I migliori smartphone top di gamma del 2020

Di Candido Romano @candidoromano 13 maggio 2020
i migliori smartphone top di gamma

(Questo articolo, pubblicato nel Magazine di Trovaprezzi.it il 21 novembre 2018, è stato aggiornato in data 13 maggio 2020)

Lo smartphone è ormai una vera e propria estensione di noi stessi, uno strumento indispensabile con cui si può fare praticamente tutto. Il mercato è maturo e ospita tantissimi produttori differenti, da Apple e Samsung, passando per Huawei, Xiaomi, Motorola, Nokia e molti altri.

Un mercato grande significa tanti modelli diversi, sopratutto nei prezzi: il meglio ovviamente viene offerto dagli smartphone top di gamma, che riescono a garantire la presenza delle tecnologie più avanzate, materiali di alta qualità e aggiornamenti software per un periodo più esteso.

Se quindi si è alla ricerca dei migliori smartphone top di gamma per il 2020, abbiamo stilato una lista dei prodotti più interessanti che è possibile acquistare. Si tratta di smartphone usciti tra la fine del 2019 e i primi mesi del 2020, tutti estremamente potenti: impossibile sbagliare acquisto scegliendone uno di questa lista.

Samsung Galaxy S20, S20+ ed S20 Ultra 5G

Galaxy-S20-S20-Plus-S20-Ultra-2
La nuova linea di smartphone top di gamma Samsung non poteva mancare e tutti sono i grado di girare video in 8K.

Samsung Galaxy S20 è il meno costoso dei tre ma comunque affidabile e potente: ha uno schermo da 6,2 pollici, quindi comunque grande, una fantastica frequenza di aggiornamento fino a 120 Hz per una maggiore fluidità e il potente processore Exynos 990.

Samsung Galaxy S20+ ha uno schermo più grande da 6,7 pollici e anche in questo caso il design cambia rispetto alla versione precedente, presentando il foro centrale per la fotocamera frontale. La differenza rispetto al fratello minore è l’aggiunta sensore DepthVision, che gestisce la profondità di campo: questo significa che è possibile scattare ritratti migliori.

Samsung Galaxy S20 Ultra 5G è il dispositivo più potente e grande, che presenta addirittura uno schermo a 6,9 pollici. A cambiare è anche il comparto fotografico, che presenta un sensore principale da 108 megapixel stabilizzato otticamente, un sensore grandangolare da 12 megapixel, una fotocamera zoom con cui fare ingrandimenti da record e il sensore ToF per la profondità di campo.

iPhone 11 Pro e Pro Max

iphone11

Anche se sono usciti nel 2019, bisogna assolutamente includere iPhone 11 Pro e Pro Max nella lista dei migliori smartphone top di gamma.

iPhone 11 Pro un nuovo design delle fotocamere posteriori, che ora diventano tre. Il risultato è l’aumento delle possibilità di scatto, dato che è compreso un ultra-grandangolo e un teleobiettivo, per foto più ampie e con uno zoom migliorato. Si tratta di uno smartphone piuttosto piccolo rispetto alla concorrenza, dato i suoi 5,8 pollici di schermo, ma è un concentrato di potenza grazie a un processore completamente rinnovato.

iPhone 11 Pro Max prevede la stessa tripla fotocamera posteriore incastonata nell’iconico design “a quadrato”, ma ha un schermo OLED più grande di 6,5 pollici. Un vero gioiello da tenere in mano, davvero potentissimo. Per chi vuole spendere meno, ma avere comunque una soluzione all’avanguardia, può rivolgersi all’iPhone 11, una via di mezzo tra i modelli citati.

Xiaomi Mi 10 e 10 Pro

Xiaomi-Mi-10- e Mi-10-Pro

Presentati alla fine di marzo 2020, questi due smartphone top di gamma Xiaomi rappresentano il meglio mai prodotto dalla casa cinese.

Xiaomi Mi 10 è pronto per la connettività 5G ed ha un design davvero accattivante: la scocca è curva, la parte frontale a tutto schermo, grande 6,67 pollici con frequenza di aggiornamento da 90 Hz. Ha una quadrupla fotocamera con un sensore principale di ben 108 megapixel, che riesce a filmare anche video fino a 8K.

Xiaomi Mi 10 Pro presenta la stessa grandezza del display da 6,67 pollici, ma ha colori ancora più realistici. Le differenze con il fratello minore stanno soprattutto nel comparto fotografico. Qui il sensore grandangolare è da 20 megapixel ed è stabilizzato, inoltre ci sono due teleobiettivi, a corto e lungo raggio. Inoltre Mi 10 Pro aggiunge un sensore laser per la messa a fuoco ed è l’unico a supportare uno zoom ibrido 10x e zoom digitale 50x.

OnePlus 8 e 8 Pro

OnePlus 8 e OnePlus 8 Pro

Gli ultimi smartphone arrivati di OnePlus sono finalmente dei top di gamma a cui non manca nulla.

OnePlus 8 ha uno schermo da 6,55 pollici e una buona frequenza di aggiornamento di 90 Hz e soprattutto la connettività 5G, quindi è un dispositivo a prova di futuro. Gli altoparlanti sono due, c’è poi la tripla fotocamera posteriore con sensore principale da 48 megapixel e l’incredibile ricarica rapida con Warp Charge 30T, praticamente la più veloce sul mercato.

OnePlus 8 Pro ha le stesse caratteristiche del fratello minore, ma aggiunge uno schermo più grande da 6,78 pollici e una frequenza di aggiornamento che sale a 120 Hz. Le fotocamere sulla parte posteriore diventano quattro, con il sensore ultra-grandangolare che raggiunge i 48 megapixel. Il dispositivo finalmente è resistente all’acqua e polvere, oltre ad avere la ricarica rapida e wireless.

Huawei P40 Pro

HUAWEI-P40-Pro

L’ultimo arrivato in casa Huawei è un concentrato di potenza, che viene affiancato dal più economico P40 Lite.

Huawei P40 Pro ha un bellissimo display curvo da 6,58 pollici OLED con colori realistici e neri praticamente perfetti. La frequenza di aggiornamento si ferma a 90 Hz, che comunque garantiscono una fluidità eccelsa nelle interazioni. Nella parte posteriore ci sono quattro fotocamere, ormai è la norma per i top di gamma, create ancora una volta insieme a Leica, che è un attestato di qualità. Si connette in 5G ed è dotato di un velocissimo processore Kirin 990, per lavorare in multitasking senza alcun tipo di rallentamento.

LG G8X ThinQ

LG G8X ThinQ
Uno smartphone molto particolare, che si contraddistingue da tutti gli altri.
LG G8X ThinQ è infatti dotato di doppio schermo OLED da 6,4 pollici, con un design che permette quindi si guardare un video sul primo display, mentre sul secondo si invia un messaggio su WhatsApp. Tutto questo è possibile grazie alla cover Dual Screen, che all’occorrenza si può disabilitare, per usare il prodotto come un normale smartphone. Magari non raggiunge la potenza di dispositivi più recenti, ma è unico nel suo genere.

Samsung Galaxy Z Flip

Samsung Galaxy Z Flip

Parlando di doppio schermo, non si possono escludere gli smartphone pieghevoli.

Samsung Galaxy Z Flip è lo smartphone successore di Galaxy Fold, un dispositivo con display flessibile che si chiude a conchiglia, diventando molto più piccolo. Lo schermo nella sua interezza misura 6,7 pollici, ma si piega grazie a una futuristica cerniera, diventando tascabile. Costa di più rispetto alle altre proposte, ma propone un design che si differenzia nettamente.

Huawei Mate Xs

Huawei Mate Xs

Lo smartphone flessibile di Huawei è invece un vero e proprio gioiello di ingegneria.

Huawei Mate XS è uno smartphone che aperto diventa una sorta di tablet con display da 8 pollici e tecnologia OLED, che piegato è grande poco più di 6 pollici. Ha un processore Kirin 990 5G, quadrupla fotocamera con sensore principale da 40 megapixel. Un modo del tutto nuovo di telefonare e lavorare in mobilità.

Asus ROG Phone II

Asus ROG Phone II

Uno smartphone da gaming non poteva mancare tra i top di gamma.

Asus ROG Phone II sprigiona potenza da tutte le sue componenti: il design è aggressivo, e nella versione da 512 GB ha addirittura 12 GB di RAM. La batteria è enorme, di ben 6000 mAh, perfetta per lunghe sessioni con i videogiochi dalla grafica più avanzata. Non può mancare un display da 6,59 pollici con frequenza di aggiornamento a 120 Hz e 1 millisecondo di risposta, ideale per gli appassionati che chiedono solo il meglio durante le sessioni di gioco.

Candido Romano
Candido Romano

Giornalista e copywriter con una grande passione per tutto ciò che è tecnologia e intrattenimento, soprattutto smartphone, tablet e videogiochi, di cui scrive dal 2005. Una passione che porta avanti fin da bambino, quando nella sua stanza entrò il Commodore 64: una folgorazione, che aprì un universo di possibilità.

Classe 1983, fa parte di quella generazione che ricorda un mondo...Leggi tutto

Scrivi un commento

Altri articoli che potrebbero interessarti