Tech 11 settembre 2020

Asus annuncia 5 nuovi Chromebook ideali per scuola e smart working

Asus Chromebook

Asus ha ampliato il proprio catalogo con cinque nuovi Chromebook, cioè computer portatili con Chrome OS. I nuovi prodotti sono in parte già disponibili, con alcuni modelli che arriveranno nelle prossime settimane. I prezzi partono da circa 300 euro, quindi stiamo parlando di computer portatili piuttosto economici.

Si preannunciano comunque più che adatti alle scuole medie e superiori (ma anche università almeno in alcuni casi), all’uso domestico e anche al lavoro da ufficio – sempre che si possa lavorare con le applicazioni compatibili.

Asus-Chromebook-C434

Partendo dal modello meno costoso, l’Asus Chromebook C223 è un piccolo computer da 11,6 pollici. Il processore non è molto potente e il schermo non è touch, ma potrebbe essere adeguato a molte attività scolastiche. Costa 269 euro.

L’Asus Chromebook C423 è simile ma di una categoria leggermente superiore, con schermo da 14” e processore Pentium N4200. È probabilmente la scelta ideale per chi cerca un supporto per lo studio che non costi molto. È in commercio con prezzi che partono da 299 euro.

Abbiamo poi l’Asus Chromebook C425, che aggiunge un processore dalle prestazioni maggiori e un’autonomia più estesa. Il prezzo sale a 469 euro, ma abbiamo un design più ricercato, tastiera retroilluminata, processore Intel Core i5 e, come opzione, il touchscreen. Un computer senz’altro più versatile e adatto a una più vasta gamma di esigenze.

Ci sono poi due modelli convertibili, computer cioè in cui lo schermo può ruotare di 360 gradi trasformando il computer in un tablet. Sono l’Asus Chromebook Flip C433 e l’Asus Chromebook Flip C434. Concettualmente e progettualmente sono molto simili. Entrambi hanno uno schermo da 14” multitouch e una tastiera retroilluminata (Asus ci ha abituati a tastiere davvero ottime). La differenza principale è il processore: sul Chromebook Flip C434 c’è una maggiore varietà di CPU tra cui scegliere, fino all’Intel Core i7-8500Y. Le opzioni disponibili con il C433 sono inferiori, come potenza.

Tutti i Chromebook Asus hanno almeno 64 GB di spazio per l’archiviazione, espandibili tramite scheda di memoria. Sempre presente almeno una porta USB-C e una USB-A. Con alcuni modelli è incluso un anno di abbonamento Google One, con 100GB di spazio su Google Drive.

ChromeOS, il sistema operativo sviluppato da Google, permette di utilizzare la suite di produttività Google (testi, fogli di calcolo, presentazioni, etc.) e una vasta gamma di applicazioni online. Il sistema operativo però integra anche il Google Play Store, e grazie ad esso sui Chromebook è possibile utilizzare un gran numero di applicazioni Android.

Valerio Porcu
Valerio Porcu

Classe 1976, ha studiato elettronica e letteratura, con una specializzazione in didattica delle lingue. Grazie all’unione della formazione tecnica con quella umanistica, ha sviluppato uno sguardo critico e attento, e la capacità di osservare con attenzione e distacco lo sviluppo tecnologico, sia per i grandi salti evolutivi sia per i piccoli oggetti di uso quotidiano. Uno sguardo maturo che sa...Leggi tutto

Scrivi un commento

Altri articoli che potrebbero interessarti

videorecensione_asus_rog_phone3
Tech 23 febbraio 2021

Video recensione Asus ROG Phone 3, lo smartphone da gaming potente e versatile

Asus ROG Phone 3 è il nuovo smartphone da gaming top di gamma che promette massima potenza per tutti i videogiochi scaricabili dal Play Store, ma anche i titoli giocabili anche in

ASUS ROG Zephyrus Duo 15
Tech 22 febbraio 2021

Recensione ASUS ROG Zephyrus Duo 15: un mostro di potenza

La serie ROG (Republic of Gamers) di ASUS non ha bisogno di presentazioni. Lo sanno bene gli appassionati di gaming che, in questi anni, hanno potuto beneficiare di una valanga di prodotti

Android 11
Tech 11 febbraio 2021

Android 11: quali smartphone si aggiorneranno?

Android 11 è stato ufficialmente rilasciato a settembre. La nuova versione del sistema operativo di Google mantiene l’attenzione su privacy, sicurezza e semplicità di utilizzo. Vi abbiamo raccontato tutte le novità introdotte