Come combattere il grande caldo: i consigli e gli integratori giusti per affrontarlo al meglio

Caldo estivo, come contrastarlo? Tutte le strategie da adottare e gli integratori più utili per evitare malesseri, disidratazione e colpi di calore.
Di Karen Angelucci 19 giugno 2021
combattere il caldo con gli integratori giusti

I mesi estivi sono caratterizzati da belle giornate ma anche da temperature molto alte che, combinate con un’elevata umidità, potrebbero creare malesseri, soprattutto nei soggetti più deboli come bambini, anziani o donne in gravidanza. Il Ministero della Salute, costantemente, emana dei bollettini che avvertono la cittadinanza dell’arrivo di ondate di calore, cioè giornate caratterizzate da temperature tra i 32 e i 35 °C. Bollini arancioni o rossi sono il campanello d’allarme che dovrebbe indurre a mettere in atto comportamenti anti-caldo. In tali situazioni potrebbero essere un valido aiuto gli integratori alimentari che apportano sali minerali e vitamine, sostanze che vengono facilmente perse con l’eccessiva sudorazione; questi sono disponibili in formulati per gli adulti ma ci sono anche quelli adatti ai bambini.

Cerchiamo dunque di rispondere alle domande più frequenti riguardo agli aiuti che possono combattere la calura estiva.

Quali sono le conseguenze dell’esposizione a temperature troppo elevate?

Quando le temperature esterne sono troppo alte anche il corpo si riscalda eccessivamente e fa fatica a portare avanti le sue normali attività. In tali circostanze mette in atto delle strategie di termoregolazione, la prima delle quali è senza dubbio la sudorazione. Le ghiandole sudoripare rilasciano un secreto a base acquosa, contenente anche sostanze organiche e inorganiche, tra cui si annoverano sali minerali e vitamine. In seguito a questo processo il sudore depositatosi sulla pelle evapora, determinando un raffreddamento della superficie corporea. L’umidità è nemica di ciò in quanto impedisce l’evaporazione e, di conseguenza, riduce la dispersione di calore. Il secondo meccanismo che mette in atto il corpo per raffreddarsi è la vasodilatazione periferica, che comporta una riduzione della pressione e ciò può rendere stanchi e poco reattivi.

sudorazione come conseguenza esposizione al sole

Alcuni disturbi che si manifestano quando il fisico si riscalda eccessivamente sono:

Temperature elevate potrebbero influire anche sulle patologie croniche come quelle cardiovascolari, polmonari, epatiche, renali, metaboliche e del sistema nervoso centrale, portandole a un aggravamento. Statistiche dimostrano come in estate si verifica un aumentato rischio di mortalità, soprattutto in soggetti con età avanzata, quindi è importante prestare la massima attenzione nei giorni dell’anno particolarmente caldi.

Quali strategie adottare per combattere il caldo?

Per contrastare il malessere che potrebbe presentarsi quando le temperature aumentano, come consigliato anche dal Ministero della Salute, occorre seguire delle semplici regole che possono davvero fare la differenza.

In prima istanza occorre bere acqua per reintegrare i liquidi persi e sali minerali. Non si deve aspettare lo stimolo della sete ma sorseggiare costantemente, in questo modo si aiuta il corpo ad assorbire i liquidi, che non verranno immediatamente eliminati con il sudore. A tal proposito possono essere bevute anche delle bevande addizionate di sali minerali, ma meglio evitare quelle particolarmente zuccherate le quali placano la sete solo momentaneamente. Anche gli alcolici dovrebbero essere evitati in quanto favoriscono la disidratazione. In secondo luogo è importante alimentarsi in maniera corretta, cercando di non saltare i pasti; qualora non si abbia fame si possono fare più spuntini durante la giornata con alimenti freschi, preferibilmente frutta e verdura, che reintegrano i liquidi e i sali minerali persi.

E’ opportuno cercare di rimanere in casa o in ambienti al chiuso tra le 11.00 alle 18.00; qualora si stia per strada sostare in luoghi ombrosi, proteggere il capo con un cappello, indossare occhiali da sole e prediligere un abbigliamento leggero. Qualora il caldo sia eccessivo bagnarsi il collo, i polsi e la testa, per favorire l’abbassamento della temperatura.

In casa, è buona norma arieggiare gli ambienti nelle prime ore del mattino e chiudere le tapparelle se il sole vi sbatte direttamente. Qualora si abbia installata l’aria condizionata impostarla tra i 24 e i 26°C e provvedere alla sua manutenzione periodica.

E’ doveroso ricordare che se si avverte qualsiasi tipo di malessere consultare subito il proprio medico curante.

Quali integratori scegliere per combattere le alte temperature?

Gli integratori alimentari possono essere un valido aiuto quando si vogliono combattere le temperature elevate, in quanto apportano al fisico tutte le sostanze idrosolubili che si perdono con il sudore. Si parla, fondamentalmente, di sali minerali ma anche alcune vitamine. Tale carenze potrebbero determinare crampi, spossatezza e difficoltà a concentrarsi, nei casi più gravi si può andare incontro anche a degli svenimenti.

Il minerale maggiormente presente nel corpo e anche quello che viene perso più facilmente è il sodio, questo si può assumere come cloruro di sodio (sale da cucina) o tramite integratori, come Dionisio Kiron, che apporta al corpo pure altre sostanze che potrebbero ridursi in periodi in cui la temperatura risulta particolarmente elevata.

Altre carenze dovute a una sudorazione eccessiva sono relative a potassio e magnesio, presenti, ad esempio, in Bayer Supradyn Magnesio e Potassio e Marco Viti Massigen Magnesio e Potassio. Il primo è indispensabile per la contrazione muscolare, anche quella cardiaca, regola l’equilibrio dei minerali intra ed extra cellulari e aiuta a mantenere la pressione corporea nei valori normali. In magnesio, contenuto in Natural Point Magnesio Supremo, invece, favorisce la sintesi delle proteine, si prende cura del corretto funzionamento di muscoli e nervi e tiene sotto controllo la pressione sanguigna.

Anche le vitamine sono indispensabili quando le temperature si innalzano, quelle che devono essere reintegrate sono idrosolubili, in quanto non possono essere accumulate e vengono eliminate più facilmente con i liquidi corporei. Le più importanti in tal senso sono quelle del gruppo B, nello specifico:

Una loro carenza potrebbe far sentire stanchi e spossati, per reintegrarle si potrebbero assumere integratori che le contengono, come Menarini Sustenium Plus Buste e MGK Vis Ricarica Plus. Tali formulati sono addizionati anche di creatina e aminoacidi che consentono di avere più energia durante le attività quotidiane.

Polase: un integratore perfetto per combattere il caldo

Uno degli integratori più usati per combattere il caldo è Polase, esso è formulato con sali organici di potassio e magnesio, questi sono molto solubili quindi più facilmente assimilabili da parte dell’organismo. La versione classica si trova in differenti formati: bustine di granulato effervescente gusto arancia o limone, da assumerne 2 o, massimo, 3 ogni giorno, e compresse deglutibili da prendere dopo i pasti fino a massimo di 6 al dì. Polase è un integratore che può risolvere stati di debolezza, cali di pressione dovuti al caldo e stanchezza che si presenta fin dal primo mattino.

Polase gamma

Polase: la gamma

Per coloro che svolgono una vita particolarmente attiva e hanno bisogno di un quantitativo maggiore di sali minerali c’è GlaxoSmithKline Polase Plus Bustine al gusto di arancia e mandarino, senza zuccheri aggiunti e con una formula concentrata per cui basta una sola somministrazione giornaliera. Ottimo per combattere la stanchezza che si fa sentire in periodi particolarmente faticosi o regimi dietetici ipocalorici.

Tra i prodotti Polase si annovera anche una variante dedicata agli sportivi da assumere prima, dopo e durante l’attività, per reintegrare i liquidi, ottenere la giusta energia durante lo sforzo e combattere lo stress ossidativo. La gamma di integratori è completata da GlaxoSmithKline Polase Extra Energia Flaconcini, arricchito di ginseng, caffeina e guaranà che apportano al corpo una ricarica immediata e duratura nel tempo.

Quali sono gli integratori per combattere il caldo più adatti per i bambini?

Gli integratori per combattere il caldo, come abbiamo visto nel precedente paragrafo, apportano sali minerali e vitamine per far sì che il corpo non abbia improvvisi cali di forze e sia sempre vigoroso e in forma. Tali formulati sono disponibili in differenti forme farmaceutiche la maggior parte delle quali prevede l’assunzione in seguito a dissoluzione in acqua. Si parla di polvere contenuta in delle monodose come Biofutura Carnidyn Plus 20 bustine, e compresse effervescenti, Multicentrum Integratore, questo perché i principi attivi sono idrosolubili. A tal proposito si può optare anche per formati orosolubili, come Guna Vitformula 32 bustine, ideale per chi non ha a disposizione un bicchiere d’acqua dove dissolvere il preparato.

Esistono anche degli integratori per combattere il caldo dedicati ai bambini. I più piccoli infatti, potrebbero avere delle carenze di vitamine e sali minerali, soprattutto se non mangiano abbastanza frutta e verdura. È possibile scegliere integratori multivitaminici che, oltre nei cambi di stagione, supportano il fisico anche in estate, essi spesso sono presentati sotto forma di caramelle, come Multicentrum Vitagummy 30 Caramelle Gommose, per renderli più appetibili, in alternativa si possono selezionare quelli che reintegrano esclusivamente i nutrienti che si perdono maggiormente con le alte temperature, come potassio e magnesio. Alcuni integratori di questa categoria, come Pediatrica PediaMag 10 flaconcini, sono già in soluzione, per per facilitare l’assunzione.

I rischi per la Salute – Ministero della Salute

Cos’è il potassio – Humanitas

Karen Angelucci
Karen Angelucci

Sono una farmacista e una creatrice di contenuti nell’ambito salute e benessere. Fin da bambina ho sempre amato la scrittura, riempiendo fogli su fogli con le mie storie, in seguito ho ottenuto un diploma Classico, che è stata una scelta naturale, vista la mia passione di raccontare e descrivere ciò che avevo intorno.

Quando si è trattato di scegliere un percorso...Leggi tutto

Scrivi un commento

Altri articoli che potrebbero interessarti