Tech 17 gennaio 2021

Recensione iPad Air 2020, il giusto compromesso in casa Apple

ipad air 2020 recensione

L’iPad Air 2020 è il tablet più equilibrato della famiglia Apple. Si posiziona tecnicamente e qualitativamente tra l’iPad di ottava generazione e l’iPad Pro di quarta generazione. Non è una considerazione scontata, perché a volte le nuove serie hanno solo un leggero restyling oppure qualche funzionalità in più. In questo caso invece si rileva un ottimo compromesso tra design, hardware, potenza e specificità.

Design rinnovato

Abituati alle classiche linee e cornici dell’iPad, la versione Air 2020 è una ventata di aria fresca. Ricorda sicuramente il design degli iPad Pro, ma il plus è legato alla linea di colori fra cui si può scegliere. Molto bello il celeste, ma anche il verde e l’oro rosa, mentre l’argento e il grigio siderale sono più prevedibili.

Lo schermo da 10,9 pollici sfrutta la collaudata tecnologia LCD LED che Apple identifica anche come Liquid Retina True Tone. La risoluzione è di 2.360 × 1.640 pixel a 264 PPI mentre la luminosità massima è di 500 nit. La resa è ottima in ogni frangente: che si tratti di un video, un gioco, scorrere le foto o anche solo navigare online.

ipad air 2020

La differenza rispetto all’iPad è notevole, mentre rispetto al Pro leggermente meno eclatante anche se quest’ultimo vanta una maggiore accuratezza cromatica e un livello di contrasto superiore. Insomma, l’iPad Air ha nello schermo una sua grande qualità.

Per quanto riguarda le dimensioni del tablet si parla di 247,6 x 178,5 x 6,1 mm e un peso di 458 grammi per la versione Wi-Fi e 460 grammi per quella Wi-Fi + cellular (ovvero con antenna 4G). Complessivamente la portabilità rimane ottima e rispetto all’iPad si gode di un alleggerimento di circa 30 grammi.

Ho apprezzato molto il tasto di accensione con touch-id integrato. In pratica per sbloccare l’iPad Air si può digitare un codice oppure procedere con il riconoscimento di un’impronta digitale – in verità volendo se ne possono memorizzare due, come ad esempio l’indice e il pollice. Nell’uso quotidiano questa modalità è molto comoda, forse anche di più del riconoscimento facciale e forse un filo di meno rispetto al vecchio touch-id posizionato nel tasto centrale. Però davvero, si tratta di inezie e ognuno in tal senso ha legittimamente i propri gusti. Comunque il touch-id funziona bene ed è veloce.

ipad air 2020

 

Netto anche il miglioramento della diffusione audio rispetto all’iPad grazie all’impiego di due altoparlanti stereo e quattro griglie sui lati corti. Il suo è più coinvolgente e la potenza è aumentata. Poi in posizione orizzontale (landscape) questa configurazione appare anche più efficiente. Con l’iPad si rischia sempre di coprire con la mano l’unica coppia di griglie audio – per altro piuttosto ravvicinate.

Potenza hardware equilibrata

L’iPad Air 2020 compie un bel passo in avanti sotto il punto di vista prestazionale rispetto al modello dell’anno scorso e l’iPad 2020. Il motivo si deve al fatto che impiega il nuovo chip A14 Bionic con 6 core. In pratica lo stesso montato sull’intera linea iPhone 12. Giusto per fare un parallelo, l’iPad Air 2019 e l’iPad 2020 montano il chip dell’iPhone XS. Apple per altro sottolinea che le prestazioni sono cresciute tra il 30 e il 40% rispetto all’iPad Air 2019.

Quel che conta davvero è la notevole fluidità nello scorrimento dell’interfaccia, la velocità di avvio delle app, l’efficienza nell’editing fotografico e le prestazioni durante il gioco. Tutto funziona adeguatamente e senza intoppi. Solo i palati più esigenti, che usano specifiche app professionali, potrebbero sentire il bisogno dell’iPad Pro. Per la maggior parte degli utenti l’Air è perfetto.

ipad air 2020

Anche gli scatti fotografici sono migliorati grazie alla fotocamera wide da 12 Megapixel; notevole anche la resa dei video 4K e la qualità sonora dovuta ai tre microfoni integrati. Confermata invece la qualità della fotocamera frontale che rimane da 7 Megapixel con risoluzione 1080p.

Completano la dotazione l’ottimo supporto Wi-Fi 6 e il Bluetooth 5.0. Ecco, su questo fronte è bene sottolineare che il nuovo standard Wi-Fi è davvero un salto prestazionale importante. Ovviamente non è solo un tema che riguarda l’iPad ma tutta l’elettronica di consumo, perché ad esempio in casa senza un modem-router compatibile si viaggia con i vecchi standard.

 

L’ultimo dettaglio riguarda la porta dell’iPad Air: finalmente è stata integrata la USB-C al posto della Lightning. Ciò vuol dire più efficienza, prestazioni e comodità. Senza contare la possibilità di usare il cavo con prodotti di altri marchi.

Infine, l’autonomia. In linea di massima si parla di circa 10 ore di navigazione o riproduzione video, se si usa il Wi-Fi; tramite rete mobile invece si scende sotto la soglia delle 9 ore – dipende molto dalla qualità di copertura.

Un pensiero agli accessori

L’iPad Air 2020, rispetto alla linea iPad, ha la possibilità di disporre degli stessi accessori dell’iPad Pro. Il tema non riguarda ovviamente le cover – il design dei tablet è diverso – bensì l’ottima Apple Pencil 2 e soprattutto la Magic Keyboard. La prima non solo è più fluida della Apple Pencil di prima generazione ma dispone di un comodissimo sistema di ricarica wireless magnetico. È sufficiente appoggiarla su un lato dell’iPad per ripristinarne velocemente l’autonomia. Poi detta tutta è proprio un piacere navigare fra le pagine e le app in punta di penna. Il disegno è molto divertente e possono assicurarvi che è anche un passatempo educativo per i più piccoli. Ovviamente sotto il punto di vista professionale nulla da eccepire sulla qualità di questo dispositivo di input.

ipad air 2020 con tastiera

Per quanto riguarda la Magic Keyboard, beh è molto ben realizzata e la tastiera ha un piacevole feedback al tocco. Inoltre il trackpad è molto efficiente. In pratica si riesce a trasformare l’iPad Air in una sorta di portatile, con l’unico effetto collaterale negativo dell’aumento del peso che raggiunge complessivamente gli 1,1 kg. Per la mobilità verrebbe quasi da fare un pensierino a un modello base della linea Macbook Air.

Conclusioni

L’iPad Air 2020 è il tablet che consiglierei a tutti i possessori dei vecchi modelli iPad o iPad Air 2 (o più vecchio).

Chi ha comprato l’Air nel 2019 dovrebbe concentrare lo sguardo sull’iPad Pro. Il motivo di questo entusiasmo è legato al cambio di design e la maturità nonché l’equilibrio del comparto hardware. Per sentire un limite prestazionale bisogna davvero immaginare scenari professionali, quindi ad esempio editing video spinto oppure l’uso di app molto esigenti. Per tutte le normali attività quotidiani l’Air 2020 va benissimo.


I prezzi di listino partono da 669 euro per la versione Wi-Fi da 64 GB, fino ad arrivare ai 979 euro della versione Wi-Fi + Cellular da 256 GB.

Quale scegliere? A meno di esigenze particolari il modello Wi-Fi è quello più consigliato per la maggior parte della clientela. Dopodiché sui tagli di memoria 64 GB sono mediamente sufficienti, ma se si ama usare o provare tante app meglio puntare sui 256 GB. Personalmente prediligo i tagli bassi e sfrutto iCloud, ovvero la piattaforma Apple che consente di archiviare dati online. Ad ogni modo prima di procedere con l’acquisto è bene considerare che l’iPad Pro Wi-Fi da 128 GB parte da 900 euro e purtroppo questo taglio di memoria non è disponibile per l’iPad Air.

Voto: 8

Pregi

Difetti

Dario d'Elia
Dario d'Elia

Sono nato nel 1974, esattamente nel momento in cui l'era digitale stava iniziando a varcare i confini dei laboratori per entrare nelle case. Risale proprio a quel periodo uno dei primi microcomputer: il "famoso" IMSAI 8080, che Matthew Broderick usò nel 1983 per violare il supercomputer del Norad nel film "Wargames". Ecco, sono cresciuto in quel periodo di transizione e...Leggi tutto

Scrivi un commento

Altri articoli che potrebbero interessarti

smartphone piu cercati Trovaprezzi
Trend 2 marzo 2021

Trovaprezzi.it: gli smartphone più cercati in Italia a febbraio 2021

(Questo articolo è stato aggiornato in data 2 marzo 2021) Apple, Samsung e Xiaomi sono i brand che dominano ancora la classifica degli smartphone più cercati nel mese di febbraio 2021 su

smartphone_max500euro
Trend 24 febbraio 2021

I migliori smartphone sotto 500 euro

Dopo aver dedicato una guida ai migliori smartphone sotto 100 euro e ai migliori smartphone tra 150 e 300 euro, in questo articolo vi guideremo nella scelta dei migliori smartphone sotto 500

Smartphone Apple
Tech 24 febbraio 2021

Mercato smartphone: vola Apple ma Samsung resta in testa

Il 2020 è stato un anno difficile anche per il mercato smartphone, al contrario di quello notebook e tablet. La pandemia ha causato ritardi nella produzione, come dimostrato dalla nuova generazione di