Notebook Samsung con display OLED per una maggiore autonomia?

Samsung ha annunciato i notebook Galaxy Book Pro e Galaxy Book Pro 360 con pannelli OLED che potrebbero dare un vantaggio energetico con la Dark Mode.
Di Lucia Massaro @LuciaMassaro1 7 maggio 2021
Galaxy Book Pro

I display OLED tanto diffusi nel mercato degli smartphone e delle TV stanno cominciando a essere presenti anche nel mondo dei notebook con alcuni prodotti HP, il nuovo XPS 13 targato DELL e anche con i recenti Galaxy Book Pro e Pro 360 di Samsung. Secondo un nuovo rapporto riportato dai media coreani, Samsung Display avrebbe dimostrato che i pannelli OLED montati sui nuovi notebook possono dare un vantaggio rispetto alle soluzioni che integrano pannelli LCD: il consumo della batteria.

È cosa nota infatti che i pannelli OLED rispetto a quelli LCD richiedono meno energia quando devono riprodurre colori scuri come il nero. Questo succede perché i primi, a differenza dei secondi, spengono completamente i LED nelle zone scure portando così a un notevole risparmio energetico. Ci sono stati diversi confronti in tal senso in ambito smartphone. Senza dimenticare che i pannelli OLED offrono una qualità visiva superiore, motivo per cui vengono montati su prodotti di fascia alta come gli smartphone Mi 11 e Find X3 Pro o i TV LG, come il CX6.

Galaxy Book pro 360

Galaxy Book pro 360

 

Samsung ha testato i suoi notebook con display OLED notando che la durata della batteria con modalità scura attiva raggiunge le 11 ore contro le 9,9 ore assicurate in condizioni normali, ossia senza dark mode. Oltre un’ora in più di autonomia che potrebbe fare la differenza in diversi scenari. Se siete in giro e dovete lavorare al PC con una bassa carica residua, potrete guadagnare ulteriore tempo abilitando la modalità scura.

C’è da sottolineare però che questa è una regola valida solo devono essere riprodotti i colori scuri. In caso di colori chiari e luminosità elevata, i pannelli OLED saranno più energivori degli LCD. Insomma, come in ogni situazione, si guadagna da una parte e si perde dall’altra. Quindi, il vantaggio di cui parla Samsung diventa reale solo in alcune condizioni di utilizzo. È chiaro, infine, che la durata della batteria di un dispositivo – che sia uno smartphone, smartwatch o notebook – dipenderà sempre dell’utilizzo che ne fa.

Lucia Massaro
Lucia Massaro

Classe 1990, formazione umanistica, laureata in Traduzione Specialistica e una passione nascosta per la tecnologia. Sono la prova lampante che nella vita ognuno è l’artefice del proprio destino. Ho iniziato a giocare con il primo computer quando avevo appena imparato a leggere. Man mano abbandonavo la pesante enciclopedia cartacea per passare a Encarta, la più famosa enciclopedia multimediale prodotta da...Leggi tutto

Scrivi un commento

Altri articoli che potrebbero interessarti