Sport 3 giugno 2020

Giornata Mondiale della Bicicletta, il mezzo di trasporto ecologico e salutare

giornata mondiale della bicicletta

Istituita ufficialmente il 12 aprile 2018 dalle Nazioni Unite, durante la sessione ordinaria della loro Assemblea Generale, la Giornata Mondiale della Bicicletta si festeggia il 3 giugno. Approvata all’unanimità dai 193 stati membri dell’ONU, nasce con l’obiettivo di sensibilizzare tutti noi all’utilizzo della bicicletta, un mezzo di trasporto nobile, ecologico e salutare, che vanta oltre due secoli di storia ma che non è certo passato di moda!

Onu bike day

Anzi, ha trovato nuovo slancio negli ultimi anni, quando l’emergenza climatica ha reso urgente adottare nuovi comportamenti e abitudini più sostenibili. E oggi è più che mai alla ribalta grazie al bonus introdotto dal Governo per l’acquisto di biciclette elettriche: nell’ottica di evitare assembramenti sui mezzi pubblici, infatti, la bicicletta assume un nuovo, importante valore.

La Giornata Mondiale della Bicicletta

L’istituzione di questa giornata celebrativa si inserisce all’interno di un progetto delle Nazioni Unite che individua lo sport come strumento per la costruzione di un mondo pacifico e per lo sviluppo. La bicicletta viene utilizzata come mezzo di trasporto da oltre duecento anni e, nella dichiarazione ufficiale rilasciata dall’ONU, viene definita come “simbolo di trasporto sostenibile che trasmette un messaggio positivo per incoraggiare il consumo e la produzione sostenibile, ripercuotendosi in modo positivo sul clima“. Insomma, il ruolo della bicicletta, longeva e versatile come pochi altri mezzi di trasporto, diventa fondamentale per raggiungere gli obiettivi di sostenibilità che tutto il mondo sta perseguendo.

bike-day-hero

Gli Stati Membri dovrebbero collaborare con organizzazioni sportive e società civile per celebrare la giornata nel modo migliore possibile. Quest’anno le iniziative saranno per lo più organizzate online, ma ciò non toglie che si possa cogliere l’occasione per gonfiare le ruote della propria bici e farsi una bella pedalata! Inoltre, l’ONU invita gli Stati Membri a migliorare la sicurezza sulle strade e ad inserire la bicicletta e le infrastrutture ad essa legate, prime tra tutte le piste ciclabili, in un programma di mobilità integrata che guardi ad un futuro un po’ più ciclabile!

La storia della bicicletta

I primissimi prototipi di bicicletta risalgono addirittura all’anno 1490, quando Leonardo Da Vinci disegnò uno schizzo di un mezzo di trasporto che fa pensare immediatamente ad una bicicletta, completa di pedali, catena e mozzi! Per vedere realizzato un modello del genere, però, dobbiamo attendere il 1791: il Conte De Sivrac costruì il suo celerifero, una sorta di bici in legno, senza pedali e senza sterzo, che consentiva di muoversi stando seduti e spingendosi in avanti con i piedi a terra. Certamente non era comodo né pratico, ma possiamo considerarlo il primo tentativo! La tappa successiva sarà raggiunta invece in Germania: nel 1817 il Barone Karl Von Drais costruisce un congegno dotato di un telaio in legno, sedile regolabile in altezza e cerchioni in acciaio, più simile a un monopattino con sterzo che a una bicicletta.

La vera svolta nella storia della bicicletta arriva nel 1861, quando il costruttore di carrozze Pierre Michaux inventò il Velocipede, che diventerà ben presto famoso con il nome di “cavallo di ferro” e avrà un grande successo sia in Europa che in America. La ruota anteriore era molto più alta di quella posteriore, probabilmente per rendere il mezzo più simile a un cavallo, ma questo rendeva la bicicletta poco sicura, tendente a rovesciarsi e molto difficile da manovrare. Il rischio di perdere l’equilibrio era altissimo!

Furono gli inglesi a dare l’impulso finale per la realizzazione di biciclette come le conosciamo oggi. L’azienda Rover, oggi produttrice di auto ma che all’epoca costruiva mezzi meccanici, lanciò nel 1880 sul mercato un mezzo di nome Rover Safety, molto simile alle biciclette odierne. Da quel momento, la bici ebbe una crescita e una diffusione continua; sono passati duecento anni e oggi ne esistono tantissime tipologie, vediamone alcune:

 City bikes

MONTANTE CICLI 450S

Mountain bikes

Ghost Kato 4

Biciclette pieghevoli

Nilox X0

Biciclette da bambino

Dino Bikes

Italia in bicicletta

I vantaggi di muoversi in bicicletta sono moltissimi. Innanzitutto, si tratta di un mezzo di trasporto ecologico perché non inquina e non richiede l’utilizzo di carburante per funzionare. Economico, perché una volta acquistato non ha bisogno di manutenzione, rifornimento o revisioni, e salutare: muoversi tutti i giorni per andare a lavoro o per fare i piccoli spostamenti quotidiani per una popolazione tendenzialmente sedentaria è certamente un vantaggio in termini di salute e benessere. Infine, andare in bicicletta è divertente e non solo per i bambini!

Nonostante tutto, però, gli italiani non sono un popolo di ciclisti. Quello che emerge dalle indagini più recenti è che gli italiani preferiscono muoversi in auto (63%) e sono solo 743mila quelli che utilizzano sistematicamente la bici per il tragitto casa-lavoro, la maggioranza concentrati tra Bolzano, Pesaro, Ferrara e Treviso, dove un quarto della popolazione pedala quotidianamente per i propri spostamenti. C’è da sperare però che gli incentivi del Governo incrementino l’utilizzo della bicicletta elettrica, che oltre ai vantaggi già citati ha anche quello di evitare l’utilizzo dei mezzi pubblici.

Bicicletta elettrica

Irene Bicchielli
Irene Bicchielli

Nata nel 1988 a Firenze, dove vive ancora oggi, ha da sempre uno smisurato amore per le parole. Ha imparato a leggere e a scrivere prima delle scuole elementari e da allora non ha più smesso: lettrice seriale con un'originale passione per i romanzi storici, ha frequentato il liceo classico e poi si è laureata in Scienze Politiche per diventare...Leggi tutto

Scrivi un commento

Altri articoli che potrebbero interessarti

monopattino elettrico
Tech 18 maggio 2020

Bonus monopattino è ufficiale: fino a 500 euro di rimborso

(Questo articolo, pubblicato nel Magazine di Trovaprezzi.it il 14 maggio 2020, è stato aggiornato in data 18 maggio 2020) Il bonus fino a 500 euro per l’acquisto di una bici, di un

bici_alternative
Lifestyle 15 maggio 2020

Monopattini elettrici, hoverboard e pattini: 3 alternative alla bici per girare in città

La fase 2 è iniziata e sono molti gli italiani che devono tornare a spostarsi per andare al lavoro. Per legge, oltre alla macchina e ai mezzi di trasporto pubblico, è possibile

attivita sportica fase due covid
Sport 3 maggio 2020

Fase 2 e attività motoria: cosa si può fare e come farlo?

Gli sportivi hanno sofferto particolarmente l'isolamento casalingo dovuto all'emergenza Coronavirus. Le palestre sono state chiuse dai primissimi giorni e la raccomandazione di uscire il meno possibile ha fatto desistere la maggioranza anche