Tech 26 aprile 2020

OnePlus 8: top di gamma anche nel prezzo

Back

OnePlus ha sempre fatto del concetto di flagship killer il suo cavallo di battaglia. Non per niente OnePlus 7T è stato uno degli smartphone più apprezzati nel 2019, con un prezzo di 599 euro e un processore da vero top di gamma, unito a un display AMOLED con frequenza di aggiornamento di 90Hz.

Nel 2020 però le caratteristiche tecniche hanno raggiunto un altro livello, e soprattutto OnePlus 8 si presenta al pubblico con un prezzo più alto di 719 euro, ma soprattutto con alcune scelte tecniche che non convincono appieno.

Se OnePlus 7T e 7T Pro erano molto vicini tra di loro, OnePlus 8 e 8 Pro sono sostanzialmente due dispositivi diversi e se OnePlus 8 Pro (leggi la nostra recensione) innova con un display da 120Hz e un ottimo comparto fotografico, OnePlus 8 sembra un dispositivo un po’ più acerbo e con qualche mancanza che potrebbe far storcere il naso. Non perché non all’altezza dal punto di vista delle prestazioni, si tratta di uno smartphone veloce e affidabile, ma perché per la prima volta nella storia dell’azienda viene a mancare quella filosofia da flagship killer a cui ci eravamo abituati.

Lo abbiamo provato dal giorno della presentazione e vi raccontiamo dunque la nostra esperienza nella recensione completa.

Design

Voto: 8/10

OnePlus 8 assomiglia molto a OnePlus 7 Pro. Il design è rimasto pressoché invariato con l’arrivo di nuove colorazioni ovvero Glacial Green e Onyx Black. Il retro è in vetro, come il fratello maggiore, e ha un’elevata tendenza a raccogliere sporco e impronte data la finitura lucida, oltre a risultare un po’ scivoloso. Rispetto a OnePlus 8 Pro manca la ricarica rapida, seppur i materiali lo consentano. La fotocamera posteriore riprende il look a “semaforo” con le tre ottiche disposte lungo la verticale. Nella parte in basso ci sono la griglia dell’altoparlante e la USB-C mentre la parte frontale è interamente dominata dal display. Scompare il notch a goccia, sostituito da un foro, implementato per la prima volta da Samsung nella gamma S10.

OnePlus 8 USB-C

Nella parte inferiore c’è la USB-C e la griglia dell’altoparlante.

Un design che non rinuncia alla tradizionale disposizione dei pulsanti, con il tasto di accensione posizionato a destra, insieme allo switch per la selezione della modalità audio e il bilanciere del volume a sinistra.

OnePlus 8 è un po’ difficile da gestire con una sola mano. Le dimensioni sono di 160,2 x 72,9 x 8 millimetri con un peso di 180 grammi. Manca anche la certificazione IP68 che invece è presente su OnePlus 8 Pro, anche se l’azienda assicura che OnePlus 8 non subisce danni quando bagnato da qualche goccia d’acqua.

Display

Voto: 9/10

Il display Fluid AMOLED ha una diagonale di 6,55 pollici, la stessa di OnePlus 7T. Rimangono uguali anche la risoluzione, ovvero FullHD+ (1080 x 2400 pixel) e il formato 20:9. La frequenza di aggiornamento di ferma a 90Hz, come il predecessore, contro i 120 Hz di OnePlus 8 Pro. Una scelta sicuramente adottata per contenere i costi, ma che rende OnePlus 8 più vicino ai top di gamma dell’anno scorso che a quelli del 2020.

La qualità è pur sempre ottima, e si percepisce la differenza con il pannello usato su OnePlus 8 Pro solamente mettendoli uno di fianco all’altro. Tramite il software si può scegliere di adattare la frequenza di aggiornamento in base all’utilizzo: il terminale userà dunque 60Hz nelle schermate statiche (per esempio mentre si usa Google Maps) e i 90 Hz solamente durante la visione di film, videogiochi o comunque quando sarà necessario.

display di OnePlus 8

Il display di OnePlus 8 è davvero eccezionale, sia come colori che come caratteristiche.

La visibilità sotto al sole è buona, pur se si notano un po’ troppi riflessi durante le giornate più soleggiate, ottima la reattività al touch e la resa dei colori. Messo di fianco a OnePlus 7T, notch a parte, si fa fatica a scorgere differenze di sorta e probabilmente non ce ne sono.

Prestazioni

Voto: 9/10

Il comparto tecnico è di fascia alta. Qualcomm Snapdragon 865 con connettività 5G grazie al modem X55, 8GB o 12GB di RAM e 128 o 256GB di archiviazione interna con memorie UFS 3.0. Un hardware che riesce a gestire qualsiasi operazione al meglio, oseremo dire anche un po’ meglio rispetto a OnePlus 8 Pro che ha una risoluzione superiore e quindi impiega maggiori risorse a parità di sforzo richiesto.

Che si tratti di controllare le mail, di guardare qualche video o di giocare, OnePlus 8 Pro passa da un’operazione all’altra in maniera fulminea, senza incertezze o rallentamenti di sorta. Anche la gestione del calore è buona. Anche dopo un paio d’ore a giocare ciò che si percepisce è un lieve tepore nella parte posteriore, ma mai fastidioso.

autonomia di OnePlus 8

L’autonomia di OnePlus 8 è un pò sotto le aspettative.

Un po’ deludente l’autonomia. La batteria passa dai 3800 mAh di OnePlus 7T agli attuali 4300 mAh, ma il processore Snapdragon 865 sembra avido di energia e il consumo orario è notevole. Chi usa molto lo smartphone dovrà fare ricorso a una ricarica d’emergenza durante la giornata.

Molto buono anche l’audio stereo, che durante la riproduzione offre una buona diffusione e anche una discreta qualità, considerando le dimensioni minuscole degli altoparlanti, comunque compatibili con il Dolby Atmos.

Software

Voto: 9/10

OnePlus 8 si basa su Android 10 con personalizzazione OxygenOS. OnePlus ha optato, al contrario di altri produttori, per un software molto snello a livello grafico, che per questo consente di avere una reattività ottima. Non mancano però tantissime possibilità di personalizzazione.
Dai menu ai pulsanti rapidi, passando per la schermata home e le icone, l’utente OnePlus è tipicamente un utente smaliziato che ama cucirsi addosso il dispositivo. L’azienda lo ha capito e per questo fornisce tutti gli strumenti necessari a farlo. La Dark Mode è ben implementata e gli aggiornamento sono sempre puntuali.

Una delle maggiori peculiarità dell’azienda è il mantenimento di questo caratteristiche a lungo termine. Ancora oggi ci sono possessori di OnePlus 3 e 5 che testimoniano come i loro dispositivi siano ancora reattivi e scattanti e non mettiamo in dubbio che anche OnePlus 8 possa diventare un terminale longevo, in grado di poter essere usato per alcuni anni senza grosse rinunce.

Soprattutto considerando la compatibilità con le reti 5G, attualmente non presenti sul territorio italiano, ma la cui disponibilità è prevista per il 2022.

Fotocamera

Voto: 7,5/10

Passiamo a quello che risulta essere uno dei punti più controversi del OnePlus 8, ovvero il comparto fotografico. Nella parte anteriore c’è un sensore con risoluzione di 16 Megapixel, mentre nella parte posteriore ci sono: il sensore principale da 48 Megapixel, il secondo da 16 Megapixel con obiettivo grandangolare e un terzo da soli 2 Megapixel con obiettivo macro.

Il sensore principale offre una buona qualità, che però non rappresenta un passo in avanti notevole rispetto alle foto ottenute con OnePlus 7T e soprattutto sono inferiori rispetto a quanto si ottiene con OnePlus 8 Pro. Non manca la modalità notte, che si comporta bene ma senza raggiungere il livello di altri terminali, come S20 o Huawei P40 Pro.

Foto grandangolo

Il grandangolo offre buone prestazioni durante il giorno, ma soffre in condizioni di scarsa luminosità.

Anche la fotocamera da 16 Megapixel si comporta bene durante il giorno, con buoni scatti e con quella visione da “GoPro” che contribuisce a realizzare scatti molto particolari in tanti contesti. Arrivando al sensore Macro, i risultati sono invece piuttosto deludenti. Il punto di messa a fuoco è difficile da trovare, i risultati solo mediocri e soprattutto nell’uso quotidiano non ci sono tantissime occasioni per scattare una foto così ravvicinata a tanti oggetti.

Foto 48 Megapixel

Il sensore principale da 48 Megapixel, non è all’altezza dei concorrenti.

Sarebbe sicuramente stato più utile l’uso di un sensore tele, ovvero un po’ più zoomato, come su OnePlus 7T e su OnePlus 8 Pro, oppure un sensore il cui compito fosse quello di valutare la profondità di campo per una migliore resa dello sfocato.

Buoni i video, che raggiungono una risoluzione di 4k 60 fps e non manca la possibilità di registrare slow-motion in 720p a 480 fps.

Conclusioni

Voto: 8,5/10

OnePlus 8 avrebbe potuto essere un potenziale best-buy considerando la fascia di prezzo, in cui il limbo tra medio di gamma e top di gamma è molto flebile e soprattutto in cui sono ancora oggi presenti top di gamma molto validi dell’anno scorso, molto spesso anche a prezzi più bassi.

Parte frontale OnePlus 8

Scompare il notch in favore di un più moderno foro.

Risulta dunque difficile fare una valutazione che possa andare bene per tutti, perché OnePlus 8 non è un dispositivo che può andare bene per tutti. La mancanza di certificazione IP, di ricarica wireless, una fotocamera non della stessa qualità del fratello maggiore, lo rendono di fatto più vicino a un medio di gamma come esperienza d’uso, mentre processore e hardware propendono verso la fascia alta.

Una cosa è chiara: OnePlus ha deciso di abbandonare la filosofia del flagship al giusto prezzo e iniziato a suddividere la gamma in top di gamma vero, OnePlus 8 Pro, dispositivo di fascia alta, OnePlus 8 e medio di gamma che probabilmente arriverà a metà anno con il nome di OnePlus X o OnePlus 8 Lite, come preannunciato dai rumors. OnePlus 8 è un buon dispositivo, anche a 719 euro, ma non è un flagship killer.

Vittorio Pipia
Vittorio Pipia

Nato nel 1992 ho sempre avuto una grande passione per i motori e per la tecnologia, passioni che ho poi sempre coltivato fino a farle diventare parte del mio lavoro. Da circa 4 anni provo, analizzo diversi prodotti delle più svariate categorie, dall’intrattenimento audio-visivo fino agli elettrodomestici passando per la domotica. Analisi che condivido poi online in diversi modi, con...Leggi tutto

Commenti

Andrea
28 aprile 2020, 3:06

Ero un grande fan OnePlus, ma da ormai molte versioni (almeno dalla 6) hanno abbandonato il concetto di flagship killer e con quello quella fascia di utenti che, come me, non è disposto a spendere un rene per uno smartphone…
Ho ancora un 5T e ahimè ho qualche problema di “stuttering” purtroppo, ora mitigato (ho provato a disinstallare molte app), ma non del tutto risolto…
Personalmente non penso prenderò mai più un loro nuovo modello, se mi capita un’occasione magari con quello precedente a un prezzaccio volentieri, altrimenti vedrò di informarmi sulle altre marche, ma mi dispiacerà abbandonare la Oxygen che trovo perfetta per me: molto simile ad Android stock con pochissime personalizzazioni (che odio)

Rispondi

Scrivi un commento

Altri articoli che potrebbero interessarti

smartphone piu cercati Trovaprezzi
Trend 9 settembre 2020

Trovaprezzi: gli smartphone più cercati in Italia ad agosto 2020

(Questo articolo, pubblicato nel Magazine di Trovaprezzi.it il 6 novembre 2019, è stato aggiornato in data 9 settembre 2020. I prezzi indicati in questo articolo fanno riferimento a tale data.) Quali sono

OnePlus 8
Tech 4 settembre 2020

OnePlus 8T: trapelano le specifiche

OnePlus quest’anno ha presentato OnePlus 8 e OnePlus Nord, ma l’azienda non ha ancora finito con i nuovi modelli del 2020. È in arrivo anche il modello OnePlus 8T, l’aggiornamento che tradizionalmente arriva verso la

come fotografare la luna
Tech 2 agosto 2020

Come si fotografa la luna?

La luna piena è uno degli spettacoli gratuiti che la natura ci offre una volta al mese. Luminosa, alta nel cielo, raggiante e al contempo avvolta dal buio. Un punto di luce