Tech 14 gennaio 2021

Che cos’è l’HDMI 2.1 e perché è importante per le console?

hdmi 2.0

Con l’arrivo delle nuove console Play Station 5 e Xbox Series X ma anche delle nuove schede video di Nvidia (RTX 3060Ti, RTX 3070 e RTX 3080) e di AMD (RX 6800 e RX 6800 XT) la sigla HDMI 2.1 è sempre più sulla bocca di tutti. Ma cosa significa, cosa comporta e perché è così importante per trarre il massimo dai videogiochi e dall’hardware di nuova generazione?

In questo articolo cerchiamo di spiegare con semplicità tutte le novità portate dal nuovo standard, per il momento ancora poco diffuso ma che nel giro di poco potrebbe diventare una caratteristica irrinunciabile per milioni di utenti.

Cosa è l’HDMI?

L’HDMI è una tipologia di connettore. Ha fatto il suo debutto nel lontano 2003 e nel corso degli anni ha subito numerose modifiche e miglioramenti di vario genere.

HDMI è una sigla che significa High Definition Multimedia Interface, ovvero interfaccia multimedia per alta definizione. Questo perché venne studiata e progettata per garantire inizialmente la trasmissione di video a risoluzione FullHD.

Il connettore HDMI si usa per collegare una sorgente (computer, console, smartphone, tablet) a un dispositivo in grado di visualizzare immagini (televisore, monitor, proiettore).

Nel mercato attuale sentiamo sempre di più parlare di definizione 4K, divenuta ormai comune, e si inizia a sentire anche la sigla 8K. Si tratta delle risoluzioni: il 4K è quattro volte il FullHD, con 3.840 x 2.160 pixel, mentre l’8K è quattro volte il 4K, dunque 7.680 x 4.320 pixel.

Al crescere della risoluzione cresce anche la quantità di dati e informazioni. Proprio questo fattore ha reso necessario sviluppare ulteriormente le capacità del connettore HDMI.

Porte HDMI

Porte HDMI

HDMI 1.4, HDMI 2.0 e HDMI 2.1: cosa cambia?

Attualmente abbiamo ancora a che fare con quattro standard diversi di connettori HDMI. Sebbene a una prima occhiata possano sembrare simili tra di loro (il connettore fisico non differisce nelle forme e nulla vieta di usare un cavo HDMI 2.1 su una porta HDMI 1.4), le differenze sono all’interno.

HDMI 1.4

L’HDMI 1.4 venne presentato nel 2009 e introdusse all’epoca il supporto alla risoluzione 4K a 30Hz e ai formati video 3D. Due anni dopo venne poi aggiornato con la versione HDMI 1.4b, che aggiunse il supporto alla frequenza di aggiornamento di 120Hz a risoluzione FullHD.

La frequenza di aggiornamento si misura in Hertz e indica quante volte al secondo lo schermo aggiorna l’immagine. Più è elevato questo valore, più l’immagine risulterà fluida.

HDMI 2.0

All’IFA di Berlino del 2013 venne annunciata per la prima volta l’HDMI 2.0. Le novità sono tantissime. Prima di tutto è in grado di trasmettere fino a 18Gbps di banda passante. Tale valore permette dunque il supporto alla risoluzione 4K 60Hz, ma anche FullHD a 240Hz.

Negli anni successivi arrivarono piccoli aggiornamenti che aggiunsero inoltre la capacità di integrare segnali HDR10 e HLG.

hdmi dettaglio

HDMI 2.1

Arriviamo dunque al 2017. Durante il CES di Las Vegas fu presentato al mondo il nuovo standard HDMI 2.1. La banda passante passa dai precedenti 18Gbps a ben 48Gbps. Ciò permette di trasmettere un flusso video fino al 10K a 120Hz, supportando dunque anche tutte le risoluzioni inferiori, come l’8K e il 4K, entrambi a 120Hz.

Altre caratteristiche dell’HDMI 2.1

La maggiore banda passante e il supporto a risoluzioni e frequenze di aggiornamento elevate non sono le uniche novità dell’HDMI 2.1. Il nuovo standard consente infatti una gestione del flusso video a 360 gradi con diverse tecnologie che tornano decisamente utili. Ecco quali sono:

Per chi è pensato l’HDMI 2.1?

Come detto in precedenza, l’HDMI 2.1 è attualmente uno standard che viene sfruttato principalmente da chi usa il monitor o il televisore per giocare. Chi invece è interessato a usare il televisore per guardare trasmissioni TV, oppure usare uno dei tanti servizi di streaming per visualizzare film e serie TV, non trarrebbe il massimo dal nuovo connettore.

Questo perché la maggior parte dei film e delle serie TV vengono filmate a 24, 25, 30 o 60 fps, per cui avere un pannello in grado di visualizzare fino a 120fps risulterebbe superfluo.

Quali sono i televisori con HDMI 2.1?

Durante il 2020 i televisori a supportare pienamente l’HDMI 2.1 sono stati pochissimi. Tra questi vale la pena citare l’LG OLED BX e l’LG OLED CX, oltre ai Samsung Q70T, Q80T e versioni superiori. Si aggiungono il Sony XH90 e l’LG Nano90 per la fascia media. Durante il 2021 dovremmo assistere a una maggiore diffusione del nuovo standard, non solo sui modelli di fascia più alta, ma anche su modelli più orientati all’uso consumer.

LG OLED CX

LG OLED CX

Vittorio Pipia
Vittorio Pipia

Nato nel 1992 ho sempre avuto una grande passione per i motori e per la tecnologia, passioni che ho poi sempre coltivato fino a farle diventare parte del mio lavoro. Da circa 6 anni provo, analizzo diversi prodotti delle più svariate categorie, dall’intrattenimento audio-visivo fino agli elettrodomestici passando per la domotica. Analisi che condivido poi online in diversi modi, con...Leggi tutto

Scrivi un commento

Altri articoli che potrebbero interessarti

festa papa homer simpson
Lifestyle 19 marzo 2021

Buona festa del papà a tutti i dormiglioni

Il 19 marzo non ricorre soltanto la Festa del Papà (avete già acquistato un regalo per il vostro papà?) ma anche la Giornata Mondiale del Sonno. Una coincidenza interessante per tutti i

Malala
Tech 9 marzo 2021

Il premio Nobel Malala Yousafzai creerà contenuti per Apple TV+

Apple ha annunciato un accordo pluriennale con Malala Yousafzai e la sua nuova società di produzione Extracurricular per la realizzazione di contenuti originali per Apple TV+. È il servizio di video streaming

microsoft storia
Tech 27 febbraio 2021

Microsoft: storia del brand che ha rivoluzionato il mondo dell’informatica

Microsoft è una delle aziende tecnologiche più importanti al mondo: oggi è conosciuta soprattutto per il suo sistema operativo Windows, i suoi software come Word, PowerPoint o Excel, ma anche l’hardware come