Carta del docente: a chi spetta e cosa si può acquistare

Di Irene Bicchielli 9 aprile 2021
bonus docenti

Nell’ultimo anno il mondo della scuola ha vissuto profondi cambiamenti, come il resto della società d’altronde. Da marzo 2020 gli studenti sono stati costretti a casa per tutto l’anno scolastico e, anche nel 2021, tra zone rosse e quarantene tantissimi bambini e ragazzi hanno passato molto tempo in didattica a distanza. Questo significa che anche gli insegnanti hanno dovuto attrezzarsi per fare lezione online, adottando strumenti digitali nuovi e facendo ricorso a nuove modalità di interazione.

La carta del docente, in questo particolare anno, assume quindi un significato particolare. Se finora era stata intesa come supporto all’aggiornamento professionale e alla formazione, adesso diventa anche un modo per dotarsi di strumenti digitali adeguati alla didattica a distanza. La carta del docente arriva al suo quarto anno di attività, ma per l’anno scolastico in corso (ovvero il 2020/2021) ci sono delle novità: scopriamole in questo articolo.

A chi spetta la carta del docente e in cosa consiste il bonus

La carta del docente è stata istituita dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca nel 2016 ed è un contributo per l’aggiornamento professionale e la formazione degli insegnanti di ogni ordine e grado. In particolare, spetta a tutti i docenti di ruolo a tempo indeterminato delle Istituzioni Scolastiche Statali, sia a tempo pieno che parziale. Spetta anche ai docenti in periodo di formazione e prova, quelli nelle scuole all’estero e nelle scuole militari. Dal bonus sono dunque esclusi tutti i docenti precari e supplenti.

Il bonus quest’anno sarà doppio. A tutti i docenti di ruolo spettano infatti 500 euro da spendere autonomamente per l’aggiornamento e la formazione ma anche per dotarsi di strumenti tecnologici utili per la didattica a distanza. Inoltre, per tutti coloro che hanno continuato a lavorare in sede nel mese di marzo 2020 è previsto un ulteriore bonus di 100 euro che viene erogato direttamente in busta paga (ma solo se si ha un reddito inferiore a 40mila euro annui).

carta del docente

Cosa si può acquistare con il bonus docenti

Con i 500 euro del bonus è possibile acquistare:

Inoltre, è possibile acquistare ogni genere di hardware e software utile allo svolgimento della didattica a distanza, ma solo fino al 30 giugno 2021. Per esempio, con il bonus si possono acquistare:

Sul sito ufficiale della Carta del Docente è possibile consultare la lista completa degli esercenti e degli enti che aderiscono all’iniziativa e presso i quali è possibile spendere i buoni.

Come richiedere il bonus docenti

Per utilizzare il bonus, bisogna scaricare oppure accedere all’applicazione web dedicata. Il bonus potrà infatti essere speso sotto forma di buono, non viene erogato direttamente sul conto corrente. Per entrare nell’area dedicata, da quest’anno è indispensabile utilizzare l’identità digitale attraverso le credenziali SPID. La procedura è molto semplice.

Sempre dall’applicazione si possono anche vedere i buoni già spesi, quelli creati e pronti da spendere e verificare quanto ancora rimane a disposizione.

Irene Bicchielli
Irene Bicchielli

Nata nel 1988 a Firenze, dove vive ancora oggi, ha da sempre uno smisurato amore per le parole. Ha imparato a leggere e a scrivere prima delle scuole elementari e da allora non ha più smesso: lettrice seriale con un'originale passione per i romanzi storici, ha frequentato il liceo classico e poi si è laureata in Scienze Politiche per diventare...Leggi tutto

Scrivi un commento

Altri articoli che potrebbero interessarti