Guida al lettore di ebook. Meglio Kindle, Kobo o Tolino?

Di Valerio Porcu 9 giugno 2019
eBook Reader

Che si tratti di romanzi o saggi, di fantascienza, di romanzi storici o di qualsiasi altra cosa, i libri appassionano da sempre migliaia e migliaia di lettori in tutto il mondo. C’è chi è affezionato alla carta, ma ogni giorno che passa ci sono più persone che decidono di “convertirsi” al libro elettronico.

Una volta deciso di fare il grande passo, però, ci si domanda subito quale lettore di ebook (detto anche ebook reader) scegliere. I modelli in commercio non sono moltissimi, ma abbastanza da generare un po’ di confusione. Proviamo a vedere quali sono i più interessanti.

Amazon Kindle, il punto di partenza

In Kindle 2018 di Amazon non è il migliore ebook reader in commercio, ma è sicuramente interessante per via del prezzo basso. Esiste in diverse varianti, diversi per caratteristiche e prezzo.

Kindle

Il più economico è l’Amazon Kindle Wi-Fi, che si trova a 60 euro circa. Si tratta di un modello di vecchia generazione, senz’altro obsoleto rispetto ai prodotti attuali. Per esempio non ha la luce integrata nello schermo, quindi per leggere di sera ci vorrà una lampadina di qualche tipo. Ha uno schermo da 6 pollici, più o meno come tutti gli altri modelli, la cui finitura opaca lo rende perfettamente leggibile in ogni situazione. A differenza degli smartphone, infatti, potete usarlo come se nulla fosse anche sotto il sole diretto.

La batteria non è mai un problema, come con tutti gli ebook reader. Il Kindle può durare anche settimane (dipende da quanto leggete), e se vi ricordate di caricarlo ogni tanto non vi capiterà mai di trovarlo scarico proprio quando volete usarlo.

Amazon include su tutti i suoi Kindle, anche sul modello base, alcuni strumenti utili. Se il dispositivo è connesso tramite Wi-Fi, potrete evidenziare una parola o un nome e consultare la corrispondente pagina Wikipedia. È inoltre possibile scaricare vocabolari in diverse lingue, che saranno sempre consultabili durante la lettura, anche se siete offline (potrebbe essere una buona idea spegnere il Wi-Fi per risparmiare batteria).

Se avete più di un Kindle, poi, con la funzione Whisper Sync potrete continuare la lettura su un altro dispositivo, sull’applicazione per smartphone o su computer, senza perdere il segno. Sarà la stessa Amazon a farvi aprire il libro esattamente dove lo avevate lasciato. Questo strumento funziona bene solo con i libri comprati direttamente da Amazon, così come la condivisione di note. Per i libri aggiunti in altro modo, è tutto un po’ meno comodo.

A proposito di acquisti, prendere un Kindle significa legarsi allo store di Amazon. Il negozio è integrato direttamente sull’ebook reader, e potrete quindi comprare un nuovo libro in modo semplicissimo. Tuttavia si possono anche aggiungere libri elettronici che già possedete, in formato .mobi o .epub. Eventualmente vi potrebbe servire un programma dedicato, come Calibre eBook Management, che è gratuito e molto potente. I libri esterni al negozio Amazon si possono trasferire collegando il Kindle al PC con un cavo, oppure inviando una email all’indirizzo speciale che Amazon assegna al vostro account Kindle quando lo registrate. Affinché tutto funzioni, sarà necessario anche autorizzare gli indirizzi che volete usare, perché quelli non autorizzati saranno bloccati di default.

È importante tenere in considerazione che se a un certo punto decidete di cambiare ebook e sceglierne uno di marca diversa, non sarà possibile leggere i libri presi da Amazon su un lettore che non sia un Kindle. In verità esistono sistemi non ufficiali per farlo, ma è una cosa un po’ complicata e non adatta a tutti. Per sicurezza, quindi, meglio considerare che i libri presi su Amazon si possono leggere solo su un Kindle o su un’applicazione Kindle (iOS, iPadOS, Windows e macOS).

Sono davvero moltissime qualità per un oggetto che costa così poco. Ma allora perché prendere in considerazione quelli più costosi?

Tanto per cominciare, il Kindle da 60 euro ha solo 4GB di memoria. Sono parecchi, ma se avete intenzione di portarvi sempre appresso la vostra intera biblioteca potrebbero non bastare. Basteranno più o meno per 1.500 libri.

Inoltre come abbiamo detto non ha la luce integrata, presente su altri modelli, e quindi non si può leggere al buio senza accendere almeno una lampadina. Non è resistente all’acqua. La batteria dura meno che con altri modelli.

E, forse la cosa più importante, la densità dello schermo è solo 167 PPI, cioè 167 punti per pollice quadrato. Significa che il testo non appare particolarmente nitido o definito e, in ultima analisi, la lettura è leggermente più difficoltosa. Sono diverse ragioni per scegliere un modello più avanzato sin dal primo momento.

Amazon Kindle Paperwhite e altri Kindle

Il Kindle Paperwhite è il modello di riferimento di Amazon, e lo si trova a partire da 120 euro circa. Rispetto al modello precedente la differenza più evidente è lo schermo retroilluminato.

Non è come quello degli smartphone, perché il sistema non vi manda la luce direttamente negli occhi ed è molto meno fastidioso. Di fatto, se lo si regola correttamente, potete usarlo anche al buio senza che vi faccia stancare gli occhi.

Kindle Paperwhite

Lo schermo inoltre ha una maggiore risoluzione e arriva a 300 PPI, la densità ideale per la lettura. Si tratta di una differenza davvero importante. Il modello base ha 8 GB di memoria, ma se volete esagerare e siete disposti a pagare un sovrapprezzo, potete prenderlo da 32 GB. Il numero di libri che può contenere, in quest’ultimo caso, è altissimo; parliamo di decine di migliaia di titoli. Inoltre il nuovo Paperwhite è resistente all’acqua, quindi potete portarlo a bordo piscina senza troppe preoccupazioni.

C’è poi il Kindle Oasis, il modello di punta Amazon. Ha uno schermo più grande, da 7 pollici, un sistema di illuminazione con più LED e sensore per la regolazione automatica, un design più ergonomico e pulsanti per girare pagina senza toccare lo schermo; anch’esso è impermeabile. Un ebook reader davvero molto bello, ma per averlo ci vogliono almeno 250 euro.

Se volete spendere meno per un Kindle, invece, c’è il modello base da 79 euro. Rispetto a quello da 60 euro, ha lo schermo illuminato ma mantiene la bassa risoluzione da 167 PPI.

Tutti i Kindle si possono comprare con l’impostazione “offerte speciali”, cioè con pubblicità a schermo. Se non le volete, dovrete pagare un po’ di più.

Kobo, l’alternativa che convince

Gli ebook reader Kobo sono diffusi quasi quanto i Kindle e rappresentano un’alternativa davvero molto convincente. Ce ne sono quattro modelli, diversi per specifiche e prezzo: Kobo Aura, Kobo Clara HD, Kobo Aura H2O e Kobo Forma.

Il più economico è il Kobo Aura, che trovate a circa 125 euro spedito. Costa quindi molto più del Kindle modello base, e circa quanto il Paperwhite, rispetto al quale è riesce a competere solo in parte. La risoluzione infatti si ferma a 212 PPI, e la memoria a 4GB. Lo schermo è sempre da 6”, ed è retroilluminato per leggere di notte.

Kobo Aura

Il passo successivo è il Kobo Clara HD, che porta la risoluzione a 300 PPI e la memoria a 8 GB, con un sistema di retroilluminazione più sofisticato. Il prezzo però è praticamente lo stesso del modello precedente, che diventa quindi praticamente irrilevante.

Il Kobo Aura H20 è simile al modello precedente, ma ha una risoluzione minore (265 PPI) e uno schermo più grande, da 6,8”. Soprattutto però è impermeabile, quindi se vi cade in piscina o in vasca da bagno dovrebbe uscirne senza danni. Potete averlo a partire da 170 euro circa.

Infine, il top di gamma è il Kobo Forma, il cui prezzo parte da 255 euro circa, un po’ di più se volete la versione da 32 GB. È impermeabile come il modello precedente, ma si propone come alternativa al Kindle Oasis. Ha uno schermo da ben 8” con risoluzione 300 PPI, impugnatura ergonomica e pulsanti per cambiare pagina.

Come i Kindle, anche i Kobo hanno diversi vocabolari integrati (da scaricare a parte e gratuitamente), grazie ai quali basta toccare una parola per vederne la definizione.

A parte design e hardware, la differenza fondamentale è il negozio di libri. Con Kobo il punto di riferimento è Rakuten, azienda che in pochi anni è diventata leader nella distribuzione di contenuti digitali (si occupa anche di film, serie TV e gadget). I libri di prendono, di basa, dal Kobo eBookstore, negozio che trovate anche integrato nel dispositivo. È piuttosto facile, comunque, aggiungerne altri che già possedete.

Tolino eReader

Il Tolino è un concorrente relativamente nuovo ma si è diffuso grazie a una forte presenza nelle librerie e nei centri commerciali. Rispetto ai due concorrenti citati, Tolino punta sull’integrazione di altri store, quindi avrete la libertà di comprare da più fornitori diversi (Amazon esclusa).

Tolino

È inoltre pienamente compatibile con tutti i formati comuni, quindi potrete caricare facilmente i libri che già possedete, anche se protetti da DRM (ma, ripetiamo, non quelli di Amazon). Di fatto, quindi, se prendete un Tolino potrete cambiare idea in futuro e prendere un lettore di altra marca, sapendo che potrete trasferire i vostri libri senza problemi. Il che di per sé è un gran bel vantaggio. Il partner di riferimento in Italia è IBS, cioè il famoso Internet Book Shop. IBS, insieme a Il Libraccio, è il negozio integrato nei lettori Tolino.

Il modello di riferimento è il Tolino Shine 3. Si tratta di un ebook reader che trovate a partire da 120 euro circa, in cambio dei quali avrete uno schermo da 6” con retroilluminazione a regolazione automatica, 8 GB di memoria (di cui 6GB disponibili), connessione Wi-Fi. Il design è sicuramente meno raffinato rispetto al Kindle Paperwhite o al Kobo, ma Tolino vanta un rapporto prezzo/caratteristiche davvero alto.

Chi vuole un prodotto un po’ più raffinato può invece orientarsi al Tolino Vision 4HD, un ereader che si trova a partire da 150 euro circa. Una cifra che è solo apparentemente alta, ma appare subito ragionevole se si considerano le caratteristiche: Tolino Vision 4HD ha infatti finitura impermeabile, schermo da 300 PPI e un sistema di retroilluminazione automatica che regola non solo l’intensità della luce ma anche il colore (temperatura) della stessa. Una funzione, quest’ultima, che gli altri prodotti non hanno.

Attenzione al catalogo

I tre marchi che abbiamo citato rappresentano praticamente tutti i prodotti disponibili, se si escludono alcuni modelli secondari e non particolarmente interessanti.

Nella scelta sarà opportuno tenere in conto il prezzo e le caratteristiche, così come la libertà di comprare e scaricare libri dal vostro negozio preferito. A questo proposito, vale la pena prendere in considerazione il fatto che il catalogo Amazon è quello più ampio, quindi potrebbe capitare che l’ebook che volete sia presente lì ma non altrove. Non è una cosa che succede spesso, e per la maggior parte delle persone sarà probabilmente un dettaglio irrilevante, ma è sicuramente utile tenerlo in considerazione prima dell’acquisto.

Con questo articolo vi abbiamo dato le indicazioni per scegliere il vostro ereader ideale. Ora non dovete far altro che preparavi per un’estate piena di letture entusiasmanti!

Valerio Porcu
Valerio Porcu

Classe 1976, ha studiato elettronica e letteratura, con una specializzazione in didattica delle lingue. Grazie all’unione della formazione tecnica con quella umanistica, ha sviluppato uno sguardo critico e attento, e la capacità di osservare con attenzione e distacco lo sviluppo tecnologico, sia per i grandi salti evolutivi sia per i piccoli oggetti di uso quotidiano. Uno sguardo maturo che sa...Leggi tutto

Scrivi un commento

Altri articoli che potrebbero interessarti