Etichetta energetica per gli pneumatici: tutte le novità

In pochi lo sanno ma esiste l'etichetta energetica anche per gli pneumatici: in questo articolo vi spieghiamo come leggerla e quali fattori valutare.
Di Irene Bicchielli 27 ottobre 2021
etichetta energetica pneumatici

Dal 1 marzo 2021 sono cambiate in tutta Europa le norme che regolano la classificazione energetica degli elettrodomestici e questo è avvenuto anche per le gomme delle auto. Ormai tutti sanno che l’efficienza e i consumi degli elettrodomestici, piccoli o grandi che siano, è descritta dalla loro etichetta energetica: ma sono in pochissimi a sapere che anche gli pneumatici hanno la loro etichetta energetica perché, proprio come gli elettrodomestici, hanno un certo impatto sull’ambiente.

In questo articolo scopriamo come leggere l’etichetta energetica degli pneumatici per fare un acquisto consapevole e rispettare il pianeta, oltre ovviamente ad un risparmio economico, perché avere gomme efficienti significa risparmiare carburante.

Risponderemo a queste domande:

A cosa serve l’etichetta energetica per le gomme auto?

Vista l’emergenza climatica e ambientale sempre più pressante, l’Unione Europea negli ultimi anni si è finalmente impegnata a ridurre le emissioni di gas serra per raggiungere la neutralità climatica entro il 2050. Abbassare le emissioni di CO2 dipende in larga parte anche dall’inquinamento prodotto dal trasporto su strada e gli pneumatici, in questo senso, giocano un ruolo importante. Scegliere gomme più efficienti può contribuire in modo significativo a ridurre queste emissioni: dal 1° maggio 2021 è entrata in vigore la classificazione energetica europea per gli pneumatici.

Proprio come avviene per gli elettrodomestici, l’etichetta servirà ai consumatori per scegliere gli pneumatici più efficienti dal punto di vista del consumo di carburante, che si traduce in minori emissioni, ma anche in minori costi per la benzina. Inoltre, si hanno vantaggi anche in termini di sicurezza stradale e di rumorosità: sono efficienti le gomme che hanno un’elevata aderenza sul bagnato e che hanno un basso livello di rumorosità, riducendo così l’inquinamento acustico dovuto al traffico.

Come si leggono le etichette degli pneumatici?

etichetta pneumatici

Ecco tutto quello che troveremo sull’etichetta energetica degli pneumatici.

Come vengono classificati gli pneumatici?

La classificazione degli pneumatici segue quella adottata per gli elettrodomestici: si va dalla classe A, per le gomme più efficienti, alla classe E, per quelle che hanno consumi più elevati. L’efficienza viene calcolata incrociando la resistenza al rotolamento (che è la principale variabile per quanto riguarda il consumo di carburante) ed è disponibile per la guida sull’asciutto e sul bagnato: sull’etichetta troverete quindi due diverse classificazioni.

Anche in questo caso, la scala di colori (dal verde della A al rosso della E) aiuta ad avere a colpo d’occhio una valutazione dell’efficienza degli pneumatici scelti.

Quali sono gli pneumatici più silenziosi?

Gli pneumatici sono più o meno silenziosi a seconda della profondità del battistrada e del disegno delle scanalature che vengono a contatto con la strada. Il fatto di scegliere gomme con un basso livello di rumorosità contribuisce a ridurre l’inquinamento acustico che, specialmente nelle grandi città, può essere davvero difficile da sopportare.

Goodyear EfficientGrip Performance

Goodyear EfficientGrip Performance

Gli pneumatici Goodyear Efficient Grip Performance hanno solo 68 dB di rumorosità, che è un livello molto basso. Inoltre, sono dotati di Sound Comfort, che riduce il livello di rumorosità interno del veicolo fino al 50%. Anche dal punto di vista dell’efficienza rappresentano un’ottima scelta: si sono meritati una B come resistenza al rotolamento e una A come aderenza sul bagnato.

Quali gomme consumano più carburante?

Le gomme che consumano più carburante sono quelle che si trovano nella classe di efficienza peggiore (la E). Considerando che si possono risparmiare molti euro di benzina e che il 20-30% delle emissioni dei veicoli sono ancora oggi legate agli pneumatici, è chiaro che si tratta di una scelta importante tanto per rispettare il pianeta quanto per contenere le spese.

Irene Bicchielli
Irene Bicchielli

Nata nel 1988 a Firenze, dove vive ancora oggi, ha da sempre uno smisurato amore per le parole. Ha imparato a leggere e a scrivere prima delle scuole elementari e da allora non ha più smesso: lettrice seriale con un'originale passione per i romanzi storici, ha frequentato il liceo classico e poi si è laureata in Scienze Politiche per diventare...Leggi tutto

Scrivi un commento

Altri articoli che potrebbero interessarti