Formaggio fatto in casa con Ariete B-Cheese, consigli e suggerimenti per non sbagliare

Il formaggio è parte integrante della nostra alimentazione. Ma si può davvero preparare a casa? Quali strumenti servono? E qual è la ricetta?
Di Irene Bicchielli 16 luglio 2021
ariete_b-cheese

Quante volte avete pensato che avreste voluto preparare il vostro formaggio preferito direttamente a casa?

Specialmente in estate, il formaggio è un ottimo alimento, fresco e saporito, che si può utilizzare per tantissime ricette diverse. Grazie alla moderne macchine per il formaggio, potete preparare stracchino, ricotta e tante altre varianti utilizzando solo latte e caglio (o acido citrico).

Ideale per chi segue una dieta vegana, per gli intolleranti al lattosio e per tutti coloro che amano cimentarsi in sperimentazioni e ricette nuove, c’è una macchina per il formaggio adatta ad ogni esigenza, economica, versatile e facile da usare. Scopriamo qual è e rispondiamo ad alcune frequenti domande su questi piccoli elettrodomestici.

Come funziona la macchina per il formaggio?

Le macchine per il formaggio hanno un funzionamento piuttosto intuitivo e semplice. Attraverso un meccanismo automatizzato, l’elettrodomestico mescola diversi ingredienti e li riscalda o li raffredda utilizzando un’intensità diversa a seconda del programma scelto e del tipo di formaggio che si intende realizzare.

Se amate sperimentare gusti diversi, se siete allergici o intolleranti oppure seguite una dieta vegana, la macchina per il formaggio è l’ideale per voi: una delle particolarità di questo apparecchio è il fatto che si può utilizzare sia il latte vaccino che i latti vegetali.

Come si prepara il formaggio fatto in casa?

Formaggio fatto in casa
Se avete acquistato una macchina per il formaggio, non dovete preoccuparvi del procedimento perché è veramente molto semplice fare il formaggio in casa con questi apparecchi.

Tutto quello che vi serve è del latte (crudo oppure pastorizzato a seconda della ricetta e della macchina che avete), del sale, del caglio (lo potete acquistare in farmacia) ed eventuali spezie ed erbe per personalizzare il vostro formaggio. Una volta che avrete tutti gli ingredienti, sarà sufficiente inserirli nell’apposito cestello e seguire le istruzioni della macchina oppure impostare il programma adatto per ottenere il formaggio desiderato.

Quanto costa la macchina per fare il formaggio?

In commercio esistono molte tipologie di macchine per fare il formaggio. Da quelle più professionali ai modelli basici, sono tutte piuttosto compatte e poco ingombranti. I prezzi possono variare di qualche decina di euro ma generalmente non sono altissimi, quindi potete sperimentare questo apparecchio senza troppi pensieri!
Troverete sicuramente una macchina per il formaggio di buona qualità spendendo intorno ai 50 euro.


Una delle macchine per il formaggio più versatili e pratiche da utilizzare è la B-Cheese di Ariete: come sempre, questo marchio ci offre degli elettrodomestici pratici, facili da usare ed economici, ma sempre con una buona qualità. Ecco quali sono le caratteristiche della macchina per il formaggio B-Cheese di Ariete e come sfruttarla al massimo!

Che formaggi si possono fare con B-Cheese?

Ariete B-Cheese con formaggi pronti

La B-Cheese di Ariete è una macchina per il formaggio incredibilmente versatile e permette di preparare diversi tipi di formaggio, per soddisfare le esigenze di tutta la famiglia! Dotata di 6 programmi preimpostati, può essere utilizzata con ogni genere di latte, anche crudo. Per le vostre preparazioni, potete utilizzare sia il caglio che l’acido citrico.

Insieme all’elettrodomestico viene venduto un pratico ricettario, da cui potete scegliere la preparazione che preferite. Ecco che cosa potete fare con questo apparecchio.

Una volta preparati, i formaggi si conservano dai 5 ai 7 giorni in frigorifero.

Come si pulisce Ariete B-Cheese?

Uno dei tanti vantaggi di Ariete B-Cheese è che la manutenzione è estremamente semplice.

Le parti della macchina si smontano rapidamente e possono essere sciacquate sotto acqua corrente con una spugna non abrasiva. L’unica parte che andrebbe pulita senz’acqua è il contenitore principale. Se il formaggio rimane incastrato nei forellini, potete aiutarvi con uno stuzzicadenti.

Irene Bicchielli
Irene Bicchielli

Nata nel 1988 a Firenze, dove vive ancora oggi, ha da sempre uno smisurato amore per le parole. Ha imparato a leggere e a scrivere prima delle scuole elementari e da allora non ha più smesso: lettrice seriale con un'originale passione per i romanzi storici, ha frequentato il liceo classico e poi si è laureata in Scienze Politiche per diventare...Leggi tutto

Scrivi un commento

Altri articoli che potrebbero interessarti