La tecnologia che avanza: useremo gli iPhone come termometri?

Apple ha brevettato un accessorio aggiuntivo da attaccare all'iPhone per trasformarlo in una sorta di termometro, sempre pronto all'uso.
Di Lucia Massaro @LuciaMassaro1 23 luglio 2021
iPhone 12 Pro

Gli ultimi Apple Watch, Fitbit Sense e Galaxy Watch3 sono in grado di effettuare una sorta di elettrocardiogramma. I dispositivi indossabili anche economici – come Mi Band 5 e Honor Watch ES – misurano il livello di ossigeno nel sangue (SpO2). Questi sono solo alcuni esempi della tecnologia che avanza e che diventa alla portata di tutti. In futuro, potrebbe bastare il nostro smartphone per misurare la temperatura corporea e non solo. È quanto emerge da un brevetto depositato da Apple presso lo United States Patent and Trademark Office (USPTO), l’ufficio statunitense per la proprietà intellettuale e brevetti.

Il brevetto descrive un accessorio per la fotocamera per l’elaborazione dei dati dell’immagine per la misurazione della temperatura. In pratica, l’iPhone si trasformerebbe in una sorta di termometro grazie all’utilizzo di una lente aggiuntiva da montare davanti alla fotocamera anteriore. Non ci sono molti dettagli sulla lente, ma il documento parla di un “materiale reattivo alla temperatura capace di mutare colore in base al cambiamento della temperatura”.

Apple brevetto termometro

Immagine del brevetto che mostra la disposizione delle lenti e dei componenti dell’accessorio

Si presuppone, dunque, che l’immagine scattata debba essere confrontata con una foto fatta in precedenza in modo da stabilire il cambiamento cromatico e di conseguenza la temperatura. L’accessorio brevettato ricorda molto le forme dell’obiettivo aggiuntivo Olloclip, che espande le possibilità fotografiche degli iPhone.

L’accessorio dovrebbe funzionare anche in maniera passiva, ossia senza la necessità di essere alimentato; questo permetterebbe un utilizzo più comodo, in quanto non ci si dovrebbe preoccupare della batteria o altro. Insomma, un vero e proprio accessorio opzionale che magari attiva anche una specifica funzione software. Come accade sempre in questi casi, non sappiamo se Apple abbia davvero intenzione di immettere sul mercato un prodotto simile, spesso, infatti, i brevetti restano tali e non trovano mai una realizzazione concreta. In questo caso, poi, è necessario assicurare un’elevata accuratezza dei dati ma mai dire mai. Qualche anno fa non avremmo mai pensato di monitorare il livello di SpO2 con uno smartwatch.

In copertina iPhone 12 Pro.

Lucia Massaro
Lucia Massaro

Classe 1990, formazione umanistica, laureata in Traduzione Specialistica e una passione nascosta per la tecnologia. Sono la prova lampante che nella vita ognuno è l’artefice del proprio destino. Ho iniziato a giocare con il primo computer quando avevo appena imparato a leggere. Man mano abbandonavo la pesante enciclopedia cartacea per passare a Encarta, la più famosa enciclopedia multimediale prodotta da...Leggi tutto

Scrivi un commento

Altri articoli che potrebbero interessarti