Lifestyle 19 settembre 2020

Storia delle Dr. Martens: da scarpa militare a simbolo Punk

drmartens

Le Dr. Martens, considerate tra le scarpe più versatili del momento, esordiscono nel 1900 ma il vero successo lo devono alla cultura Punk che ha fatto degli iconici stivaletti neri con cuciture gialle un vero e proprio simbolo dello stile ribelle.

Dal celebre modello anfibio basso fino alle versioni alte con zeppetta, le Dr. Martens restano ad oggi le scarpe più amate dai giovani di ogni epoca.

Storia delle Dr. Martens

La storia delle Dr. Martens inizia nel 1901 quando gli imprenditori Benjamin Griggs e Septimimus Jones cominciano a produrre scarponi per minatori e per l’esercito britannico.

La forma iconica era già ben visibile: i primi modelli erano total black a dieci buchi, con suola chiodata e cuciture in evidenza.

Nel 1943 il medico tedesco Klaus Maertens si rompe un piede mentre sta sciando e trovando scomode le suole di cuoio classico trova la soluzione in un innovativo tipo di suola ammortizzata da un cuscinetto d’aria.

Da quel momento il Dr. Maertens inizia a produrre scarponcini in pelle morbida con questo tipo di suola confortevole fino al 1947 quando incontra Herbert Funck che rimane colpito dal design e dalla comodità degli scarponcini. I due amici insieme si lanciano in un progetto imprenditoriale producendo scarponcini a otto buchi utilizzando scarti di gomma militare e vecchie divise dismesse dell’esercito tedesco. Il risultato è una linea di scarpe comode e durevoli tanto da conquistare non solo la classe operaia ma anche le signore tedesche.

Dr Maertens e dr Funk

Herbert Funk e Klaus Maertens

La vera e propria svolta arriva nel 1959 quando l’azienda inglese Griggs acquista il brevetto tedesco e trasformano il nome in Dr. Martens per anglicizzarlo.

Proprio tra il 1959 e il 1960 nasce il modello classico delle Dr. Martens che conosciamo anche oggi: Griggs si è occupato di ridisegnare la suola e di aggiungere la fettuccia posteriore con il marchio Air Wash.

Il celebre modello Dr. Martens 1460 viene lanciato proprio nel 1960, il classico anfibio a 8 buchi che in versione rosso ciliegia da uomo conquista il mercato. Viene apprezzato prima dalle forze dell’ordine e da operatori pubblici per poi diventare una calzatura di largo utilizzo.

Nel 1961 viene lanciato poi il modello 1461, la scarpa a 3 buchi diventata simbolo del sindacato e successivamente della classe politica di sinistra inglese.

Negli anni ’80 le Dr. Martens oltre ad essere diventate famose per i due modelli cult diventano il simbolo della sottocultura giovanile londinese nota al mondo come “Punk”. Le Dr. Martens diventano quindi icona di una ideologia politica.

dr martens punk

Dopo anni di successi negli anni ’90 l’azienda inizia a notare un calo di interesse dei giovani verso questo tipo di calzature e arriva a decidere nel 2003 di interrompere la produzione.

Nel 2007 la compagnia però, decide di non arrendersi e tornare a produrre una linea di anfibi in Inghilterra riuscendo a rilanciare le iconiche Dr. Martens, che sono state utilizzate in sfilata anche da designer famosi come Jean Paul Gaultier, Vivienne Westwood e Jimmy Choo.

dr martens vivienne westwood

Dr. Martens e Vivienne Westwood

Dal 2013 Dr. Martens è nelle mani di Permira che si occupa della produzione e della distribuzione degli stivaletti più famosi al mondo.

i 5 modelli Dr. Martens più amati

1. Dr. Martens 1460

dr martens 1460

1460 è stato uno dei primi anfibi lanciati da Dr. Martens e negli anni ha subito pochi cambiamenti diventando icona del brand. Lo stivaletto in pelle Smooth è caratterizzato da 8 occhielli, bordi scanalati, fettuccia posteriore e cuciture giallo a contrasto.

Il modello Dr Martens 1460 è indossato sia da donne che da uomini, dunque è unisex ma prevede anche una versione per bambini.

Il modello più classico negli anni ha vissuto nuove interpretazioni, ad oggi si contano centinaia di versioni con colori e fantasie diverse ma anche alcune edizioni limitate come quelle in vernice o quelle dedicate ad alcuni gruppi musicali rock.

2. Dr. Martens 6601

Dr Martens 6601

Gli stivali 6601 Dr. Martens ricordano moltissimo il modello 1460 ma si differenziano per alcuni dettagli come la suola anti abrasione e la punta in ferro.

Risultano tra le proposte più solide e allo stesso tempo confortevoli della gamma Dr. Martens. Il modello maschile è adatto al tempo libero e oltre a risultare particolarmente robusto è estremamente caldo, si adatta quindi alle giornate più fredde dell’inverno.

3. Dr. Martens Jadon Max

dr martens jadon max

Dr. Martens è partito dal modello classico per arrivare alla realizzazione di Jadon Max, il modello più eccentrico con una suola Quad Max di 6 cm. Il modello richiama la silhouette Jadon classica e oltre alla suola maxi vede alcune diversità negli occhielli oversize e nei dettagli metallici alle estremità dei lacci.

4. Dr. Martens Chelsea

dr martens chelsea

Non pensate che Dr. Martens sia solo anfibi, negli anni il brand ha saputo sperimentare nuove forme. Tra queste c’è  il tronchetto Dr. Martens 2976 in pelle smooth con suola AirWair Chelsea che ammortizza la camminata e una banda elastica all’altezza della caviglia.

Il modello è estremamente pratico e viene proposto come unisex ma viene particolarmente apprezzato dalle donne che lo indossano anche abbinato ad abitini e gonne tartan.

5. Dr. Martens 1461

dr martens 1461

Ad oggi è una scarpa classica ma di carattere, quando è stata lanciata però era simbolo della classe lavoratrice. Dr. Martens 1461 è una scarpa a 3 occhielli realizzata in pelle e pensata sia per uomo che per donna. La scarpa diventata presto simbolo dello stile ribelle e anticonformista è estremamente confortevole da indossare e viene declinata in tantissimi colori e fantasie.

Angelica Losi
Angelica Losi

Nasce a Pavia nel giugno del 1990 e come ogni gemelli combatte quotidianamente tra un lato estremamente razionale ed uno decisamente più distratto e sognatore. Dice di essere nata nell’epoca sbagliata e la sua anima appartiene sicuramente agli anni della dolce vita; da sempre appassionata di moda e costume colleziona libri a tema che negli anni le hanno permesso di...Leggi tutto

Scrivi un commento

Altri articoli che potrebbero interessarti

oral-b
Beauty 8 maggio 2021

Oral-B, dal primo spazzolino elettrico ai modelli ultra tecnologici

Lo spazzolino da denti elettrico è oggi un oggetto quasi banale, che diamo per scontato e che utilizziamo ogni giorno. Non era così scontato però negli anni Cinquanta, quando un'azienda svizzera, la

google_history
Tech 18 aprile 2021

La storia di Google, da motore di ricerca a colosso mondiale dell’innovazione

Tutti conoscono Google per il suo prodotto più importante: il motore di ricerca. Digitare una parola chiave su quell’iconica barra e trovare subito le risposte alle proprie domande in effetti non è

Tech 27 marzo 2021

La storia di Xiaomi, la “Apple cinese” che ha conquistato il mondo degli smartphone

Xiaomi è ormai un brand conosciuto in tutto il mondo, soprattutto per i suoi smartphone. La “Apple cinese”, come viene chiamata dall’inizio della sua fondazione, ha inanellato un successo dopo l’altro nel