Galaxy A52s vs Galaxy A52 4G vs Galaxy A52 5G: quali sono le differenze?

Samsung domina la fascia media con la gamma Galaxy A52. Scopriamo su quale modello ha senso puntare in relazione al rapporto qualità/prezzo.
Di Saverio Alloggio @Save1990 24 settembre 2021
Galaxy A52s vs Galaxy A52

La fascia media del mercato smartphone rappresenta un segmento particolarmente strategico. Lo sa bene Samsung che, non a caso, negli ultimi 12 mesi ha immesso sul mercato il Galaxy A52s, il Galaxy A52 4G e il Galaxy A52 5G. Dispositivi molto simili tra loro, che devono tra l’altro vedersela con tanti avversari degni di nota, tra cui spiccano Oppo Reno 6 e Xiaomi Mi 11 Lite 5G. Non è facile dunque destreggiarsi tra tutti questi modelli e ancor meno lo è scegliere tra le proposte dell’azienda sudcoreana. Come vedremo, però, le differenze ci sono ed è importante averle bene a mente in fase d’acquisto.

Prezzo

Partiamo, innanzitutto, dal prezzo. Il posizionamento racconta molto infatti rispetto a come gli smartphone vengono concepiti dai brand. Nel caso specifico, appare evidente come il Galaxy A52s e il Galaxy A52 5G siano due concorrenti diretti. Vengono infatti venduti entrambi a 469,90 euro nella versione da 128 Gigabyte di memoria interna a 6 Gigabyte di RAM. Una cifra destinata a scendere rapidamente online, tant’è che è già possibile acquistarli a prezzi inferiori. Un listino probabilmente un po’ alto rispetto a quanto offerto da un punto di vista tecnico, per quanto offrano caratteristiche di ottimo livello a cominciare dallo schermo.

Galaxy A52s

Galaxy A52s

Discorso differente invece per il Galaxy A52 4G. Venduto a 379,90 euro, è già possibile acquistarlo al di sotto dei 300 euro. In questo caso parliamo di un dispositivo che, evidentemente, aggredisce la fascia medio-bassa del mercato. Il prezzo più contenuto gli conferisce un eccellente rapporto qualità/prezzo anche perché, come vedremo nel dettaglio delle specifiche tecniche, offre uno schermo Super AMOLED, 6 Gigabyte di RAM, 128 Gigabyte di memoria interna e ben quattro fotocamere posteriori. Davvero niente male considerando la cifra richiesta per portarselo a casa.

Design e display

Da un punto di vista prettamente estetico, è davvero difficile cogliere delle differenze tra i tre modelli. La scocca è infatti realizzata in policarbonato satinato, che aumenta il grip e impedisce agli smartphone di scivolare anche in assenza di cover. Decisamente d’impatto le colorazioni pastello, che strizzano l’occhio al pubblico più giovane. In particolare, sono disponibili nelle varianti Black, White, Violet, Mint e Blue (quest’ultima esclusiva dei Galaxy A52 4G e 5G). Il modulo fotografico è racchiuso, sul retro, da un piccolo rialzo rettangolare.

Galaxy A52s

Galaxy A52s


La parte frontale è dominata quasi interamente dallo schermo, la cui continuità è interrotta solo dal foro che, frontalmente, ospita la fotocamera per i selfie. Tutti e tre i modelli vantano un pannello Super AMOLED da 6,5 pollici con risoluzione di 1.080 x 2.400. Nel Galaxy A52s e A52 5G però, il display ha un refresh rate (frequenza d’aggiornamento) a 120 Hertz, dettaglio che lo rende particolarmente adatto per la fruizione di contenuti multimediali (pensiamo alle piattaforme di streaming come Netflix, Prime Video, Disney+ e lo stesso YouTube) e l’esecuzione di videogiochi. Nel Galaxy A52 4G invece ci si ferma ai 90 Hertz.

Prestazioni e fotocamera

Esattamente come accade per il design, anche da un punto di vista delle performance è difficile riscontrare delle differenze marcate, specie nell’utilizzo quotidiano degli smartphone. Galaxy A52 4G è infatti basato sul processore Snapdragon 720G, l’A52 5G sullo Snapdragon 750G, l’A52s sullo Snapdragon 778G. SoC (System-on-a-chip) molto vicini tra loro, anche perché sono accoppiati su tutti i modelli a 6 Gigabyte di RAM. Tutti e tre girano molto bene, riescono a gestire operazioni impegnative e non mostrano rallentamenti. Dovendo decretare un vincitore da questo punto di vista, diremmo l’A52s, ma davvero per un soffio.

Discorso analogo per la parte fotografica, identica su tutti e tre. Il sensore principale da 64 Megapixel è accoppiato a un grandangolo da 12 Megapixel, un macro da 5 Megapixel e un sensore per la profondità di campo sempre da 5 Megapixel. Realizzano delle ottime fotografie in diurna, soffrono un po’ in notturna, anche se il processore per l’elaborazione dell’immagine del Galaxy A52s risulta un po’ più performante. Questo consente di realizzare delle immagini migliori con poca luce rispetto agli altri due modelli.

Galaxy A52 5G

Galaxy A52 5G

Molto buoni i video, registrati fino alla risoluzione 4K a 30 fps. Anche i selfie convincono, anche perché sono affidati alla fotocamera frontale da ben 32 Megapixel che, grazie ad appositi algoritmi, è in grado anche di realizzare una convincente modalità ritratto (soggetto e fuoco e sfondo sfocato).

La parte software è ovviamente affidata ad Android 11 e l’autonomia è garantita, per tutti e tre i modelli, da una batteria da 4.500 mAh. Samsung ha lavorato molto bene da questo punto di vista e si riesce sempre a chiudere la giornata lavorativa senza particolari problemi. Un vantaggio non da poco.

Conclusione: quale modello acquistare?

Considerando quanto offerto complessivamente e il prezzo a cui è possibile acquistarlo, ci sentiamo di consigliare il Galaxy A52 4G. Ha caratteristiche tecniche leggermente inferiori rispetto a Galaxy A52s e A52 5G, ma non da giustificare una differenza di prezzo che, a confronto con gli altri due, può superare anche i 100 euro. Siamo certamente di fronte al miglior smartphone da poter acquistare oggi attorno ai 350 euro.

Galaxy A52s e A52 5G convincono ugualmente ma, il consiglio, è di attendere un naturale deprezzamento. Nel momento in cui si posizioneranno al di sotto dei 400 euro (come peraltro già accade nel nostro comparatore), saremo di fronte ai migliori smartphone della fascia media. Intanto, potete trovare le migliori offerte di Galaxy A52s su questo volantino.

Saverio Alloggio
Saverio Alloggio

Sono nato nel 1990 e ho vissuto da adolescente l’arrivo degli smartphone. La mia passione per la tecnologia è nata però ben prima, iniziando ad assemblare computer in quinta elementare. Circuiti e schede di rete mi hanno affascinato da quando ne ho memoria. È stato il 2007 però l’anno della svolta: sono stato tra i pochi italiani (rispetto ai numeri...Leggi tutto

Commenti

Guglielmo Tonesi
5 ottobre 2021, 10:47

Ottimi smartphone su quali avevo messo anch’io gli occhi. Il vivo V21- 5G. come va? Grazie

Rispondi

Scrivi un commento

Altri articoli che potrebbero interessarti