Beauty 6 luglio 2019

Creme solari per bambini e neonati, per il massimo della protezione

creme solari per bambini e neonati

L’estate è la stagione preferita da molti bambini, ed è comprensibile! I bagni in mare, i giochi all’aria aperta, le corse e le esplorazioni sono solo alcuni passatempi che, con l’arrivo della bella stagione, rendono felici bambini più o meno grandicelli. Il sole non è soltanto un nemico, anzi: favorisce infatti la produzione di vitamina D, fondamentale per la salute delle ossa, per metabolizzare il calcio presente nelle ossa e per regolare il sistema immunitario. Stare al sole fa bene, dunque, ma alle giuste condizioni: i raggi solari sono infatti dannosi per la pelle, soprattutto per quella dei bambini, meno spessa e più delicata, e possono portare conseguenze anche molto gravi. Ecco perché è importante scegliere una crema solare specifica per bambini e utilizzarla nel modo corretto, che si stia al mare, in montagna o in città!

Proteggere la pelle dei bambini: qualche accortezza in più

La pelle dei bambini, soprattutto quella dei neonati, è più vulnerabile di quella di noi adulti perché la struttura cellulare dei tessuti non è ancora perfettamente matura. La pelle è più sottile e quindi più esposta agli effetti degli agenti esterni, raggi solari compresi: per questo motivo bisognerebbe sempre acquistare prodotti specifici per i piccoli, perché formulati appositamente per loro; anche nel caso delle creme solari, quelle per adulti generalmente non sono adatte, anche se con un fattore di protezione alto, perché possono favorire allergie cutanee.

La protezione per i bambini non dovrebbe mai essere inferiore a 50 (meglio se 50+). Quando acquistare una crema solare, assicuratevi anche che sia di facile applicazione, con una texture non troppo pesante o grassa, che abbia un buon INCI, quindi buoni ingredienti, e che sia resistente all’acqua, in modo da assicurare protezione anche durante i bagni in mare o piscina. Per i più piccolini, sotto i 3 anni, meglio evitare la fascia oraria 11-16 e limitare l’esposizione solare al mattino presto e al tardo pomeriggio, quando i raggi del sole sono meno potenti. Qualsiasi crema solare scegliate, e questa regola vale anche per gli adulti, ricordate di rinnovare l’applicazione frequentemente, all’incirca ogni due ore: con il passare del tempo, infatti, le creme perdono gradualmente la loro efficacia.

Le migliori creme solari per bambini

E adesso, diamo un’occhiata alle migliori proposte in circolazione per quanto riguarda le creme solari da bambini e neonati.

Latte-Solare-SPF-50-Mustela

Weleda Stella Alpina Crema Solare Sensitive SPF50

La Roche Posay Anthelios Dermo Pediatrics Spf 50+

BioNike Defence Sun Baby&Kid Latte Solare Fluido SPF50+

Esistono ovviamente molti altri prodotti validi in commercio per quanto riguarda la protezione della pelle dei bambini dal sole, l’importante è che la protezione sia almeno 50 e che sia in grado di bloccare sia i raggi UVA che i raggi UVB perché provocano danni diversi. Inoltre, vietato utilizzare le creme solari dell’anno precedente: l’apertura e la chiusura della confezione hanno fatto penetrare ossigeno all’interno che, col tempo, provoca la perdita di efficacia e altera la qualità del prodotto.

Irene Bicchielli
Irene Bicchielli

Nata nel 1988 a Firenze, dove vive ancora oggi, ha da sempre uno smisurato amore per le parole. Ha imparato a leggere e a scrivere prima delle scuole elementari e da allora non ha più smesso: lettrice seriale con un'originale passione per i romanzi storici, ha frequentato il liceo classico e poi si è laureata in Scienze Politiche per diventare...Leggi tutto

Scrivi un commento

Altri articoli che potrebbero interessarti

osservatorio infanzia
Trend 6 febbraio 2020

Infanzia: dalla sicurezza al corredino. Numeri, costi e tendenze sul web

La cura di un neonato nei primi 12 mesi di vita può avere un costo totale variabile tra i 7 mila e i 15 mila Euro (+0,2% rispetto al 2018). È la

dispositivi antiabbandono
Lifestyle 7 novembre 2019

Dispositivi anti abbandono per i seggiolini, arriva l’obbligo

(Questo articolo, pubblicato nel Magazine di Trovaprezzi.it il 17 aprile 2019, è stato aggiornato in data 07 novembre 2019) Purtroppo, la cronaca ci racconta troppo spesso di bambini dimenticati in macchina, sul

come trasportare il neonato
Lifestyle 26 settembre 2019

Uscire con il neonato: meglio fascia o marsupio?

Quando si torna a casa dall'ospedale con un neonato, oltre ad aver predisposto fasciatoio, culla o lettino, e tutto il necessario per il bagnetto, sicuramente dovrete pensare anche a come muovervi fuori