Tech 14 febbraio 2021

Recensione Apple AirPods Max, le migliori cuffie wireless con cancellazione del rumore

recensione airpods max

Le Apple AirPods Max forse hanno davvero inaugurato un nuovo segmento nel settore delle cuffie wireless, contraddistinto da qualità dei materiali, design ricercato, un’esperienza d’ascolto coinvolgente e tanta innovazione. Le Bose Noise Cancelling 700, le Sony WH-1000XM4, le Sennheiser Momentum 3 Wireless o le linee Bang & Olufsen sono un passo indietro ma semplicemente perché il modello Apple sembra una sintesi dell’intera offerta. Infatti brillano nell’ascolto della musica e nella fruizione di film e serie TV, rendono i videogiochi più esaltanti e funzionano benissimo con le chiamate telefoniche. Per di più dispongono di uno dei migliori sistemi attivi di cancellazione del rumore. Perfette quindi? No, ma scopriamo ogni dettaglio con questa accurata recensione.

Prezzo

Le AirPods Max si posizionano nella fascia alta del mercato. Il prezzo di listino è di 629 euro. La confezione include le cuffie, un cavo da Lightning a USB-C e lo Smart Case. Quest’ultimo è una vera e propria custodia che protegge parzialmente le cuffie e ne agevola il trasporto. Le AirPods Max sono disponibili nei colori grigio siderale, argento, verde, celeste e rosa.

Design

Il top di gamma Apple non passa inosservato. L’identità di questo prodotto si esprime attraverso linee ricercate e materiali pregiati. Difficile non rimanere colpiti dalla leggerezza del design: il profilo è quello di un apparente semplice archetto abbinato a due padiglioni. Poi però quando l’occhio cade sui materiali si scoprono plastiche di rivestimento morbide, una struttura in acciaio inossidabile, padiglioni in alluminio anodizzato e cuscinetti in tessuto a rete e memory foam. Potrebbero lontanamente ricordare le cuffie aeronautiche, ma ovviamente con un tocco di freschezza e lusso in più. Quel che conta è che sebbene pesino ben 384,8 grammi, sono ben bilanciate e confortevoli. Lo scorrimento dell’archetto in acciaio è fluido ed è molto facile trovare immediatamente la propria configurazione ideale. Probabilmente non è un modello da indossare tutto il giorno, ma per sessioni di qualche ora sono perfette. Inoltre appare difficile consigliarle alle persone più minute: potrebbero gravare troppo sul capo.

Apple AirPods Max

Apple AirPods Max e Smart Case

Funzioni

Le Apple AirPods Max integrano pochi ed essenziali comandi. Dispongono infatti di una rotellina cliccabile – simile a quella dell’Apple Watch – che consente di intervenire sul volume, passare da una traccia all’altra, attivare l’interfaccia vocale Siri e gestire le chiamate telefoniche. Il tutto semplicemente con diversi click. Non manca poi un tasto per la cancellazione del rumore, che consente di scorrere le modalità: attiva, spenta e trasparenza. Quest’ultima permette di far filtrare i rumori esterni mentre magari si ascolta la musica o durante una chiamata. In tal senso bisogna sottolineare che il sistema attivo di cancellazione del rumore è eccellente. Che ci si trovi in un treno oppure a spasso per la città volendo si possono escludere quasi totalmente i rumori esterni. E lo stesso filtro funziona molto bene anche durante le conversazioni telefoniche.

Apple airpods max 2

Apple AirPods max 2, rotellina e tasto cancellazione rumore

Per quanto riguarda la componente software è bene ricordare che non esiste una vera e propria app, bensì su iOS si interviene sulle impostazioni delle AirPods Max. A quel punto si possono personalizzare le configurazioni della rotellina, delle modalità di cancellazione rumore e poco altro. Il vero valore aggiunto è dato dalla possibilità di attivare lo Spatial Audio, che però è compatibile solo con iPhone 7, iPad Pro da 12,9 pollici (3a generazione), iPad Pro 2020 da 11 pollici, iPad Air (3a generazione), iPad (6a generazione), iPad mini (5a generazione) e tutti i modelli successivi. Di fatto offre un’esperienza audio surround cinematografica con rilevamento dinamico della posizione della testa, che funziona molto bene con l’iPad Air. In pratica “il campo sonoro resta ancorato al dispositivo e la voce rimane con l’attore o con l’azione sullo schermo”. Ad oggi è compatibile solo con i contenuti offerti da Apple TV+ e alcuni di Disney+; per il futuro si parla anche di Netflix.

Infine una piccola criticità: non esiste un comando o un tasto per spegnere le cuffie, ma entrano in automatico in una modalità a basso consumo dopo 5 minuti di mancato uso. Questa modalità dopo 72 ore fuori dalla custodia o 18 ore nella custodia diventa quasi un’ibernazione, riducendo ulteriormente i consumi. In ogni caso l’autonomia è di circa 20 ore, a patto di non esagerare con l’impiego del sistema di cancellazione del rumore. La ricarica avviene tramite il cavetto in dotazione e la porta Lightning integrata.

E per chi possiede un dispositivo Android? Le cuffie sono compatibili come una generica cuffia Bluetooth, però si perde la possibilità di configurazione, Siri e Spatial Audio. La qualità di riproduzione e le altre caratteristiche rimangono.

La qualità audio

Le AirPods Max sono delle eccellenti cuffie wireless che sono state progettate per l’intrattenimento. Non puntano a intercettare la clientela specialistica appassionata di alta fedeltà, bensì tutti coloro che vedono nella musica, nella cinematografia e nei giochi puro svago. Insomma, chi sogna un’esperienza coinvolgente e immersiva. Che si tratti di jazz, classica, pop, rock, elettronica o altro genere questo modello Apple è sempre all’altezza. La componente software in abbinamento al chip Apple H1 integrato sanno regalare forti emozioni senza affaticare l’udito. Le AirPods Max creano sempre un’ampia scena musicale, con strumenti e voce nitidi e un buon equilibrio complessivo. Anche le frequenze più basse spingono ma senza esagerare. Per fare un parallelo, è evidente come le Sony WH-1000XM4 siano più inclini a enfatizzare basso e batteria, mentre le Bose Noise Cancelling 700 a prediligere una maggiore chiarezza delle frequenze alte. Le  AirPods Max accordano tutto e meglio.

Apple airpods max

Apple AirPods Max, padiglioni a calamita

Conclusioni

Voto: 9

Le AirPods Max sono delle ottime cuffie wireless, che davvero hanno poche rivali semplicemente perché è difficile trovare un prodotto analogo. Le migliori concorrenti Sony e Bose hanno qualità sonore eccellenti, ma comunque inferiori alle Apple. E di certo non possono vantare lo stesso livello di materiali. Però le Max non sono perfette: pesano di più della media e hanno un prezzo importante. Senza ombra di dubbio sono da consigliare ai possessori di prodotti Apple, molto sensibili a design e materiali, che amano la musica. L’uso quotidiano sui mezzi è rischioso, perché comunque si parla di un prodotto lussuoso che non si può maltrattare. Per di più la custodia non protegge totalmente i profili dei padiglioni. In sintesi, perfette da usare a casa e in vacanza, con molta attenzione in movimento.

Pregi

Difetti

Dario d'Elia
Dario d'Elia

Sono nato nel 1974, esattamente nel momento in cui l'era digitale stava iniziando a varcare i confini dei laboratori per entrare nelle case. Risale proprio a quel periodo uno dei primi microcomputer: il "famoso" IMSAI 8080, che Matthew Broderick usò nel 1983 per violare il supercomputer del Norad nel film "Wargames". Ecco, sono cresciuto in quel periodo di transizione e...Leggi tutto

Scrivi un commento

Altri articoli che potrebbero interessarti

AirPods Max
Tech 21 gennaio 2021

AirPods Max: un bug scarica la batteria in una notte, ma Apple è già a lavoro per la risoluzione

Le AirPods Max continuano a far discutere. Le nuove cuffie over ear con cancellazione del rumore realizzate da Apple hanno già fatto scuola in termini di design e funzionalità. Si scontrano con

Apple AirPods Max
Tech 9 dicembre 2020

Apple presenta AirPods Max, le nuove cuffie top di gamma

Attraverso un recente annuncio ufficiale, Apple ha svelato il suo nuovo prodotto nella linea delle periferiche audio: le cuffie over-ear AirPods Max. Lontane quindi dal design minimale dei più recenti prodotti rilasciati