Spray nasali decongestionanti: i prodotti più usati per adulti e bambini

Gli spray decongestionanti nasali naturali o a base di principi attivi come l'efedrina sono alleati per contrastare riniti, sinusiti e allergie.
Di Karen Angelucci 18 agosto 2021
spray nasali decongestionanti

Gli spray decongestionanti sono dei rimedi che aiutano a contrastare la congestione nasale, definita in termini colloquiali “naso chiuso”. Questo è solo un sintomo di differenti patologie o alterazioni momentanee dell’organismo e per attenuarlo si possono impiegare farmaci da banco da usare per brevi periodi oppure rimedi naturali. Alcune delle cause maggiormente diffuse che determinano un accumulo di muco o un’infiammazione locale, sono costituite da riniti o allergie ma, qualora non si conosca il motivo della congestione o l’alterazione tende a non passare dopo trattamenti prolungati, si consiglia di consultare il proprio medico.

Cerchiamo dunque di rispondere alle domande più frequenti che riguardano la congestione nasale e scopriamo tutte le tipologie di spray nasali decongestionanti che possono essere impiegati per risolvere il problema.

Quando usare gli spray nasali decongestionanti?

spray nasale decongestionante quando usarlo

Gli spray decongestionanti sono un rimedio molto efficace in tutti quei casi in cui si ha la sensazione di naso chiuso e soffocamento, si fa fatica nell’inspirare l’aria, si avverte una congestione anche a livello di orecchie e occhi o si è soggetti a fenomeni di russamento notturno e mal di testa. Come accennato questo è solo di un sintomo di eventuali disturbi maggiori, come ad esempio:

Quali sono i principi attivi degli spray per il naso chiuso?

I rimedi più impiegati per combattere la congestione nasale sono gli spray che si nebulizzano nelle narici, così da agire direttamente sulle mucose, in questo modo sono immediatamente efficaci e, non passando per lo stomaco, evitano alterazioni a questo distretto in caso di abuso. Si tratta di prodotti medicati da acquistare nelle farmacie e nelle parafarmacie, che contengono differenti tipi di principi attivi. I più diffusi sono: Efedrina, Pseudoefedrina, Ossimetazolina, Fenilefrina, Nafazolina e Xilometazolina, gli ultimi due sono impiegati anche nei colliri, per contrastare congestioni oculari.

La maggior parte di essi appartiene alla categoria degli antagonisti dei recettori adrenergici alfa-1, ciò vuol dire che, interagendo con questi substrati, stimolano la contrazione della muscolatura liscia dei vasi sanguigni, in questo modo si riduce l’afflusso del sangue nella zona nasale, ciò diminuisce gonfiore ed edema, facilitando la respirazione.

Quali sono gli spray nasali per adulti più usati?

I decongestionanti che presentano molecole farmacologicamente attive dedicati agli adulti sono vari, vediamo quali sono i più apprezzati dai consumatori.

GlaxoSmithKline Rinazina impiegato soprattutto per contrastare il naso chiuso nei casi di allergia stagionale, rinite o sinusite acuta. Si tratta di un decongestionante a base di Nafazolina, da nebulizzare due o tre volte per narice, massimo 3 volte al giorno.

Per forme più severe, associate anche a broncocostrizione, si dovrebbe preferire GlaxoSmithKline Rinazina doppia azione spray nasale 10 ml, a base di Xilometazolina cloridrato, associata a Ipratropio bromuro, indicato per l’asma e la bronchite cronica; ne basta una sola nebulizzazione per narice 2 volte al giorno.

Procter & Gamble Vicks Sinex Aloe è invece un prodotto a base di Ossimetazolina cloridrato associata a eucalipto, che dà una sensazione di freschezza immediata, e aloe vera. Quest’ultima consente di idratare la mucosa, stimolare il sistema immunitario, ridurre l’attacco di patogeni e coadiuvare la rigenerazione della parete interna del naso.

Johnson & Johnson Actifed decongestionante spray nasale 10 ml, a base di Xilometazolina cloridrato, è stato ideato per il trattamento della rinite e della sinusite acuta, da usare a partire dai 12 anni.

Quali sono gli spray decongestionanti più adatti per i bambini?

spray nasali decongestionanti per bambini

Anche i bambini possono soffrire di naso chiuso a causa di allergie, influenza e raffreddori stagionali. Questo sintomo è particolarmente fastidioso e può acuirsi nella posizione sdraiata, disturbando il riposo notturno dei più piccoli. Il primo consiglio è di umidificare l’aria nelle stanze e di utilizzare uno spray che impedisca al muco di solidificarsi come ad esempio Vicks Vapo Spray Isotonica bambini 100 ml, che è adatto dai 9 mesi ai 6 anni, oppure Vicks Vapospray Ipertonica Acqua di mare 100 ml che invece è consigliato dai 6 anni in su. Bere molto e sollevare la testa usando due cuscini sono altri accorgimenti da prendere. A ciò si può associare anche l’uso di un medicinale decongestionante spray come Dompé Argotone 0-12 Spray Nasale 20 ml a base di Efedrina, è stato ideato proprio per i piccoli da 0 a 12 anni. Da nebulizzare 1 o 2 volte per narice, dalle 2 alle 3 volte al giorno.

Quali sono gli spray decongestionanti a base di sostanze naturali?

Chi non vuole impiegare medicinali per sensibilità personale o allergia, per evitare il rischio di assuefazione o ridurre l’assunzione di farmaci, qualora stia già facendo una cura sistemica, può utilizzare spray decongestionanti a base di sostanze naturali. Infatti, alcune piante presentano alcuni attivi particolarmente efficaci per la risoluzione di congestioni nasali.
Tra i prodotti a base di sostanze naturali si annovera Aboca Fitonasal Spray Concentrato 30 ml, che può essere impiegato anche per patologie croniche senza dare effetti collaterali, ed è anche disponibile nella versione Pediatric, per bambini a partire dal 6° mese. Gli attivi sono costituiti da tannini, flavonoidi e salgemma che, con la glicerina vegetale, danno un’azione astringente locale perché legano e rimuovono le proteine infiammatorie tra cui c’è la bradichinina. Inoltre, grazie al loro valore di osmolarità, favoriscono il richiamo di fluidi, agevolando la rimozione del muco. Infine, il prodotto esplica un’azione protettiva verso la mucosa nasale, evita la sensazione di secchezza, anzi, dona freschezza grazie alla presenza di menta ed eucalipto.

Un’alternativa è Planta Medica Rinosol 2Act Spray Nasale 15 ml, ideato per combattere riniti, allergie o sindromi influenzali stagionali, può essere impiegato per lunghi periodi, pure da donne incinte o durante l’allattamento. Gli attivi sono costituiti da tannini, resine e polisaccaridi che fluidificano il muco favorendone l’eliminazione e, allo stesso tempo, impediscono l’adesione di microrganismi patogeni.

Quali possono essere gli effetti collaterali degli spray nasali?

Gli effetti collaterali degli spray decongestionanti medicati si presentano in rari casi proprio perché vengono usati a livello topico, quindi esclusivamente sulle mucose. Nei casi in cui dovessero andare in circolo potrebbero interagire con altri recettori presenti nel corpo e dare cefalea, ipertensione, tachicardia e insonnia. Inoltre, è da sottolineare che questi farmaci non si possono usare in caso di gravidanza e allattamento.

L’abuso di spray decongestionanti paradossalmente può inasprire la congestione nasale. Data la grande utilità di tali prodotti, si tende a tenerli in borsetta e impiegarli ogni qualvolta si sente il naso chiuso. Si consiglia, invece, di applicarli solo per brevi periodi di tempo fino a quando la sintomatologia appare risolta.

Karen Angelucci
Karen Angelucci

Sono una farmacista e una creatrice di contenuti nell’ambito salute e benessere. Fin da bambina ho sempre amato la scrittura, riempiendo fogli su fogli con le mie storie, in seguito ho ottenuto un diploma Classico, che è stata una scelta naturale, vista la mia passione di raccontare e descrivere ciò che avevo intorno.

Quando si è trattato di scegliere un percorso...Leggi tutto

Commenti

Teresa
7 settembre 2021, 7:44

Gentile dottoressa, ho letto la sua guida esauriente e completa sugli spray nasali decongestionanti ….. finalmente ho fatto chiarezza dato che soffro di rinite allergica da anni. Grazie!

Rispondi

Scrivi un commento

Altri articoli che potrebbero interessarti