Lifestyle 25 febbraio 2020

Bonus elettrodomestici 2020: requisiti per accedere alle detrazioni fiscali

bonus-elettrodomestici-2020

Si rinnova per tutto il 2020 l’agevolazione fiscale concessa dal Governo Italiano che, grazie alla proroga della Legge di Bilancio (Legge n. 160/2019 -art. 1, comma 175), concede una detrazione Irpef del 50% su mobili ed elettrodomestici. Una mossa economica che dovrebbe consentire la ristrutturazione e il rinnovamento degli immobili ma anche un beneficio per i proprietari che possono avere un importante detrazione al momento della dichiarazione dei redditi.

Il primo requisito per poter accedere ai 10.000 euro per il bonus mobili ed elettrodomestici 2020 è aver effettuato lavori di ristrutturazione prima dell’acquisto degli stessi e sicuramente a partire dal 2018 in poi.

Bonus mobili ed elettrodomestici 2020: chi ne ha diritto?

Per accedere a questi sgravi fiscali è necessario che chi ha sostenuto i costi della ristrutturazione li inserisca nella dichiarazione dei redditi. Possono avviare le pratiche di richiesta dei bonus mobili ed elettrodomestici i proprietari dell’immobile o gli usufruttuari o chi ha nuda proprietà ma anche eventualmente chi ha un contratto di comodato d’uso o d’affitto, ma in ogni caso è fondamentale che il richiedente coincida con colui che ha effettuato i pagamenti degli interventi di ristrutturazione.

Interventi necessari per poter usufruire delle detrazioni fiscali sugli elettrodomestici

Non solo per interventi massicci di restauro, il bonus su mobili e grandi elettrodomestici è accessibile anche per interventi edilizi su singoli appartamenti che rientrano nella manutenzione straordinaria. Tra gli interventi di manutenzione straordinaria utilizzabili troviamo l’installazione di ascensori e scale di sicurezza, la realizzazione di nuovi servizi igienici e la realizzazione di cancellate.

Rientrano nella categoria manutenzione straordinaria anche l’installazione di stufe a pellet, la sostituzione della caldaia o altri interventi pensati per utilizzare fonti di energia rinnovabili.

Bonus sugli elettrodomestici: come funziona?

La detrazione Iperf al 50% può essere utilizzata su un importo del valore massimo di 10.000 euro per immobile comprensivi di spese di montaggio e trasporto, che viene ripartita in dieci quote annuali dello stesso importo.

Tra i grandi elettrodomestici compresi troviamo lavatrici e asciugatrici, frigoriferi e congelatori, numerosi apparecchi per la cottura tra cui forni e modelli a microonde ed infine anche apparecchi elettrici per il riscaldamento.

Bonus mobili ed elettrodomestici: requisiti

La legge di Bilancio, recentemente aggiornata per il 2020 oltre ad aver confermato i bonus ha anche specificato una serie di condizioni con cui poter accedere agli sgravi fiscali:

Quali elettrodomestici sono compresi nel bonus 2020?

L’agevolazione fiscale concessa dalla Legge di Bilancio 2020 prevede la possibilità di utilizzare il bonus su grandi elettrodomestici tra cui frigoriferi, forni, lavatrici purché di una classe energetica A+, ad eccezione dei forni compresi dalla classe A.

Per poter usufruire quindi di questi sgravi fiscali è necessario consultare con attenzione l’etichetta della classe energetica esposta per regolamento di legge accanto al prezzo di ogni elettrodomestico o in bella vista sulla scheda tecnica, in caso di shop online. Questa limitazione aiuta ad effettuare acquisti più consapevoli, prediligendo elettrodomestici a basso impatto e a basso consumo proponendo alternative ecologiche e sicuramente adatte anche ad un risparmio in bolletta.

Frigoriferi adatti alla richiesta del bonus

Devono essere almeno con una etichetta classe A+ i frigoriferi che permettono di accedere agli sgravi fiscali; le classi dalla A+ alla A+++ permettono di risparmiare notevolmente in bolletta con una riduzione dei consumi che arriva al 50%. L’assegnazione della classe avviene in base al valore dell’Indice di Efficienza Energetica ottenuto dal rapporto tra il consumo elettrico reale dell’apparecchio e quello di un elettrodomestico con pari qualità preso come esempio.

Ad esempio, un frigorifero classe A+++ da 350 lt consuma 149 kWh/anno contro i 285 kWh/anno consumati da un frigorifero classe A+.

Ecco 5 frigoriferi in classe A+++:

  1. LG GBP61DSPFN
  2. Samsung RS68N8242SL
  3. Bosch KGN49XI40
  4. Beko RCNA406E40ZXB
  5. Smeg FAB30LRD3

 

Lavatrici adatte alla richiesta del bonus

Anche per le lavatrici è importante controllare la classe energetica che non può essere inferiore ad A+ per poter accedere ai bonus fiscali. Le tabelle attuali che assegnano la classe energetica delle lavatrici le dividono in base ad una media di 220 lavaggi annui fatti sia a pieno carico che a mezzo carico, sia a 60 gradi che a 40 gradi generando una stima per eccesso e calcolando anche i consumi in standby. I reali consumi si aggirano in realtà al 15% in meno delle stime effettuate, acquistando quindi un modello classe A+++ riuscirete a risparmiare anche sulla bolletta.

Ad esempio, una lavatrice classe A+++ da 10 kg consuma 240 kWh/anno contro i 308 kWh/anno consumati da una lavatrice classe A+.

Ecco 5 lavatrici in classe A+++:

  1. Candy CBWM 712D-S
  2. Bosch WAJ20007IT
  3. Samsung WW80J5555MW
  4. Hotpoint Ariston RSF 723 S IT
  5. Beko WTX81232WI

Forni adatti alla richiesta del bonus

I forni sono gli unici elettrodomestici concessi anche solo di classe A per poter usufruire dei bonus. Il requisito necessario a questi elettrodomestici per ottenere l’etichetta di classe A è il consumo di un determinato intervallo di chilowattora calcolando l’età del forno, il volume interno e le modalità di cottura.

Per rientrare nella classificazione un forno A di 60 litri può consumare 0,86 kWh/ciclo mentre un forno di 90 litri può consumare 0,99 kWh/ciclo. Sicuramente più convenienti a livello di risparmio energetico i forni A+ che per un forno di 60 litri parlano di un consumo di 0,66 kWh/ciclo mentre di 0,76 kWh/ciclo per un volume di 90 litri.

Ecco 5 forni in classe A+:

  1. Samsung NV75N5641BS/ET
  2. Electrolux FQ53X
  3. Miele H 2266-1 B Active
  4. Bosch HBF011BR0J
  5. Candy FCP602X

 

Angelica Losi
Angelica Losi

Nasce a Pavia nel giugno del 1990 e come ogni gemelli combatte quotidianamente tra un lato estremamente razionale ed uno decisamente più distratto e sognatore. Dice di essere nata nell’epoca sbagliata e la sua anima appartiene sicuramente agli anni della dolce vita; da sempre appassionata di moda e costume colleziona libri a tema che negli anni le hanno permesso di...Leggi tutto

Scrivi un commento

Altri articoli che potrebbero interessarti

beko brand
Lifestyle 18 marzo 2020

Dalla fascia low cost alla top 3 europea: alla scoperta di Beko

Dire Beko, fino a qualche anno fa, non significava molto per parecchi di noi. Chi l'avrebbe mai presa in considerazione una piccola azienda di elettrodomestici turca, in mezzo a nomi altisonanti come

le migliori asciugatrici slim
Lifestyle 1 marzo 2020

Asciugatrici slim: la guida completa e i tre migliori modelli

L'asciugatrice è un utilissimo elettrodomestico, particolarmente comodo in inverno quando asciugare i panni diventa complicato a causa di pioggia, nebbia e umidità; per chi non possiede un balcone o un terrazzo, è davvero

frigoriferi-a-libera-installazione-design
Lifestyle 23 febbraio 2020

Frigoriferi a libera installazione tra tecnologia e design

Le ultime tendenze parlano chiaro: addio frigoriferi d’incasso, il nuovo must è il frigorifero freestanding che diventa il protagonista indiscusso della cucina. I frigoriferi a libera installazione sono un’ottima scelta perché permettono di