm, ma esistono anche modelli più piccoli, generalmente pensati per un sotto piano, e modelli di congelatore verticale da incasso. La suddivisione del congelatore in 4 cassetti o anche 8, disponibili anche trasparenti, consente di organizzare e raggiungere agevolmente gli alimenti. Per contro l’apertura ed estrazione dei cassetti, con conseguente dispersione del freddo, può portare ad un dispendio di energia maggiore.

Congelatore orizzontale
Conosciuto anche come congelatore a pozzetto, questa tipologia è molto più grande della prima e può infatti raggiungere i 500 litri di capacità. Diversamente da quello verticale il congelatore orizzontale non è organizzato in scomparti e l’organizzazione e reperimento dei cibi, collocati uno sull’altro, può risultare meno comoda. L’apertura consente però una minore fuoriuscita del freddo e quindi un maggior risparmio di energia. Questo tipo di congelatore, facilmente spostabile grazie alle rotelle, è generalmente pensato per chi ha l’abitudine di conservare grandi quantità di alimenti e può essere collocato in uno spazio dedicato che sia magari il garage o altro locale diverso dalla cucina.

I consumi energetici: attenzione all'ambiente e al portafoglio

Come per ogni grande elettrodomestico anche il congelatore è obbligatoriamente accompagnato dalla sua etichetta energetica. I vantaggi di un congelatore in classe A++, quindi in una classe di efficienza energetica elevata, sono i medesimi: sul lungo periodo l’investimento economico iniziale più elevato, andrà ad essere ammortizzato nei costi in bolletta. Per una valutazione più accurata e completa di quello che potrà influire sui consumi di un congelatore, è bene però considerare alcuni ulteriori parametri. Tra questi abbiamo la classe climatica del congelatore che indica quale sia la temperatura esterna ideale per un funzionamento ottimale dell’elettrodomestico. Ne esistono di 4 tipi, ovvero quattro intervalli di temperature, più 2 cosiddette “allargate”. 

Di seguito troverete le sigle comunemente usate accompagnate dal relativo intervallo di temperatura:

  • SN da +10°C a +32°C
  • N da +16°C a +32°C
  • ST da +16°C a +38°C
  • T da +16°C a +43°C

Abbiamo poi le “allargate”:

  • SN/ST da +10°C a +38°C
  • SN/T da +10°C a +43° C.

Generalmente l’ambiente domestico è caratterizzato da una temperatura fra i 16° e i 21° C, mentre le cantine da 10°.  Non è solo importante sapere dove collocare il congelatore, ma anche quale sia la temperatura dell’ambiente in cui andrete a posizionarlo. Sempre sull’etichetta, nello spazio dedicato all’indicazione della capacità del congelatore, è presente una stella, a forma fiocco di neve, accompagnata da un numero che va da 1 a 3+1. Questo valore indica il potere refrigerante del congelatore che va da un minimo di -6° C (1 stella) ad un massimo di -30° C (congelatore a 4 stelle); si tenga presente che per congelare i cibi freschi è necessaria una temperatura di -25°. Il potere refrigerante ci indica il tempo di conservazione degli alimenti surgelati. La temperatura più alta fa sì che gli alimenti si conservino per una settimana, quella più bassa consente di conservare i cibi fino ad un anno. La tendenza attuale è quella di orientarsi verso congelatori a 3 stelle o 4. A prescindere da qualsiasi dettaglio tecnico, anche nel caso del congelatore è comunque possibile fare proprie delle buone abitudini che concorrano alla sua maggior durata e ad un concomitante risparmio energetico. Varrà sempre la regola di non introdurre cibi caldi, né di riempirlo troppo andando a superare la capacità di congelamento prevista nelle 24 ore. 

Quanto costano un frigorifero e un congelatore?

prezzi frigoriferi
A livello di costo, la differenza fra congelatori o frigoriferi da incasso e modelli free standing con caratteristiche analoghe non è molta. Semmai, sono altri i fattori che agiscono in modo deciso sul prezzo. Parliamo, ad esempio del numero degli sportelli, delle dimensioni e se siamo di fronte ad un frigo o congelatore no frost, statico oppure ventilato. Anche i consumi avranno un impatto importante e modelli con classe energetica elevata renderanno la bolletta più leggera, a fronte di un esborso iniziale più consistente. Nel caso in cui, però, la nostra priorità sia di contenere al minimo la spesa per l'acquisto, dovremo optare per un modello economico. La fascia più bassa del mercato ha come tetto i 200 euro e non è detto che al suo interno vi siano solo prodotti di scarsa qualità. Anzi, talvolta è possibile scovare frigoriferi e congelatori in offerta dal valore notevole. Certo è che, oltre tale soglia ed entro i 400 euro, è più facile fare ottimi affari. In questo caso, parliamo di fascia media. Infine, abbiamo la fascia alta, che va da 400 euro in poi. E qui, siamo nel terreno dei migliori congelatori e frigoriferi in circolazione.

Frigoriferi e congelatori economici (entro 200 euro)

Se non siamo intenzionati a spendere più di 200 euro per il nostro nuovo elettrodomestico, la scelta non potrà che ricadere su prodotti semplici, essenziali e dal design non troppo originale. Esemplari in tal senso sono i frigoriferi Beko ed in particolare il modello RDSA240K20W. Sobrio e abbastanza contenuto nei consumi, si tratta di un frigorifero doppia porta tradizionale che funziona in modo statico. La capacità è di 177 litri, la rumorosità molto contenuta ed il prezzo è appena sotto i 200 euro. Più o meno alla stessa cifra, troviamo l'analogo Indesit IND2425D, frigo dalla capacità maggiore e ancora più parco nei consumi, grazie alla classe energetica A+. Se poi lo spazio a nostra disposizione è molto limitato, potremo anche considerare l'idea di un frigorifero piccolo (o mini frigo). Si tratta di prodotti dalla capacità limitata ma facili da spostare e comodi per tenere in fresco bevande e alimenti. È il caso, ad esempio, del Klarstein Mini Taverna o dell'Ardes TK45, il cui prezzo si mantiene abbondantemente sotto i 100 euro. In ambito congelatori piccoli, invece, vogliamo mettere in evidenza l'Haier HCE143R, modello orizzontale a libera installazione e dotato di grande capacità. Il prezzo, invece, è particolarmente ristretto e si aggira intorno ai 160 euro. 

Frigoriferi e congelatori di fascia di prezzo media (da 200 a 400 euro)

Sondando i prodotti il cui prezzo è compreso fra i 200 ed i 400 euro, è facile imbattersi in offerte molto interessanti. In media, rispetto alla fascia economica del mercato, le caratteristiche sono migliori. E questo, in particolare, quando troviamo la giusta promozione. Fra i modelli dal miglior rapporto qualità-prezzo, svetta il frigorifero doppia porta Electrolux EJ2302AOX2. Parliamo di un modello a libera installazione, dalla discreta capacità di 234 litri e di classe energetica A++. Curato nel design ed efficiente, è uno dei migliori intorno ai 250 euro. Con circa 100 euro in più, ci portiamo a casa il frigorifero combinato Hotpoint Ariston LH8FF2OA, dotato di grande scomparto congelatore, per una capacità totale di ben 300 litri. Silenziosissimo e dotato di sistema no frost, consuma anche poco e può contare su un'ottimale organizzazione dello spazio interno. Salendo ancora di livello, fino a sfiorare i 400 euro, ci imbattiamo nel frigorifero Samsung no frost RB29FERNDWW. Curatissimo nel design e provvisto di display LCD che ci aggiorna in tempo reale sulla temperatura interna, può contare su un vano congelatore particolarmente ampio.

Frigoriferi e congelatori top di gamma (oltre 400 euro)

Quando la famiglia si allarga e le abitudini alimentari si differenziano, lo spazio di cui è provvisto un classico frigorifero doppia porta finisce per non bastare più. Così, se il budget a disposizione è sufficiente per effettuare l'acquisto, possiamo orientarci su un frigorifero side by side, dotato di 2 porte verticali. Prendiamo, per esempio, l'Hisense RS670N4AC1, modello di classe A+ e dotato di 340 litri di capacità interna, dei quali ben 177 dedicati al congelatore posto sul lato sinistro. Provvisto di tante funzioni aggiuntive e la tecnologia no frost per evitare il formarsi del ghiaccio, costa all'incirca 500 euro, cifra per nulla esagerata in rapporto alle caratteristiche. Spingendosi ancora più in alto, intorno ai 650 euro, abbiamo il frigorifero combinato Bosch KGN39VL45. Pur con una capacità inferiore rispetto ai modelli in stile americano, la qualità resta al top. Per cominciare, la classe energetica A+++ lo rende uno dei meno energivori in assoluto. In più, con un picco massimo di rumorosità di 36 dB, è incredibilmente silenzioso. Parlando, infine, di congelatori verticali, non possiamo non citare il Whirlpool UW6F2CWB. Con una capacità di congelamento superiore alla media ed un'ottima efficienza energetica, lavora sempre in modo ottimale. E tutto spendendo meno di 500 euro.

Le marche più popolari